martedì 21 Settembre 2021

Non più villa del Belvedere ma villa “Lord Robert Stephenson Smyth Baden-Powell”

Sulla scìa degli originali nomi a cui l’Amministrazione Comunale ha voluto dedicare l’intitolazione di Piazze e Palauditorium, questo estenuante sforzo di fantasia ha prodotto un altro risultato: l’intitolazione della villa del Belvedere a Lord Robert Stephenson Smyth Baden-Powell (fondatore dell’organizzazione dei boy scout). Spero che il deus ex machina che si cela dietro queste iniziative la finisca qui altrimenti bisogna assolutamente intervenire per preservare la onorobalità dei nostri monumenti, delle nostre piazze e delle nostre vie. Abbiamo avuto e, per fortuna abbiamo ancora, tante personalità Montesi che hanno contribuito e contribuiscono a dare lustro alla nostra città ma, purtroppo, sono state totalmente ignorate ad appannaggio del Savoia di turno. In conclusione ricordatevi che da oggi in poi non dovrete più dire andiamo sulla villa del Belvedere ma sulla villa di Lord Robert Stephenson Smyth Baden-Powell. Mi raccomando iniziate ad insegnare la pronuncia ai vostri genitori e ai vostri nonni anche perchè potrebbero incappare nel forestiero di turno che chieda spiegazioni e non fare proprio bella figura.


Commenti da Facebook

29 Commenti

  1. deldit
    … villa Belvedere intitolata a Lord Robert Stephenson Smyth Baden-Powell. Perchè, allora, non intitolare la Farmacia Comunale a August Ludwig Gieschk oppure a Ildegarda di Bingen o meglio ancora a  Serapione il Ve­cchio. Esilarante!
  2. Jacobsen

    Cari amici le notizie che ci arrivano da Monte non smettono mai di sorprenderci.

    Mi sono venute in mente due proposte da cui si potrebbe trarre spunto.

    Innanzitutto volevo suggerire che se una targa non bastasse per contenere l’intera estensione del nome del compianto da tutti i nostri concittadini Lord Robert Stephenson Smyth Baden-Powell, si potrebbe pensare di scriverlo sulla tendostruttura, trovando così una nuova destinazione ad una struttura non più necessaria dopo l’apertura del Palazzetto.

     

    Proporrei inoltre di dedicare Piazza del Popolo  all’attacante del Celtic il conte Jan Vennegor of Hesselink.

    1. zepekeno

      Io,anche perchè sono scout, non sono daccordo e penso che sia giusto così perchè lo scautismo conta più di 10 milioni di iscritti in tutto il mondo. Ora non capisco perchè ci sono vie (come piazze, edifici, ecc.) intitolate a inventori, condottieri, politici, sportivi, filosofi ma prima d’ora, almeno a monte’, non c’era una via o un qulacosa intitolato a qualche scout. E comunque informatevi di più su questo personaggio (che più semplicemente potete chiamare Baden-Powell, o B-P come lo chiamiamo noi scout) e vi affascinerete molto nel conoscere la sua storia e come è arrivato a pensare allo scoutismo (a proposito quest’anno si festeggiano i 100 anni dalla nascita dello scoutismo, 150 dalla nascita di B-P e 90 anni di scoutismo cattolico in Italia), dalla difesa di Mafeking (sud Africa) al campo di Brown Sea. perciò non sottovalutate questo personaggio che è come un qualsiasi sportivo, ecclesiastico,filosofo, politico. E ricordatevi che gli Scout esistono anche QUI.

      1. ant

        Caro Zepekeno mi fa immensamente piacere che anche qui a Montescaglioso ci sia un centro di boy scout perché questo tipo di organizzazioni contribuiscono positivamente alla formazione e all’educazione dei ragazzi, mediante il rispetto dei ferrei regolamenti scoutistici. Forse avrai frainteso le mie parole, ma non ho certamente criticato Baden-Powell, anche perché non conosco il personaggio né la sua storia e spero di colmare presto questa lacuna. Fatte queste dovute premesse, dal mio punto di vista, non si può, sic et simpliciter, decidere di cambiare il nome ad una villa o piazza che sia, senza che questo cambiamento abbia una giustificazione attuale e trovi un minimo consenso da parte della collettività. L’intitolazione del Palauditorium è avvenuta giustamente a seguito di una consultazione popolare (su questo avrei qualche dubbio perché voglio effettivamente vedere quanti hanno proposto il nome, così difficile da scrivere, di Karol Wojtyla). Lancerei a questo punto la proposta di una consultazione tra noi utenti del sito per bloccare questa iniziativa oppure, semplicemente, cercare di trovare un nome più appropriato.

        1. ciffo

          Ant se non sbaglio a Natale c’era un banchetto davanti la chiesa di S.Lucia per raccogliere firme: una petizione per incoraggiare l’intitolazione al fondatore degli scout di una via montese.
          Deduco che le firme si sono raccolte e in buon numero.
          Certo… credevo avrebbero assegnato quel nome ad una nuova via nelle nuove zone in fase di lottizzazione….
          …ad ogni modo il processo democratico credo ci sia stato.
          Chiunque però può smentirmi…. non ho notizie certe in merito 🙂

          1. ant

            Concordo con te che nulla togliere alla storia e all’importanza di Baden-Powell, non mi sembra proprio un nome adatto per la villa del Belvedere. Personalmente non sono a conoscenza della petizione a cui ti riferisci ma si potrebbero chiedere ragguagli a Zepekeno, visto che ha detto di essere un boy scout. Se così dovesse essere, però, credo la nostra consultazione potrebbe servire per individuare altre soluzioni e, me ne verrebbe in mente già una. Considerato che nell’organizzazione risulta esserci la Chiesa di S. Lucia, perché non intitolare il campetto sottostante a Baden-Powell anche se quello non è uno spazio pubblico?  Credo che sarebbe la soluzione migliore e più consona con la storia del personaggio considerato proprio l’utilizzo che viene fatto del campetto.

          2. zepekeno

            si, proprio così, a raccogliere quelle firme c’ero anche io e le firme sono state raccolte in gran numero. Poi i nostri capi sono andati al comune a fare la richiesta (non per la villa Belvedere bensì per una via ancora da intitolare) e si è deciso che l’intitolazione si sarebbe discussa in consiglio comunale. Il giorno venerdì 23 c.m. il conisglio comunale si è riunito proprio per decidere la via da intitolare a Baden Powell e si è deciso di rinominare villa Belvedere. La decisione è quindi stata presa completamente dal Consiglio Comunale per iniziativa di noi scout montesi. Francamente penso che comunque l’ex villa belvedere è un po’ troppo per un movimento che nella realtà locale deve ancora crescere (e molto!) però potrebbe servire a dare una spinta in più al movimento scout a Monte e a far ricordare alla gente che noi ci siamo.

          3. yuri

            Ciao…

            Democraticamente,come nel caso del palazzetto(anche se in quella circostanza a casa mia non è arrivato niente),si decide di dare un riconoscimento a personaggi,che si sono distinti nel mondo:a Monte ultimamente è molto sentita questa esigenza,tanto da arrivare ad intitolare una piazza ed una struttura alla stessa persona;si può non condividere la scelta dei nomi,ma questa è la DemocraziA…

            Quello che mi fa esser critico è:la perdita d’identità,che il nostro paese subisce,anche grazie a queste scelte,sospettando magari un certa certa linea-guida di una classe,che a Monte non ha mai perso quei privilegi da pre-rivoluzione francese.

            Essendo un paese sempre in crescita,almeno topograficamente,ci sarebbero tante vie da poter intitolare a personaggi illustri:in ogni campo;si può intitolare una nuova struttura a chiunque,ma l’idea di vedere posti,che hanno un nome,da prima che queste fossero piazze,luoghi di aggregazione sociale o di cultura,intitolate ad altri personaggi:mi deprime.Per tante generazioni abbiamo conosciuto il Loggione o u Pallòn,il belvedere:nomi,che si sono tramandati,come se fossero tradizioni,insieme alle altre,del nostro paese.Sarebbe bene,per una piccola comunità come la nostra,che sopravvive ad emigrazioni e problemi vari,conservare fin dove si può la nostra identità:come mi han detto da piccolo cosa era il belvedere,così lo tramanderò ad un eventuale nipote,ma nella sua coscienza ci sarà un diverso modo di intendere quel luogo,in virtù del titolo conferito.Concludo in modo sarcastico e penso che non valga la pena,di recuperare le nostre tradizioni(natalizie,pasquali e di ogni sorta),se poi facciamo in modo che altre vengano meno:magari tra pochi anni,la serata dei cucibocca,solo un esempio,la sostituiremo con qualche rito voodoo,dopo raccolta di firme ovviamente.   

            Ciao…

          4. zepekeno

            Sì, senz’altro hai ragione in fatto d’identità del nostro paese da tutelare(e non sono daccordo neanche io alla rinominazione del “Loggione dell’abate”)ma, diciamo pure la verità, per chi Villa belvedere si trasformerà in Villa Baden-Powell? scommetto che tutti, anche i più saccenti del nostro paese, si ricorderanno questo difficile nome …(come no) e per loro, per me e per tutti voi rimarrà perpetuamente “Il Belvedere” e per i più anziani “U’ Belvdé”. Ed è giusto così, le rinominazioni sono simboliche ed è giusto che vengano fatte, ma U’ Pallon e U belvdé saranno e rimarranno sempre tali. Non so se rendo l’idea….

            Nel Gattopardo, libro scritto da Giuseppe Tommasi di Lampedusa, riguardo all’unità italiana e alla spedizione dei Mille si diceva:

            Se non ci siamo anche noi questi ci combinano la Repubblica. Se vogliamo che tutto rimanga com’è bisogna che tutto cambi!

            A voi i commenti….Meditate Gente…

          5. ant

            Dai commenti fatti, un dato si evince con chiarezza: nessuno vuole che la villa del Belvedere diventi villa Baden-Powell; predipiù non lo vogliono neanche i promotori della petizione popolare a cui faceva riferimento Ciffo. A questo punto mi chiedo se gli stessi promotori possano intervenire prima della deliberazione di Giunta affinchè la intitolazione di una via a Baden-Powell venga posticipata, nell’attesa che si individuino soluzioni migliori perchè, chenchè ne dica Zepekeno, le rimozioni dei nomi non sono simboliche ma, una volta fatte, te le devi tenere e ti devi adeguare anche malvolentieri.

          6. Art

            E’ ridicolo! Ma vi rendete conto? Ma la gente non ha proprio nulla da fare tanto da andare a pensare di cambiare il nome della villa belvedere in villa Baden-Powell e raccogliere firme per questa c…..a! Sempre più stupito!

             

          7. RoKKo77

            non so quante firme sian state raccolte, non so se veramente il consiglio comunale approverà questa intitolazione, certo è che a me personalmente poco importa che dieci persone vogliano cambiare il nome di una villa di tutti, non la condivido per niente perciò dico agli scout, certe megalomanie fatele lasciando fuori beni comuni di ogni cittadino!

          8. ZODD

            rokko stesso dicasi x il palazzetto e il loggione?
            nn ho nulla sulle loro intestazioni, ma avrei preferito personaggi piu vicino a noi montesi che a noi italiani….
            o forse mi sto sbagliando?

          9. zepekeno

            Per Rokko77
            ascolta, prima di tutto, il consiglio ha già fatto la delibera (almeno per quanto ne so io) e ormai c’è Villa Baden Powell. Secondo…non abbiamo chiesto noi scout di intitolare il Belvedere ma lo ha deciso il Consiglio Comunale.

            Per gli altri

            Allora, sia ben chiaro che io sono daccordo alla reintitolazione di Villa Belvedere e chiarisco come la penso. Io penso che le rinominazioni siano giuste perchè c’è tutta una tesi dietro ad esse, e, se non lo sapete la nostra carissima Piazza Roma se non fosse stata rinominata tale si doveva chiamare Fuori la porta (da cui deriva Fal’a port’) e Via Garibaldi VIa nuova (A’ via nov) e chissà quante vie, piazze, vicoli, ecc. sono state rinominate basta pensare a Corso Repubblica che sicuramente prima della seconda guerra mondiale non si chiamava così.

            Meditate Gente….

          10. RoKKo77

            quant’è comodo dire “non sono stato io ad intitolare la villa ma il consiglio comunale” , MA CHE SFACCIATAGGINE!! prima andate a chiedere le cose per far passare i vostri capricci e ora siete buoni solo a fare a scaricabarile? è una vergogna ecco cosa è.

          11. Art

            Può darsi che tu abbia ragione e la reintitolazione sia giusta. Ma vuoi mettere Roma o Garibaldi con Baden Powell? Dai, non continuiamo a far ridere la gente!

          12. zepekeno

            mio caro rokko77 io ho solo precisato che non abbiamo preteso noi che villa belvedere fosse rinominata Villa baden-powell anzi non ce lo aspettavamo affatto e per noi è stata una sorpresa apprendere che sarebbe stata rinominata Villa Belvedere e, ripeto, ne siamo molto soddisfatti perchè pensiamo questa rinominazione possa dare uno slancio o addirittura far fare il salto di qualità al gruppo “Tre Colli- Montescaglioso 1”.

            Io di certo non voglio paragonare Roma oppure Garibaldi a Baden Powell anzi non li posso paragonare perchè, mentre i primi due fanno parte della storia italiana (e Garibaldi anche di quella sud americana) Baden Powell fa parte della storia inglese ma soprattutto, Baden Powell ha fatto la storia mondiale, fondando il movimento di ragazzi più grande al mondo, nonchè è il più grande e importante educatore al mondo, più di qualsiasi politico o sportivo. E se non lo conoscevate, come ho scritto nei precedenti post, informatevi su questo personaggio , la cui stoira vi affascinerà e capirete l’importanza del personaggio. E se posso esprimere un mio parere penso che voi non tolleriate affatto il movimento scout.

            Ho già meditato, grazie…..Ora meditate un po’ voi,che ne avete da meditare…

             

          13. falco

            egregi signori,

            come fate a non accorgervi (o fate finta di non accorgervi) che il tutto ha un solo ed unico significato.

            Siamo in campagna elettorale e lo striscione plastificato, (chissà quanto costa e soprattutto chi l’avrà pagato)  recante il periodo di mandato amministrativo  (ora si usa contarli in giorni e non più in anni, come prescrive la legge), dovrà essere utilizzato al massimo. Sfruttare bene l’investimento.

            Proviamo a indovinare, oggi mi sento mago zurlì, ritroveremo quello striscione appeso ad un albero della villa comunale, magari fissato con due bei chiodi da 10 al tronco dello stesso.

            Nel nostro Comune ormai ci si può aspettare di tutto. Ricordate soltanto che si stà speculando su cose che fino a prova contraria sono di tutti.

            Al signore che dice di aver raccolto le firme dico solo che se le ha raccolte sull’atrio della chiesa, l’ iniziativa è stata riservata solo per chi in quel frangente di giornata, si è recato in chiesa.

            Fossi uno scout rifiuterei categoricamente questa iniziativa del sindaco, per questi motivi:

            1- Iniziativa chiaramente speculativa, a fini personali e propagandistici;

            2- Offende l’inteligenza degli scout e tutti quelli che, come me, crede e vede in

                quell’organizzazione un utile momento di aggregazione e socializzazione

                genuino e disinteressato politicamente.

            3 – Inappropriato il luogo dell’intitolazione, secondo me, fuori proprio dal conte-

                 sto. 

            Pertanto, non mi resta che riassumere il tutto in una pura e semplice carnevalata.

            Non credo che Powel, per tutto quello che ha fatto e che rappresenta, ne andrebbe fiero di questo.

            Fossi uo scout, invece, scriverei una bella lettera al sindaco invitandolo a stare alla larga e a non speculare su un gruppo che ha vissuto ed esiste grazie allo spirito di iniziativa e di sacrificio di gente genuina che ha al primo posto nel

            proprio dna aggregazione, uguaglianza e mette tutti sullo stesso livello, senza discriminazioni politiche. 

            LA LEGGE SCOUT
            La Legge esprime i valori che qualificano la proposta scout e aiuta ciascun membro dell’associazione nella sua crescita morale, sociale, relazionale e di fede. Ogni suo articolo esprime concretamente un agire, un fare, che coinvolge la persona nella sua globalità. La sua caratteristica di uniformità e universalità è essenziale, pedagogicamente, per far percepire la dimensione internazionale dello scautismo e del guidismo e superare ogni particolarismo. Per questo motivo la Legge è anche permanente ed abitua al confronto con valori di fondo che non cambiano a seconda dei momenti e delle persone. La Legge è così formulata.

            La Guida e lo Scout:
            1. pongono il loro onore nel meritare fiducia;
            2. sono leali;
            3. si rendono utili ed aiutano gli altri;
            4. sono amici di tutti e fratelli di ogni altro scout;
            5. sono cortesi;
            6. amano e rispettano la natura;
            7. sanno obbedire;
            8. sorridono e cantano anche nelle difficoltà;
            9. sono laboriosi ed economi;
            10.sono puri di pensieri, parole e azioni.

            Mi dite cosa centra la politica in tutto questo?

          14. tm

            avrei preferito non intervenire in questo contesto su questa vicenda, anche perchè rispetto e hò grande stima di un personaggio come b.p. che ho imparato ad apprezzare e soprattutto a condividere le idee di uguaglianza, fratellanza e generosità come ben pochi hanno avuto tra i personaggi di un certo rilievo del ventesimo secolo. sono orgoglioso di aver fatto parte di una associazione cosi importante come quella degli scout al punto che ancora oggi lo ritengo uno dei più bei periodi della mia vita. detto questo, è pacifico che un uomo come b.p. possa trovare anche a monte una giusta collocazione nella toponomastica. mi dà fastiio invece che lo si faccia in modo cosi sfacciatamente strumentale, ai soli fini di rendersi belli alla faccia di ragazzi che credono in certi valori, e di cui oggi si tenta di sfruttare a propri scopi. le inaugurazioni, le intestazioni, e quant’altro, si dovrebbe quantomeno avere la dignità di farle lontane dalle campagne elettorali, onde evitare che valori o contenuti che sono di proprità comune, vengano utilizzate a solo appannaggio di qualcuno. non vi suona quantomeno strano che oggi qualcuno si ricordi degli scout, o ancora peggio dei ragazzi che credono nello sport, quando per anni ci si è dimenticati di loro? qualcuno si è mai chiesto quale contributo abbiano dato coloro che oggi fanno inaugurazioni o intitolano ville alla società di marcia campione d’italia, che per poter far fronte alle spese di trasferta o di vestiario, si vede costretta a tassare le famiglie o a cercare sponsor in emilia romagna? sarebbe bello che le amministrazioni si ricordassero dei giovani durante i quattro anni, quando invece vengono abbandonati a se stessi in balia della disoccupazione, dell’intolleranza, e quel che è peggio di spacciatori: quanti ragazzi a monte fanno uso di sostanze stupefacenti? è mai stato rivolto a loro un minimo interesse?

            FATEMI IL PIACERE, LASCIATE IN PACE BADEN POWEL O INAUGURAZIONI VARIE

            E COMINCIATE A PENSARE CHE A MONTE CI SONO RAGAZZI CHE HANNO BISOGNO DI RISPOSTE PRECISE E TORNARE A CREDERE IN QUALCOSA.

          15. zepekeno

            dopo le innumerevoli difficoltà che ho avuto nel leggere i messaggi di falco e di tm, grazie alla grande impostazione grafica a “zigurrat” di questo forum, penso che falco abbia aperto una pagina che non ho citato proprio per non essere indiscreto (e penso che voi tutti abbiate capito di cosa parlo). Le riflessioni che ho da fare le tengo per me perchè potrebbero essere indiscrete in un ambito come questo e poi in questo momento non ho niente da aggiungere alle mie tesi.

            Ciao

          16. QUELLICHEILKAOS

            Abbimo pagato noi…perche’ hai problemi falco…chiamateci mario boys chiamateci come volete ma siamo fieri…Fieri delle vostre critiche perche’ ci fanno capire che ci siamo fatti sentire abbiamo fatto rumore…..Si abbiamo raggiunto il nostro obiettivo….La critica e’ sempre costruttiva soprattutto la vostra……la prossima volta te lo facciamo a te falco???ke ne dici….facciamo le cose a gente che merita……ANZI T FACCIO ANCHE LA LISTA CON NOME E COGNOME DI CHI L’HA PAGATO NOI NON CI NASCONDIAMO DIETRO UN PC…FATTI E NON PAROLE

          17. falco

            Come al solito si è superficiali e poco critici.

            Si leggono solo le parole che si vogliono leggere senza approfondire il significato dell’intero post. Forse sarà l’età, non potrei darmi altre spiegazioni.

            Caro signore di queliicheilkaos mai come adesso nik più appropriato. Dovresti imparare a leggere per intero e non fermarti alla singola frase.

            Adesso ti dirò di più….. e mi rivolgo a quelli che……come te hanno gridato ai quattro venti lo slogan di…. fatti e non parole…..di sogni diventati realtà……..

            Lo sai che il sogno diventato realtà stà già facendo cilecca??

            Lo sai che, quando piove, piove anche nel palazzetto?  A quando l’impegno di spesa per la riparazione del tetto? O sarà un altro sogno da far diventare realtà?  Sarà per caso dovuto alla fretta, per inaugurarlo nel 1825° giorno?

            Queste sono le cose che si contestano caro, TM  non il fatto che una grande e bella opera qual’è il palazzetto, l’abbia realizzata un amministratore al posto di un  altro.

            Tutto quà. Semplice no? fatti… solo fatti….., appunto!

          18. RoKKo77

            dove piove?ngap a te?mo si mette apposto na mezza goccia che è caduta”!ma è vero che si scrivono le cose solo per fare del male a chi ci amministra e non per altro…

          19. QUELLICHEILKAOS

            Caro signore falco….per tua informazione per quella goccia di acqua caduta c’è stato già l’intervento della ditta…ma è normale che te devi solamente sparlare quindi ciò non lo mensioni……attento perchè quei 1825 giorni potrebbero essere la tua lunga sofferenza dopo questi 1825 non esercitati al massimo, per via del commissariamento ma utili per dare un volto nuovo e degno di Montescaglioso…..Quello che gridava fatti e non parole ero io si proprio io…..E  ne sono fiero perchè la tua critica non è altro che l’affermazione che quelle parole erano veriterie….non vi arrampicate sugli specchi E POI ANCHE AL GRANDE OSPEDALE DI MATERA I LETTI NON ENTRAVANO PERCHE’ LE PORTE ERANO PICCOLE ehehehehe…….dai che sarà mai un palazzetto???? Fatto nel 2007 dopo tanti ostacoli e ricorsi e ricorsini…..UN PALAZZETTO E’ UN’OPERA ATTESA DA SOLI…MMMMM 20 ANNI E FATTA IN MENO DI 1825 GIORNI DI AMMINISTRAZIONE ATTUALE…MENTRE AD ALTRE NE SERVIVANO MOLTI PIU’ DI QUEI 1825…NON GLIENE SONO BASTATE 2 FIGURIAMOCI………E ALLA FIN FINE FORSE E’ PIU’ DANNOSO CHE UN MALATO NEL LETTO NON ENTRI IN UNA PORTA CHE CADA UNA GOCCIA DI ACQUA CHE E’ STATA SUBITO BLOCCATA….

  3. Cervo Cacciatore

    in proposito all’intitolizzazione della villa a Baden-Powell voglio chiarire che a noi scout risulta che mai ci sia stata una delibera della Giunta Comunale di Montescaglioso che intitola la Villa del Rione Belvedere in “Villa Belvedere” quindi abbiamo pensato di intitolare la Villa Comunale a Robert Baden-Powell Fondatore dello Scaqutismo.
    A chi parla in questo sito di speculazioni politiche sullo scautismo tengo a precisare che questa Amministrazione si è interessata all’AGESCI di Montescaglioso quando si è voluto realizzare il Campo di Formazione Metodoligico dal 26/10/2002 al 02/11/2002 presso l’abbazia, alla presenza della route degli Zaini per ragazzi dai 16 ai 20 anni l’8 e il 9/11/2003 esso l’Abbazia, riconosciuti ogni anno contributi per finanziare le attività che l’Agesci si prefissava di realizzare non ultimo la condivisione del progetto “PRE.DE” Prevenire le Devianze proprio pensado ai giovani Montesi, che l’Amministrazione ha proposto alle Scuole di Montescaglioso e realizzati. questo è una piccola parte di quando l’Agesci con l’Amministrazione ha fatto a Montescaglioso, per qualunque Cittadino Montese volesse ulteri spiegazioni può rivolgersi
    alla Comunità Capi ed in particolare allo scrivente Capo Gruppo legale rappresentante e richiedente della magnifica intitolazione della Villa.
     
    Cervo Cacciatore

    1. solitario

      Sono felice che la comunità montese tenga così tanto alle tradizioni affinchè vengano tramandate!!come ha detto un’altro utente di questa comunity, non bisogna modificarle.sono perfettamente daccordo!!!in questo caso, però, la villa “Belvedere” non è mai stata battezzata tale ma ha preso impropriamente il nome dal viale lungo cui si trova.Detto questo voglio precisare che il gruppo scout non è un’ associazione politica ma è un’ associazione di volontariato che ha tra i suoi scopi quello di confrontarsi con le problematiche del mondo giovanile e della società.Per fare tutto ciò, è inevitabile anche il dialogo e l’aiuto dell’amministrazione vigente (qualunque essa sia).quest’anno ricorre il centenario della fondazione dello scautismo a livello mondiale.In tutta la nostra penisola ogni gruppo scout, per questo evento, sta promuovendo l’iniziativa di dedicare strade,parchi,ville,edifici al nostro fondatore Baden Powell.Anche noi del gruppo scout di Montescaglioso abbiamo aderito a questo progetto e nel portare la nostra città a conoscenza di questa iniziativa ci siamo prodigati nella raccolta firme, nella distribuzione di volantini e nell’affissione di manifesti.In questi, si invitava la popolazione a partecipare al consiglio comunale “aperto” che si sarebbe svolto il giorno 23 marzo e dove sarebbero state esposte le motivazioni del progetto.Chiunque avrebbe potuto esprimere opinioni.Sono intervenuto con questo mio pensiero per cercare di chiarire la situazione e cancellare ogni forma di pregiudizio.

      Per informazioni più dettagliate sul mondo scout e sul suo centenario potete visitare il sito http://www.agesci.org

      solitario 

    1. ant

      Voglio innanzitutto precisare, per coloro che hanno suscitato riserve sulla veridicità della notizia, che l’ intitolazione della villa a “Baden Powell” è stata già presentata in Consiglio Comunale, pubblicizzata attraverso organi di stampa locale e prossima all’approvazione con una delibera di Giunta. E’ vero, come molti hanno fatto già notare, che non c’è, o quantomeno a me non risulta che ci sia, ufficialmente la villa del Belvedere, ma questo non significa niente in quanto la questione sulla quale volevo aprire un dibattito era quella inerente la giustezza, la coerenza e l’opportunità di intitolare una villa così importante a Baden-Powell o se si potessero trovare alternative migliori. Su questo ho potuto riscontrare una contrarietà quasi unanime di consensi (anche da parte degli stessi scout) in quanto molti, come me, hanno pensato che la scelta non è stata minimamente approfondita e vagliata a dovere e non voglio pensare che tutto questo sia solo frutto di una mera speculazione politica in quanto soddisfare le richieste di un gruppo di cittadini, giuste o sbagliate che siano, ADESSO fa sempre comodo.

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi