il nostro grano

PERCHè IL NOSTRO GRANO FONTE DI RICCHEZZA PER MOLTE AZIENDE AGRICOLE DEL NOSTRO TERRITORIO VIENE ORMAI SVENDUTO NEI MERCATI PUGLIESI?.OGGI  IL PREZZO DEL GRANO INTORNO AI 25€ PER QTLE PORTA TANTE AZIENDE A RIFLETTERE SU COME MAI IL NOSTRO ORO HA TOCCATO IL FONDO. SE PENSIAMO CHE UN SACCO DI SEME COSTA INTORNO I 90€ PER SEMINARE POCHI ETTARI PIù LA SEMINA ,LA LAVORAZIONE DEL TERRENO,LA RACCOLTA, NELLE TASCHE CI RIMANE POCO CHE NIENTE CONSIDERANDO CHE SI ASPETTANO 8-9 MESI PER LA RACCOLTA ( UNA GESTAZIONE QUASI) PER FAR PARTORIRE AL TERRENO POCHI EURO. CHI DOVREBBE IMPEGNARSI PER EVITARE CHE GLI AGRICOLTORI ABBANDONINO DEFINITIVAMENTE I TERRENI?. CHI DEVE CONTROLLARE IL FLUSSO DI IMPORTAZIONE ESTERA DI QUESTI COLOSSI PUGLIESI?. UN MAGAZZINIERE  DEL NOSTRO PAESE QUALCHE GIORNO FA PAVENTAVA IL RISCHIO A POCO TERMINE DI UNA CHIUSURA DELLA SUA ATTIVITà, VISTO CHE DICEVA" I RAGAZZI CHE VOGLIONO FARE GLI IMPRENDITORI AGRICOLI SI CONTANO SU UNA MANO"  QUINDI CON L’ABBANDONO DEI TERRENI LA PRODUZIONE TOCCHERà LO ZERO. NON SO SE CI SONO DELLE SOLUZIONI,PER EVITARE QUESTO MA QUALCUNO SECONDO ME DOVREBBE  RIFLETTERE E IMPEGNARSI.


Commenti da Facebook

2 Commenti

  1. Mayor Quimby

    Premetto che di agricoltura ne capisco ben poco, ma parlando con un amico di Altamura che ha una grande azienda agricola che produce grano mi ha detto che lui è stato costretto a chiudere contratti a 23€ al qtle perchè molti degli acquirenti storici tra cui una nota marca di pasta che in suo noto spot elogia il grano della murgia compra al porto di bari grano proveniente dall’est addirittura a 12€ al qtle. Cosa fare? sembra ormai che non ci sia soluzione, mi ha anche detto che lo stesso discorso vale per l’olio, andando a mettere in ginocchio le produzioni trainanti dell’agricoltura meridionale. Anni a dietro furono sequestrate a Manfredonia tonnellate di grano a basso prezzo proveniente dall’est che contenevano Cesio, eppure ogni anno si ripete lo stesso massacro.non ho idea di cosa si potrebbe fare ma di una cosa sono certo non possiamo più essere sicuri di quello che mangiamo, e sicuramente queste non sono notizie incoraggianti per i giovani che vorrebbero intraprendere un’impresa agricola.

    Potrebbero essere questi i limiti che dovrebbero farci riflettere sulla ormai apertura a Est dell’unione Europea? Non sono leghista ma vi garantisco che le perplessittà maggiori della Lega Nord sull’ingresso della Turchia e degli altri paesi dell’est in Europa sono legati di più a questi aspetti che al carattere religioso. Meditate gente Meditate. 

    1. ZODD
      se vuoi posso aggiungerti tantecontornisui fatti da te citati , che  ti farei aprire di piu gli okki . non incolpiamo solo la globalizzazione . noi di nostro cosa facciamo?  rifletti cocco rifletti.  la tecnologia avanza sempre di piu , vogliamo di piu a basso costo . ti piace avere il pc , una tv hd , ecc? e pedala mo :d 

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi