venerdì 27 Novembre 2020

Incontro a Montescaglioso con Olimpia Fuina Orioli

Questa complessa storia giudiziaria ha inizio il 23 marzo 1988, quando i due ragazzi furono ritrovati morti in casa Andreotta. Le prime indagini si indirizzarono verso una morte accidentale dovuta a folgorazione. Ma dopo un po’ di tempo la famiglia Orioli ha messo in evidenza dei dubbi sulle indagini compiute. In effetti sono state compiuti alcuni errori come ad esempio quello di non aver effettuato immediatamente l’autopsia.

Nel corso degli anni si sono susseguite archiviazioni e riaperture delle indagini.

Nel 1996 è stata eseguita una prima autopsia da parte del Prof. Umani Ronchi, mentre nel 2011 lo stesso esame è stato compiuto presso l’Istituto di Medicina Legale di Bari.

La famiglia Orioli ha da molto tempo evidenziato che, a suo parere, si tratta di una morte violenta non dovuta ad un evento accidentale.

Nelle ultime settimane la procura di matera sta valutando una nuova archiviazione della vicenda. La famiglia Orioli, nella persona di Olimpia Fuina, chiede che vengano effettuate ulteriori indagini da parte della procura per chiarire i tanti dubbi che ancora avvolgono questo caso giudiziario. mario dim.


Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi