Aguasaltas

per chi è appassionato di cinema  e per chi è appasionato di RETE …  un consiglio cinematografico

http://www.aguasaltas.com/Aguasaltas/Aguasaltaspuntocom.html

Sinossi: Aguas Altas, un piccolo villaggio in Portogallo, è felice di entrare nel 21° secolo con l’apertura di un proprio sito web.

A Madrid, una multinazionale ha registrato lo stesso dominio per il lancio sul mercato di una nuova acqua minerale.

Quale futuro si prospetta per il piccolo centro: pagare i 500.000 euro che l’azienda ha richiesto come risarcimento o chiudere il sito?

Questa sfida si trasformerà rapidamente in un circo mediatico, dove gli abitanti di questo piccolo borgo si troveranno costretti a difendere il loro sito web in nome del loro villaggio. Se da una parte gli abitanti sono praticamente all’oscuro di cosa sia veramente internet, dall’altra il loro prete si spinge fino ad affermare che se Gesù fosse vivo, avrebbe avuto un proprio sito.

 

 

In AGUASALTAS.COM si narra

          Come internet, la globalizzazione, le multinazionali, i media, i governi democratici, i reality show, gli scandali sociali e politici stanno cambiando il “Mappamondo Umano”.

          Come un villaggio si arrende a questa invasione mediatica e ai profitti da essa generati, per poi lottare contro di essa.

          Come le persone agiscono e reagiscono quando le loro debolezze umane sono improvvisamente messe a nudo.

Si tratta essenzialmente di un film corale rurale, dove il personaggio principale è il villaggio stesso con i suoi abitanti, una comunità che è ancora avulsa dalla cultura cibernetica.

È un film semplice e profondamente umano, radicato nella realtà e portatore di sentimenti universali.

Con personaggi “universali”, che possiedono una certa innocenza, incarnata da attori/ attrici come Joao Tempera, Maria Adanez, e Marco Delgado.

Con un umorismo leggero, un sorriso sulle labbra e una visione empatica dell’umanità.

Diretto in maniera maliziosamente classica, attento e sensibile alle idiosincrasie della natura umana.

Lavoro fluido di macchina, guidato da ciò che viene girato.

Sguardo caldo e confidente alla condizione umana.

Luce impressionista con i toni morbidi della primavera.

Una filosofia che è della grandezza dell’uomo.

Un punto di vista che rispetta le debolezze individuali.

Un suono puro e pastorale.

Musica “da banda”, gioiosa e popolare.

Un film allegro ed esaltante.

Profondamente umano.

Un inno alla semplicità

Luís Galvão Teles

 



 

il regista    

 

Luís  Galvão Teles

 

Regista portoghese laureato a Parigi nel 1970 alI’Istituto di Formazione Cinematografica, nei primi anni della sua carriera Luís Galvão Teles è impegnato con il cinema militante dopo la caduta della dittatura. Nel 1998, Teles vince il Vision Award alla carriera al Festival degli Hamptons con il dramma agrodolce ELLES (DONNE), così come il Premio del Pubblico ai festival di Palm Springs e Cinequest – Festival di San Jose.

I suoi due film più recenti, BLUES FADO (2004) e AGUASALTAS.COM (2007) sono commedie che esplorano ed esaltano la natura umana.

Nel 1997, Galvão Teles fonda la Fado Filmes, che ha al suo attivo oltre 15 co-produzioni internazionali, la più recente delle quali è FADOS, l’acclamato film di Carlos Saura.

 


Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi