venerdì 27 Novembre 2020

Terza ed. Slalom Chiese Rupestri

[img_assist|nid=1007|title=|desc=|link=none|align=left|width=100]Per la terza volta negli ultimi tre anni la Città di Montescaglioso è stata grande protagonista di una delle tappe della competizione rallystica “Trofeo Italia Centro-Sud”. Cinquantanove concorrenti si sono affrontati per aggiudicarsi lo Slalom delle Chiese Rupestri, prova valida per la 3° Coppa Comune di Montescaglioso, 4° Targa Eudi Motor Yamaha, 7° Trofeo Concessionaria Ranieri, patrocinata dal Comune di Montescaglioso e organizzata da Basilicata Motorsport e Automobil Club Matera con il contributo di trenta sponsor, penultima prova della competizione che si chiuderà ufficialmente a Muro Lucano (PZ). L’intera manifestazione, inserita nel cartellone culturale estivo, ha preso avvio sabato scorso, quando tutti i team hanno effettuato le verifiche tecniche e sportive presso l’Autoparco Comunale di Viale Aldo Moro, operazioni che sono poi proseguite nella mattina di Domenica, sino a poco prima della partenza.
La gara, come gli scorsi anni, si è tenuta sul percorso della Strada Provinciale ex 175 Casello 90 di Montescaglioso e a margine della gara è stata anche organizzata una mostra di prodotti alimentari tipici. La gara si è sviluppata durante tutta la giornata in tre manches e la prova di Slalom consisteva nell’affrontare salite con brevi rettilinei in mezzo ai quali erano stati posti alcuni conetti segnaletici, da superare in velocità. Il percorso della Strada Provinciale Montescaglioso – Matera, nel tratto delle salite che conducono al centro abitato permette, in molti punti, la presenza e visione da parte del pubblico accorso in gran numero ad assistere alla manifestazione. E’ uno scenario ideale per questo tipo di gara ed ha trovato il gradimento dei piloti partecipanti, tra i quali vi erano il materano Salvatore Liuzzi e il montese Domenico Salluce, quest’ultimo da poco nel mondo dei motori, per la prima volta protagonista sul circuito di casa. Entrambi i concorrenti partecipavano alla Classe S 4 (1300 di cilindrata) e si sono classificati, rispettivamente, nono e decimo. Qualche attimo di paura al termine della prima manche, quando la Wv Golf Suzuki di Giovanni Cuomo, giunta in prossimità del traguardo, ha sprigionato una fiammata dalla parte posteriore che non ha avuto conseguenze. Le verifiche post gara sono state effettuate presso l’Autofficina Cifarelli. La manifestazione è stata chiusa dalle premiazioni che si sono svolte in Piazza Roma, nei pressi della Chiesa dedicata a S. Rocco, Patrono della Città di Montescaglioso, data la momentanea indisponibilità dell’Abbazia di San Michele Arcangelo. Molte vetture protagoniste della gara sono state portate in Piazza, dove, alla presenza del Vice Sindaco Angelo Eletto, degli Assessori Comunali allo Sport Nicola Brigante e alla Cultura Donato Scaramuzzo, del Presidente ACI Matera Mario Rivelli, del Direttore ACI Matera Donato Luongo, hanno avuto luogo le premiazioni, precedute da brevi ringraziamenti da parte del Vice Sindaco e del Presidente ACI. Nella classe N1 (1300 cilindrata) primo il barese Joseph Carlesso (Esse4Motorsport), mentre il napoletano Giovanni Duraccio (Progetto Corse Motorsport) ha vinto la categoria N2 (1600 cil). Nella classe N3 (2000) ha prevalso Maurizio Perrotta, Vincenzo Claps (Basilicata Motorsport) si è aggiudicato la classe A 1 (1000). Nella categoria sino a 1600 di cilindrata vittoria per Gerardo Giuliano (Basilicata Motorsport), primo anche nella classifica assoluta Classe A, mentre nella categoria oltre 1600 di cilindrata affermazione per Massimo Caivano (B.Motorsport). Il gruppo speciale 1000 di cilindrata ha visto la vittoria di Gaspare Acampora, mentre l’altro gruppo speciale ha visto l’affermazione del melfese Giuseppe Bocchetta. Il messinese Domenico Gangemi, su 127 75 Hp, ha prevalso nella classe speciale S 4 (1300) mentre Carlo Ciliento si è aggiudicato la classe S 5 (1600). La classe S 6 (sino a 2000 di cilindrata) è stata vinta da Giancarlo Vuolo (AP Mount Racing), primo anche nella classifica assoluta Gruppo Speciale, mentre Giuseppe Eldino (Progetto Corse Motorsport) ha prevalso in quella superiore. La particolare categoria nella quale hanno gareggiato solo Lupo Wolkswagen, tutte appartenenti alla scuderia Valle d’Itria, ha visto la vittoria di Giuseppe D’Errico, primo anche nella classifica assoluta Gruppo GT, mentre la classe prototipi è andata all’unico partecipante, Giovanni Cuomo, che ha ottenuto anche il primo posto nella classifica Under 23 e nella classifica assoluta Gruppo Prototipi. Il padre Andrea ha invece vinto la classe SPS (Prototipi Slalom) precedendo Maurizio Pepe. La classifica assoluta ha visto vincitore della Coppa Comune di Montescaglioso proprio Andrea Cuomo, che ha prevalso anche nella classifica assoluta Gruppo Speciale Prototipi, il quale ha preceduto Giancarlo Vuolo e Giuseppe Eldino. La scuderia prima classificata è stata l’Autosport Sorrento Sporting (NA). Altri riconoscimenti sono stati consegnati al Comando della Polizia Municipale di Montescaglioso, alla locale Stazione dell’Arma dei Carabinieri, alla Questura di Matera, al Comune di Montescaglioso e all’Assessore allo Sport Brigante, al signor Paolo Burdo, alle autofficine Cifarelli e Petrarca di Montescaglioso, ai Delegati del CSAI (Commissione Sportiva Automobilistica Italiana). L’Assessore Brigante ha voluto ringraziare il Presidente dell’ACI Matera Mario Rivelli per il suo contributo alla realizzazione della manifestazione, che ha ottenuto in soli tre anni i riconoscimenti che si ottengono in un periodo più ampio. Si è inoltre detto soddisfatto del successo ottenuto dalla terza edizione della manifestazione, che ha fatto registrare la presenza di numerosi piloti con le proprie famiglie, i meccanici, i commissari di gara, i tifosi e gli appassionati dei motori, che hanno avuto l’opportunità di rimanere a Montescaglioso, utile momento per conoscere ed apprezzare l’offerta culinaria, paesaggistica e storico-culturale.


Commenti da Facebook

2 Commenti

  1. Francy Lomonaco

    La manifestazione è stata catturata dalle Video-camere di Sud Italia Radio.
    Le foto documentano la bella partecipazione di pubblico (lungo tutto il percorso dal picco più alto di Torre Vetere fino alla pianura serpeggiando lungo tutto il percorso. Da non perdere il simpatico VideoClip sulla canzone di Rino Gaetano: “Michele ‘o pazz’ è pazzo davvero”. Un curioso video di circa tre minuti sulla gara vissuta con gli occhi di un “bambino”.

    http://web.mac.com/missionepossibile/iWeb/Slalom/Benvenuto.html

    Buona Visione.

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi