Scusa cambi sesso?

Riporto qui, di sana pianta, una intervista rilasciata al Corriere della Sera da Vladimir Luxuria. Pare che la stessa, non l’ha dichiarato,

abbia cambiato sesso.

Scelta giusta? Sbagliata? non saprei dare un giudizio in merito. Tocca una sfera molto personale.

Quello che però mi lascia perplesso è la necessità che una questione molto intima debba essere oggetto di propaganda e di spettacolarizzazione.

 

ROMA — Vladimir Luxuria, senta: è vera la storia che gira? «Lei vuol sapere se sono stata a Casablanca, giusto?».

La curiosità è questa. «Sì, sono stata a Casablanca».

E c’è stata per operarsi e cambiare sesso? «Beh…».

Beh, che significa? «Vede, io in Marocco potrei esserci stata anche solo per prendere un po’ di sole e farmi una bella vacanza».

Ma non è stata una vacanza. «Lei è molto delicato, con i suoi giri di parole. Però io voglio seguire il consiglio dello psicologo che mi segue in questo percorso di, come dire? transito…».

Che consiglio le ha dato? «Di non farmi condizionare dalle interviste. Del resto, lei comprenderà facilmente che il peso di certi momenti è tale da mettere in cima ai pensieri solo ed esclusivamente il proprio stato d’animo».

Lei è anche un personaggio pubblico e… «Lei crede che la stima delle persone dipenda da quello che ho, o che non ho più, sotto le mutande? ».

A tradirla, se così si può dire, è stata Mara Keplero, la sua amica trans. «Già, e certo non le porto rancore. Era destino che se ne accorgesse ».

Destino, scusi, in che senso? «Mi fa una sorpresa e viene a trovarmi a casa…. Sale, entra e lì, proprio lì, sul tavolo, cosa vede? Eh? Vediamo se indovina?».

Santo cielo, Vladimir: cosa vede? «Il cedolino del biglietto aereo. Casablanca-Roma della Royal Air Maroc. A quel punto, le è sembrato tutto piuttosto chiaro».

Sapeva della sua scelta? «Mi ero confidata con lei qualche tempo fa, sapeva quale fosse il mio progetto. Del resto, come le spiegavo prima, si tratta di un percorso lungo, anche se…».

Continui. «Di fatto, mentalmente, nel momento in cui senti il desiderio di compiere un simile passo…».

Di non essere più maschio… «Ecco, appunto, è in quel preciso momento che tu, in qualche modo, sei già dall’altra parte, sei un’altra persona… non so come dire…».

È stata chiara. Piuttosto, ne ha mai parlato con i suoi ex colleghi parlamentari? «Sì, con qualcuno di loro mi ero confidata e devo dire di aver trovato non solo grande affetto e solidarietà, ma anche concrete testimonianze di disponibilità, di aiuto ».

Ne ha parlato anche con Fausto Bertinotti? «Mmhhmmm… scusi, cosa c’entra Bertinotti?».

È stato il suo leader, è lui che la portò alla Camera come deputata, no? «Vuol sapere cosa pensa di questa mia decisione Fausto? Mah, io credo che le persone intelligenti ti giudichino da un organo che non si può asportare». Sarebbe? «Il cervello». Già, certo. E adesso? «Vuole altre novità? Credo di cambiare nome». Questa è un’altra piccola notizia. «Da Vladimir, in Vladi. Non trova sia molto più chic?». È un altro taglio con il passato. «Sì… e poi quel Vladimir era troppo, ma davvero troppo bolscevico». (Vladi Luxuria — 44 anni, foggiana, una laurea in Lingue e letterature straniere, ex parlamentare di Rifondazione comunista, ex direttore artistico di Muccassassina, transgender e poi, per un breve periodo, prostituta per pagarsi l’affitto—ora è nella sua bella casa di proprietà al Pigneto, una zona di tendenza, tra la ferrovia e le mura Aureliane. Pareti rosa e mobili celesti. In un angolo, la valigia ancora aperta. «Sto per ripartire, vado a Milano». Dal 20 aprile, sarà in scena al teatro Parenti, con un testo di Giuseppe Patroni Griffi. Titolo eloquente: «Persone naturali e strafottenti». Vladi interpreta una trans napoletana, Maria Callàs, il cui sogno — appunto— è quello di diventare donna). Fabrizio Roncone 14 aprile 2010


Commenti da Facebook

1 Commmento

  1. Vincenza Abbatiello

    Che dire Falco.

    Scelte così personali, proprio perché molto intime non andrebbero sbandierate.

    Però non so, lei stessa ad un’intervista ha dichiarato che ha paura del fatto che in seguito a questa operazione, quindi in seguito alla "normalizzazione" della sua situazione, non avrà così tanto clamore intorno a sé e quindi di non avrà più così tanto successo…..

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi