mercoledì 02 Dicembre 2020

“Sono donna e dico basta”

Cosa ne pensano le donne montenettiane? partecipate all’iniziativa di Repubblica?

http://tv.repubblica.it/copertina/sono-donna-e-dico-basta-i-volti-della-protesta/61048?video


Commenti da Facebook

2 Commenti

  1. lila

    L’iniziativa mi piace ma purtroppo non credo serva molto.

    Anch’io sono donna e dico basta. Ma dico basta non solo al nostro presidente ma anche alle migliaia di ragazze che si venderebbero la madre per apparire ovunque! Anzi anche le madri ( e i padri ) non sono poi così innocenti in queste situazioni, basta citare il caso Noemi! Cos’è che diceva Andy Wharhol? Ognuno ha diritto a 15 minuti di celebrità! Beh…ditemi voi se queste fanciulle in fiore e non ( Patrizia D’Addario non era poi una ninfetta!) non rivendicano questo diritto al suono del Bunga Bunga! L’importante è apparire ovunque, perfino in “tribunale” se questo comporta comparsate ad anno zero, l’infedele, kalispera ecc. e servizi fotografici su qualsiasi giornale italiano ed estero, politico o di gossip. Basta, basta e basta. Ricordate la mitica frase dell’ex presidente della Repubblica Oscar Luigi? IO NON CI STO.

    Io non ci sto al giornalismo che con la scusa del dovere di cronaca piazza queste “signorine e non” al centro della nostra attenzione. Dobbiamo sentirci dire da uno come Gad Lerner, che un tempo stimavo molto, che noi donne dobbiamo difendere queste ragazze  perchè sono delle vittime.  Per andare a cena ad Arcore ci sono file interminabili di ragazze che hanno tutto il tempo di decidere se vendersi o meno. Questo paese incoraggia le ragazze a vendersi? Ma di quali ragazze parliamo? Sono tutte uguali le ragazze? A me non sembra e in quanto donna ritengo che mai, come oggi , le donne sono le prime a “svestirsi” per ogni occasione. Ad usare il proprio corpo nel modo più sbagliato per una svariata serie di motivi. Ma per fortuna non siamo tutte uguali. Noi donne dovremmo a questo punto farci anche un pò di domande. E’ davvero questa l’immagine che” NOI” vogliamo dare di noi stesse (sto parlando del vittimismo )? E perchè siamo arrivate a questo punto? Dov’è che abbiamo sbagliato? Erano queste le cose per cui le nostre mamme hanno lottato? Erano questi i diritti per cui ora al posto del reggiseno ci si toglie lo slip!?

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi