LA GENTE NON MANGIA DI DETERMINE

F.I.A.D.E.L.

FEDERAZIONE ITALIANA AUTONOMA DIPENDENTI ENTI LOCALI

Dipartimento  Igiene  Ambientale

Segreteria  Aziendale  AVVENIRE Srl

c/o  sede  Cantiere  di  Montescaglioso  (MT)

Viale Aldo Moro 174

Tel./Fax 0835/202211    Cell.3398689063

E-Mail pk70@live.it

                                                                   “LA GENTE NON MANGIA DI DETERMINE”

 

Qualcuno ha detto che al mondo ci sono: uomini, mezzi uomini e quaquaraquà.

Scusate la presunzione ma io credo di ritenermi un uomo dato che, quando dò la mia parola, da rappresentante degli operatori ecologici, democraticamente eletto dai suoi colleghi nel Settembre 2010, di sospendere lo sciopero ad oltranza e di riprendere il servizio di raccolta, io la mantengo e mi aspetto che la controparte (Ente e Azienda) facciano a loro volta la stessa cosa e cioè mantengano gli impegni presi.

Giudicate voi dopo aver letto questa mia lettera aperta chi sono i quaquaraquà.

Piccolo riassunto delle puntate precedenti: dove eravamo rimasti?

Come ricorderete il giorno 23 Ottobre ore 17,00 abbiamo ripreso il servizio di raccolta dei rifiuti dopo esserci fermati per circa due giorni e allorchè vi erano stati accordi verbali con i rappresentanti dell’Amministrazione e dell’Azienda,  i quali avevano promesso il pagamento di tre stipendi di cui due pagati dall’Azienda e uno direttamente dal Comune attraverso la procedura di attivazione dell’art.5 del D.P.R. 207/2010. (Vedere post inserito su Montescaglioso.net a titolo “SOSPESO LO SCIOPERO AD OLTRANZA” in data 24 Ottobre 2012 ).

L’Azienda aveva giustamente promesso il pagamento di due mensilità data la pubblicazione  all’albo pretorio on line della DETERMINA N.105 SETT. LL.PP. IMP. DI SPESA RACCOLTA RIFIUTI AGOSTO – SETTEMBRE del 23 Ottobre 2012 ore 17,53 con scadenza 07/11/2012.

La suddetta determina prevedeva un impegno di spesa di 167.000,00 euro con imputazione della spesa, sul cap. 10953/4, esercizio 2012, giusto imp. 1027 del 2012.

Noi operatori alle ore 18, 00 riprendiamo subito il servizio con tanto entusiasmo sapendo che entro il 31 Ottobre avremmo percepito almeno tre stipendi su cinque.

Il giorno 31 Ottobre, come ogni giorno, visito l’albo pretorio on line del Comune di Montescaglioso  e scopro che il giorno 26 ottobre 2012 ore 14,22 è stata pubblicata una nuova DETERMINA, la n.106/2012 ad oggetto: LIQUIDAZIONE MESI DI GIUGNO, LUGLIO, PARTE DI AGOSTO E SETTEMBRE 2012 all’impresa “AVVENIRE” s.r.l. per un totale complessivo di EURO 266.890,30 imputata sul cap.10953/4 del bilancio comunale 2012.

Nel frattempo siamo arrivati quindi al 31 Ottobre, data ultima perché noi operatori ricevessimo le tre mensilità promesse, ma non avendo ricevuto nessun bonifico, proclamo già per l’indomani 01 Novembre, un’assemblea permanente degli operatori, con servizio sospeso tranne che per le utenze garantite come per legge. Nello stesso  giorno vengo convocato al Comune d’urgenza dall’Assessore al ramo Dott. Eletto che anche in presenza di un Maresciallo della locale stazione Carabinieri mi chiede le motivazioni per cui avremmo sospeso il servizio per il giorno dopo.

Risposi che ciò era dovuto al venir meno degli accordi presi, in quanto non avevamo ricevuto neanche l’ombra di un quattrino, alla mia risposta l’Assessore Eletto un po’ irritato mi prende l’ennesima DETERMINA, la n.107/2012 pubblicata sull’albo on line il 30/10/2012 alle ore 13,33 e me la sventola sotto il naso affermando che aveva ottemperato al suo impegno di pagare direttamente lo stipendio di Agosto a noi operatori. Io risposi che con le determine non ci mangiamo  e non ci paghiamo i debiti che abbiamo contratto per la sopravvivenza delle nostre famiglie perché “sfido chiunque a vivere cinque mesi senza che entri un euro in casa!!!”. Prima di andare via dissi che saremmo andati avanti con la sospensione del servizio finchè non avremmo avuto materialmente i soldi  e non solo determine virtuali.

Nel pomeriggio alle ore 17,20 arriva un Telefax dell’AVVENIRE all’Ufficio F.I.A.D.E.L. che comunica gli estremi di 11 bonifici domestici a favore di altrettanti operatori ecologici (ne mancano quattro per mancanza di IBAN ) tale bonifici sono per la liquidazione della mensilità di Luglio 2012. Con questo atto da parte dell’Azienda, che ringraziamo per aver anticipato una mensilità, abbiamo revocato l’Assemblea permanente prevista per l’indomani e il sottoscritto ha provveduto tramite SMS ad avvertire il SINDACO che l’indomani avremmo lavorato regolarmente.

Arrivato il bonifico in banca in data 06 Novembre, noi operatori non ne abbiamo potuto vedere neanche un centesimo, in quanto già trattenuto dall’istituto di credito per coprire le rate dei nostri mutui o prestiti. Ironia della sorte, perché ci sarebbe da ridere se non fosse che la situazione è davvero drammatica, gli altri nostri creditori ( che ringrazio sempre vivamente perché ci vengono incontro in questi momenti difficili facendoci  credito): panifici, supermercati, cartolibrerie (debito contratto per acquisto libri scolastici per i nostri figli) pretendono giustamente che  vengano saldati i debiti perché leggendo anche loro le suddette determine di liquidazione (virtuali ) pensano che abbiamo percepito tutte le mensilità arretrate. E’ questa infatti la voce che si è diffusa nella nostra città, dato che sono gli stessi amministratori che affermano che siamo stati pagati, voce che voglio  SMENTIRE CATEGORICAMENTE.

A questo punto lancio un’appello alle Istituzioni competenti affinchè CONTROLLINO   questi atti   che sbucano come funghi e la cui correttezza formale è tutta da dimostrare perché le determine assumono la loro esecutività all’atto della sottoscrizione del visto di copertura finanziaria a nulla rilevando la loro pubblicazione che nei fatti ma anche nel diritto può essere anche omessa. Indubbiamente è buona norma di trasparenza pubblicare gli atti dirigenziali ma ai soli fini di pubblicità, non avendo la loro pubblicazione all’albo , valenza legale.

Per dirla semplicemente non dichiarate che noi operatori ecologici e la stessa Azienda “AVVENIRE” siamo stati soddisfatti delle nostre spettanze perché se è vero che avete pubblicato delle determine a liquidare e altresì vero che NON ABBIAMO RICEVUTO a tutt’oggi 10 Novembre 2012 alcunchè . Anche perché, quando in passato abbiamo ricevuto dei pagamenti l’ho sempre dichiarato, anche attraverso organi di stampa e social network.

Per l’ennesima volta rilancio l’appello agli amministratori di impiegare le loro energie fisiche e mentali per risolvere questa drammatica situazione piuttosto che prendersela con il sottoscritto che spesso e volentieri viene convocato in Caserma dei Carabinieri per gli avvisi di garanzia a me indirizzati. Più  volte ho dichiarato una tregua per poter discutere civilmente e trovare insieme soluzioni per rimediare a questa piaga, sanno benissimo che ho sempre dichiarato di essere disponibile ad avere confronti anche pubblici con loro. (Vedere tutte le mie richieste di incontro protocollate al COMUNE).

E’ davvero eccentrico che io sia perseguitato perché rivendico i nostri diritti di lavoratori ad essere retribuiti secondo le regole e ribadisco ancora una volta che tutte le nostre iniziative sono effettuate a norma di Legge e che le loro denunce alla PROCURA non mi spaventano.

Pretendo altresì da parte di un ente istituzionale quale è il COMUNE altrettanta correttezza e legalità.

Mi preme ricordare, in conclusione, che il 12 Novembre la raccolta differenziata qui a Montescaglioso compie QUATTRO ANNI e sia per noi operatori che per i cittadini questa iniziativa non ha portato finora nessun beneficio economico, anzi per noi operai sono stati quattro anni di sofferenze e tribolazioni.

Confidiamo comunque in un AVVENIRE migliore, speriamo!!

Per concludere devo aggiornare il” bollettino di guerra”: a tutt’oggi gli operatori ecologici di Montescaglioso sono in arretrato di QUATTRO mensilità e quindi aderiremo allo  sciopero generale nazionale del 14 Novembre in primis e poi è già stato proclamato l’astensione collettiva dal lavoro ad oltranza per il 26 Novembre di cui è già stata data comunicazione alla Commissione di Garanzia Scioperi in data 07 Novembre. (www.commissionegaranziasciopero.it/)

 

Ci scusiamo anticipatamente con la cittadinanza per gli eventuali disagi.

 

 

Montescaglioso, lì 10 Novembre 2012                                                          R.S.A

                                                                                                        Michele Dimichino

 


Commenti da Facebook

22 Commenti

  1. linoliva

    Secondo me bisognerebbe scioperare ad oltranza fino a quando l’ex mattatoio verrebbe sommerso dall’immondizia,tipo Napoli,come si stanno ricoprendo di immondizia i nostri amministratori con queste prese in giro.Io personalmente mi vergognerei e non avrei nemmeno il coraggio di guardare in faccia questi poveri operatori che non percepiscono lo stipendio,dopo che sono stati presi ripetutamente in giro con queste promesse da marinaio.Caro Michele hai tutta la mia solidarieta'(anche se non ti serve per mangiare) e volevo dire che le determine,a questo punto, oltre che non servono per mangiare,servono solo per pulirsi il ……… .I nostri amministratori si devono rendere conto che la gente è davvero stanca di essere presa per il culo e la loro parola ormai vale meno di zero.Vediamo di essere piu seri , perche cosi vi state giocando la vostra reputazione,cioè tradotto = “…e ci vedda’ vuta’ chiu’?….”

    Buona domenica a tutti……

    1. For Peace

      ma voi operatori ecologici siete dipendenti comunali o dipendenti di avvenire?

      se siete dipendenti di avvenire, lo stipendio dovreste pretenderlo dall’azienza e di conseguenza l’azienda dovrebbe pretendere il corretto pagamento dal comune? sbaglio? diversamente non riesco a capire tutta questa rissosità con il comune stesso.

      fate la pace

      dopodicchè chiedo al comune di rendere più noti i dati della raccolta, l’utilità sociale della stessa ed i risparmi annunciati ad inizio raccolta, in quanto per i cittadini sembra una vessazione economica visti i costi, fermo restando la loro pronta capacità dimostrata e l’utilità in assoluto a differenziare.

      internauti, stiamo attenti a sparare a zero sugli statali, rappresentano l’unico elemento di fiducia nel panorama dei dipendenti, è vera spesa pubblica che porta benessere al sistema economico, benvenga parlare di efficienza ma non demonizziamo le persone. bye bye monte e cerca di crescere che ti abbiamo nel cuore

      1. DUX70

        Ho come l’impressione che non hai capito niente di quello che ho scritto: pretendo la chiarezza negli atti pubblici, soprattutto se riguarda un pagamento non avvenuto da parte del Comune e di cui loro dichiarano il contrario.

        Se il Comune non ha i fondi per liquidare le fatture dell’azienda, pretendo che almeno adottino per sempre l’art. 5 del D.P.R.  207/2010 (obbligo dell’Ente appaltante di sostituirsi d’ufficio nelle retribuzioni ai dipendenti dell’appaltatore). Ma non lo dico io misero spazzino di m…a ma è dal mese di Febbraio che sia il Prefetto di Matera che il Ministero del Lavoro ha ritenuto di procedere in questo modo, proprio per salvaguardare i diritti dei lavoratori e le loro famiglie. Per quanto tempo ancora dobbiamo elemosinare ciò che ci spetta di diritto?

        MI meraviglio che parli proprio tu che sei un dipendente statale e che sicuramente hai un costo per la collettività, se non condividi la nostra battaglia per essere retributi, ti poni in un modo direi alquanto ambiguo.

        Cordiali Saluti

        Michele Dimichino

         P.S. : Poniti una domanda e datti una risposta, oppure vai a chiedere agli amministratori: PERCHE’ L’AZIENDA NON PAGA GLI OPERAI?

        1. For Peace

          avete tutto il diritto di essere pagati, la mia risposta sui dipendenti pubblici era ad un post precedente, non ti scaldare, per me il lavoro viene prima di tutto, so’ bene le necessità della famiglia al di là di chi si sia dipendenti e delle imprese che si amministrano, ho proposto un clima di pace, inutile immaginare contrarietà. altro è il discorso sulla opportunità della differenziata, che ritengo in assoluto positiva, vorrei più dati da parte del comune circa il riciclo, la destinazione di quanto raccolto ed una rinnovata compartecipazione dei cittadini ai benefici.

          Cordiali Saluti

          ps: per fare onore al ruolo che svolgi ed al fatto che tenti di rappresentare interessi collettivi, ti consiglio di cambiare logo al tuo nick name in quanto quei simbolismi sono stati superati dalla storia.

          montenettiani supportatemi in questo almeno

          bye bye

  2. cico

    Condivido totalmente tutte le tue ragioni e le tue battaglie, ma arrivato a questo punto non perderei più tempo con queste persone,e non farei altro che licenziarmi e trovare un’altro lavoro dove mi pagano puntualmente ogni mese, dove danno tutti i diritti che mi spettano ferie, tredicesime,quattordicesime,permessi sindacali ,paga secondo tariffa,dai DUX70 fallo licenziati e trovati una azienda che rispetti tutti i tuoi diritti tanto a monte evoglia.

    1. DUX70

      Sei degno del tuo nick name caro cico, sei di una” bassezza” incredibile. Fai finta di condividere per poi invitarmi elegantemente a togliermi dai piedi.

      Allora vediamo un pò, dato che non riesco ad ottenere i miei diritti e quelli di tutti e QUATTORDICI miei colleghi dovrei licenziarmi e trovare un altro lavoro dove danno tutti i diritti. Tutti i diritti che hai elencato io li ho già conquistati tranne uno quello per cui l’azienda dipende dal COMUNE. Infatti non si può negare che quando l’azienda riceve il pagamento delle fatture dal Comune, anche lei a sua volta ci paga gli stipendi.

      Questo tuo appello sembra quasi un invito a togliermi di mezzo: mi dispiace ma non ci  casco in questi giochetti, lo so che dò fastidio a qualcuno ma allo stesso tempo so di essere apprezzato da tanti altri. Soprattutto so che sto lottando e sto rappresentando delle PERSONE che altrimenti non avrebbero avuto voce e possibilità di difendersi in questa difficile situazione. Ho giurato che avrei risolto questo problema e quando avverrà cioè quando riusciremo ad avere gli stipendi arretrati e ad essere pagati mensilmente con regolarità può anche darsi che mi licenzierò.

      P.S. Lavoro da quando avevo quattordici anni e sempre in regola mai in nero. Il lavoro e il sacrificio non mi spaventano! Ma pretendo che al dovere corrisponda il diritto.

       

  3. cittadinoattivo

    non capisco il motivo per cui For Peace si scaldi tanto e polemizzi sul nulla…cosa vuoi che interessi al popolo di monte.net dall’avatar che utilizza Dux70…montenettiani se proprio dobbiamo “riattivarci” facciamolo per solidarizzare tutti insieme con gli amici dell’Avvenire Srl…Comune quando ci svegliamo???

     

    1. liberamente

      Scusate la mia ignoranza, ma questa delibera  http://www.comune.montescaglioso.mt.it/albo-pretorio/81-delibere-di-giunta-comunale/2666-del-di-gc-n-106-richiesta-parere-pro-veritate.html che vuol dire, che vogliono assumerle a tempo indeterminato? Ma non siamo in tempo di crisi? Anziché tagliare e definire le priorità quando la situazione è difficile i nostri amministratori continuano a spendere e impegnare i nostri soldi perché manca il personale adatto? Forse ce ne sono troppi di dipendenti e sarebbe il caso di rivedere la pianta organica e di definire meglio le mansioni di ciascuno! Ho parlato di priorità perché ho visto anche le spese per la piscina. Era proprio necessario? Dico che è stupendo che i ragazzi vadano in piscina, ma se non ci sono i soldi per pagare la ditta Avvenire, la mensa scolastica, le bollette della luce, ecc. ecc. forse sarebbe il caso che si mettessero a tavolino e stilassero un elenco di cose necessarie a TUTTI e non a una piccola porzione di cittadinanza. E’ più importante la piscina o pagare i creditori? E’ più importante assumere altra gente o pagare le bollette della luce o del gas, e così via. La vogliamo finire di improvvisare senza avere in mente un progetto per il futuro? di pensare che accontentare qualcuno significhi fare il bene comune? I vantaggi devono essere per tutti.

      1. Conte di Montecristo

        Sarebbe interessante sapere anche il costo di questa consulenza esterna pagata da noi cittadini,  per avere quale beneficio?

        Chiedo scusa a DUX70 se mi sono intromesso non volevo sviare l’attenzione dall’argomento del FORUM che comunque ha la priorità.

        Prima di tutto devono sistemare la situazione di questi operai, prima di pensare ad ulteriori spese, anche perchè sono fra quelli che espletano uno dei servizi più importanti per la comunità e vanno ricompensati!

        1. liberamente

          Il costo per questa consulenza sarebbe una tantum, invece assumere 2 dipendenti in più, di cui  una in categoria D1 cioè diregente (?) e una in C, sarebbe sistemarle a vita! Un bel salto da LSU a dirigente! Cioè spese ulteriori per il dissestato bilancio comunale! e poi il consulente amico immagino darà un parere favorevole, così gli amministratori potranno dire: “ma l’ha approvato un super-consulente, non noi; tutto secondo legge!”

          Faccio un appello “alla Berlusconi” a tutte le signorine-utenti di sinistra: fidanzatevi o sposate uno di destra e a tutte le signorine-utenti di destra: fidanzatevi o sposate uno di sinistra. Prima o poi otterrete un posto fisso.

          A tutti i cittadini e montenettiani: urlate, fate rumore contro le ingiustizie che continuano a esserci . Per fortuna che c’è internet e grazie soprattutto a Tremonti che ha permesso di rendere pubblici gli atti delle Amministrazioni.

          A voi amministratori invece: VI TENIAMO D’OCCHIO! Capisci a me…?

          1. Conte di Montecristo

            Se proprio devo dire la mia ecco la mia proposta: Visto che queste due dipendenti ex LSU o LSU fanno parte di famiglie dove un reddito sicuro già esiste, si potrebbe al loro posto assumere “per il bene comune” un capofamiglia disoccupato da almeno due anni così il Comune può avere benefici contributivi dato che  è su”orlo del dissesto finanziario.

            Caro Liberamente hai ragione, bisogna urlare e fare rumore, ma credo che troveremo pochi seguaci disponibili.

          2. liberamente

            Carissimo Conte di Montecristo, volevo precisare alcune cose. Nel caso specifico, non ho niente contro le suddette persone. Sono semplicemente incavolato contro questi amministratori, contro i precedenti e i politici in generale. Contro cioè quel tipo di politica vecchia che guarda PRIMA al proprio piccolo o grande interesse e DOPO a quello dei cittadini tutti (dovrebbe essere il contrario!).

            Pongo ora un problema morale. Mi sono iscritto da poco a questo sito un po’ per sfogo e un po’ perché volevo sentire cosa pensano gli altri montesi dei politici che ci governano, di coloro che predicano bene, ma razzolano male. Non dico che i politici siano tutti uguali. Ci sono persone serie che però o vengono escluse perché danno fastidio o si adeguano all’andazzo e pretendono un loro tornaconto personale. Come se ne esce? Forse parlandone, scambiandosi idee, spingendo gli amministratori e la gente a cambiare il modo di considerare il BENE COMUNE. Cambiare cioè mentalità. Ho tutti i difetti di questo mondo, tranne uno: la COERENZA. Se una cosa non la ritengo GIUSTA, se un mio vantaggio può calpestare un’altra persona, io RINUNCIO. E mi è capitato molte volte che nel mio lavoro (ho  più anni di te e più esperienza) mi è stata offerta un’opportunità a me vantaggiosa. Io ho saputo dire di NO perché ho pensato agli altri miei colleghi, a come mi avrebbero considerato, a quanta vergogna avrei avuto. E’ una questione di rispetto degli altri e di se stessi. Quanti di voi  (e credo che ce ne siano) avrebbero fatto altrettanto!? Siate onesti e ponetevi questa domanda! Nel nostro piccolo possiamo incominciare a dire NO, a rifiutare di scendere a compromessi, a rifiutare di adeguarsi al “magna magna”, così da poter andare a testa alta e non dover dire grazie al politico di turno. Sai che bella soddisfazione?! Vorrei sentire qualcosa anche da Tonino, che mi sembra saggio. Come facciamo a cambiare la mentalità di un paese? Iniziamo a dire NO quando ci chiederanno i voti. Rispondiamo a chi ci fa promesse : PRIMA dimostrami di voler cambiare, POI ti voto.

          3. tm

            Ciao Liberamente, premetto che negli ultimi giorni ho letto poco di quello che si è scritto su queste pagine, un po per altri impegni, un tantino perchè anche io di tanto in tanto ho bosogno di staccare la spina; mi hanno colpito però i tuoi spunti che ho trovato intelligenti e pieni di interogativi che poi sono alla basa del nostro vivere quotidiano. Il rispetto innanzitutto? come darti troto? Il rispoetto degli altri è uno dei valori irrinunciabili del convivere civile. valore che però spesso è messo in secondo piano nella scala delle nostre priorità proprio perchè al rispetto preferiamo l’individualismo e l’egoiso che per poter raggiungere siamo anche disposti a passare sul “cadavere” del nostro avversario. Quello che tu dici ti fa onore; questo dovrebbe essere il nostro comportamento in tutte le sfaccettature della nostra coesistenza civile. Purtroppo cosi non accade, allora ti trovi di fronte a situazioni davvero paradossali; mi viene in mente come esempio a questo punto la situazione dell’ospedale di Matera. Li ci lavorano tantissimi montesi, molti dei quali assunti con chiamate non proprio consone al convivere civile. Per carità, lungi da me il pensare che non fossero meritevoli di occupare quei posti; ma siamo certi che magari non ci fossero persone più meritevoli o bisognose magari di Salandra o Garaguso? Ecco, quando si abbandona la meritocrazia e il bisogno nella scelta delle figure e ci si affida alle amicizie per non parlare alle vere e proprie caste delle assunzioni, in quello stesso momento viene meno quel rispetto cui tu facevi riferimento e ci rende tutti più egoisti e individualisti a dispetto del bene comune.

            Ti chiedi se non è il caso di rispondere ai vari politici che ci chiedono i voti con il non voto se non dimostrano prima di essere disposti veramente a cambiare. Potrebbe essere una soluzione; io in tutta onestà sono invece per un altro tipo di risposta: cioè occupare fisicamente gli spazie della politica per costringerli ad una vera democrazia partecipata, senza remore e senza soggezione alcuna nei confronti del papavero di turno, ma facendo capire che ognuno di noi ha delle proprie qualità e capacità, e che il posto che occupa anche il politico deve essere meritato per davvero e non perchè glielo ha lasciato in eredità la madre. I politici occupano i vari posti delle Istituzioni perchè il popolo li ha eletti, come tale va anche ristabilito il concetto che se il popolo li ha eletti lo stesso può anche cacciarli a pedate nel di dietro se ce ne fosse bisogno. Ecco Liberamente, io la penso in questo modo e se tutti cominciassimo a convincerci di questo puoi essere certo che sarebbero i politici ad avere timore di noi e non il contrario come succede attualmente.

            Tonino

  4. liberamente

    Vorrei sapere se la vostra situazione si è risolta definitivamente (me lo auguro) o se è ancora precaria.

    Inoltre, facendo delle ricerche su Internet, non ho trovato un sito ufficiale della vostra azienda. In particolare vorrei sapere che fine fanno i nostri rifiuti. Come vengono gestiti; quali sono le destinazioni; se tutti i sacrifici economici che i cittadini stanno facendo per la raccolta rifiuti servano a qualcosa o se questi non vengono in effetti differenziati una volta giunti a destinazione. Quali vantaggi avrebbero dovuto effettivamente portare ai cittadini. Che tipo di cotratto è stato sottoscritto e cosa comprende. Puoi darmi delle risposte o un link dove poter conoscere esattamente il percorso dei nostri rifiuti? Ti ringrazio in anticipo.

    1. DUX70

      Le tue domande sono tutte giuste ed opportune e sono proprio quelle che mi auspicavo un giorno i cittadini si ponessero. (Non appena cominciano a svegliarsi dal loro torpore e dal loro menefreghismo ).

      Come dice giustamente Rokko77 non sono io colui che deve rispondere a questi quesiti bensì l’Azienda e il Comune.

      Da sindacalista ora mi sto occupando di rivendicare il nostro diritto principale e cioè quello di percepire il giusto stipendio, ma ti anticipo già che  da cittadino sto preparando un intervento dove illustrerò le percentuali della raccolta differenziata dal 2008 a Dicembre 2012 e dove illustrerò quelli che secondo me sono i motivi per cui tali percentuali sono scese e quali dovrebbero essere gli interventi più opportuni per risalire nelle graduatorie dei Comuni Ricicloni.

      Altra notizia che ti posso dare è questa: il contratto prevedeva di arrivare al 65% di R.D. per la fine del 2012, ma l’ultimo dato porta una percentuale di 60,24%. Potrei dire ancora molto ma mi fermo qua perchè dicono che parlo sempre troppo.

      P.S. : Da cittadino potresti richiedere che l’Amministrazione Comunale pubblichi ogni mese sul sito ufficiale del Comune i dati percentuali della Raccolta Differenziata.

      Michele Dimichino

      P.S. 2: La nostra situazione a tutt’oggi non si è risolta e siamo al 1 Dicembre. ArrabbiatoTriste ma “definitivamente” è una parola grossa in questa vicenda.

  5. RoKKo77

    tu sei un altro che si nasconde senza mettere la faccia e vuole che michele dimichino debba essere il fesso di turno che deve dichiarare cose imbarazzanti riguardo il percorso dei rifiuti. ma il problema che ti poni tu che non hai un nome e cognome te l’ho risolto io.

    http://www.avvenire.net/contatti.htm

    questo è il sito di avvenire, l’azienda dove lavora Michele, ci sono i numeri di telefono , chiamali e chiedi dove vanno a finire i rifiuti di Montescaglioso cosi almeno eviti l’imbarazzo in cui si puo trovare un nostro compaesano a dover fare tutte le volte da agnello sacrificale per tanti altri che hanno da ridire come te LIBERAMENTE ma che si nascondono….e parlano….e parlano….e parlano…e capiscono tutto!!!

  6. liberamente

    Grazie per la risposta. Se non ci metto la faccia sono affari miei e ho le mie buone ragioni. Inoltre penso che nell’anonimato si dicano cose più sincere e obiettive. Tu sei libero di non crederci, ma le cose non le so e per questo cerco di informarmi. La mia non voleva essere una critica o altro contro Michele. Anzi..il contrario.

    Detto questo, visto che spesso in alcuni commenti sul sito leggo che vengono fatte solo critiche senza portare idee per risolvere i problemi, allora lancio una proposta e la rivolgo all’Amministrazione, nel caso in cui anche questa non risponda alle mie precedenti domande: perché, alla scadenza del contratto (non so quando esattamente), non è il Comune a gestire direttamente i rifiuti? Che dia l’incarico a qualcuno competente (anche lo stesso Michele) di contattare le varie ditte addette al riciclo dei rifiuti e verificare direttamente quali siano le offerte più serie e fruttuose sul mercato, per portare soprattutto un vantaggio economico al Comune.

    1. DUX70

      dal fare un’altra osservazione: il vantaggio economico per il Comune (che siamo tutti noi cittadini ) dovrebbe derivare ANCHE dal ridurre i costi. Mi spiego meglio: più differenziamo……meno tonnellate di indifferenziato va in discarica…….meno soldi spende il Comune per la discarica………(si evita anche l’ecotassa)………..ergo da ciò che meno spese più guadagno. Meno spese per le casse comunali, meno tasse per i cittadini….ecc. ecc.

      Potresti anche dare un’occhiata qui:http://www.legambiente.it/temi/rifiuti/raccolta-differenziata. Ci sarebbe davvero tanto da fare, ma il tutto dovrebbe iniziare con un’adeguata informazione e non compete a me di farla.  A qualcuno  dispiacerebbe forse  vedere il nostro Comune di nuovo premiato tra i Comuni Ricicloni ?

      1. RoKKo77

        Se io avvenire ricevo un canone mensile per prendere i rifiuti da Montescaglioso e ce l ho per contratto, non sta scritto da nessuna parte che io Avvenire domani ti dirò a te comune vedi che ti abbasso il canone perchè sto avendo i soldi dall indifferenziata, questo semplicemente perchè non gli conviene dire al comune la cifra che si guadagna dal conferimento di carta, plastica, metalli e quant altro, altrimenti incasserebbe di meno e per qeusto sti benefici non sono mai esistiti ne mai esisteranno, a meno che Avvenire non si trasforma in trasportatore e non piu detentore di rifiuti, rimodulando il contratto, il comune paga i dipendenti, paga ad Avvenire solo la quota di trasporto, molto ma molto piu bassa, e poi essendo il comune il produttore dei rifiuti stipula le convenzioni con le aziende che ricevono il rifiuto differenziato e che pagano, di conseguenza i costi per la nettezza urbana diminuiscono e quindi la TARSU si abbassa per i cittadini. Ecco come si svolge la procedura corretta.

        1. liberamente

          Questo è ciò che intendevo per gestione diretta dei rifiuti. Non è necessario delegare all’esterno, che oltretutto è poco controllabile. Ma come dici tu, stipulare direttamente convenzioni con le aziende le quali pagano al Comune e non ad un altro ente che fa logicamente il suo interesse. In aggiunta a questo, il Comune deve INFORMARE, istruire i cittadini su come avviene la raccolta e quali sono tutti i vantaggi se viene fatta correttamente. Se il cittadino non sa o non capisce il perché deve impegnarsi, per quale motivo dovrebbe perdere tempo (perché  E’ una perdita di tempo se non c’è un ritorno economico per lui!). Di idee potrebbero essercene di migliori! Allora proponiamo!

          Naturalmente occorre un impegno notevole degli amministratori!

          Ma a proposito… quando scade il contratto?

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi