domenica 19 Settembre 2021

Un Sindaco (montese) che vuole bene alla Basilicata

Ecco cosa scrive…..

” La Basilicata vive eternamente in balia di uno strano “limbo”. Da un lato con la sua grande voglia di emergere, con tutte le sue innumerevoli potenzialità, dall’altro con la sua classe politica regionale che vuole affossarla facendo gli interessi di pochi a discapito della collettività. 

La mia riflessione parte dall’incontro che si è tenuto ieri sera a Pisticci sull’aeroporto di Basilicata, ottimo successo portato a casa dall’assessore Berlinguer, e da un’osservazione fatta da un giornalista che faceva delle considerazioni  sul viaggio che da Roma a Pisticci hanno affrontato i rappresentanti dell’Autorità di Vigilanza dell’Enac: “lungo e disastrato”. Osservazione emblematica ed “illuminante” su ciò che è la nostra Basilicata.

Da un lato c’è una grande voglia di promuovere questo territorio, l’ambiente ed il suo mare, e le nostre battaglie di civiltà ne sono un esempio: abbiamo cominciato un percorso per inserire Policoro tra le papabili città con bandiera blu; un altro percorso per istituire il Parco della Magna Grecia, che interesserà tutta la costa ionica; solo due tra le innumerevoli idee messe in campo per vendere questo prodotto in toto.

E poi … i sogni si infrangono. Con una realtà molte volte triste, dove i lobbisti (anche di partito) di certa sinistra, ti fanno passare, nel bel mezzo delle festività natalizie, una delibera regionale a velocità supersonica, individuando una zona vicino Pantanello, a Metaponto, a pochi passi da dove visse gli ultimi anni di vita Pitagora, il sito di realizzazione di un termovalorizzatore.

Noi, che facciamo pagare le tasse ai cittadini, abbiamo l’ambizione di portare progetti innovativi sulla differenziata; la Regione Basilicata, dall’altro lato, invece di predisporre un Piano di rifiuti, creando zone di stoccaggio e  creare anche posti di lavoro, da il via libera al termovalorizzatore … progetto fatto! Da un “amministratore-progettista” di centrosinistra che anziché essere guardiano del territorio fa un progetto dove c’è una holding di partito che spinge per questo disegno … Allora io mi pongo una serie di domande che inoltro al governatore regionale:

Caro Presidente Pittella, tu che dici che vuoi bene a questa Basilicata, dopo l’esperienza Enea, dopo il petrolio, dopo la Fenice, questa Basilicata vogliamo ridurla a pattumiera d’Italia? A questo punto ditecelo, perché facciamo le valigie e ce ne andiamo tutti.

Noi sindaci, di là  dagli schieramenti, di fronte a questi temi così delicati a cui non seguono valide risposte, ci sentiamo dei Don Chisciotte: ci sembra di lottare contro i mulini a vento. Siamo impotenti di fronte a momenti in cui la politica, che dovrebbe essere la massima espressione dell’uomo, diventa “cannibalismo terribile” che non guarda al territorio né all’uomo, ma saccheggia e prende quello che può.

Allora gli uomini di buona volontà di questa Basilicata, aldilà degli schieramenti e delle ideologie, si mettano insieme e difendano in maniera forte questo territorio, perche il termovalorizzatore su cui si muovono tanti interessi “non s’a da fare”. Invito il Presidente Pittella a prendere una posizione chiara su questo.

Perché da un lato non può sponsorizzare il Parco della Magna Grecia, tutelare le pinete ioniche e le aree naturalistiche presenti sulla nostra costa, e dall’altro mettere un termovalorizzatore a quattro passi dalle Tavole Palatine.”

ROCCO LEONE, SINDACO DI POLICORO


Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi