Montescaglioso

Tema itinerario: Centri storici della Basilicata e habitat rupestre.

 Tempi: mattino e/o primo pomeriggio eventuale prolungamento di un pernottamento per visita a Matera. 

Pernottamento: strutture ricettive  di Montescaglioso.

Pranzo: a sacco o presso locali tipici di Montescaglioso.

Cena: presso locali tipici di Montescaglioso.

Guida ed assistenza: operatori CEA Montescaglioso ceamonte@katamail.com ( tel. 334.8360098, fax 0835.201016).

Abbazia di S. Michele Monastero femminile della SS. Concezione S. Maria in Platea

Uno dei più grandi ed antichi centri storici della Basilicata. La parte antica si sviluppa intorno all’imponente abbazia benedettina dedicata a S. Michele Arcangelo estesa per 15.000 mq fino ad occupare circa un quarto dell’intero centro storico. Sorge su una collina che permette di spaziare con lo sguardo fino a taranto, il Vulture oltre che Matera. Da Porta S. Angelo, un suggestivo affaccio sul Parco della Murgia Materana e sulle chiese rupestri di Murgia S. Andrea. Nei ristoranti di Montescaglioso, si apprezza una cucina dai sapori forti, legata ai prodotti stagionali del territorio ed alla tradizione agropastorale della comunità. Approfondimenti su Montescaglioso e la gastronomia locale, sulle pagine Montescaglioso Monumenti e Montescaglioso Ambiente di questo stesso sito. E’possibile fare base su Montescaglioso a pressi sicuramente più bassi di Matera sia per le visite alla città dei Sassi che ad altre località della Basilicata e della Puglia. Particolarmente consigliato il soggiorn oestivo negli agriturismi e nelle strutture non alberghiere del centro storico: la distanza (20 minuti) dalle spiagge di Metaponto, permette di godere il mare dello jonio ma anche la frescura della collina e la notevole offerta culturale e folcloristica del paese che si sviluppa da Giugno ad Agosto.

Visite ed escursioni.

– Abbazia di S. Michele Arcangelo. Uno dei più grandi monasteri dell’Italia meridionale. La chiesa barocca, i chiostri rinascimentali, i cicli affrescati, i sistemi per la raccolta dell’acqua. Una particolarità: è possibile osservare la nidificazione del falco grillaio.

– Chiesa Madre (SS. Pietro e Paolo). Un grandioso edificio  tardobarocco con all’interno inserti scultorei secenteschi provenienti da fabbriche più antiche. Quattro tele attribuite a Mattia Preti.

– Chiesa e monastero della SS. Concenzione. Un convento benedettino femminile. Nella chiesa un notevole apparato barocco in stucchi opera del napoletano Maurizio D’Alessio.

– Chiesa di S. Maria in Platea. La più antica chiesa di Montescaglioso concessa ai Benedettini nel 1065. Nell ‘interno un ciclo affrescato restaurato recentemente.

– Chiese rupestri. Ben 6 chiese rupestri scavate nel tufo, nel Parco della Murgia Materana. Possibilità di escursioni a piedi nell’area più preziosa dell’area protetta.

– Difesa S. Biagio. Area naturalistica con calanchi, macchia mediterranea e resti di insediamenti umani risalenti al secolo VII-VI a.C.

– Sentiero Matera – Montescaglioso. Circa 20 chilometri lungo la Gravina, visitando numerose chiese rupestri ed insediamenti di pastori realizzati in grotte.

– Sentiero Montescaglioso – Miglionico. Uno spettacolare percorso tra calanchi, antichi coltivi, masserie fortificate. I terminali del percorso sono l’Abbazia di S. Michele a Montescaglioso ed il Cstello del Malconsiglio a Miglionico. 

Varianti: abbinamento con visite a Matera. Base per escursioni in tutta la Basilicata e nei centri pugliesi limitrofi (Alberobello, Grotte di Castellana, Bari, Taranto, Ostuni, Castel del Monte). Soggiorno collegato alla frequentzione delle spiagge del metapontino. 


Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi