martedì 25 Febbraio 2020

Si potrebbe fare anche da noi?

Domanda: a Montescaglioso avremmo capacità, talenti, voglia e possibilità di realizzare un video virale per promuovere la nostra città?

Oggi leggevo un interessante articolo su una piccola cittadina americana – Grand Rapids nel Michigan – che Newsweek ha inserito nella classifica delle città morenti degli USA. In risposta a questo triste primato quasi tutti i cittadini hanno voluto contribuire a un simpatico video virale che consentisse di far passare di bocca in bocca e di computer in computer il nome e le immagini della loro città.

Il video è un gigantesco playback di una famosa canzone, dura circa 9minuti… guardatelo tutto, non pesa affatto:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Secondo me anche a Montescaglioso ci sono tanti ragazzi di talento che saprebbero inventarsi qualcosa di simile. E sarebbe bellissimo coinvolgere centinaia di montesi questa estate per promuovere i nostri luoghi, le nostre tradizioni o semplicemente per divertirsi. Voi che ne pensate… potremmo lanciare un concorso?


Commenti da Facebook

9 Commenti

  1. Contro2o

    Una realizzazione stupenda, con un’unica inquadratura e senza alcun taglio… davvero ben coordinata! Ovvio che per fare qualcosa del genere ci vuole un impegno e un lavoro incredibile, e non pochi finanziamenti (vedi le sponsorizzazioni platinum nei titoli di coda)!

    Però caro Ciffo, vuoi sapere qual’èla triste realtà di Monte? Troppe poche persone credono nel prossimo e che sia davvero possibile unire le forze per creare qualcosa di grosso nel nostro paese. Nessuno ha mai sentito dire che l’unione fa la forza?

    Mi spiego meglio.

    Come molti di voi sapranno, grazie agli sforzi economici dei ragazzi del Red Fox, e alla preziosa collaborazione di alcuni elementi che hanno deciso di mettere in gioco le proprie competenze e professionalità a titolo del tutto gratuito, stiamo organizzando un grande evento per quest’estate, ovvero la prima edizione dello ScaglioSound Festival. Tutto ciò per un paio di giorni potrebbe potenzialmente catalizzare l’attenzione di moltissima gente, grazie alla presenza di moltissimi ospiti di fama nazionale ed internazionale (ci saranno grandi musicisti dagli USA!), e attirare un grande pubblico con conseguente ritorno economico, d’immagine e una notevole promozione della nostra Montescaglioso. Basta pensare che un evento del genere a Monte non c’è mai stato prima!

    Ebbene, vi lascio immaginare che non sia una passeggiata metter su tutto ciò… e lo stiamo facendo in pochissime persone. Chiamare grandi band di richiamo costa, tutte le infrastrutture costano, tutto ha un costo che per adesso è coperto da pochi investitori. Certo, speravamo di poter contare sulla partecipazione dei montesi che con la loro attività potessero minimamente supportare l’iniziativa attraverso delle sponsorizzazioni. Purtroppo abbiamo ancora una volta confermato che la Puglia e i pugliesi sono lontani anni luce dalla nostra mentalità! Poi chiediamoci come mai la Puglia si stia sviluppando a dismisura e stia crescendo economicamente, artisticamente ecc… e noi rimaniamo il popolo statico e asettico di sempre! 

    Non abbiamo la mentalità di investire, di proporci, di collaborare (piuttosto siamo maestri nel distruggere), di rischiare!

    In pochissimi hanno capito che per crescere è necessario prima di tutto volerlo, e poi fare uno sforzo per ottenere il risultato.

    In pochissimi hanno risposto con una quota che, seppur simbolica, è meglio del niente di chi ha negato anche un centesimo.

    E così vorremmo far crescere Monte?

    Quando c’è la possibilità di fare un passo avanti tutti ne fanno cento indietro!

    Questo sconforto non è solo mio, ma è soprattutto quello che ho letto nelle parole di chi, proprio in questo periodo, sta “girando” tra le attività commerciali montesi per presentare l’evento chiedendo se qualcuno sia disposto a sponsorizzarlo, e si vede sbattere troppe porte in faccia.

    Vi chiedo scusa per lo sfogo, ma capite la delusione di chi vuole immaginare qualcosa che a Monte ancora manca e si trova sempre contro l’attrito di una mentalità spesso troppo ristretta.

    Credo che un evento del genere non sia di chi lo sto organizzando, ma di tutti quelli che vi parteciperanno perchè è il pubblico il vero motore di un evento. Mi spiace solo che sia così difficile da capire che se c’è pubblico c’è pubblicità, se c’è pubblicità c’è economia, se c’è economia c’è crescita!!! Come diceva una pubblicità di qualche anno fa… “L’economia gira con te”. A Monte l’economia sembra non volersi muovere dalle tasche!

    Sappiate che ognuno può contribuire a far crescere l’evento e con esso dare visibilità alla propria attività!

    Montesi… dimostriamo una buona volta che siamo in grado di unire le forze e creare qualcosa di veramente imponente, dimostriamolo a noi stessi e a tutti quelli che verranno da fuori o che ne sentiranno anche solo parlare!

    Capisco che sia la prima edizione ma abbiamo bisogno di voi per farla nascere sotto una buona stella affinchè l’evento possa crescere negli anni e diventare un punto di riferimento musicale (e non solo) nel territorio!

    Ringrazio in anticipo tutti coloro che crederanno nell’iniziativa offrrendoci il proprio contributo!

    A voi la palla…

    1. ciffo

      Capisco il tuo sfogo Mike. So che non sei tipo che si arrende quindi non sto a scrivere frasi di incoraggiamento.

      Come ti anticipai a pasqua da parte mia hai tutta la disponibilità. Se vuoi possiamo mettere su un sito dedicato alla manifestazione a costo zero per voi. Avreste spazi sul sito da vendere agli sponsor, una sezione per donazioni e magari potreste creare un’associazione a supporto della manifestazione. Così facendo anche i semplici cittadini potrebbero aiutarvi iscrivendosi e pagando una quota associativa magari avendo in cambio il diritto ad uno sconto sul biglietto.

      Riguardo le attività che non partecipano non mi sento di criticare. Ognuno fa i propri conti e cerca di capire quanto una manifestazione può tornargli utile. A Monte credo che molti sbaglino a fare conti ma questo è un altro discorso che vale nel vostro caso e in situazioni anche molto più importanti.

      Le istituzioni che dicono? Farete in autonomia o chiederete aiuto?

      1. Contro2o

        L’autonomia in questi casi sarebbe deleteria perchè se vogliamo far si che l’evento sia realizzato in grande abbiamo bisogno di quante più energie. Infatti il mio precedente post non aveva intenzioni pretenziose nei confronti delle attività locali, che son liberissime di scegliere cosa fare e cosa non fare, ma solo un tentativo di sensibilizzazione verso il “più siamo, più siamo forti!”.

        Grazie Ciffo per il prezioso supporto e i consigli sempre ben accetti! Vi tengo in considerazione da quando a Pasqua abbiamo avuto modo di parlarne di persona, ringraziandovi già in anticipo per la disponibilità. E’ da allora che ho provato a contattare un po’ di addetti ai lavori  per chiedere loro se potessero realizzare un sito per l’evento da poterti consegnare, ma mi rendo conto che non è un lavoro semplice. Capisco che non sia facile accettare un impegno del genere, soprattutto quando il budget è a secco.

        Ne approfitto a questo punto per rivolgere un appello a chi dovesse leggere queste righe: se qualcuno con le competenze necessarie è diposto a mettersi in gioco offrendo la propria collaborazione per realizzare il sito ufficiale dello ScaglioSound Festival è il benvenuto. Abbiamo bisogno di un webdesigner capace e volenteroso che possa realizzare il sito e far crescere la visibilità e l’informazione dell’evento. Il nostro punto di forza è e deve essere la collaborazione, come dimostrato dai risultati ottenuti nel bellissimo video realizzato dalla cittadinanza di Grand Rapids.

        Chi dovesse essere interessato può contattarmi anche in privato. Grazie mille.

        Riguardo alle istituzioni avevo preparato un’opportuna documentazione finalizzata alla richiesta di patrocini da parte delle istituzioni. Nel periodo pasquale ci avevano giustamente risposto di farci risentire dopo le votazioni e, se non sbaglio, ad oggi i ragazzi che si occupano cdi questo aspetto dovrebbero già aver effettuato tale richiesta.

        Ringrazio a tal proposito Vincenza Abbatiello per il suggerimento, sperando in una risposta attiva ed un valido supporto da parte delle istituzioni… e di chiunque. 😉

  2. ciffo

    Stessa idea, stessa tecnica, cambia il posto. Questa volta siamo in Italia e a cimentarsi sono gli studenti di un istituto tecnico di Bibbienna.

    Contenuto non disponibile
    Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi