martedì 21 novembre 2017

LO SLALOM DI MONTESCAGLIOSO VA A VINACCIA

E’ ANDATA AL PILOTA CAMPANO LUIGI VINACCIA L’OTTAVA EDIZIONE DELLO SLALOM COMUNE DI MONTESCAGLIOSO-CHIESE RUPESTRI,QUARTA PROVA DEL CHALLENGE SLALOM 2011DI BASILICATA,ORGANIZZATA DALLA BASILICATA MOTORSPORTE DALL’ AUTOMOBILE CLUB MATERA.ALLA PROVA HANNO PRESO PARTE CINQUANTADUE PILOTI PROVENIENTI DALLA PUGLIA,BASILICATA,MOLISE ,SICILIA,E CAMPANIA CHE HANNO DATO SPETTACOLO SUL TRACCIATO LUCANO.LA GARA E’ STATA FORTEMENTE VOLUTA ANCHE DALL’ AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI MONTESCAGLIOSO E DAL SUO ASSESSORE ALLO SPORT,FRANCO COSIMO.NEL CORSO DEI 3200 METRI,LA GARA VALIDA ANCHE PER IL TROFEO ITALIA CENTRO SUD E PER LA COPPA CSAI QUINTA ZONA NON SONO STATI REGISTRATI INCIDENTI.DEI CINQUANTADUE PARTECIPANTI BEN QUARANTOTTO SONO STATI I CLASSIFICATI.LUIGI VINACCIA HA PRECEDUTO SU RADICAL  SUZUKI IL LUCANO  MAURIZIO PEPE,TERZO POSTO PER STEFANO MIGLIONICO SU FIAT 127 1300,DAVANTI A VINCENZO MAGRI ,QUINTA PIAZZA PER CARLO COVIELLO CHE HA CORSO SU FIAT 127 1150.OTTIMA ANCHE LA PROVA DEL DRIVER LUCANO BERNARDINO VACCARO  SU PEUGEOT 106GIUNTO SESTO,BUONA ANCHE LA PROVA DI ANTONIO D’AVERSA SU PEUGEOT 1300RALLY SWSOA.PARTICOLARMENTE TOCCANTE LA CERIMONIA DI PREMIAZIONE CHE HA VISTO ANCHE LA CONSEGNA DELLA TARGA AL MIGLIOR PILOTA IN CLASSIFICA TRA I PUGLIESI VOLUTA DALLA SCUDERIA MAD MAX,SCUDERIA PRESIEDUTADA PIERLUIGI LEO ,AL PILOTA PIETRO MARRA.LA TARGA STATA CONSEGNATA DAI GENITORI AL PILOTA PUGLIESE.GLI ORGANIZZATORI,CON IN TESTA CARMINE CAPEZZERA HANNO INOLTRE CONSEGNATO UNA TARGA ALLA FAMIGLIA DI PIERLUIGI LEO.CARMINE CAPEZZERA HA ESPRESSO LA SUA SODDISFAZIONE RIMARCANDO:LA GARA E’ STATA MOLTO BELLA.SONO CONTENTO DELLA PERFETA RIUSCITA DELLA MANIFESTAZIONE .ABBIAMO LAVORATO DURAMENTE.DEVO RINGRAZIARE SIA L’ASSESSORE COMUNALE ALLO SPORT DI MONTESCAGLIOSO ,FRANCO COSIMO CHE IL DIPENDENTE PAOLO BURDO CHE HANNO LAVORATO DURAMENTE PER GARANTIRE LA PERFETTA RIUSCITA DELLA GARA.


Commenti da Facebook

1 Commmento

  1. samarcanda

    Ben vengano mille gare sportive o che dir si voglia, ma lasciare pulito il luogo  utilizzato è segno di civiltà , il rettifilo prima delle curve a distanza di una settimana pieno di carte e bottigliette vuote di acqua, chi deve prvvedere in questi casi a restituire l’ambiente pulito,  agli organizzatori che forse non hanno provveduto a mettere dei cestini di raccolta rifiuti, o ai partecipanti?

    O nessuno dei due l’ha messo in conto perchè va bene così,  forse nelle loro case hanno questa abitudine.

    Alla luce dei fatti  il senso civico è venuto meno da ambedue le parti….  per riflettere….

     

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Simple Share Buttons

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi