Alla scoperta di Montescaglioso. Itinerario turistico-culturale nel centro storico.

Cari montesi.net ed ospiti che timidamente vi affacciate sul sito per sbirciare, siete tutti invitati mercoledì 16 agosto a partecipare ad un’iniziativa turistico-culturale che ci porterà alla scoperta del patrimonio storico di Montescaglioso.
Franco Caputo si è gentilmente offerto di accompagnarci per le vie del centro storico e raccontarci qualcosa sul passato di Montescaglioso.
L’appuntamento è alle 15.30 in piazza Roma.
Gente, non mancate!


Commenti da Facebook

5 Commenti

  1. ZODD

    Vorrei ringraziare in primo luogo Franco Caputo , a seguire Cristoforo Magistro x la sua comparsa anche se pur veloce e breve,e infine tutti i partecipanti .
    per tutti coloro che nn so potuti venire eehehe che vi siete persi 🙂
    avete mai camminato x il tetto della chiesa madre? e siete stati nel frantoio del borgo? e sul campanile della chiesa sant’agostino? na allora vi siete anche persi il giardino del marchese!
    hbahbe pazienza ,vi rifarete x il prossimo tour.
    a breve potrete gustarvi una miriade di foto che abbiamo fatto.
    tropp bell tropp mado stok a 3000
    ( nn dormo da 48 ore )

  2. Cinzia

    Cari utenti e non,
    ier pomeriggio, malgrado l’ora infausta per gli habituè della penichella pomeridiana, un gruppetto di circa 25 persone è stato protagonista di una piacevolissima ed interessante passeggiata per angoli sconosciuti ai più del nostro paesello.
    Grazie all’iniziativa promossa da Franco Caputo, è stato possibile visitare posti altrimenti inaccessibili e sconosciuti, nonchè – almeno per quello che riguarda me – scoprire qualcosa di più sul passato recente e lontano di Montescaglioso.
    Il tour è partito da Piazza Roma, per una prima sosta al Palazzo Marchesale (castello normanno) che un tempo dominava l’intera Piazza Roma. Abbiamo visitato il giardino pensile del palazzo (un angolo fuori dal mondo), e scoperto qualche scheletro nell’armadio dei marchesi che abitavano il Palazzo (Franco è stato molto esaustivo nelle sue spiegazioni).
    Poi abbiamo proseguito alla volta del Borgo Andrisani, passando sotto l’arco di san Rocco.
    Borgo Andrisani fu il primo esempio di edilizia popolare a Montescaglioso; casette tutte simili nella struttura si susseguono l’una accanto all’altra, fino ad arrivare ad un’assoluta sorpresa: un imponente frantoio oggi in restauro per farne un ristorante.
    La tappa successiva è stata la Chiesa dei SS Pietro e Paolo, dove ci è stata data la possibilità di salire sul campanile e godere della vista del paese.
    Dopo la Chiesa Madre, siamo passati alla “Chiesa delle Monache”, adiacente al Convento che abbiamo scoperto essere erroneamente attribuito all’Ordine delle Clarisse (il convento invece apparteneva all’Ordine Benedettino), dove Franco ci ha mostrato un autentico tesoro fatto di paramenti per ufficiare riti religiosi, messali in latino, reliquie.
    L’ultima tappa è stata la Chiesa di S. Agostino, dove abbiamo visto un insospettabile coro ligneo (alle spalle dell’altare) ed un organo sovrastante.
    La visita si è conclusa con la promessa di ripetere una simile iniziativa al più presto, anche fuori dal contesto urbano di Montescaglioso. Noi che ieri c’eravamo non vediamo l’ora!

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi