Monte in Testa Amministrative 2016

C’è all’orizzonte un nuovo modo di fare politica, quale lo sapremo in queste settimane ma intanto scopri CHI È ROSANNA CIFARELLI? Buona lettura!

È una donna determinata, estroversa, instancabile, ostinata, sa ascoltare ed ha capacità organizzative. La sua storia, le sue passioni e la sua formazione raccontano molto a chi ha la curiosità di conoscerla meglio aldilà delle occasioni pubbliche e dei discorsi quasi di circostanza.

Rosanna, primogenita di due figli, 48 anni, è nata a Torino nel 1967, da madre veneta e padre montese entrambi emigrati a Torino dove gestiscono un distributore di benzina con servizio di soccorso Aci. La famiglia, nel ’73 si trasferisce a Montescaglioso dove i genitori, Mirella e Raffaele, gestiscono un negozio di cereali, attività ereditata dal nonno Bartolomeo, commerciante storico del paese che tutti quelli di una certa generazione ricordano.
Sposata con Alessandro Andriulli ha due splendidi figli, Lia, 16 anni e Filippo, 14.

FORMAZIONE E PROFESSIONE
Diplomata al liceo classico Duni di Matera, a 24 anni si è laureata con la lode in Scienze Biologiche all’Università “Federico II” di Napoli.
Dottorato di Ricerca, presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, in Oncobiologia e Oncologia medica.
Specializzata presso l’Istituto Internazionale di Genetica e Biofisica (CNR) di Napoli e vincitrice di una borsa di studio C.N.R., sul progetto di ricerca “Ingegneria Genetica” collegato al progetto internazionale di sequenziamento del Genoma Umano coordinato dal premio Nobel Dulbecco.
Nel 1994 supera una selezione della Metapontum AGROBIOS e lavora come responsabile dell’Unità di Genomica e del laboratorio di Genomica Funzionale X-Life distaccato presso l’Ospedale di Matera.
Da diversi anni è responsabile scientifico del Laboratorio di Biologia Cellulare “Gianfranco Lupo”.
Si occupa di ricerca e innovazione nelle Biotecnologie BioMediche e Vegetali. Vanta diverse decine di pubblicazioni scientifiche, su riviste internazionali e nazionali. È detentrice di Brevetti scientifici.
Il suo recente interesse scientifico riguarda l’Esposomica, una nuova disciplina multidisciplinare, che si occupa dell’insieme delle interazioni, di ogni singolo individuo e/o di una popolazione ben definita, con l’ambiente: cioè con gli agenti chimici e fisici presenti nell’aria e nell’acqua, ma anche in tutto quanto concerne lo stile di vita (alimentazione, alcol, esercizio fisico, fumo, stress etc.) e che quindi lascia la propria firma molecolare nell’organismo.

Ha ricevuto il premio “Donne in Campo 2008” per i suoi studi sull’individuazione e applicazione di tecnologie molecolari innovative anche complesse nelle biotecnologie vegetali.

ASSOCIAZIONISMO E POLITICA
Ha sempre partecipato alla vita associativa, sia di ispirazione Cattolica che laica. Frequenta la Gioventù Francescana ed è diventata Terziaria Francescana. È una catechista.
Ha svolto volontariato a Napoli presso le Suore di Madre Teresa di Calcutta.
Nei primi anni 90, con un gruppo di amici ha dato vita al Movimento politico-culturale montese Azione Diretta, nel 1998 è stata eletta consigliere comunale nella lista del sindaco Maria Bubbico, nel 2002 è stata consigliere comunale di minoranza nella lista capeggiata da Angelo Garbellano, ha aderito all’Associazione per il Partito Democratico di Basilicata e nel novembre del 2010 è stata eletta segretario di Circolo del PD, nel 2011 la coalizione di Centro Sinistra dopo circa 10 anni ritorna a governare Montescaglioso.
Da quando è segretario, il PD è sempre stato il partito più votato in tutte le competizioni elettorali a Montescaglioso.
Rosanna ha i Cittadini nel cuore e Monte in testa perciò il 5 giugno chiediamo il tuo voto, grandi cose ci aspettano.


Commenti da Facebook

9 Commenti

  1. Montescaglioso

    Il progetto politico della coalizione di centro sinistra per le elezioni amministrative del 2016 parte dall’eredità lasciata dall’attuale amministrazione, che ha operato un lungo ed operoso lavoro di risanamento della situazione finanziaria del Comune gettando le basi per importanti investimenti in servizi, opere ed infrastrutture che saranno ulteriormente sviluppate nel quinquennio a venire.

    La realizzazione di importanti obiettivi infrastrutturali, quali:
    il nuovo stadio comunale;
    la riqualificazione delle strade di campagna;
    interventi di messa in sicurezza delle aree e dei versanti adiacenti il centro storico e l’intero abitato;
    interventi sull’edilizia scolastica, ripresa dei lavori dell’ex Scuola Media Carlo Salinari in Via Giovanni XXIII
    sistemazione definitiva del cortile della Scuola Elementare D.L. Palazzo con attrezzature sportive per i ragazzi;
    recupero dei sotterranei e della cantina rupestre dell’Abbazia, veri e propri “tesori nascosti” che consentono di estendere il circuito di visita per i turisti;
    avvio del restauro della chiesa di S. Maria del Vetrano;
    riqualificazione di Difesa S. Biagio con sistemazione della zona archeologica, recupero della strada di accesso alla medesima e realizzazione del parco giochi all’ingresso;
    riqualificazione funzionale Tensostruttura Viale Belvedere;
    recupero ed ampliamento dell’Asilo Nido Via Calabria;
    recupero torre dell’orologio in Corso Repubblica;
    acquisizione del finanziamento per la realizzazione dell’accesso e servizi igienici per diversamente abili nell’Abbazia e riqualificazione di alcune strade del centro storico;
    appalto, dopo la conclusione di procedure quanto mai complesse, dell’intervento per la realizzazione di un “Centro di alta formazione” nell’Abbazia;
    il rientro in città dopo novant’anni del Telamone di II secolo a. C. per il quale si è richiesto la proroga del prestito e dell’esposizione in Abbazia;
    la gestione con il GAL Bradanica di risorse destinate al recupero di facciate nel centro storico;
    l’affidamento ad imprese locali della gestione di servizi nell’Abbazia: caffetteria e circuito di visita;
    Lo sviluppo di importanti servizi alla cittadinanza, come:
    l’affidamento del servizio di raccolta dei rifiuti urbani ad un nuovo gestore e la chiusura del rapporto estremamente conflittuale con il precedente;
    la riorganizzazione della farmacia comunale, salvata dall’indebitamento;
    la puntuale apertura del servizio mensa scolastica;
    l’offerta di trasporto ragazzi in piscina ed in spiaggia;
    sono solo alcuni dei tanti risultati conseguiti dall’amministrazione di Centro Sinistra al termine del proprio mandato.

    1. Montescaglioso

      Ha accettato di buon grado di introdurre e portare il suo contributo a sostegno della Lista “Monte in Testa”, Pietro Scaramuzzo. Un giovane medico Montese con all’attivo esperienze professionali di spicco esercitate anche in Francia e Brasile. Pietro dopo aver salutato una Piazza Roma gremita, si è presentato e ha parlato di come vorrebbe vedere Montescaglioso. Una Montescaglioso in grado di esprimere il suo potenziale culturale, connesso allo sviluppo ed al benessere dei Montesi. Pietro non ha fatto mancare in chiusura, l’esortazione a tutti i Montesi di guardare al meglio e sostenere Rosa Anna Cifarelli e Lista “Monte in Testa”. A seguire la parola è passata al presidente del Consiglio Comunale Emanuele Andrisani, che all’inizio del suo intervento non ha potuto fare a meno di controbattere alle molte inesattezze dette poco prima dal già assessore ai lavori pubblici, primo responsabile dell’abbattimento della nostra scuola media e dello sperpero dei fondi a disposizione per la ricostruzione. La ricostruzione è stata bloccata da una trafila giudiziaria, che si è riusciti a sbloccare facendo ripartire i lavori, solo nell’ultimo anno dall’attuale Amministrazione. Emanuele Andrisani ha continuato ringraziando in primis l’attuale Sindaco Giuseppe Silvaggi, tutti gli assessori e consiglieri per il grande lavoro fatto, con spirito consapevole e di sacrificio, facendo anche un mea culpa circa il limite di non aver sufficientemente informato la cittadinanza dei lavori e dei risultati che negli anni si stavano ottenendo. Con ritmo e precisione Andrisani ha ricordato il lavoro fatto dell’Amministrazione per il salvataggio della Farmacia Comunale, che ora non è più a rischio default, ma produce un utile certo. Con l’incipit “nessuno ricorda più” ha ricordato a tutti invece, di come l’Amministrazione Silvaggi ha risolto le beghe economiche a breve distanza dal suo insediamento nel 2011, assumendo un ruolo centrale, in tali risoluzioni.
      Ha elencato una ad una le Opere Pubbliche ed Infrastrutture realizzate nel periodo 2011-2016, nel centro abitato e nelle periferia urbana: Linkhttps://www.facebook.com/MonteInTesta/posts/831729423598378:0

      Ha presentato con efficacia le persone candidate nella Lista “Monte in Testa” e la Candidata Sindaco Rosa Anna Cifarelli, tessendone lodi.
      La parola è poi passata al Segretario Provinciale del Partito Democratico Pasquale Bellitti, che nel suo ruolo ha collocato sul piano politico il percorso che ha portato alle scelte effettuate circa le persone e i ruoli. Sottolineando e riconoscendo il proficuo lavoro svolto dal Sindaco Silvaggi e rispettando nello stesso tempo l’impegno di agevolare la crescita e assunzione di responsabilità di forze fresche per la partita Amministrativa in corso.
      Prima di passare la parola alla Candidata Sindaco Rosa Anna Cifarelli, ne ha tracciato il profilo professionale civile e politico, con assoluta appropriatezza e slancio verso la vittoria.
      Rosa Anna Cifarelli con la sua compostezza e sobrietà ha salutato calorosamente tutta la Piazza, ringraziando Emanuele, Pasquale, tutte le candidate e i candidati della lista da lei capeggiata “Monte in Testa”.
      Qualche battuta e poi direttamente sui temi delle sei esse, ad illustrare la visione politica che contraddistingue la Lista “Monte in Testa”, Saperi, Servizi, Sviluppo, Sostenibilità, Sicurezza, Solidarietà.
      Sei parole ad esprimere in maniera concatenata, l’impegno, la determinazione, le competenze e la passione, che le donne e gli uomini candidati vogliono mettere a sistema per il progresso della nostra terra e della nostra comunità.
      Un programma il nostro, denso da un lato di innovazione, dell’altro di recupero delle nostre tradizioni e dell’autenticità della nostra cultura. La musica, nostra grande tradizione, con “Montescaglioso Città della Musica”,https://www.facebook.com/MonteInTesta/posts/831148096989844:0
      il nostro prezioso patrimonio artistico, gastronomico, architettonico e paesaggistico, esigenti di uno slancio e valorizzazione utile al progresso della nostra Montescaglioso.
      Rosa Anna Cifarelli in chiusura del suo comizio ha tenuto a ribadire l’importanza del sostegno per la Lista “Monte in Testa”, sottolineando l’amorevole attaccamento, alla nostra Montescaglioso.

      1. Montescaglioso

        Si rende noto, che tutti i parenti o affini dei candidati consiglieri della lista “Monte in Testa ” per le Amministrative del 5 giugno 2016 a Montescaglioso, designati come Presidenti di seggio dalla Corte d’Appello di Potenza e gli scrutatori estratti in seduta pubblica dall’apposito elenco, alla presenza della commissione elettorale e dei cittadini, hanno rinunciato, nonostante le procedure legittime e trasparenti, formalmente all’incarico in data 20 maggio 2016. Certi che le operazioni di voto e di conteggio degli stessi saranno espletate con il massimo scrupolo, auguriamo a tutti un buon proseguio di campagna elettorale.

  2. Montescaglioso

    Cosa abbiamo già fatto, l’elenco completo delle OPERE PUBBLICHE ED INFRASTRUTTURE REALIZZATE NEL PERIODO 2011-2016 DALL’AMMINISTRAZIONE USCENTE

    La chiamata al voto delle precedenti elezioni “Per il bene comune” fu lo slogan che portò alla vittoria la coalizione di Centrosinistra “Insieme per Montescaglioso” rimasta alla guida del nostro comune in questi cinque anni (2011-2016) che stanno per scadere.
    Ma che cos’è allora il bene comune?
    “È l’insieme delle condizioni di vita di una società, che favoriscono il benessere, il progresso umano di tutti i cittadini.
    Ad esempio, bene comune è la democrazia; bene comune sono tutte quelle condizioni che promuovono il progresso culturale, spirituale, morale, economico di tutti, nessuno escluso.
    Sul «bene comune» sono dunque chiamate a vegliare le istituzioni – la famiglia, la scuola, tutte le realtà sociali –; ciascuno di noi e noi tutti insieme siamo responsabili di esso.”

    Nonostante l’eredità dei debiti in bilancio e la durissima recessione ancora in atto, questi i fatti:
    OPERE PUBBLICHE ED INFRASTRUTTURE REALIZZATE NEL PERIODO 2011>2016
    Nel Centro Abitato e nelle periferie urbane:
    1) Rifacimento e completamento Stadio Comunale (€ 491.000,00);
    2) Riqualificazione per efficientamento energetico edificio comunale Via Buonpastore (€ 150.000,00);
    3) Lavori di manutenzione e rifacimento manto strade principali (€ 185.000,00);
    4) Parco olfattivo dell’Abbazia San Michele Arcangelo (sotterranei in prossimità di P.zza del Popolo) (€ 195.000,00);
    5) Lavori urgenti per il consolidamento Arco San Rocco (€ 37.000,00);
    6) Riqualificazione funzionale Tensostruttura Viale Belvedere (€ 105.000,00);
    7) Recupero ed ampliamento dell’Asilo Nido Via Calabria (€ 391.000,00);
    8) Consolidamento versante sottostante Porta Sant’Angelo (€ 255.000,00);
    9) Manutenzione straordinaria edilizia scolastica (ples. Marco Polo);
    10) Ammodernamento S.P. Montescaglioso – Piani Bradano (€ 500.000,00);
    11) Progetto “Abbazia di San Michele Arcangelo – Centro internazionale di Alta Formazione delle Arti del Mediterraneo” (€ 1.000.000,00);
    12) Consolidamento e recupero “Santa Maria del Vetrano” (€ 360.000,00);
    13) Recupero della Cantina in Grotta dell’Abbazia (€ 70.000,00);
    14) Completamento della cantina rupestre dell’Abbazia (€ 110.000,00);
    15) Recupero Torre dell’orologio in Corso Repubblica (€40.000,00);
    16) Recupero sotterranei dell’ala sud dell’Abbazia di S. Michele (sotterranei in prossimità di P.zza Giovanni Paolo II) (€ 110.000,00);
    17) Ripresa lavori di ricostruzione Scuola Media (I lotto funzionale);
    18) Progettazione II Lotto Scuola Media per nuovo finanziamento (€1.000.000,00);
    19) Interventi di somma urgenza e progettazione interventi per la riduzione del rischio idrogeologico e messa in sicurezza aree di frana (€ 4.600.000);
    20) Lavori di miglioramento della palestra scoperta dell’Istituto Comprensivo “Don Liborio Palazzo – Carlo Salinari” rione Marco Polo (€ 70.000,00);
    21) Completamento Tensostruttura Viale Belvedere (€ 84.000,00);
    22) Interventi per la rivitalizzazione dei centri storici (€ 75.000,00)

    Interventi di messa in sicurezza del territorio a seguito dell’alluvione 7/8 ottobre 2013:
    23) Versante abitato quartiere “Lucito”, Via XX settembre, Via Firenze, Via XXI Aprile (€ 220.000,00);
    24) Versante abitato quartiere “Porta Schiavoni-Tre Stelle”, Via Porta Schiavoni, Via San Nicola (€ 300,000,00);
    25) Versante abitato quartiere “Salnetro – Torre Vetere – Madonna della Nuova” (€ 200.000,00);
    26) Versante abitato quartiere “Belvedere – Fontana di Garza” Condotta acque bianche (€ 160.000,00);
    27) Fossato Cinque Bocche e versante abitato quartiere Cinque Bocche (€ 230.000,00);
    28) Versante abitato quartiere “Via Ginosa, Ledda, Via Ionio”, Condotta acque bianche (€ 80.000,00);
    29) Argini Fossato “Lama di Milo e Portico”, sistemazione scarpate e viabilità rurale (€ 40.000,00);
    30) Argini Fossato C.da “Sant’Andrea”, consolidamento viabilità rurale (€ 35.000,00);
    31) Ripristino scarpate viabilità rurale in C.da “Valle Cupa, Vallone Castole” (€ 40.000,00);
    Interventi di messa in sicurezza e riqualificazione delle strade di campagna danneggiate nelle alluvioni del 2011 e 2013:
    32) Manutenzione e rifacimento viabilità rurale (I lotto 2013/14) (€ 200.000,00);
    33) strada comunale Vignali-Montevetere (€ 484.957,00);
    34) strade comunali San Canio, Murgia Sant’Andrea e Pianelle (€ 207.210,62);
    35) strade comunali Valle Cupa, Lama D’Arco, Cermignano, Pagliarone Messer Leone, Lama di Milo Sterpina, Giannina e Miloscia (€ 269.831,00);
    36) strade comunali Imperatore, Vetrano, Bufalara, Perito Tinto Lucito (€ 223.837,00);
    37) strade comunali Picoco, La Canala e Botte Caruso (€ 185.209,00);
    38) strade comunali Ledda, Zoppo delle Nuvole e Loc. V.le Magna Grecia (€ 235.033,00);
    39) strade comunali Molinello, Sant’Agnese, Sant’Agata e Vallone Castole (€ 223.719,00);
    Per un totale di oltre 13 milioni di euro

    PROGETTI CANDIDATI nell’ambito del Piano Stralcio Nazionale per la Difesa dal Rischio Idrogeologico e, ad oggi, inseriti nel programma RENDIS dell’ISPRA:

    1) Opere di sistemazione idraulica fosso Porta Sant’Angelo e consolidamento versante Nord (Importo Candidato € 1.930.000,00);
    2) Opere di sistemazione idraulica e consolidamento Via Lenzi e Fontana del Fico (Importo Candidato € 3.212.800,00);
    3) Consolidamento, riqualificazione e valorizzazione paesaggistica ambientale del margine Nord-Orientale Vallone Porta Schiavoni (Importo Candidato 4.238.488,00);
    4) Consolidamento Fossato Madonna della Nuova (Importo Candidato € 3.000.000,00);
    5) Riduzione del rischio idrogeologico Aree di frana (Importo Candidato € 19.841.200,00);

    Per un totale di oltre 32 milioni di euro

  3. Montescaglioso

    La visione del progetto politico passa idealmente attraverso 6 ESSE: Sostenibilità, Sviluppo, Saperi, Servizi, Solidarietà e Spazi.

    SOSTENIBILITA’
    I temi della riqualificazione e valorizzazione del territorio, hanno assunto dopo la frana del dicembre 2013, un significato di primaria importanza:
    Riorganizzazione della mobilità urbana e la gestione del traffico urbano e periurbano;
    Realizzazione di un “programma integrato di rigenerazione urbana e ambientale per la città di Montescaglioso”;
    Approvazione definitiva del Regolamento Urbanistico in considerazione dei recenti accadimenti che hanno drasticamente interessato il territorio comunale.
    Tutela del paesaggio, dell’ambiente, del patrimonio storico ed architettonico del centro storico, potenziamento delle infrastrutture;
    Realizzazione di interventi di prevenzione e gestione del rischio idrogeologico attraverso la realizzazione di numerosi progetti già candidati ed in attesa di istruttoria tra cui gli interventi dedicati alla frana del versante Cinque Bocche ed alla prevenzione del rischio in contrada Madonna la Nova per un importo di;
    Miglioramento della manutenzione e della gestione delle aree verdi presenti nell’ambito urbano anche attraverso il coinvolgimento diretto dei cittadini interessati a “procedure di adozione” delle stesse;

    1. Montescaglioso

      3 – PROGRAMMA LISTA “MONTE IN TESTA” (terza parte)
      – SVILUPPO, SAPERI


      SVILUPPO
       Ampliamento del “Parco della Murgia Materana” con l’inclusione dell’Abbazia Benedettina di San Michele Arcangelo, il sistema delle cantine e Difesa S. Biagio, in vista della estensione del Sito Unesco a tutta l’area del Parco e l’utilizzo anche nel territorio di Montescaglioso del progetto speciale di € 15 ml, previsto dall’Azienda di Promozione Turistica (APT) per il Parco Murgia e recepito dalla Delibera di Giunta Regionale n. 1198 del 7 Ottobre 2014 “Ultimo Miglio”.
       Rafforzamento delle relazioni e degli interscambi con Matera capitale europea della cultura 2019 con l’istituzione di un Assessorato dedicato; un obiettivo su tutti, sostanziare la proposta di “Montescaglioso Città della Musica” come leva per recuperare tutto il patrimonio artistico-musicale locale; attuazione di misure ed interventi immediatamente operativi sui temi della valorizzazione del patrimonio, della comunicazione, della residenzialità e dell’accoglienza turistica; un Dossier Montescaglioso 2019, risultato di un processo di partecipazione di tutta la comunità.
       Ampliamento dei percorsi di visita della città con la realizzazione della rete degli allestimenti e dei piccoli musei già segnalati dall’Amministrazione uscente alla banca dati della Regione Basilicata dedicata al Patrimonio Culturale Tangibile (DGR n.1198 del 2014): giardino delle piante officinali ed aromatiche nel Pallone (Abbazia); Museo delle Donne Monache (cappellone e ambienti adiacenti nella chiesa dell’Immacolata); Museo del carro di S. Rocco; Museo dei Padri Cappuccini; nuovi spazi da allestire nell’Abbazia di S. Michele; riorganizzazione del Museo della Civiltà Contadina.
       Montescaglioso si proporrà come principale canale di collegamento tra capoluogo e provincia, qualificandosi come principale tappa di soggiorno a ridosso di Matera.
       Sviluppo dell’economia legata all’agricoltura attraverso l’apertura di uno sportello informativo presso il comune circa le opportunità di accesso agli aiuti comunitari alle imprese agricole, da realizzarsi d’intesa con le Associazioni agricole operanti sul territorio.
       Implementazione di azioni e strumenti per incentivare la filiera corta di qualità sostenendo e promuovendo l’incontro tra produttori e consumatori locali a km. Zero (Gruppo. Di Acquisto Solidale – G.A.S.) con una attenzione particolare verso le coltivazioni biologiche.
       Estensione dell’area di utilizzazione del marchio “Prodotto di Parco Murgia“, sulla base di precisi protocolli, verso il territorio di Montescaglioso; coinvolgimento dei produttori locali nel progetto “Agrobiodiversità“ attuato dal Parco sul tema dei cosiddetti “frutti minori“.
       Frazionamento e accatastamento dei terreni demaniali in concessione al fine di evitare il possibile blocco di aiuti comunitari causato dall’impossibilità di individuare le superfici condotte.

      SAPERI
       Montescaglioso comune in Europa attraverso la partecipazione efficace ai programmi europei di finanziamento nell’ambito della Cooperazione Territoriale per le amministrazioni locali, le imprese ed i soggetti privati (Interreg Europe, Interreg Med ed Interreg ADRION) Erasmus (Formazione), Orizzonte 2020 (Ricerca ed Innovazione), LIFE (Ambiente), COSME (azioni di supporto a Piccola e Media Impresa).
       Valorizzazione del patrimonio culturale locale attraverso il potenziamento dei più importanti eventi legati alla tradizione locale: la notte dei Cucibocca, il Carnevale ed il Carnevalone, la Cavalcata del Borbone, l’adorazione dei Magi, “In Vino Veritas”, i riti della settimana Santa e le feste patronali in onore di San Rocco.
       Riqualificazione degli spazi, della dotazione e dei servizi della biblioteca comunale. Recupero e fruizione degli archivi storici della nostra comunità e sistematica digitalizzazione dei documenti per la consultazione on line. Realizzazione di un unico spazio nel quale fruire della biblioteca ed degli archivi. 
       Sviluppo della partecipazione dei cittadini anche attraverso concorsi e bandi in grado di fare emergere i saperi ed i talenti locali come opportunità per conoscere condividere e utilizzare tutto il potenziale artistico, creativo e di conoscenza dei cittadini montesi.

  4. cittadinoattivo

    Sarò cattivo e maligno ma, si sa, il Pd ne sá una più del diavolo.

    Notavo una cosa particolare: la sede, provvisoria naturalmente, della Bendico è presso la sede del partito democratico.

    Non era forse il caso di evitare? 

    E poi, è possibile un raffronto tra gli scrutatori autocensuratisi e le comparse del film?

    So quanto sia un’ipotesi suggestiva e sicuramente non veritiera ma non vorrei che gli stessi abbiano rinunciato in cambio poi del ruolo di comparse.


  5. Montescaglioso

    DONNE IN TESTA
    Agata Dichio, Maddalena Ditaranto, Gianna Racamato, Rosanna Cifarelli, Flora Locantore, Pina Venezia, Giusy Carriero. Sullo sfondo l’Abbazia con la Chiesa Madre, fotografia di Pierangelo Laterza.

    Ricordiamo che la legge sul riequilibrio della rappresentanze di genere negli enti locali prevede la “doppia preferenza di genere, che consente all’elettore di esprimere due preferenze (anziché una, come previsto dalla normativa previgente) purché riguardanti candidati di sesso diverso, pena l’annullamento della seconda preferenza.”

    La legge 23 novembre 2012, n. 215, reca disposizioni volte a promuovere il riequilibrio delle rappresentanze di genere nei consigli e nelle giunte degli enti locali e nei consigli regionali. Se vuoi saperne di più:

    http://www.camera.it/camera/browse/561appro=899&La+legge+sul+riequilibrio+della+rappresentanze+di+genere+negli+enti+locali#paragrafo4190

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi