martedì 24 aprile 2018

Murgia S. Maria

Tema itinerario: Habitat rupestre nel Parco della Murgia Materana. 

Lunghezza: km 9 Tempi: una mattinata e un primo pomeriggio.

Pernottamento: strutture centro storico di Montescaglioso e/o alberghi di Matera. Pranzo: a sacco. Cena: presso locali tipici di Montescaglioso o di Matera

Guida ed assistenza: operatori CEA Montescaglioso ceamonte@katamail.com ( tel. 334.8360098, fax 0835.201016).

Jazzo Annunziatella  Ovile a Jazzo Annunziatella Ovile di Parco dei Monaci S. Maria de Olivares: grotta

Una escursione in una delle aree più suggestive del Parco Murgia tra Matera e Montescaglioso. E’un comprensorio con antiche attestazione della frequenza umana. Nell’area si concentrano oltre alle valenze naturalistiche tipiche del Parco, una fitta copertura di macchia mediterranea, anche alcuni insediamenti rupestri rappresentativi della presenza monastica sul territorio. Parco dei monaci, una masseria fortificata appartenuta all’abbazia benedettina di Montescaglioso. L’ovile di Parco dei monaci, probabile antico possesso del medesimo monastero. A cripta di S. Maria de Olivares, databile ai secoli XI-XII forse pertinente un antico eremitaggio monastico. Lo jazzo dell’Annunziatella, un vasto sistema di grotte/ovili appartenuto al convento di S. Francesco a Matera.

Percorso:

– Partenza e parcheggio dall’area di sosta di Masseria Passarelli c/o la SS. 175.

– Parco dei monaci: masseria fortificata a corte di sec. XVI appartenuta ai Benedettin idi Montescaglioso. Intorno l’antico oliveto (sec. XVIII) con resti della cinta in tufo.

– Ovile rupestre di Parco dei Monaci: grotte utilizzate come stalle in prossimità di un guado sulla Gravina. Sulla sponda opposta, i giardino terrazzato di Masseria La macchia.

– Guado di Masseria Passarelli.

– S. Maria di Olivares: cripta a due navate ( sec. XI-XII) con resti di affreschi. Presenza di ipogei collegati alla chiesa e di tre livelli di grotte appartenenti ad un ovile fortificato.

– Jazzo dell’Annunziatella: spettacolare sequenza di grotte scavate in un’asta torrentizia della Gravina. L’intero ciclo stagionale legato al governo del gregge è testimoniato da recinti e grotte con funzioni diversificate.

– Rientro direttamente al Guado Passatelli.

Varianti: abbinamento alla visita dei Sassi di Matera e/o all’Abbazia benedettina di Montescaglioso.


Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi