giovedì 27 Febbraio 2020

OMICIDI BIANCHI- PRIMO E ULTIMO GIORNO DI LAVORO

Artan Plaka, 18 anni, albanese. Era il suo primo giorno di lavoro (forse) ,in una azienda tessile di Agliana (pistoia), dove giovedi sera è morto a seguito di un infortunio sul lavoro. non sapremo mai se fosse per davvero il primo giorno, certamente è stato l’ultimo.

Sono troppi i morti per infortunio il primo giorno di lavoro, e continueranno ad esserlo fino a quando i datori di lavoro avranno i famosi cinque giorni di tempo per regolarizzare i nuovi assunti (la norma che impone l’assunzione il giorno prima è stata introdotta solo in edilizia).

Ogni anno una vera e propria strage di lavoratori nei cantieri (più che la guerra in Iraq).

E’ giusto andare a lavorare e non sapere se si torna a casa alla sera?

E’ giusto morire di lavoro a 18 anni lontano migliaia di chilometri dai propri cari?

Fino a quando dovremo sopportare questi omicidi che ogni giorno avvengono solo per la fame di denaro di gente senza scrupoli che pur di guadagnare sempre di più non rispettano le più elementari norme di sicurezza a discapito di chi lavora?


Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi