Montescaglioso.NET con TRASPARENZA al COMUNE

Portiamo Montescaglioso.NET al comune?
E’ una domanda che ci siamo posti mille volte da quando Montescaglioso.NET è nata. Nei nostri incontri, nelle chiacchiere davanti ad una birra, tra una gita e una discussione sul forum ci siamo sempre chiesti in che modo potevamo far parte attiva della vita politica montese e farci finalmente ascoltare dai nostri amministratori.
Molti avrebbero voluto creare una lista civica, altri sostenere un candidato. Qualche vecchio volpone della politica ci ha suggerito di far valere il nostro presunto peso elettorale chiedendo espressamente a qualche candidato sindaco assessorati/lavori/favori in cambio di appoggio politico. Sembra che così funzionino le cose a Montescaglioso e in Italia. Le liste si costruiscono per raccogliere il numero maggiore di voti. I programmi e le capacità sono un aspetto secondario. Conta invece solo il “do ut des”, lo scambio di favori.
Ma intraprendere queste strade sarebbe stata forse una contraddizione, un “fai come dico io ma non fare come faccio io”. O forse no. Chissà, magari abbiamo sbagliato tutto a volerci mantenere neutrali a tutti i costi.
Molti politici ci hanno avvicinato ultimamente chiedendoci collaborazione, tendendoci la mano, mostrandoci apprezzamento per le nostre iniziative. Ma dal primo giugno cosa accadrà?
Potremmo fidarci delle belle parole che arrivano da tutti?

Noi lanciamo una proposta. Non appoggiamo nessuna lista o candidato…. anzi!
Non dobbiamo decidere chi votare… semplicemente chi NON votare.
Decidiamo di NON VOTARE NESSUNO che non abbia espressamente aderito a semplici regole di trasparenza.

NON votiamo nessuno se prima il suo candidato sindaco e l’intera lista collegata non si impegnano ufficialmente – scrivendolo nero su bianco su questo sito – a rispettare alcune regole nei 5 anni del mandato:
1) Ogni bando e delibera pubblicata almeno sul sito comunale (e se non pronto su uno qualunque delle decine di siti web collegati a Montescaglioso) e in bacheca con scadenze e tempi doppi rispetto a quelli minimi di legge. Per i bandi sopra i 25mila euro pubblicazione anche di opportuni manifesti per le strade.

2) Eliminazione della trattativa privata per cifre superiori ai 10mila euro nonostante la legge lo consenta. Se non è possibile evitarla per ragioni assurde…. spiegazioni dettagliate del lavoro, delle persone coinvolte e del perchè di determinate situazioni.

3) Per lavori pubblici consistenti (piazze/scuole/palazzetti) favorire sempre concorsi di idee aperti a tutti. Perchè la cittadinanza deve sempre subire i progetti scelti da pochi e realizzati dai soliti?

4) Prima di provvedere ad appalti o commissionare lavori comunicare alla popolazione l’idea di fondo e il progetto di massima in modo da poter recepire consigli, critiche, proposte di miglioramento.

5) Disponibilità del sindaco o di un suo rappresentante a dialogare con la popolazione. Ogni mese pubblicazione di un resoconto dell’attività svolta e partecipazione a un forum in cui poter rispondere alle domande dei cittadini.

 

Nessuno aderisce a questo manifesto? Andiamo in massa a votare e scriviamo TRASPARENZA sulla scheda. Meglio scheda nulla che complici della vecchia politica.

Commenti da Facebook

83 Commenti

  1. Piero la Carona

    PRESENTE!

    volevo aggiungere che i punti devono valere anche per gli schieramenti di opposizione, in quanto credo il governo di un paese passi anche da una costruttiva critica ed impegno costante anche dalla/e parte/i che non vincono le elezioni. Magari ho detto una cosa scontata, ma preferisco essere preciso

      1. Wiseman

        Ciffo, stavolta hai superato te stesso! Aderisco anima e corpo alle tue proposte!

        aggiungerei un piccola postilla: sui pannelli o muri delle pubbliche affissioni, riservare degli appositi spazi  SOLO per reclamizzare tutte le attività del Comune.

        Dico questo perchè è pratica abbastanza diffusa, disperdere i manifesti dei bandi tra quelli pubblicitari. A tutti un invito:VOTATE E FATE VOTARE LE PROPOSTE DI MONTE.NET       W MONTESCAGLIOSO DI TUTTI E PER TUTTI

  2. osservatore_attento

    Cari amici di Montescaglioso.net mi sono appena registrato per rispondere a quanto avete scritto, cercando di dare vita ad una campagna di assenteismo dal voto o peggio ancora di dare voti nulli. Le vostre discussioni hanno attratto la mia curiosità, è un bene che tante, anzi tantissime persone si sentano coinvolte in questa campagna elettorale. Ma è un male che voi, senza nessuna autorità, cercate di fomentare nella mente dei cittadini il male peggiore che la democrazia possa subire, cioè l’allontamento dalle istituzioni. Credo che la popolazione montese sia abbastanza matura per valutare il valore di ogni singola persona, tenendo in considerazione: ideologie politiche, capacità di governo, programmi fatti seriamente e gestioni passate. Sono anche convinto che il vostro appello non verrà accolto, anzi credo che in questa occasione Montescaglioso saprà essere un paese che sà cos’è sfruttare al massimo un diritto inviolabile, IL DIRITTO di VOTO. Nessuno deve permettersi di far venir meno il vero senso delle elezioni, vale dire dare il vero potere nelle mani di chi lo detiene, cioè il popolo. Se pensate di essere molto più trasparenti degli altri per quale  motivo non vi siete esposti in prima persona nel concorrere alla nostra amministrazione comunale? 

    Concludo specificando che non sono una persona candidata ma  un semplice cittadino che per far valere un suo diritto farà tantissimi chilometri in quei giorni.

    1. gianni

      La sa una cosa signor osservatore_attento lei non ha ancora capito che chi scrive paga regolarmente le tasse. Ecco forse questo può bastare a far capire la pretesa del rispetto delle regole. Chi ha intenzione di candidarsi ha l’obbligo morale di essere trasperente perchè, di fatto, deve essere al servizio di chi rispetta le regole. Deve essere cosciente del fatto che le sue promesse hanno la valenza di un contratto. Se non sbaglio chi non rispetta contratti incorre in sanzioni disciplinari. Ed invece, da noi, chi viene trombato alle elezioni ha subito un posto in prima fila da dirigente di aziende pubbliche.

      Lei dice che il diritto al voto è anche un dovere. Certo che si ma si può anche avere la libertà di votare il nome TRASPARENZA anche se questo comporta l’annullamento della scheda. Siamo semplici cittadini che hanno la pretesa di PRETENDERE, di essere attivi, di contare. Anche questo è un diritto-dovere. Forse lei non ha compreso che sono le istituzioni che si stanno allontanando dai cittadini, ed è per questo che facciamo questa lotta. Non veda questo nostro atteggiamento come una specie di terrorismo contro elezioni. Non si preoccupi qui sono sicuro che tutti andranno a votare, tutti, comunque, pagheranno l’ICI, tutti pagheranno la “monnezza”. Continueremo a dimostrare la nostra onestà anche se siamo convinti di vivere in un mondo fatto anche di disonesti.

    2. Cinzia

      Qualcosa mi sfugge. Da tempi immemorabili la gente per le strade, in piazza, in fila alle Poste, nelle code in banca, alla cassa del supermercato, tra le bancarelle del mercato, mormora, si lamenta, recrimina: i politici sono tutti uguali, se vuoi un posto di lavoro devi avere la spinta giusta, sono sempre i soliti noti ad avere le mani in pasta a tutto, ti cercano solo quando vogliono il voto… Chi di noi non ha mai assistito a discorsi di questo genere? Chi non ne ha mai fatti? … Però sempre sottovoce, sempre alle spalle, sempre bisbigliando.
      Una persona insieme ad altre persone osa dire queste cose ad alta voce… e viene accusato di fomentare i cittadini ad allontanarsi dalle istituzioni!
      Mi viene un dubbio: o siamo solo bravi a lamentarci senza avere il coraggio di chiedere ciò che ci spetta o alla fin fine le cose ci vanno bene così.
      L’appello alla trasparenza è un ricatto, è un attacco alla democrazia? Chiediamo una politica chiara, equa, rispettosa del senso profondo della democrazia e veniamo accusati di sovvertire il senso delle elezioni, senza avere l’autorità per farlo? Non ci basta il fatto di essere elettori, quindi protagonisti principali nella scelta degli amministratori? La nostra condizione non è sufficiente a riconoscercene il diritto? Dovremmo necessariamente “esporci” in prima persona per mostrare quanto siamo trasparenti? Non possiamo esigere il rispetto delle regole non nostre, ma di una società civile che si rispetti?
      Beh, caro osservatore, saremo poco umili, ma per una volta avremo cercato di non piegare la testa come sempre…

  3. gianni

    Bravo Ciffo, condivido tutto quello che hai detto. In particolare l’ultimo punto che, a mio avviso, è fondamentale. Si chiama e-democracy che non è una cosa inesistente anzi è già realtà in molte comunità. Questo significa obbligare al dialogo le forze politiche, significa ascoltare l’opinione di chi ci mette i soldini.

    Caro Ciffo ho una richiesta da farti. Che ne dici di raccogliere tutte le nostre domande ed eventuali risposte dei candidati in un’apposita sezione del sito ben visibile per 5 anni? ( naturalmente a campagna elettorale conclusa )

    In tema di programmi noi montenettiani aspettiamo con ansia il programma dell’Unione e il programma di centro destra. Allora signori ci vogliamo muovere? ma non è che avete paura delle nostre domande? quanto dobbiamo aspettare?

     

    1. Piero la Carona

      caro gianni, sono pienamente d’accordo con te x’ hai tirato in ballo la mia idea di montescaglioso.net, che come alcuni sanno non è recente e normale conseguenza delle attuali elezioni e quindi della mia candidatura. La mia idea si basa essenzialmente su una forma di impegno minimo, in base alle possibilità di ogni utente, ma costante all’interno della società montese. L’unico problema, che secondo me è fondamamentale, è la questione della virtualità. L’impegno non può basarsi solo su domande fatte all’interno di forum o di sezioni apposite, l’impegno deve essere concreto. Molto spesso all’interno delle pagine di questo sito ci si è persi in chiacchere, solo in pochi hanno cercato di fare qualcosa, magari non riuscendoci, ma cmq ci hanno provato (non so se rientri tra qsti x’ non so chi sei). Io sono pienamente d’accordo con te, ma credo che sia necessario un atteggiamento diverso. O ci ARMIAMO e PARTIAMO tutti insieme o lasciamo stare il sito così come è, un meraviglioso mezzo di comunicazione e relazione. Non possiamo affidare sempre a chi gestisce questo sito in maniera splendida le responsabilità, mettiamola tutti la faccia. Spero di non aver offeso nessuno.

      pierocarona

      1. gianni

        caro piero,  hai pienamente ragione quando dici che non possiamo affidare sempre a chi gestisce questo sito tutte le responsabilità. Ho esagerato con quella richiesta ed è per questo motivo che chiedo scusa nei confronti di ciffo. Anzi pregherei di ignorare quello che ho detto, non ho alcuna intenzione di scaricare responsabilità su persone che hanno già mostrato tanto coraggio con le loro affermazioni. Scusa Ciffo e grazie Piero per avermelo fatto notare. Ho modificato il mio intervento precedente semplicemente sbarrando la parte da ignorare. Avrei anche potuto semplicemente cancellare quella parte ma sarebbe stato un torto nei confronti di Piero ed una vigliaccheria da parte mia. La parte sotto accusa è la seguente:

        Caro Ciffo ho una richiesta da farti. Che ne dici di raccogliere tutte le nostre domande ed eventuali risposte dei candidati in un’apposita sezione del sito ben visibile per 5 anni? ( naturalmente a campagna elettorale conclusa )

        Ecco a volte dialogare aiuta a capire se hai commesso errori. Cavolo hai proprio ragione Piero ed hai fatto bene a dirmelo ammetto le mie responsabilità.

        A dimenticavo devo farti i miei complimenti per la tua sincerità e umiltà che stai dimostrando. Sono qualità che hanno in pochi. Non so se ti voterò, non ho ancora deciso, forse voto TRASPARENZA, forse mi sa che scrivo il tuo nome (ti assicuro che non ti prendo in giro) non sono sicuro, ho bisogno di tempo.

        Comunque ho apprezzato il fatto che non hai approfittato repentinamente del sito pur essendo iscritto da parecchio tempo. Eppure lo potevi fare tranquillamente e da parte mia, ti assicuro, non ci sarebbe stata la stessa reazione che ho avuto nei confronti dei Verdi di Montescaglioso. Quella si, a mio avviso, si chiama opportunismo politico. Ma non voglio continuare con quella polemica è acqua passata.  Non so se hai guadagnato il mio voto ma di sicuro hai guadagnato la mia stima. Chiedo nuovamente scusa per le mie stronze richieste.

         

    2. RoKKo77

      dove sta scritto che si deve cedere a un ricatto?o seguite i nostri comandamenti o non votiamo nessuno?che significa cio?come te lo dimostrano i candidati che seguiranno le regole di trasparenza di ciffo?con un si?e poi?guardate che state facendo la solita utopia! dove uno dice e altri tutti a seguire a ruota dicendo, sono daccordo sono daccordo!ma state tutti bene o no?posso dire la mia?innanzitutto un politico non deve far politica promettendo posti di lavoro ad personam ma condizioni che servano a creare posti di lavoro,ma siccome purtroppo ci siamo abituati a questo ora sono i cittadini a valutare un politico solo se mette a lavorare qualcuno.cosa volete dalla politica?ecco cosa chiedersi, ma bisogna dare fiducia oppure questi comandamenti non possono essser mai rispettati!

  4. Raf

    Sottoscrivo admin.
    Credo che questo sia il modo migliore di monte.net di partecipare alle elezioni. Il massimo della concretezza restando una comunità virtuale.
    Credo che il sig. Osservatore attento non sia stato sufficientemente attento: l’invito di admin non è di non votare, ma di non votare chi non sottoscrive i punti proposti. E’ diverso.
    Poi si potrebbe anche discutere il diritto di non votare…
    PS: mi piacerebbe vedere disponibili su questo sito i programmi delle altre due liste.

  5. rundnon

    premetto che sono piacevolmente felice di constatare che il sito non si schiera ufficialmente con nessuno degli schieramenti in gara: ciò conferma le impressioni che di esso mi ero fatto, constatando una certa eterogeneità nell’affrontare argomenti di diversa natura, eterogeneità mirata sempre verso l’interesse comune e l’obiettività.

    anch’io sono d’accordissimo sul fatto che l’operato  nell’amministrazione politica di un paese debba essere ben visibile agli occhi ed alla supervisione della popolazione interessata; è giusto che ci sia un incentivo a  questa sorta di “controllo” dell’ “amministratore” da parte degli “amministrati”, in modo che non siano solo le persone più intimamente interessate alla vita politica ad accertarsi che le cose procedano secondo i giusti canoni, e che contemporaneamente i governanti si sentano maggiormente motivati a governare al meglio…

    sono quindi a favore della proposta di rendere pienamente visibile il resoconto dell’attività svolta, i bandi di concorso attraverso più canali di informazione, nonchè inviterei i candidati a rendere pubblici i programmi su questo sito o ovunque essi siano passibili di una verifica in futuro. penso che ciò rappresenti per i candidati una possibilità di manifestare la propria integrità, la volontà di perseguire una politica chiara e disinteressata, la voglia di migliorare il paese secondo le esigenze della totalità della popolazione.

    mi trovate discorde invece allorchè ponete questa questione come un ricatto, come dice osservatore attento, provocando il pericolo di influenzare soprattutto i più giovani, quella parte meno “matura” dell’elettorato, che dovrebbe essere consistente tra i visitatori abituali del sito.

    ripeto: se i candidati accetteranno la sfida da voi proposta, che ben venga; avranno avuto un occasione per mettersi davvero in gioco e dimostrare la propria coerenza morale e politica, ma non potete essere voi del sito a dettare le regole. a mio avviso denota scarsa umiltà, qualità che a mio avviso non dovrebbe mancare mai in un uomo, nemmeno dinanzi al perpetrarsi delle più evidenti ingustizie.

    a questo punto vorrei presentare qualche provocazione: siamo sicuri che una tale contromisura sia effettivamente efficace? quanti dei cittadini montesi sono tuttora contrari ad una politica del tipo “io ti voto e tu in cambio mi fai il favore?” quanti ancora vivono la politica come una semplice e disinteressata “deroga” alla quale poi non segue una attività di verifica dell’operato dei votati? siamo sicuri che il forum aperto che voi proponete o i concorsi di idee riscuoterebbero un seguito consistente degno di giustificarne l’esistenza? e tali mezzi non sarebbero poi un qualcosa che andrebbe a sovrapporsi all’attività dell’opposizione? il tutto non provocherebbe un rallentamento delle decisioni, visto che sappiamo bene che a volte le critiche vengono fatte solo per avversare la parte politica in causa? ed alla fine chi potrebbe negare alla maggioranza di prendere le sue decisioni, ignorando tutto e tutti, qualora lo volesse?

  6. domenico santarcangelo

    Buongiorno a tutti gli amici di montescaglioso.net

    Sono candidato nella Lista Montescaglioso Libera.

    Sottoscrivo volentieri l’idea sulla trasparenza al comune.

    Volevo però dare un’idea se mi è permesso: visto che il sito di Montescaglioso.net è frequentato per la maggior parte da giovani, perchè non portate questa iniziativa in piazza in modo da coinvolgere anche quei cittadini che non utilizzano internet? E’ possibile immaginare che voi di Montescaglioso.net organizzate un confronto pubblico invitando a partecipare i candidati di tutte le liste e ponendo loro delle domande inerenti i programmi ? Io ho solo lanciato un’idea e sono disponibile al confronto pubblico insieme a tutti i candidati della mia lista.

    Domenico Santarcangelo

    1. gianni

      Caro Domenico,

      parlo solo ed esculsivamente a titolo personale. La tua idea non mi convince anche se può sembrare una buona idea per confrontarsi. Ho il sospetto che dietro l’idea del confronto pubblico in piazza si nasconda un secondo fine, cioè quello di vedere in faccia le persone e di osservare se hanno il coraggio di parlare davanti a tutti così come scrivono. Si è comodo parlare dietro una tastiera ed è altra cosa parlare faccia a faccia. Ci vuole il coraggio di esporsi. Tu hai ragione a pensare che molti di noi parlano e non hanno il coraggio di esporsi. Io, mi dispiace dirlo, ammetto di non aver il coraggio di farmi vedere in faccia e non ho alcuna intenzione di farlo. Si è vero adesso molti di voi penseranno che sono un vigliacco, solo bravo a parlare. Sono convinto che molti utenti ed ospiti di questo sito appartengono alla mia categoria. Sono anche convinto che anche voi candidati considerate questa stessa categoria molto ampia ed usate l’arma del ” fatevi vedere se avete il coraggio ” per metterci in difficoltà. Io non ho problemi a dirti che preferisco rimanere nell’anonimato anche rischiando di perdere credibilità. Caro Domenico, caro Piero, io ho molti difetti e so per certo che se perdo questa mia forma di anonimato forse non avrò più il coraggio di fare domande e forse non avrò più il coraggio di contestare i vostri programmi. Detto questo stimo molto quelle persone ( vedi Ciffo ) che non hanno paura di dire cose e di mettere la faccia, lo ammetto è una qualità che io non ho.

      Comunque non penso sia tanto importante l’utente che fa la domanda, forse ha più importanza la domanda con relativa risposta. Credo che non sia importante capire chi è stato a fare la domanda relativa all’appalto o alla questione marinagri, non è importante sapere chi è stato a rompere le palle, è importante dare risposte e non solo per il sottoscritto. Voi adesso potete anche non considerarmi credibile ma io, vi assicuro, continuerò a rompere le scatole ( sempre con educazione ) poi sta a voi rispondere.   

       

  7. drago

    Desidero fare alcune riflessioni sull’idea del sito per le votazioni e più in generale sul ruolo che un’organizzazione deve mantenere per avere la massima credibilità possibile.

    Condivido la volontà di rimanere liberi ed equidistanti dalle varie proposte politiche. Penso che il momento delle elezioni sia un test importante per saggiare la reale capacità di attuazione di tale desiderio. Si tratta di uno sforzo non facile in quanto in momenti come questo sale la concitazione e affiora il facile entusiasmo che tutto in pochi giorni  e con facilità possa cambiare. E’ necessario mantenere la calma in questi momenti più di altre volte, perché i volponi della politica possono cavalcare ogni cosa, anche ciò che a noi può sembrare innocuo.

    In questi casi il pessimismo della ragione deve prevalere sull’ottimismo della volontà, ci deve guidare e ci deve far capire che le cose non cambiano da un momento all’altro .

    Voglio dire che non dobbiamo permettere a nessuno di strumentalizzare un buon proposito e fare questo significa essere più  distanti possibile dal dettare condizioni. Ciò non significa non discutere. Le proposte vanno fatte e si deve cercare una condivisone  così larga ed argomentata da non lasciare alcuno spazio alle ambiguità. Si tratta di un lavoro difficile e paziente,al termine del quale

     le conclusioni devono essere sempre il frutto di una riflessione personale.

    Ritengo che questo sia un buon modo per difenderci dalle varie strumentalizzazioni e affermare una difficile libertà da un panorama politico così affamato.   

    1. Cambiamo Cultura

      Grazie Admin che mi hai dato la voglia di ricredere in un cambiamento, perché, Giovedì sera dopo aver visto Anno Zero sui fatti di Bari mi ero rassegnato e avevo cestinato questo mio pensiero Democratico e applicabile se noi lo vogliamo. Non è una Utopia.
      Funziona in molti paesi Europei e molte città Italiane lo stanno adottando.
      Invito a tutti i Cittadini Montesi:   Svegliamoci !!
      Cari Cittadini Montesi, è giunta veramente l’ora di cambiare e di scendere noi in prima fila, proponendo alle 3 liste candidatesi per la guida del Comune  di Montescaglioso, alcuni suggerimenti che loro possono attuare per convincerci a votare con più Voglia e Partecipazione.
      La prima cosa che chiediamo a tutti i candidati è la seguente:  chiunque viene eletto dovrà fare il Sindaco o Assessore a tempo pieno, perché solo in questo modo possono garantire l’interesse del paese, la collaborazione e la risoluzione dei problemi di tutti i Cittadini.
      Molti di noi sanno quanto è  difficile mandare avanti una Famiglia , non si ha più neanche tempo per i figli se entrambi i coniugi lavorano, e allora immaginatevi di essere amministrati da Sindaci e Assessori che svolgono più di un lavoro e amministrano le nostre 4000 Famiglie di Montescaglioso dedicandoci un paio di ore settimanali. Un disastro, del passato, del presente e…….. vogliamo questo anche per il futuro? Non lamentiamoci, facciamoci sentire, basta con la retorica.
      Allora noi chiediamo alle liste che hanno intenzione di creare Sviluppo , Occupazione  e Progresso a Montescaglioso con il loro impegno costante e assiduo, di presentare nei prossimi giorni un documento con tutti i candidati che aderiscono all’iniziativa : Sindaco e Assessori a tempo pieno.
      In questo modo diamo spazio ai giovani che vogliono far progredire Montescaglioso  con un incarico da portare avanti con la collaborazione di tutti i cittadini.
       Se invece questi sono occupati in altri lavori e sono sempre assenti dal Comune, come possiamo noi cittadini collaborare?
      La seconda cosa che dobbiamo chiedere sempre per iscritto, è l’avvicinamento di Montescaglioso alla Democrazia Diretta e Partecipativa.
       Organizzando assemblee in cui i cittadini hanno la possibilità di informarsi, discutere, decidere, col voto su come spendere il denaro pubblico, i loro soldi e gestire le linee politiche dell’amministrazione.
      Con l’inserimento dei Bilanci Partecipativi nello statuto del comune, noi cittadini avremo la sovranità sull’ambiente, case, e servizi, la possibilità di controllare la priorità, dei progetti, scelti da noi, di conoscere le spese del comune  gli stipendi dei dipendenti(Sindaco, Giunta e Consiglieri) e, soprattutto tutti gli interessi delle aziende che compiono affari con l’Amministrazione.
              In poche parole, una trasparenza della cosa pubblica che oggi non esiste.
      Non avremo più bisogno di chiedere  un “piacere” per risolvere i problemi di Montescaglioso al Sindaco o all’Assessore, perchè lui è obbligato a fare quello che tutti i cittadini decidono nelle varie Assemblee di quartieri.
              Concludo invitando tutti quelli che amano la Democrazia Diretta e Partecipativa ,che hanno a Cuore Monte ad unirci ed esprimere le proprie opinioni affinché per il futuro si possa tutti insieme lavorare per Montescaglioso e non solo per pochi eletti.
              Se nessuna delle 3 liste inserisce almeno una parte di questi cambiamenti nel programma, io sarò il primo a votare scheda bianca  e invito a fare lo stesso a tutti quelli che amano Montescaglioso, perché  chi vince con solo il 34/35% dei voti e non apporta Cambiamenti Democratici non può amministrare tutto il paese, ma farà l’interesse solo di una parte dei cittadini (Serie A e B).
      Per me il paese è come una grande Famiglia, se solo uno sta male anche io sto male.

      1. Piero la Carona

        Caro cambiamo cultura, il tuo impeto nel voler cambiare le cose, di rivoluzionarle è da apprezzare, ma credo che tu abbia un po esagerato, non nei contenuti che io condivido,ma nei termini. Il tuo post mi è arrivato quasi come un’ultima spiaggia per chi si è candidato, ma umilmente ti chiedo, con che diritto (oltre a quello di libero cittadino ed elettore) puoi “invitare a votare scheda bianca”. Non credi che la tua sia un’affermazione un po troppo forte e soprattutto non propriamente corretta in quanto le persone potrebbero anche seguire il tuo invito, ma tu potresti anche non essere un montese. Io non ho nessuna intenzione di dubitare sulla tua buona fede, ma devi pur concedermi il dubbio. Io sono il primo a firmare tutte le petizioni che vuoi, x’ si basano su azioni che dovrebbero essere normali e scontate all’interno di un govermo democratico, ma che sappiamo entrambi che per anni sono state messe da parte. Io in questo post non ti invito a rivelare la tua identità, hai tutti i diritti e io la rispetto,xò credo che ci siano dei limiti oltre i quali è necessario mostrare la faccia, e a volte anche altro.

        spero che le mie parole non ti giungano come un attacco, x’ non era nelle mie intenzioni.

        pierocarona

        1. Cambiamo Cultura

          Caro piero, ti faccio gli auguri per la tua candidatura.

          ammetto di aver un pò esagerato, ma non ho incitato la gente ad andare al mare o a non votare, anzi se leggi attentamente, noi cittadini vogliamo da voi un segnale di cambiamento per farci riavvicinare e farci amare la politica.

          Anche un piccolo segnale, perchè come tu sai non è giusto che serviamo solo per votare e poi il giorno dopo non serviamo più a nulla,e festeggia solo una parte dei cittadini.

          Con un piccolo cambiamento, festeggiamo tutti, perchè sappiamo che chi vince rappresenterà tutti, non in modo rappresentativo, ma in modo partecipativo.

          Lo so che è difficile cambiare, ma almeno proviamoci per l’interesse del Paese.

          Hai visto anno Zero sui fattacci del Policlinico di Bari e dei tantissimi giovani Laureati e rassegnati? Hai visto la cronologia di successione alle cattedre universitarie? Padre-Figlio. Zio-Nipote.

          Vogliamo continuare così o vogliamo darci una mossa?

          Forza dateci un segnale e lavoriamo tutti per Montescaglioso.

           

      2. sniper

        Ragazzi non dimentichiamoci che i nostri bravi politici “DI QUALSIASI FAZIONE POLITICA” per governarci percepiscono uno stipendio (O GETTONE DI PRESENZA) e sicuramente in quei soldini ci sono anche i nostri perciò abbiamo tutto sacrosanto diritto di chiedere maggiore TRASPARENZA!!!.

        Stiamo solo attenti a non cadere nella trappola di qualche FURBONE!!

        1. osservatore_attento

          Leggendo tutti i commenti noto che ancora non avete abbandonato l’idea di voler a tutti i costi cercare di gestire una campagna elettorale di cui come non ne avete alcuna autorità. Io non metto assolutamente in discussione la libertà di espressione di ogni singolo cittadino, guai se non fosse possiblie, piuttosto i modi in cui si cerca di intromettersi come comunità virtuale. La politica non si fa a colpi di tastiera, si fa tra la gente stando realmente a contatto con loro. Vedo inoltre che non avete ancora abbandonato l’idea di fare tutto il possibile per contrastare la campagna elettorale. A leggere quanto scrivete sembra proprio che nessuno sia in grado di poter amministrare il comune, visto che vi ritenete così bravi e parlate molto di trasparenza andateci voi, no? Mi sembra tardi per poter dare delle indicazioni sul programma alle liste, dovevate pensarci prima e portare ognuno di voi il proprio contributo, a seconda delle proprie ideologie politiche, a quelli che saranno stati i futuri programmi delle liste.

          Non voglio assolutamente spacciarmi per saccente ma fare politica è una passione ed un’assunzione di responsabilità molto complessa, dal momento che non è assolutamente facile gestire interi comuni. La politica non è una cosa per tutti. 

          1. gianni

            Mi scusi ma lei ci sta dicendo che non è facile essere trasparenti? Ma cosa significa contrastare la campagna elettorale, chiedere chiarimenti sui programmi? chiedere spiegazione su detereminate scelte?  Forse la cosa giusta sarebbe shierarsi con qualcuno e fargli campagna elettorale.

            Riprendo una sua frase: “Mi sembra tardi per poter dare delle indicazioni sul programma alle liste, dovevate pensarci prima e portare ognuno di voi il proprio contributo, a seconda delle proprie ideologie politiche, a quelli che saranno stati i futuri programmi delle liste” Mi scusi, provi a cliccare sui contenuti più visti e si accorgerà di quanti problemi sono stati affrontati. Da quei post si possono ricavare molte indicazioni. Vi assicuro che i nostri politici ( volponi e volpini ) sono stati, e adesso ancor di più, assidui frequentatori di questo sito ( naturalmente da ospiti ).

             

          2. sniper

            Riprendo alcune tue parole: “Fare politica è una passione ed un’assunzione di responsabilità molto complessa, dal momento che non è assolutamente facile gestire interi comuni. La politica non è una cosa per tutti. 

            Devo dirti che hai pienamente ragione la politica deve essere un’assunzione di responsabilità!

            Peccato che io non riesca a vederla.

            possibile che da 15 anni io vedo solo la passione?

            passione nell’ accaparrarsi la poltrona migliore, l’assessorato più importante, come ti spieghi che tutta questa passione esce fuori solo quando devono dividersi la torta? (o incarichi).

            forse dovremmo continuare ad accettare tutto questo xkè la politica non è per tutti???.

          3. Raf

            Osservatore attento, credo che nessuno voglia gestire la campagna elettorale. Le richieste di admin sono semplicemente dettate da necessità di trasparenza e da comune buon senso. Non credo sia difficile per gli amministratori sottoscrivrle, dato che sono abbastanza condivisibili e alcune di queste persino ovvie. Immagino che – come dice lei – sia difficile gestire un comune, ma nessuno si vuole sostituire a chi è candidato a farlo.
            PS: Ritengo apprezzabili le adesioni di alcuni candidati. Sarebbe auspicabile però la sottoscrizione diretta da parte candidati sindaci (o di un loro esplicito rappresentante). sarebbe una garanzia formale più significativa.

  8. admin

    Ad osservatore_attento e rundnon vorrei rimarcare alcuni concetti nel tentativo di spiegar meglio la nostra iniziativa.
    Secondo osservatore (che di trasparenza evidentemente sa poco visto che preferisce rimanere nell’anonimato) la nostra sarebbe una campagna di assenteismo dal voto lanciata inoltre senza nessuna autorità.
    Come si fa a trasformare una campagna in favore della trasparenza in una campagana contro le istituzioni? Come al solito si indica la luna e lo stolto guarda il dito. Il vero punto della questione (la luna) è la TRASPARENZA, non l’invito a votar nullo (il dito)!!!!
    Altro punto… come condurre una campagna a favore della trasparenza se non nel modo più trasparente possibile? Cioè in pubblico, mettendo la propria faccia, accettando critiche e invitando al dialogo. Avremmo dovuto forse usare i modi tipici della politica? Avremmo dovuto approfittare dei numerosi incontri che molti politici hanno chiesto a molti di noi? Avremmo dovuto chiedere tutto ciò al riparo da occhi indiscreti? Lo abbiamo anche fatto ricevendo tra l’altro risposte affermative. A sentir loro la trasparenza è uno dei temi assolutamente non in discussione. Peccato però che le belle parole rimangono tali. NOn credi sia meglio specificare dettagliatamente come un’azione di governo possa essere definita trasparente? Elencare alcuni punti e aderire ad essi potrebbe essere un modo concreto di impegnarsi. Questi punti poi non devono necessariamente essere i nostri. Noi abbiamo lanciato una proposta sulla quale si può discutere. Ciò che conta è la predisposizione al dialogo su questi temi.
    Dici che non abbiamo autorità. Non vorrei sembrare troppo forte e offensivo nei tuoi confronti con queste parole ma davvero parli da servo della gleba abituato a inchinarsi davanti ai POLITICI. Sono solo gente come noi. Non hanno più autorità della nostra. ANZI. Siamo noi normali cittadini quelli per i quali loro dovrebbero fare sacrifici. E se fanno politica mossi solamente da passione non vedo assolutamente nessun motivo per rifiutare l’adesione a un manifesto di legalità e trasparenza che non comporta nessun vero sforzo supplementare per loro se non quello di eliminare ogni dubbio che la carriera politica si intraprende esclusivamente per gestire a proprio piacimento ingenti risorse pubbliche.
    A rundnon invece voglio dire:
    parli di ricatto. Non credo onestamente. Ricatto sarrebbe stato andare dai candidati a sindaco e, in cambio di voti, chiedere un posto di lavoro per la propria fidanzata, chiedere di trasformarci da movimento eterogeneo ed apartitico in costola di un partito vero e proprio con alcuni di noi lanciati verso brillanti carriere politiche. Sarebbe stato un ricatto chiedere di esser favoriti per qulche bando o lavoro. Noi chiediamo solo di trasformare in concetti concreti quello di cui loro già parlano nei loro programmi.
    E’ un atteggiamento poco umile il nostro? Perchè? Mi spieghi come si chiede qualcosa con umiltà?
    E’ ovvio che noi partiamo con una dose di presunzione…. quella di credere che la trasparenza possa realizzarsi con quei semplici punti. Ma non ci sogneremmo mai di rifiutare il dialogo e un’eventuale modifica a quei punti nel caso fossero sbagliati. Forse confondi il tono provocatorio e volutamente forte usato nel post con mancanza di umiltà.
    In conclusione penso che si possa dire semplicemente che siamo stanchi di belle parole e che un piccolo passo delle forze politiche nella direzione della trasparenza sarebbe un modo per riavvicinarci alla politica…. e bada bene: non saremmo noi con la nostra richiesta la causa di un eventuale non voto di alcuni. Noi abbiamo solo detto le cose come stanno. L’allontanamento c’è già stato in precedenza.
    Infine sulle tue provocazioni. Se anche andasse tutto per il peggio come tu dici dove sarebbe il danno per la comunità? Nel caso peggiore tutto sarebbe rimasto uguale a prima.
    Mi scuso per il papiro.

    1. rundnon

      gentile admin, nonostante le tue precisazioni, resto convinto che la tua proposta effettivamente suoni come un ricatto. ripeto ancora una volta che apprezzo la tua obbiettività, il tuo coraggio, i tuoi contenuti (sui quali tutti penso siano d’accordo), ma il dettare dei punti e pretendere che questi siano rispettati, pena la minaccia della scheda nulla e, cosa ancor più grave, il pericolo di influenzare parte dell’elettorato, questo lo leggo come un ricatto. ho apprezzato molto di più la forma e le proposte di “cambiamo cultura”, che parla di “suggerimenti” che i candidati sono liberi di fare propri per cercare di avvicinarci o riprendere fiducia nella politica. il suo atteggiamento rispecchia più del tuo, la mia idea di “umiltà”, vale a dire che non sempre le maniere forti sono indispensabili… l’importante era ed è porre la questione all’attenzione di tutti, e poi vedere come i politici rispondono. alla fine sarà la maturità dell’elettore a giudicare. sono felice di constatare che anche tu hai ammesso che i tuoi toni sono stati “forti” e “provocatori” e, concedimi questa piccola critica, avresti davvero potuto sfruttare al meglio questa tua proposta se solo avessi un attimino controllato il tuo slancio emotivo nella sua presentazione.

      Vorrei inoltre capire perchè pierocarona ha criticato il commento di cambiamocultura e non il post di admin, dato che il primo riprende essenzialmente i contenuti del secondo, addolcendone i termini. è esclusivamente una critica al fatto di non esporsi in prima persona?

      1. Wiseman

        egregio rundnon, essendo anch’io un promotore dell’iniziativa,senza fare papiri,ti dirò una cosina molto semplice: visto che intendi tutta la faccenda come intervento autoritario(?), come ricatto e, pur nella virtualità in cui discutiamo,i voti restano REALI, cambieremo formula.

        Prenderemo in considerazione, al momento del voto, solo chi ci prende in considerazione adesso. Va meglio?

         

      2. admin

        ciao rundnon vorrei chiederti cosa ne pensi dei blog che invitano a boicottare multinazionali che non rispettano alcuni diritti fondamentali (ad es. sfruttamento bambini).

        Oppure cosa pensi di beppegrillo? Guarda qua:
        http://www.beppegrillo.it/2006/01/new_entry_in_pa.html

        Riporto una sua frase:
        “Vorrei suggerirvi invece per chi non votare:
        per tutti quei partiti che avranno nelle loro liste elettorali un condannato in via definitiva.”

        Pensi anche di loro che sono ricattatori poco umili? Bhè… nel caso felice di esserlo anche io. E sono sicuro che Cinzia, wiseman, corvo, Raf, michela… e tutti quelli che sostengono questa iniziativa sono altrettanto orgogliosi di esserlo.

        Cmq… a parte tutto, come bene ha scritto wiseman… conta così tanto la forma? Forse qualche politico si è spaventato per la mia irruenza e preferirà ignorarci solo per quello?
        La vera sostanza è che se avremo un’amministrazione trasparente ci guadagneremo tutti. E la prossima volta in cui qualche politico degnerà noi giovani di un minimo di attenzione capiterà tra 5 anni. Pensa a questo quando affermi che dovremmo essere più dolci.

        E poi… influenzare l’elettorato… che significa? Non puntiamo la pistola alle tempia di nessuno. Siamo un gruppo di amici che la pensa allo stesso modo e ha lanciato un’idea. Se altri si riconoscono in quest’idea (che tra l’altro tu approvi) non vedo dove sia il pericolo. Di cosa parli esattamente? I giovani non dovrebbero guardare il TG3 o il TG4 ad esempio perchè rischierebbero di essere influenzati quando votano? Mi spiace che tu che sei un giovane non riconosci nei tuoi coetanei capacità e intelligenza per scegliere autonomamente cosa è meglio.
        Concludo dicendoti che ho la sensazione che la nostra discussione sia più un esercizio di dialettica che 2 persone che la pensano realmente in modo diverso.

        1. rundnon

          anch’io ritengo che la nostra stia diventando effettivamente una battaglia di parole più che di contenuti, anche se ti confesso ancora una volta che per me la forma, che tu definisci di secondaria importanza è in verità, di primissima importanza. soprattutto in un mezzo di comunicazione rilevante come questo. dato che mi hai accusato di non avere fiducia nei giovani, da ora in poi parlerò riferendomi a me stesso, cioè incarnando con la MIA persona e nelle MIE esperienze passate i difetti che un ragazzo di giovane età può manifestare. ebbene, tu saprai meglio di me che è facile e consueto per un ragazzo a 18 anni manifestare il proprio dissenso verso quello che comunemente esso chiama “sistema” senza nemmeno sapere bene a cosa si riferisce. voglio fare l’ottimista e, per rispettare quanto promesso poc’anzi, immaginare che io sia stato il solo sciocco ragazzo a pensarla così a 18 anni. avevo una vaga idea della politica, formata solo in base a ciò che assorbivo dai tg, dai vari ambienti frequentati, ma non avevo provato niente ancora in prima persona. oddio, non che adesso abbia maturato chissà quale esperienza, ma tuttavia spero di aver raggiunto, grazie a ciò che ho visto e vissuto, quella fase in cui si è capaci di prendere le proprie decisioni con la propria testa, senza seguire correntoni, o peggio mode del momento; a saper filtrare ogni opinione ed a basare il mio operato su regole precise che provengono da me e non da altri. ebbene, a 18 anni confesso che forse avrei letto il tuo post, avrei spento il cervello ed avrei scritto “trasparenza” sulla mia scheda. nota bene che il male in quello che avrei fatto non sarebbe stato nel non aver dato un voto ad una classe politica in particolare, ma nell’aver cessato di informarmi, di farmi una coscienza politica, nell’ aver agito con qualunquismo… capisci?

          in una società perfetta in cui tutti hanno uno spiccato senso critico, magari ci saremmo potuti permettere di usare i tuoi toni (e le tue argomentazioni che mi fanno passare per quello antipatico che non ha fiducia nei ragazzi), ma in  una in cui anche solo una persona (nel mio esempio IO) è facilmente influenzabile da proposte affascinanti (non è ironia contro la tua)… penso non sia il caso. non mi ritengo un pessimista se sostengo che di persone che spengono il cervello ce n’è tante in giro. e la mia non è presunzione nel voler pensare questo, ma constatazione di dati di fatto. di gente influnezabile con poco ne esiste molta. grandi e piccini. pronti a smettere di pensare e delegare i compiti al primo messia che promette prosperità e ricchezza. basti guardare indietro nella storia italiana e notare come l’italia intera si sia fatta trascinare emotivamente dalle manie di grandezza del ventennio fascista.

          mi hai chiesto cosa ne pensassi di proposte come quella di beppe grillo. ti rispondo che apprezzo maggiormante lo stile di questa  famosa proposta del procuratore antimafia Piero Grasso

          http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2006/01_Gennaio/29/grass-inquisiti.shtml

          che si rivolge ai partiti, SUGGERENDO loro di dare un messaggio di legalità agli elettori, e non direttamente agli elettori come fa grillo (e fai anche tu). oltretutto piero grasso non lancia queste proposte su un sito in cui affianco alla petizione invita gli utenti ad acquistare il suo DVD per la sensazionale cifra di euro 10.20. piero grasso si guadagna da vivere rischiando la vita ogni giorno per cercare di migliorare la nostra società e ripulirla da una delle peggiori piaghe che la infettano.

          spero di essere stato definitivamente chiaro e di non essermi tirato addosso ulteriore avversione  da parte tua e dei tuoi amici solo per queste sfumature che ci separano. buon lavoro col blog e a risentirci

           

          michele

           

          1. vince_ditaranto

            Cari rundnon, osservatore_(poco)attento e tutti quelli che hanno storto il naso alla proposta di Ciffo/Adamin,

            non credo che si tratti solo di divergenze verbali, secondo me la differenza di  opinioni è sostanziale.

            Attenzione, non sto dicendo che chi non è d’accordo con il “ricatto” (definizione abbastanza ridicola a mio avviso) è un pazzo o và allontanato o etichettato.

            Ricordo che è solo una proposta!!! Non è una imposizione, nè un subdolo tranello.

            E’ venuto da una persona che ha tradotto in “azione” un sentimento sempre più presente negli ultimi mesi nel blog: cercare di cambiare il modo di agire nella nostra società a cominciare dai maggiori imputati, i politici!!

            Vogliamo ribaltare la situazione almeno per una volta??? 

            Si dice che il voto sia l’unica “arma” del popolo!!!

            Perchè non avvalersi di tale “arma”? Cosa può fare altrimenti una popolazione come quella italiana, ormai vittima di una politica trasversalmente “accordata” con imprese e banche per succhiare sempre più danaro a tutti noi!!!

            “Studiamoci” bene la situazione che si è verificata in Argentina….perchè è quella la direzione che l’Italia sta prendendo. 

            Qualcuno si è armato dei “puri concetti” di democrazia per etichettare la proposta di trasparenza come antidemocratica, come ricatto, addirittura come qualcosa “ai confini della legalità”. Cmq sicuramente “scorretta” moralmente.

            Beh.., io vorrei ricordare che in occasione dei referendum, a seconda di chi è per il “no”, i politici invitano caldamente gli elettori ad andare al mare!!!

            Quindi, non vedo niente di male se per una volta siamo noi a “minacciare” loro di andarcene al mare!!! 

            E anche se può suonare come un “ricatto”…..beh, che c’è di male? Sono 40 anni che siamo ricattati……mi sembra applicabile il proverbio della “pagliuzza” e della “trave” (a buon intenditor..).   

            Vorrei chiudere dicendo che sarebbe interessante discutere con chi afferma la “necessità democratica” di andare a votare, invocando la fiducia nelle istituzioni senza rendersi conto (o forse ne sono consapevoli) che non fanno altro che dare ancora fiducia agli “uomini” che si sono appropriati di tali istituzioni.

            Un patriota inglese scrisse: “…il compito di ogni popolo è difendere la propria nazione dai propri governanti…”.

            Allora vi chiedo, come facciamo a cambiare il “loro” modo di fare se continuiamo a “giocare” con le loro regole e le loro consuetudini??? 

            “Imponiamo” una nuova concezione di rappresentanza, una concezione in cui i nostri “dipendenti” ci devono dare conto!!!

            Ogni settimana sono tenuto, giustamente, a fare un report al mio capo sulle attività che svolgo….perchè “loro” non devono dare conto a nessuno?

            Questo è il problema. La questione dei “toni” utilizzati è davvero marginale.

            E’ come se prendi calci e pugni per una vita…, poi quando ti incazzi e assesti una timida “sberla” ti si accusa di alzare le mani.

            Cari montesi, svegliamoci.  

          2. Wiseman

            sono partiti,dopo oltre 2 ore di comizi, equamente distribuite, tra presentazione di candidati, demonizzazioni e autocelebrazioni, la campagna elettorale è iniziata, anche se ancora manca la presentazione della terza lista, rinviata causa pioggia. E’ sicuramente prematuro fare commenti, però, sentiti i toni, sembra che non ci sia niente di nuovo nei contenuti. ZERO anche per gli argomenti che ci stanno a cuore, nemmeno un accenno….

            ma è solo l’inizio

          3. gbraddi

            E’ incredibile come il buon Ciffo alias Admin riesca ad accendere sistematicamente il sito, sempre però in maniera sensata, mai fuori dalle righe. La sua provocazione (per chi non l’ha capita) è davvero formidabile. Sono sicuro di una cosa: se tu vivessi sempre a Monte saresti ancor più “incazzato” e stimolato nel portare avanti la tua battaglia di trasparenza, perchè vuoi o non vuoi la distanza ed il non vivere in prima persona anche le situazioni più semplici, banali, quotidiane, hanno mitigato il senso di rivalsa da situazioni poco limpide.
            Io credo che i politici del nostro paese abbiano capito quale possa essere il peso di questo sito ed abbiano inteso benissimo la provocazione di voto nullo. Vorrei solamente dare un consiglio a chi voglia dare la propria adesione a questo progetto: non cercate anche qui di promettere e non mantenere perchè di promesse in questi 20 giorni che ci separano dal voto ne sentiremo tantissime. Le promesse devono essere tangibili, dette in prima persona, credibili perchè il mondo di montescaglioso.net è fatto da persone intelligenti con il cervello sempre acceso.
            Prima di questo post, avevo già bene in mente la persona e lo schieramento a cui dare la mia preferenza; però poi ho riflettuto e ho capito che i tanti discorsi fatti su questo sito potevano e possono vedersi realizzati solo con una proposta forte come questa ed allora mi sono detto: aspetta non essere frettoloso, vediamo come gli schieramenti reagiscono e poi decidi.

          4. admin

            Da parte mia non ti sei sicuramente tirato addosso alcuna avversione. Anzi. E’ un bene che il tuo diverso punto di vista sia presente in questo post in modo che le persone facilmente influenzabili avranno un’altra campana da ascoltare.
            Rimango dell’opinione che le maniere forti a volte sono necessarie. Non sono d’accordo sul fatto che Grasso è meglio di Grillo. Grasso fa il suo lavoro (come dovrebbero farli i politici). Accusare Grillo di parlare per convenienza è superficiale tanto quanto affermare che decidere di non votare chi non rispetta alcune regole è qualunquismo.
            E’ assurdo che tu dia per scontato che i partiti non possano scendere dal loro piedistallo per “ascoltarci”. E’ troppo facile bollare con accusa di qualunquismo. Noi non crediamo che i politici siano tutti uguali, crediamo che effettivamente qualcuno si salva e ha buone intenzioni. Infatti chiediamo proprio a queste persone di farsi avanti e guadagnarsi il nostro voto e speriamo quello di molti altri.

          5. rundnon

            admin, perchè  mi rispondi mettendomi in bocca  cose che non ho mai detto solo per avere l’ultima gloriosa parola?

            sei libero di prendere beppe grillo come tuo modello di vita e ritenerlo più autorevole di un procuratore antimafia, ma ti invito a dirmi in quale delle mie frasi ho accusato di qualunquismo chi decide di non votare un politico che non rispetta le regole. se rileggi con più attenzione il mio commento vi troverai scritto che è qualunquista chi con leggerezza segue una proposta senza analizzarla con il proprio senso critico, solo perchè questa è affascinante. inoltre, quando mai ho giustificato “il piedistallo” dei politici? ti invito ancora a rileggere tutti i miei interventi ed a dirmi dove abbia potuto affermare una cosa simile. la mia critica è stata incentrata sul tono della proposta fatta da voi e, dimmi se sbaglio, ciò non significa difendere la classe politica, nemmeno indirettamente.

            penso che se avversione nei miei confronti non c’era stata fino a questo momento, quello che tu ingiustamente scrivi su di me possa provocarne. perciò lascia che mi difenda dinanzi a ciò; adesso mi sembra che sia tu ad usare la dialettica, ma in maniera scorretta.

            per chiudere spero che le tante persone che lo hanno proposto, decidano solo a fine campagna elettorale, dopo aver ascoltato con giudizio le parti in causa e continuando ad usare il cervello (sempre), e se proprio sia l’ultima delle possibilità, quale fetta di salume mettere nella scheda elettorale.

            un saluto

             

            michele

          6. vince_ditaranto

            X Rundnon: sei davvero convinto che tutti quelli che hanno aderito (“da me il primo” come disse il sindaco di Palomonte, Contursi Terme e Olivet Cetr) alla proposta “trasparenza” l’abbiano fatto solo perchè è affascinante, senza usare il senso critico e addirittura spegnendo il cervello???

            Bella considerazione hai delle decisioni altrui!!!

            Complimenti!!!

            Non aspettavamo certo te per sapere che le scelte vanno ponderate!!!

            Certo che è grottesco come si parla “dell’intelligenza degli elettori” solo quando essi vanno dalla propria parte e diventano caproni o facilmente suggestionabili se prendono strade diverse!!!!

            Dicevi che non ti è piaciuto il tono della proposta. L’ho riletta un po di volte, e sinceramente per quanto mi sforzi, non riesco a trovare niente di offensivo nè di aggressivo….o almeno niente che sia più indisponente e supponente di quello che ci raccontano dai palchi delle campagne elettorali.

            Possibile che non vedi in questa “linea di azione” l’unica “arma” che ci è rimasta contro lo strapotere delle corporazioni partitiche???

            Non pensavo mai di arrivare a dirlo,

            ma chi ad oltranza parla di dare fiducia alla “politica”,

            di aspettare la fine della campagna elettorale come se ci possano dire chissà cosa con uomini e programmi organizzati negli ultimi 15 giorni, 

            ignorando che non c’è più rappresentanza,

            per me  può essere due cose: un militante o un illuso. 

            dobbiamo iniziare a “spostare” gli equilibri della democrazia.

            La costituzione e le libertà che garantisce, fornisce tutti i contrappesi giusti per riequilibrare uno scenario ormai troppo spostato verso i “pochi”.

            Dimostriamo che l’Italia può essere ancora una democrazia per il popolo e gestita dal popolo.

            Dipende da noi caro Rundnon. 

            Lascia stare le questioni di forma….e aderisci anche tu alla “trasparenza”.

  9. anycamy

    mai visti tanti commenti in soli due giorni! Bene non aggiungo altro vorrei solo dire che appoggio pienamente la 5 regole minime di democrazia che leggo in questo post. Trasparenza gente, trasparenza non invisibilità 🙂

  10. lazarum

    sotto_scrivo…chi vota?noi

    chi li manda al potere?noi

    chi li manda a casa? nessuno!

    dopo averli eletti ci lamentiamo, protestiamo, ci indigniamo,

    ma nn ci ricordiamo che li abbiamo votati…

    ricordatevene adesso!

    chi è causa del suo mal…cosa?

    1. titus

      Qualche pensiero sulla politica…..

      “La differenza tra un politico ed uno statista sta nel fatto che il politico pensa alle prossime elezioni lo statista alle prossime generazioni.” Alcide Degasperi

      “La democrazia non garantisce uguaglianza di condizioni: garantisce solo uguaglianza di opportunità.” Irving Kristol

      “La sicurezza del potere si fonda sull’insicurezza dei cittadini.” Leonardo Sciascia

      “Governare è far credere.” Niccolò Machiavelli

      “Solamente chi è sicuro di non cedere anche se il mondo, considerato dal suo punto di vista, è troppo stupido o volgare per ciò che egli vuole offrirgli, solamente chi è sicuro di poter dire di fronte a tutto questo: “non importa, andiamo avanti”, solamente quest’uomo ha la “vocazione” per la politica.” Max Weber

  11. scazzariello

    tra la folla, a sentire i comizi, c’ero anche io!
    sono indignato, mai sentite tante falsità in 2 ore di chiacchiere!
    mai vista tanta pochezza nei candidati! ma sono tutti impegnati nel sociale?
    per questo sottoscrivo appieno la proposta di admin!
    anche se suona come un ricatto, la politica deve essere al servizio dei cittadini e se loro chiedono trasparenza, essa deve essere garantita! almeno i lavori pubblici nn saranno + dati, almeno con questa non curanza, ad amici o peggio parenti!
    votare è un diritto/dovere, anche votare scheda bianca o nulla lo è!
    vorrei aprire un’altra sezione, propongo una fetta di mortadella in ogni scheda!
    chi vuole sottoscrivere è il benvenuto!

    scazzariello

      1. scazzariello

        Lo so titus che è stata già fatta!
        infatti ho preso spunto, anche se nn è mai stata fatta da un movimento di massa!
        questo è l’elemento di novità!
        se la mortadella nn ti va bene, possiamo provare cn la bresaola,la coppa, lo speck, il salamino di milano o cremona!
        allora visto che titus nn è d’accordo sulla mortadella propongo un altro quesito:
        cosa preferite mettere nella scheda elettorale?
        anche le lasagne vanno bene

        scazzariello

        1. titus

          Non è che non sono d’accordo sulla divina mortadella…degna di rispetto è riverenza sacrale culinaria…
          E’ uno spreco…. lo stesso Trilussa avrebbe a dispiacere…cmq…
          Credo che na bella fetta di mortadella mangiata con un panino fatto dal filone…in estate Mhnnnn….
          chi si ricorda dei panini di tonino…. Avanti generazione…

    1. erredi
      Ai tanti che si sono scandalizzati della proposta-provocazione del caro admin voglio solo ricordare che la TRASPARENZA dovrebbe essere alla base di qualsiasi amministrazione di cose pubbliche siano esse politiche e non; il fatto che in questo post sia stata sottolineata l’esigenza di trasparenza o limpidezza la ritengo più che scontata: chiunque si occupi di cose pubbliche deve sottoscrivere.
      Il sito in questo caso può essere un valido mezzo aggiuntivo a strumenti già esistenti, che evidentemente vengono mal utilizzati o peggio non vengono mai utilizzati. Pertanto non ci sentiamo minimamente dei “ricattatori”, chiediamo solo di “sposare” l’iniziativa per il bene comune…non credete?
      1. admin

        Dal dizionario DEMAURO:

        DEMAGOGIA “ricerca del consenso politico, ottenuto sfruttando le passioni e i pregiudizi delle masse”.

        Mi spiegheresti falco quale consenso politico staremmo cercando?

        Non mi sembra esista una lista montenet. O forse è lesa maestà voler parlare di politica senza far parte della casta dei partiti?

        E i pregiudizi che stiamo sfruttando? Parlo per me… ma credo che tra le 3 liste validi elementi ci siano. Aspetto solo che questi si facciano avanti.

        Mi dai invece un solo ragionevole motivo per cui un candidato sindaco che nel suo programma parla di trasparenza non dovrebbe poi esser d’accordo con alcune regole pratiche di trasparenza?

         

        1. vince_ditaranto

          Ciao Adamin,

          dispiace che qualcuno non aderisca alla “proposta trasparente” e a volte dispiace ancora di più che si venga tacciati di ricattare o di demagogia.

          Dispiace davvero che non si voglia tentare nuove strade per, anche se a “gomitate”, farsi sentire e chiedere conto ai nostri “dipendenti”.

          In fondo c’è tanta gente fortemente legata alla logica partitica, ma in senso buono questa volta. Ovvero si vota da una vita uno schieramento e ci si è romanticamente affezzionati.

          Quelli che come falco non vogliono aderire non sono secondo me criticabili (al massimo si pussono criticare le loro reazioni verso le nostre proposte), nè attaccabili.

          Falco non aderisce perchè vuole votare per il suo partito, per la sua squadra del cuore. Chi siamo noi per costringerlo a fare il contrario???

          Non ho voglia di fare “l’insensibile” in mezzo a tutti questi “innamorati”.  

          1. falco

            IO NON AMO GLI INSETTICIDI ALTAMENTE TOSSICI COME IL ROGOR DA SEMPRE ALTAMENTE INQUINANTE.

            CHI COLTIVA POMODORI LO SA.

        2. falco

          Dal Dizionario GARZANTI:

          accattivarsi il favore delle masse con promesse che non si possono mantenere: fare della demagogia.

          Tu mi devi trovare un solo uomo o partito politico che negherebbe le tue, ormai fatidiche, 5 richieste.

          Mi devi trovare una sola persona, che non sarebbe d’accordo col tuo “pentacalogo”. 

          Tra l’altro, quei 5 punti, hanno fatto, fanno e faranno la parte da leone nei programmi elettorali di tutti gli schieramenti. Non c’è Slogan migliore.

          Da sempre, dai tempi dei tempi.

          Sta a noi, invece, saper cogliere e scegliere la giusta persona che potrebbe soddisfare quelle richieste.

          Sò benissimo che monte.net non è schierata e bene fà a non farlo. D’altro canto come potrebbe, visto che non è un’organizzazione politica e che comunque i suoi utenti hanno un proprio orientamento politico di collocazione trasversale.

          A mio modesto avviso, invece, possiamo fare una sola cosa. Fissare bene quei 5 punti come regola essenziale e fondamentale per chi andrà a governare il Comune di Montescaglioso e far capire loro che saremo sempre vigili ed attenti affinchè, gli stessi, siano rispettati.

          Che saremo sempre pronti a denunciare pubblicamente, attraverso il sito, qualsiasi forma di abuso, ingiustizia ed illegalità nei confronti della collettività.

          Questo và fatto.

          Diversamente, caro Admin, tutto si riduce alla “scesa in campo” dell’ennesimo soggetto che si appropria dello SLOGAN.  Lo dimostrano  i vari attestati di fiducia ottenuti alla tua proposta, compreso lo stupore arrecato al vecchio uomo saggio  WISEMAN.

           RESTA COMUNQUE UN PARERE, DEL TUTTO PERSONALE, DI CHI NON CONTA NULLA.

          Salutam a tutt quant (parenti e non).

           

           

           

           

           

            

          1. ciffo

            Il tuo parere falco conta invece… e tantissimo! Perchè è il parere di un non giovane… e pare proprio che i non giovani (wiseman probabilmente soffre della sindrome di peter pan) vedono il mondo al contrario. Forse perchè siete troppo abituati ai modi di fare politica tradizionali, forse perchè come dice corvo la paura che il proprio partito del cuore perda è più forte della voglia di ammettere i limiti dello stesso. Il motivo ce lo dirai tu.
            Io voglio farti notare solo una cosa. Hai scritto cose su cui tutti siamo d’accordo. Tranne che per un concetto:
            “tutto si riduce alla “scesa in campo” dell’ennesimo soggetto che si appropria dello SLOGAN”
            Dai assolutamente per scontato che l’unico che potrà aderire alla proposta è Menzella. La tua quindi è paura che la tua coalizione perda voti a favore di uno che cavalca lo slogan.
            Anche ammesso che Menzella sarà l’unico e ipotizzando per assurdo che la sua sarà una falsa promessa ti chiedo…
            chi lo dice?
            quindi se chi promette non farà… quelli che invece non promettono cosa pensi che faranno?
            io credo che a maggior ragione se uno non promette da più sicurezze di fallimento.
            Poi ti chiedo. Come elettore della tua coalizione perchè non vai dal tuo candidato sindaco e gli dici: “ascolta… i ragazzi di monte.net dicono cose sacrosante. Cosa aspetti ad andare a sottoscrivere e fare tuoi concetti così scontati? Se non lo fai il mio voto lo perdi.”
            L’attività di controllo di cui parli ci sarà cmq. Saremo sempre vigili e denunceremo. La differenze è che nessuno potrò nascondersi dietro un “si ma i tempi minimi di legge sono stati rispettati” oppure dietro un “si ma il sito non c’è” o un “potevate venire al comune.. tutto è legale”.
            Uno che scrive “W la trasparenza” ma poi si limita a seguire la legge della pubblicazione all’albo pretorio non fa nulla di più che evitare di andare in galera.
            Io invece voglio la possibilità di poter dire… caro mr tizio… tu sei un quaqquaraquà perchè ti sei impegnato a far questo e prendendo in giro tutta la popolazione adesso invece ti stai smentendo.
            Posso chiamare striscia, le iene&C e xxxxxxxxx davanti tutta Italia. Posso evitare che la gente lo rivoti, lui e il suo partito.
            E se loro non sottoscrivono caro mio falco… è solo perche gli conviene…. essere trasparenti a fatti oltre che a parole è dura! E tu sarai loro complice.

          2. ZODD
            confermo quanto dice admin , non chiediamo la luna se non un piccolo sforzo da parte di chi ci rappresenta x il nostro bene , di attuare le leggi esistenti applikandole kon qualke giorno in piu x il bene della comunita affinche venga informata. e x informarla è giusto ke si usino tutti i servizi annessi e connessi , quali cartaceo o sistemi informatici, è giusto anche sentire le nostre opinioni in merito a delle vostre scelte o progetti futuri, è giusto anche che ci sia un dialogo , specie con i giovani che mensionate tanto ma che si vede poko ke niente. è giusto ke i vostri progetti con tutto cio che vi sta a torno vengano messi in cantiere dopo ke avete sentito il nostro parere o meglio ancora se chiedete nostri consigli o idee…. sai na cosa falco o tutti voi candidati , i giovani nn so scemi , noi giovani ci informiamo studiamo , cerkiamo di buttar giu idee x kreare qualkosa qui, avete mai provato a kreare un dialogo con loro e cerkare tramite le istituzioni di portare in porto una qualsiasi idea? nn immaginate proprio come un giovane si sente offeso non considerato , specie in questi periodi … pensate a noi solo in determinati periodi e dire che ci facciamo sempre sentire ma forse la nostra voce nn è troppo forte…allora non allarmatevi se inizate a setire il nostro fiato sul kollo…si potrebbe scrivere un encilopedia sul giovane montese, ve lo riassumo in due parole DIALOGO E TRASPARENZA….
          3. falco

            Admin non capisco tanta agitazione nei miei confronti, la penso solo poco poco diverso da te. Non credo di aver bestemmiato e di aver argomentato i motivi del mio dissenso.

            Preciso che, 

            Non ho paura di nulla e di nessuno poichè:

            1 – non sono iscritto a nessun partito;

            2 – non sono candidato;

            3 – vincerà le elezioni chi, prenderà più voti a prescindere da chi

                 voterà il sottoscritto, e avrà piena legittimità a governare.       

            Quello che chiedi ai candidati sindaci non sono cose eccezionali, quindi penso, come ho già scritto, nessuno ti potrà negare quello che chiedi,

            Non ho partiti del cuore da difendere perchè, sempre a prescindere da chi voterò

            io, il popolo sovrano è quello che decide , giudica e si prende quello che si merita. 

            Trovo, invece, paradossale il fatto che  giudichi me, se propongo di mettere in guardia i futuri amministratori da eventuali  irregolarità amministrative,  di concepire la politica alla vecchia maniera, quando tu, consentimi, conduci una

            operazione di vero e proprio consociativismo vecchio stampo, con tanto di firma.

            Ribadisco che il mio è solo il pensiero di uno che non conta nulla.

             

             

             

             

             

          4. admin

            Mi sono riletto e non mi sono piaciuto.
            Mi autocensuro e chiedo scusa a te falco e a tutti gli utenti per aver esagerato. Sicuramente come amministratore super partes in questo post faccio una brutta figura.
            Le accuse di demagogia e di ricatto fatte a una proposta sincera e alla luce del sole di un gruppo di amici sono forse una buona ragione per perdere le staffe, certamente non tanto buona per perdere obiettività mancando di assicurare a tutti massimo spazio e considerazione.

          5. falco

            Tranquillo Ciffo,

            non preoccuparti, continua così a fare il tuo egregio lavoro.

            Chiedere scusa è motivo di orgoglio e coraggio di pochi.

            Quindi Onore a Te. 

            Ciao

      2. Cinzia

        Falco, liberissimo di non sottoscrivere quella che alla fine è legittima richiesta da parte della categoria “elettori”, che – volente o nolente – include anche te…
        Non credo che demagogia sia il termine adatto alla nostra iniziativa, perchè non vedo tornaconti personali o di gruppo che potremmo ricavare da ciò. In fin dei conti, se dobbiamo ragionare in termini “utilitaristici”, la maggior parte di noi utenti è più che sistemata a livello lavorativo, più o meno realizzata dal punto di vista personale e sociale… nulla escluderebbe che Ciffo un giorno decidesse di chiudere questo blog e tutti ce ne torneremmo alla vita di sempre senza grattacapi, senza battaglie contro i mulini a vento, senza spendere più di tanto in energie e sforzi per abbassare il più possibile il tasso di mediocrità generale sempre sorprendemente in ascesa…
        Il problema nasce se almeno una volta si vuole tentare di fare la differenza e far ascoltare la propria voce a chi ha il dovere, conferitogli dal proprio ruolo, di ascoltarla.
        Ora se tu decidi liberamente di andare a votare e scegliere il male minore (perchè, se le cose non cambiano, è questa la condizione in cui voterai!), ne hai pieno diritto.
        Ma come noi dobbiamo rispettare la tua libertà, tu dovresti rispettare la nostra. Così come dovresti rispettare la nostra idea di demagogia, che ci pare appartenere più alle belle parole che da anni piovono dai palchi durante i comizi.
        Un caro saluto
        Cinzia

  12. Jacobsen

    Cari amici nettiani l’argomento è molto interessante.

    Ho letto i punti di Ciffo e sono d’accordo.

    Per qualcuno quei punti sono un ricatto.

    Se è un ricatto chiedere legalità e trasparenza …allora W i ricatti.

    E’ affascinante come queste idee di legalità e di verità partano dai giovani e si richiede vengano ascoltate a partire dai nostri parlamentari sino ad arrivare ai bandi comunali passando per l’inchiesta di Catanzaro.

    Ormai non è più possibile fare orecchie da mercante a queste richieste.

    In futuro i politici non si potranno più nascondere con bandi esposti per il minino tempo consentito nell’anfratto più buio della bacheca comunale, con lavori assegnati con la scusa della massima urgenza e con incarichi ai soliti noti.

    Il livello medio della popolazione è cresciuto ed il clientelismo e la continua umiliazione degli onesti (questi sono i veri ricatti) non potranno sopravvivere ed essere sopportati per sempre.

    W LA TRASPARENZA

    1. falco

      Nessuno non può essere d’accordo con quello che dice Ciffo!

      Io non sottoscrivo è diverso Jacobsen.

      Anch’io dico W la TTRRAASSPPAARREENNZZAA.

      DOBBIAMO AVERE IL CORAGGIO DI DENUNCIARLA QUANDO MANCA.

      CHI SBAGLIA E’ GIUSTO CHE PAGHI A CATANZARO COME A DOMODOSSOLA.

  13. vince

    Scusate ma è possibile che si attacchi falco solamente perchè non la pensa come l’admin e come tutti voi che vi accodate tranquillamente ad una provocazione pur giusta ma sempre fatta da un singolo.

    Se vi dico che due + due fa tre che dite?

    saluti a tutte le persone in coda al traffico

    1. Wiseman

      x falco, rundnon,osservatore_attento e a tutti i dissenzienti.

      Esprimiamo il nostro cordoglio e la nostra solidarietà alle famiglie delle povere vittime dell’ospedale di Castellaneta.

      Oggi, h.13,30 TGNORBA “scambi di accuse tra Vendola e Fitto su chi avrebbe nominato i tecnici preposti ai controlli dell’impianto assassino, manco bastasse avere la tessera di un partito per essere bravi e capaci….”

      A chi vuol intendere: è a questo modo di far politica, a questi politici che vogliamo urlare: BASTA! 

      1. tm

        RAGAZZI CAPISCO MOLTO BENE LO STATO D’ANIMO CHE VI SPINGE OGGI A FARE DETERMINATI DISCORSI, E VI DICO SUBITO CHE SONO CON VOI PIENAMENTE DACCORDO SULLE RAGIONI, ANCHE SE DISSENTO DAL MODO IN CUI STATE CERCANDO DI RAGGIUNGERE IL VOSTRO OBBIETTIVO. E’ GIUSTO CHIEDERE TRASPARENZA, E BISOGNA SOPRATUTTO PRETENDERLA, SPECIE DOPO CHE,COME TANTE VOLTE RIBADITO ANCHE IN PASSATO SU QUESTE PAGINE, LA SFIDUCIA NELLA CLASSE POLITICA NASCE SOPRATUTTO DA PRATICHE CLIENTELARI E DISTRAPOTERE A CUI SONO ABITUATI DETERMINATI POLITICI.

        L’EPISODIO DI CASTELLANETA, COME I TANTI DI MALASANITA’ CHE OGNI GIORNO ACCADONO NEGLI OSPEDALI ITALIANI, PER NON PARLARE DEL LAVORO OGGI DIRITTO SOLO DI COLORO CHE AFFINANO LA PRATICA DELL’USO DELLA LINGUA, NON PER PARLARE E FAR VALERE LE PROPRI RAGIONI, MA PER LECCARE IL C. A QUESTO O QUELL’ESPONENTE DI UN PARTITO QUALSIASI, CI DEVONO FAR RIFLETTERE SU QUANTO SIA DIVENTATO ENORME IL POTERE DI CERTI PERSONAGGI CHE MANOVRANO I FILI DELLA POLITICA.

        DI FRONTE A QUESTE COSE, IL DISGUSTO DIVENTA TALE CHE IL RIFIUTARSI DI ANDARE A VOTARE DIVENTA UN LEGITTIMO PENSIERO DI TUTTE LE PERSONE PER BENE NON PIU’ DISPOSTE A SOTTOSTARE ALLE ANGHERIE.

        SOLO PERO’ CHE COSI FACENDO NON FACCIAMO ALTRO CHE FARE IL GIOCO PROPRIO DI COLORO CHE PER POTER RAGGIUNGERE UN POTERE COSI IMMENSO

        SONO STATI COSI BRAVI NEGLI ULTIMI VENT’ANNI NEL FARE TERRENO BRUCIATO, NON PERMETTENDO LA CRESCITA DI NUOVE FIGURE CHE SI AVVICINAVANO ALLA POLITICA E SOPRATUTTO ALLONTANANDO LA GENTE DALLA VITA POLITICA(UNICA GARANZIA DI TRASPARENZA) PER POTER MEGLIO GESTIRE IN MODO PERSONALISTICO E SFACCIATO IL POTERE.

        PER QUESTO RAGAZZI IO VI INVITO A RIVERSARE LA VOSTRA RABBIA(CHE A QUANTO VEDO E’ TANTA) NON IN VOTO DI PROTESTA CHE SERVIREBBE SOLO A NON CAMBIARE NULLA, MA TORNANDO A FREQUENTARE LE SEZIONI DEI PARTITI,DEI SINDACATI, DELLE ASSOCIAZIONI, IN MODO MASSICCIO. NON IMPORTA CHE SIANO DI DESTRA, DI CENTRO O DI SINISTRA L’IMPORTANTE CHE LO FACCIATE CON VIGORE, PERCHE’ SOLO CON LA PARTECIPAZIONE DEMOCRATICA ATTIVA ALLA VITA POLITICA SI CONQUISTA LA TRASPARENZA E SI IMPEDISCE A CERTE PERSONE DI FARE I PROPRI PORCI COMODI.

        P,S  SE DECIDETE DI VOTARE FATELO PREFERENDO I VOLTI NUOVI E GIOVANI PRESENTI IN QUESTA COMPETIZIONE ELETTORALE

        CIAO TM 

        1. vince

          Ragazzi, tm secondo me ha veramente centrato il bersaglio, secondo me per ora bisogna votare, successivamente potremmo unirci e realizzare qualcosa di concreto passando dalle parole ai fatti in modo da proporre in futuro un’alternativa valido al presente.

          Complimenti a tm con cui ho scambiato delle opinioni con alcuni sulla politica e sinceramente si è potuto parlare tranquillamente pur non avendo la stessa ideologia politica.

          Saluti

          1. falco

            Ciao vince…,

            pur condividendo nella sostanza il pensiero di tm, lo trovo troppo remissivo e molle.

            Condivido che non bisogna cercare lo scontro a tutti i costi però ho l’impressione che dire “tu hai ragione ed io non ho torto” non porti molto lontano.

            Certo che le tante battaglie affrontate e, soprattutto, condotte lo hanno

            logorato e si è un pò rotto i cabbasisi.

            Io sono convinto che bisogna comunque avere il coraggio di dire apertamente quello che si pensa anche se fuori dal coro.

            Se uno abusa, ruba, è scorretto, approfitta della posizione che occupa e si hanno le prove per tanto, firma o non firma, si deve avere il coraggio di (utilizzo un termine non mio) smerdarlo. 

          2. tm

            se per cabbasisi intendi i cosiddetti, posso garantirti che ce li ho rotti da tempo, non per questo è venuto meno in tutti questi anni la mia voglia di continuare a combattere,condurre battaglie o denunciare POLITICAMENTE tutte le ingiustizie che quotidianamente incontriamo sulla nostra strada.

            Ho marcato volutamente politicamente perchè ritengo che compito di ogni cittadino sia quello di valutare secondo il proprio modo di vedere quello che ci accade intorno, e anche perchè non sempre pratiche clientelari o di malcostume nascondino poi reati perseguibili per legge. si è comunque lo stesso dei farabutti, ma si è sopratutto dei farabutti quando approfittando del proprio potere si attuano provvedimenti sia pur legali che faroriscono determinate pesone o gruppi di persone a discapito di altri che magari possono vantare uguali diritti, ma che non vengono presi in considerazione perchè non sono vicini ai vari gruppi di potere. credimi non voglio fare di tutt’erba un fascio anche perchè so molto bene da che parte sta il marciume, debbo tuttavia riconoscere che episodi di vero malcostume avvolte possono accadere anche tra le nostre fila, e noi ultimamente non abbiamo più quella grinta e quella determinazione che ci contraddistingueva nel saper riconoscere tali episodi che non sono mai appartenuti e non appartengono alla nostra storia e cultura.

            Il mio post precedente non era un voler evitare lo scontro a tutti i costi, e nemmeno credo si possa parlare di posizione molle o remissiva, solo che in questi anni di lontananza da monte ho avuto modo di riflettere e comprendere che le vere battaglie che bisogna condurre devono tornare ad essere quelle di carattere ideale, preferirei che dai palchi elettorali si tornasse a scontrarsi sul significato di fascismo o comunismo, sull’idea dello stato o dell’economia odei diritti civili che hanno i partiti della sinistra e su quella che hanno quelli di destra, e non su insulti stupidi e calunniosi delle ultime campagne elettorali(spero non avvengano in questa, come già qualcuno sta facendo sottobanco diffondendo notizie false e tendenziose sulla moralità di qualcuno).

            Da questo partiva il mio invito a tornare nelle sezioni, perchè ritengo che la miglior garanzia anche di denuncia di determinate pratiche lo possa fare la gente che subisce la prepotenza di determinati personaggi.

            Stai tranquillo non mi sono per niente ammosciato e mi troverete sempre in prima fila ogni qualvolta avverterò il pericolo che si stia consumando un abuso o un’ingiustizia o anche solamente per ribadire i miei ideali che nonostante le continue batoste o delusioni restano più forti di prima, sono ancora un comunista, con la differenza che se ieri gridavo viva stalin, allo stesso modo oggi dico che stalin era un criminale che non ha nulla a che vedere con gli ideali del comunismo.

            ciao tm

    2. admin

      Un’importante precisazione. Mi piacerebbe prendere tutti i meriti dell’iniziativa. Ma alla base non c’è un singolo. Io ho solo scritto e pubblicato il post in qualità di amministratore del sito.
      Insieme a me ci sono decine di utenti di monte.net informati, consapevoli e d’accordo con l’iniziativa.

      1. piovasco

        Se io fossi candidato non sottoscriverei i primi 4 punti.

        Ci sono delle leggi della Repubblica Italiana che regolano le materie toccate da questi punti e credo che se solo le si applicassero sarebbe una mezza rivoluzione.

        Poi è vero le leggi sono sempre perfettibili per carità, ma se solo si iniziasse a rispettarle. Come ha già detto qualcun altro il problema sta nel fatto che anche quando si ha la certezza di abusi commessi, e parlo di abusi veri, sono sempre pochi quelli che li denunciano ed il motivo è presto immaginabile. Oggi a te domani a me. 

        Per il 5° punto sono d’accordo.

        è più facile che un cammello passi per la cruna di un ago…

  14. ciffo

    Leggo con molto piacere alle pagine 11-12 (paragrafo 13) del programma di ProgettoMontescaglioso una serie di punti che si avvicinano molto alle nostre richieste di trasparenza.
    Forse a breve potremo avere una seconda lista ad aderire al manifesto?
    Speriamo bene.

  15. yuri

    Ciao…

    Sono d’accordo con le idee,espresse da Ciffo,perchè credo sia giusto esigere,da chi ha scelto di occuparsi dell’amministazione del paese(un paese di appena 10.000 anime:non una metropoli),di gestire in maniera solare ogni risorsa,qualunque sia la direzione politica!!!

    E’ un diritto di tutti i montesi,mai chiesto finora,allora perchè scandalizzarsi,se adesso c’è una generazione(molto larga)che lo chiede esplicitamente???

    Solo una cosa:oltre ai punti esposti da Ciffo,ne aggiungerei uno,che riguarda il patrimonio storico-culturale di Monte:che venga valorizzato!!!

    Ciao…

     

  16. lazarum

    ritorno a postare sul topic in questione….

    quanti commenti; sono la chiara ed evidente dimostrazione che i ragazzi montesi hanno voglia di appassionarsi alla politica, hanno il desiderio di sentirsi partecipi della gestione della “cosa pubblica” si sentono un colelttivo, si sentono comunità, merito a ciffo x lo spunto, ma che ne sarebbe di montenet senza gli utenti? che ne sarebbbe dunque se nn alimentassimo con la nostre presenze la community dei montesi on line? sarebbe il vuoto, ancora una volta,desolazione. Concordo con il post di ciffo monte net siamo tutti noi che scriviamo, che privandoci del tempo personale durante la pausa pranzo a lavoro o la sera a casa facciamo la scelta consapevole di esserci e di aderire leggendo post alle volte kmetrici e noiosi oppure di pure provocazione,demagogia(?),filosofia, denuncia, rabbia…in fondo dimostriamo ai nostri politici e candidati sindaco menzella-santarcangelo-venezia che ci siamo, la vera sfida è….ci saremo? sopravviveremo alla bagarre(sanse musique) elettorale? gestire un sito comporta investimento ti tempo e denaro…spero che nessuno abbia immaginato che sia tutto gratis..per cui qualcuno pagherà per il domino ,qualcuno le boleltte della luce qualcun altro resterà a guardare chiedendosi

    “chissà quanto si guadagna a gestire monte.net…” roba da cavernicoli cerebrolesi da parte mia solo una gratuita e spassionata volontà di essere a monte se nn con il corpo almeno con il cuore,vogliia di sentirmi montese, montescaglioso è il mio paese e nel bene o nel male

    il senso di appartenenza non hai mai fatto male a nessuno.

    comizio finito.

    bravo ciffo

    ma BRAVISSIMI a noi che non abbiamo ancora gettato le reti nel mare morto del disfattismo ancorandoci alla logica del vacuo anacronismo critico, mi sento fortunato ad avere in me la speranza e la determinazione nel credere che la democrazia (r)esiste.

    un saluto da gollum che oggi si sentiva smigol.

    a bari fa un caldo pazzesco…

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Simple Share Buttons