mercoledì 22 Gennaio 2020

FURTI IN CHIESA LA VERGOGNA NON HA MAI FINE

E’ risaltato negli occhi anche leggendo i giornali locali,altro furto nella chiesa madre del nostro bel paese..stavolta addirittura il medaglione del santo patrono..festeggiato solo una settimana fa..siamo davvero alal frutta…….ma ci rendiamo conto siamo arrivati nel ridicolo come si suol dire alla frutta..come se nn bastassero i furti delle offerte in chiesa madre ora anche il medalgione di san rocco dopo la tovaglia dell’altare..ma insomma dico io la vergogna non finisce mai a rubare le cose in chiesa ma ci siamo rinco………allora farà bene don VITTORIO ad aprire la chiesa solo un’ora prima della messa..altro che turisti una massa di gente senza dignità…


Commenti da Facebook

2 Commenti

  1. LomFra

    nn sn il migliore dei fedeli, anzi in realtà nn lo sn affatto, ma in effetti un furto in kiesa è ben + grave di un furto normale, si tratta di beni in cui la gente ripone la propria devozione, e quindi rubarli equivale a tradire la fiducia della gente, colpire ciò in cui la gente traspone la propria spiritualità, un vero e proprio omicidio spirituale, gesto davvero obrobioso… ke l’inquisizione li punisca sti ladrazzi

    1. vidili

      Certo è un atto veramente ignobile, naturalmente non si tratta di un furto per denaro, ma di uno sberleffo alla chiesa e chissà, forse a don vittorio stesso, quindi penso sia stata una bravata di qualche ragazzino poco intelligente e poco cresciuto!

      Dai ragazzi, Monte è piena di gente per bene e di fedeli e ste persone verranno giudicte da chi di dovere!

      Sapete anche a Roma spesso ne accadono di cose simili….sono molti i furti in chiese e non parlo degli sfregi ai monumenti storici che sono patrimonio dell’umanità!

      Che gente!
      ciao

      ___________
      Alessandro

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi