L’ADEMPIMENTO DELLA PROMESSA

Cari concittadini, così come sono solito fare, sono qui a comunicarvi  ancora una volta, le ultime notizie circa la situazione degli operatori ecologici dipendenti della ditta “AVVENIRE” s.r.l., che come ben sapete ho portato alla ribalta da qualche anno esponendo le gravi inadempienze contrattuali tra Comune, Azienda e operatori, che mi hanno portato anche ad essere oggetto di denunce alla Procura della Repubblica.

Questa volta, però, sono qui a portare buone notizie, infatti, credo, anzi SPERO!!!, che si possa mettere la parola fine a questa incresciosa vicenda che dura ormai dal lontanissimo Luglio 2008 e questo grazie all’attuale Amministrazione Comunale presieduta dal Sindaco Dott. Ing. Giuseppe Silvaggi che si è concretamente attivata per venire incontro agli operatori.

Infatti, così come verbalizzato nell’incontro con il Prefetto di Matera il giorno 01 Marzo 2013 in presenza del Vice Sindaco di Montescaglioso Dott. Angelo Eletto, dell’assessore Maddalena Ditaranto, dell’amministratore unico dell'”AVVENIRE” s.r.l. e del sottoscritto; il Comune di Montescaglioso assicurava che non appena fosse stata perfezionata la procedura di affidamento del servizio di Tesoreria Comunale al nuovo gestore, si sarebbe provveduto al pagamento con cadenza mensile delle spettanze alla ditta e questa sua volta avrebbe provveduto alla liquidazione degli emolumenti ai lavoratori.

In questa occasione, il sottoscritto come R.S.A. , assicurava che con senso di RESPONSABILITA’ non si sarebbe proceduto ad ulteriori stati di agitazione sindacale, per non arrecare ulteriori disagi ai cittadini, e quindi promettendo di pazientare ancora affinchè fossero riconosciuti i sacrosanti diritti dei lavoratori a vedersi corrispondere il salario. ( Preciso che l’unico sciopero inscenato è stato fatto a mia insaputa in occasione di una mia assenza ).

Ed ecco qui che alle parole e promesse sono seguiti i fatti: il giorno 15 Marzo 2013 con liquidazione n.399/2013 e il giorno 11 Aprile 2013 con liquidazione n.443/2013 a firma del Dott. Giuseppe Pandolfi, il Comune ha corrisposto i canoni arretrati alla Ditta e questa a sua volta ha provveduto a corrispondere tutte le spettanze arretrate ai lavoratori.

Forse se nella vecchia Amministrazione si fossero trovate persone o TECNICI  altrettanto sensibili ai problemi dei lavoratori avremo risolto prima questo problema e alcuni dei nostri operatori avrebbero evitato di contrarre debiti con  banche o finanziarie a cui pagano  interessi, (uno di noi purtroppo tra poco vedrà pignorarsi un quinto dello stipendio) e questo solo per poter affrontare le spese quotidiane di una famiglia.

Che dire, sono abbastanza soddisfatto di come si sia risolta la vicenda, ringrazio l’AMMINISTRAZIONE TUTTA, in particolare modo il Sindaco con il  quale ho avuto incontri e “scontri” (come diceva mia nonna : “mazz e panell fascn u sinc bell” )  ma al quale rinnovo la mia stima per aver onorato sempre la parola data.

Ringrazio in questa occasione e lo voglio fare pubblicamente, tutti quegli amici che si sono rivelati tali proprio nei momenti di bisogno, che ci hanno supportato e a volte anche consolato, i problemi non sono tutti risolti, ma io sono un ottimista e sento che le cose presto si sistemeranno, e spero per TUTTI.

In conclusione devo ancora rinnovare ai miei concittadini l’appello a impegnarsi per una buona raccolta differenziata: mi dispiace ma il Lunedì e il Venerdì le tonnelate di indiffrenziato sono ancora molte e quindi mi auguro che si raggiungano presto delle buone percentuali che possano fare onore al nostro Comune, tutti insieme si può migliorare, sapete che sono sempre a disposizione per chiarimenti.

W MONTESCAGLIOSO

W l’ITALIA

 

R.S.A. F.I.A.D.E.L. : Michele Dimichino

 


Commenti da Facebook

2 Commenti

  1. FrancoDiPierro

    Ciao Michele, sono veramente contento che finalmente questa storia si sia risolta positivamente. Spero che adesso le cose vadano meglio per tutti.

    Concordo con te sul fatto che con un pò di buona volontà la situazione si sarebbe potuta risolvere già negli anni scorsi. Purtroppo così non è stata.

    Inoltre mi unisco a te nell’appello alla maggiore differenziazione dei rifiuti. Dobbiamo tornare ad essere una città Riciclone.

    Ciao.

  2. Francesco Lomonaco FL

    Gli inceneritori sono un grosso affare, si sa. Un business enorme che fa gola a molti, attira gli investimenti della criminalità organizzata – si veda il caso siciliano– e di imprenditori senza scrupoli. Ergo gli inceneritori si devono fare. Poco importa se emettono diossine e polveri sottili, contaminano i terreni circostanti, causano ovunque aumenti di tumori, linfomi e leucemie.

     

    C’è però un signore d’oltre oceanoche da anni propone una soluzione alternativa ed è da poco tornato in Italia per un ciclo di conferenze. Si chiama Paul Connett ed è l’ideatore della strategia “rifiuti zero”.

     

    Per chi vuole saperne di più:

    https://www.facebook.com/notes/lomonaco-francesco/rifiutizero/10151603347269976

     

     

    Contenuto non disponibile
    Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi