martedì 22 Settembre 2020

TENTA DI RUBARE 5 MILA EURO DA UNA BANCA

Fermato dagli agenti della Polizia di Stato, finisce agli arresti domiciliari

 

Matera Personale della Squadra Volante della Polizia di Stato è intervenuto in una banca di questo capoluogo dove ha sorpreso un uomo che si era indebitamente impossessato di tre carnet di assegni e della somma in contanti di 5 mila euro.
L’uomo, Antonio Motta 52enne residente a Montescaglioso,  personaggio già noto alla Polizia avendo già perpetrato due rapine ed un furto aggravato ai danni di altre banche del capoluogo, da tempo aveva dato vita a numerose richieste di intervento da parte dei direttori di  banche per le continue molestie arrecate agli impiegati agli sportelli nonché vari tentativi di impossessarsi di denaro.
 
Non nuovo quindi ad episodi del genere, anche questa volta era riuscito ad entrare in una banca situata in una via centrale di Matera e con destrezza a intrufolarsi in un caveau approfittando di una momentanea disattenzione degli impiegati.
Alla vista degli agenti ha restituito il maltolto.
 Ma,  questa volta, oltre alla denuncia per tentato furto aggravato, anche per evitare il concreto pericolo che il soggetto commetta altri reati della stessa specie, l’A.G. ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari.


Commenti da Facebook

1 Commmento

  1. ZODD

    Montescaglioso, evade dai domiciliari e viene arrestato

    Era stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari solamente dal giorno prima, 4 ottobre 2011, eppure ieri sera non ha resistito alla tentazione di farsi una passeggiata per il centro cittadino di Montescaglioso (MT). Un uomo è stato così arrestato per evasione da una pattuglia dei Carabinieri della locale Stazione, a cui quel volto familiare non è affatto sfuggito durante un controllo nelle vie del centro, finalizzato alla prevenzione dei reati in genere ed alla verifica sulle persone di interesse operativo e/o sottoposte a misure di sicurezza e prevenzione. L’uomo, nei cui confronti il giorno precedente era stata eseguita un’ordinanza di custodia cautelare in regime di arresti domiciliari per tentato furto e sequestro di persona, al termine delle formalità di rito è stato nuovamente sottoposto all’analoga misura presso la sua abitazione. Un ulteriore violazione del regime potrebbe certamente comportare per il Motta l’apertura delle porte della Casa Circondariale di Matera.

Rispondi a

Info sull'Autore

io sono quello che faccio

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi