Lettera aperta ai cittadini da parte della Scuola

LETTERA APERTA AI CITTADINI DA PARTE DELLA SCUOLA

Mai Montescaglioso ha vissuto un dramma simile. La frana fisica della strada 
più importante di Montescaglioso (la cosiddetta scorrimento veloce) si sta 
trasformando in frana psichica per tutti i cittadini sensibili, dal più 
piccolo al più grande.
Nell’aria si respira un’aria pesante , un’ aria di sfiducia, un’aria 
di sconforto, un’aria di delusione e quasi di predestinazione che porta 
inevitabilmente all’abbandono.
Ognuno di noi si porta dietro un’ansia che traspare, una paura inconscia, 
un groppo alla gola per il paese in ginocchio, per l’economia in  
ginocchio, per il dramma cittadino di questi giorni.
E’ però in questi tristi momenti, quando tutto ti sembra impossibile e sei 
lì lì per gettare la spugna, che l’uomo e l’intera comunità devono 
ritrovare la forza e reagire e dimostrare prima di tutto a se stessi e poi 
alla comunità che la vita continua, le risoluzioni ci sono, la ricostruzione 
è possibile , anzi doverosa per noi e per i nostri figli.
Non possiamo e non dobbiamo piangerci addosso o ricercare le colpe, dobbiamo 
invece reagire in maniera positiva e soprattutto essere uniti perchè  
insieme è possibile affrontare e risolvere il dramma.
I politici devono fare la loro parte, i tecnici devono dare le risoluzioni 
più efficaci, i cittadini devono ricercare la solidarietà concreta e il 
sostegno verso chi ha perso il lavoro, la propria casa, la propria impresa.
Noi uomini di scuola e di cultura abbiamo il dovere di infondere fiducia e 
speranza a tutti i cittadini dai più piccoli ai più anziani perché 
Montescaglioso ritrovi quello scatto di orgoglio lucano che l’ha sempre 
contraddistinta.
Rimbocchiamoci le maniche per riavviare le attività produttive, per 
riavviare le attività artigianali e commerciali , per ridare a questo paese 
la sua arteria principale e per ridare concretamente la speranza a coloro che 
più di tutti sono stati colpiti.
Al vice ministro sen. Bubbico, al Sindaco, al Presidente della Regione 
Basilicata, al Presidente della Provincia di Matera e a tutti i politici 
lucani gli uomini di cultura affidano la speranza concreta dell’immediata 
realizzazione delle opere occorrenti per la messa in sicurezza dell’intera 
zona interessata dalla frana e per fugare la paura di quanti vedono 
dappertutto frane e sconquassi.
E’ necessario in questo momento pensare positivo perché la comunità di 
Montescaglioso  ritorni a vivere serenamente e a produrre come ha sempre 
fatto.

Il Dirigente Scolastico
Prof. N. Nicola Pietromatera


Commenti da Facebook

4 Commenti

  1. vince_ditaranto

    Trovo molto interessante (sconcertante?!?) che il Dirigente Scolastico della mia Città trovi poco importante accertare le colpe (“Non possiamo e non dobbiamo piangerci addosso o ricercare le colpe….”) di un disastro che forse non ha precedenti nella storia di Montescaglioso.

    Accertare colpe e colpevoli è un passo fondamentale per non ripetere quella pratica di “cattiva antropizzazione” a cui faceva riferimento Gabrielli. Cosa ne pensate?

     

     

    @vince_ditaranto

  2. Francesco Lomonaco FL

    Il Prof. N. Nicola Pietromatera ha scritto nero su bianco quello che un padre di famiglia deve scrivere.

    E’ un buon augurio. Un buon incitamento al “fare”.

    Io credo che i cittadini abbiano chiaro in mente che il “fare” non BASTA. E’ l’ora del “fare bene” che significa “studiare” i problemi, conoscere le “cause” e proporre le soluzioni. 

    Nella indagine delle “cause” è importante l’individuazione delle IRREGOLARITA’. La forza dell’andare avanti deve basarsi sull’osservanza delle REGOLE. Quando le regole si infrangono causando “danni” al BENE COMUNE qualcuno deve assumersi la responsabilità. (Se così non sarà… la frana che scatenerà sarà molto più feroce e sbriciolerà la morale cittadina e sommergerà di melma la formazione dei ragazzi).

    Non è una questione di GOGNA, di giustizialismo, è un metodo di trasparenza. Io credo nella SCUOLA. 

    A questo proposito invito il Dirigente ad ospitare Gherardo Colombo (ex Magistrato) a tenere una CONFERENZA “SULLE REGOLE”. (Il magistrato, qualche tempo fa si è dimesso, ritenento più utile essere fra i giovani a parlare di REGOLE).

    1. vince_ditaranto

      Condivido il tuo intervento Franco.

      Ottima l’idea di invitare Colombo, avevo sentito parlare dei suoi incontri e credo siano di indubbia utilità.

      Speriamo che il Dirigente Scolastico colga la tua idea al volo. Magari si potrebbe far caldeggiare dai genitori.

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi