martedì 24 Novembre 2020

Christopher Dichio bronzo iridato

Ancora Montescaglioso , ancora marcia , ancora una medaglia , l’ultima di tantissime conquistate da atleti montesi negli ultimi 36 anni ad una rassegna nazionale Iridata di atletica leggera .

Christopher Dichio , classe ’91 , II° anno al Liceo Tecnologico si Matera , figlio d’arte , consacra la leadership nazionale dell’atletica montese , conquistando da vero gladiatore l’ennesima medaglia del ricco e inviadiabile palmares della scuola di marcia Montese.

Accreditato con 18’ 29” del 3° tempo stagionale 2006 , un tempo di assoluto valore nazionale che lo attestata al 20° posto nella graduatoria nazionale “ All Time “ , ha tenuto fede al suo valore , dando vita ad un rimonta appassionante che ha infiammato gli spalti di bastia Umbra .

Dichio guida il gruppo degli inseguitoriDichio guida il gruppo degli inseguitori

Dichio bronzo iridatoDichio bronzo iridato

E infatti , allo sparo partenza immediata del pugliese Giovanni Renò , ( Don Milani Mottola ) , fresco del suo primato Italiano proprio sui 4 km , che prende tutti di sorpresa e fa il vuoto fra lui e il gruppo transitando al 1° km con oltre mezzo minuto di vantaggio sul gruppo .

A questo punto , proprio Christopher Dichio prende l’iniziativa , operando una serie di scatti che mette a dura prova il gruppo che comincia a sgretolarsi e recupera ad ogni giro , qualche secondo al battistrada .

A metà gara sono rimasti in 6 : i 2 laziali Alessio Sciatore e Manuele Terenzi che chiuderanno con i propri personali al 6° e 7° posto ; i 2 lombardi Giacomo Viganò e Andrea Previtali , anche loro a personale al 4° e 5° posto , l’altro pugliese Massimo Stano e Christopher che continua a tenere alto il ritmo .

A tre giri dal traguardo , i laziali mollano . Altro strappo e quando mancano solo due giri , via anche i lombardi Viganò e Previtali . A questo punto , anche se una medaglia è sicura , Christopher non demorde e a duecento metri dal traguardo ennesimo strappo del lucano , con Massimo Stano che non molla e proprio sul traguardo soffia l’argento a Chistopher . Ottimo il tempo per entrambi : 18’ 29” 25 per Massimo Stano e 18’ 30” 47 , per Christopher , ad un secondo dal primato personale stabilito10 giorni fa a Matera e a soli 7 secondi dalla medaglia d’oro Giovanni Renò che chiude in 18’ 23” 89 .

Grandissima la soddisfazione per Papà Raffaele , mamma Margherita e sua sorella Alessandra che per tutta la gara , non hanno mai smesso di incitarlo e per il Presidente regionale Michele Ferrara che ha subito espresso per telefono le più vive congratulazione all’atleta .

è andata bene così “ commenta il suo papà Angelo Dichio che riveste il difficile doppio ruolo di genitore e di tecnico , “ anzi benissimo , perché sia Christopher che gli altri hanno dato il massimo e ciò rimane l’aspetto più importante dell’evento, considerata la giovane età dei protagonisti .

Per Christopher , al primo vero importante appuntamento della sua carriera , aver centrato gli obiettivi e retto all’emozione è un segno tangibile di maturità agonista” .

altro aspetto importante “ , continua Vito Frangione – Commissario tecnico della Fidal Basilicata , che ha diretto la squadra a Bastia , sia nella 4 km maschile che nella 3 km femminile , le medaglie siano tutte provenienti da Puglia , Basilicata e Campania , in pratica dal Trofeo Mediterraneo , il Trofeo ideato e messo su 5 anni fa proprio dal nostro referente Angelo Dichio , insieme al pugliese Tommaso Caravella e al Siciliano Franco Bandieramonte .

Il Trofeo poi è cresciuto , divenendo sempre su iniziativa di Angelo Dichio Eurowalkamp – settimana Internazionale della marcia giovanile europea, con la presenza di tecnici qualificati e campioni Olimpici di fama Internazionale, ottenendo così la certificazione di qualità della Fidal nazionale e , sarà un caso che 5 delle 6 medaglie di Bastia erano reduci proprio dall’Eurowalkamp ?

Questa medaglia “ conclude Il protagonista Christopher , “ voglio dedicarla a mio padre Raffaele , che ogni giorno ci indica la via e al mio Presidente Regionale Michele Ferrara , che in questa medaglia ha sempre creduto e che quest’anno mi ha fatto vivere una bellissima esperienza tecnica , inviandomi al raduno della nazionale Giovanile di Marcia di castelnovo né Monti , raduno del quale , ovviamente , ho fatto tesoro ed esperienza “ .

Infine , conclude Lasquale Levanto , dirigente Euroatletica che ha egregiamente supportato sia Christopher che sua figlia Anna Lisa a Bastia , “ continua la tradizione che vede i vincitori del MarciaMonte , imporsi nella rassegna Iridata di categoria a dimostrazione della valenza Tecnica ormai indiscussa della nostra manifestazione .

Sempre a Bastia Umbra , Anna Lisa Levanto che dopo il brillante diploma di scuola media conseguito con Ottimo , si è divisa fra danza moderna e marcia , ha conseguito un dignitosissimo 13 ° posto con il suo nuovo primato personale .


Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi