Venosa: città di Orazio e di Corona

Nella citta di Venosa ieri sera si sono svolti numerosi eventi. Tra questi vi è sicuramente l’elezione di Miss Basilicata e lo spettacolo di Corona. Si, hai capito bene, Corona colui che di mestiere faceva il ricattatore di foto ai “vips”. Nonostante il giorno prima vi è stato da parte della amministrazione comunale parare negativo all’invito al sign. Corona, nonostante la stragrande maggioranza dei cittadini non era affatto favorevole alla sua presenza. Ed invece la Pro-Loco di Venosa non demorde e decide di confermare l’invito.

Forse ti stai chiedendo quale spettacolo può fare uno del genere? Semplice lo spettacolo della vittima. Eh si poverino ha passato giorni duri in prigione, quel periodo ha rovinato la sua vita. Lo hanno trattato come un delinquente, lui con quella faccia da bambino impaurito. Adesso giustamente è in cerca di coccole anche perché prima della sua vicenda non se lo “cacava” nessuno. Il Corona però è una persona che ringrazia sempre gli amici e non ha mai offeso nessuno. Infatti ieri sera ha ringraziato il suo intimo amico Woodchoch ( perdonami ma non so se si scrive così ) dicendogli che non capisce un ca…

Bene caro Corona adesso la città dopo averti accolto tra i fischi ti ringrazia perché adesso sarà riconosciuta non più come città dello “ sfigato “ poeta Orazio ma la tua città. Bene cari amici della Pro-Loco per essere stati ciechi, avete visto adesso finalmente Venosa è arrivata tra i servizi del TG5. Ma non per aver dato i natali ad Orazio, ma  per la contestazione scontata ed organizzata al sign Corona. Almeno abbiate il coraggio di dimettervi

 


Commenti da Facebook

8 Commenti

  1. Cinzia

    Gianni, hai ragione.
    I signori della Pro Loco di Venosa devono non solo dimettersi, ma fare un pubblico atto di contrizione e vergogna.
    Già ai tempi di Vallettopoli, sorbirmi ogni giorno le vicissitudini di Corona ed il suo entourage mi dava il vomito… Ora qualcuno è giunto a pagarlo per “un’apparizione” durante una festa patronale… E la cosa è tanto più schifosa se quel qualcuno è un ente promotore di cultura e turismo (la Pro Loco) e la città ospitante è nientepopodimenoche … Venosa, la città di Orazio, non di un pinco pallino qualunque…
    Che vergogna!!!!
    Non ci meravigliamo che la realtà, poi, superi la fantasia!

    P.S. Una cosa, tra le altre, non mi è chiara: a che titolo è stato invitato l’immondo personaggio? Come i signori della Pro Loco hanno giustificato i 6000 euro di cachet?

    1. RAVILO

      Ma scusate perchè ve la prendete tanto???..CORONA oramai è un divo, un’uomo che ha capito come funziona l’Italia secondo me..Perchè un uomo che va in carcere e diventa cosi’ divo è un grande…E guardate che quelli della Pro loco di Venosa non sono gli unici scemi ad averlo pagato, ricordo che il signor Corona è stato ospite del nafoura discoteca quest’estate, e forse ma forse c’erano migliaia di persone….Quindi quelli della Pro loco secondo me non sono scemi anzi…Con questo evento hanno riscosso grande successo, perchè tutti i giornali parlavano di Corona e quindi di Venosa, tutti i TG hanno proposto il servizio di Corona quindi di Venosa, tutti ne parlavano di Corona quindi di Venosa cosa volete di più????..chissà quanta gente è accorsa a vedere Corona e quindi a Venosa facendo girare l’economia…..Quindi secondo me Nafoura e Pro-loco di Venosa hanno una buona intelligenza, perchè hanno saputo sfruttare l’ormai divo Corona NON PERDONA….Quindi di cosa si dovrebbero vergognare quelli dell Pro-loco??..Di aver capito chi fosse l’ospite del momento??..Secondo me MERITANO COMPLIMENTI VIVISSIMI….La colpa è dello Stato italiano e di una giustizia che non c’è, perchè uno ora va in carcere e diventa famoso, quasi quasi mi faccio arrestare, uno va in carcere e fa un marchio di abbigliamento, quindi se Corona è diventato un divo il merito è suo che ha saputo sfruttare una giustizia che non esiste…E poi a dirla tutta la gente gli va dietro quindi sono loro che hanno creato il mito CORONA….COMPLIMENTI ALLA PRO-LOCO DI VENOSA HANNO SAPUTO COGLIERE L’ATTIMO….E RICORDATE NEL BENE E NEL MALE L’IMPORTANTE E CHE SE NE PARLI, ANCHE CON QUESTO POST CHE AVETE APERTO GLIA VETE DATO IMPORTANZA SEGNO DI NOTORIETA’ PER CORONA E QUINDI PER VENOSA….EHEHEHE..BRAVA PROLOCO…   

      P.S. PROVATE A FARE UN CONFRONTO A QUANTA GENTE E’ ACCORSA PER CORONA IN UN GIORNO E A QUANTI IN UN GIORNO PER ORAZIO…….GIUDICATE VOI DICE CARESSA……                   

      1. Làeda

        Ravilo, perdonami ma ancora una volta devo contraddirti. Se è davvero così che la pensi, come mai appena qualcuno contesta ciò che dici, o ciò che fai, vai in escandescenza? Dovresti essere contento quando si parla di te anche in negativo. Da quello che scrivi è questo che capisco(e scusami se dovessi aver capito male). E comunque, rispondendo al post di Gianni, che  mi ha preceduto nello scrivere dell’avvenimento di Corona, condivido il fatto che sia osceno l’invito della Pro-loco, ma ancor più lo è, come detto dalla Gazzetta, il fatto che inizialmente sia stata fatta una petizione da giovani contro l’invito a partecipare alla festa patronale, e che proprio gli stessi giovani (magari dopo aver apposto la loro firma)abbiano cercato autografi e foto dallo stesso Corona. A questo punto mi chiedo dove sia finita la coerenza della gente… E se, come dice Ravilo, è vero che Corona abbia ottenuto l'”effetto mediatico e di fama”, vorrà dire che anche lui cade in contraddizione con quanto sostenuto nei confronti di Woodcock:”sono capitato nelle mani di un pm che cercava popolarità per spianarsi la strada in politica». aaaah!!! P.S.: i nostri figli studieranno Orazio parallelamente a Corona??Mio Dio…

      2. gianni

        Caro Ravilo,

        il tuo ragionamento a mio avviso, purtroppo, non è sbagliato. Oggi per diventare famosi basta fare i buffoni, non serve avere delle capacità.

        Anch’io se fossi il proprietario di una discoteca sceglierei Corona come ospite per raccogliere tanti bei soldini. Farei di tutto per creare polemiche nel mio locale al fine di farmi più pubblicità possibile. Ma essere proprietari di una discoteca è ben diverso da essere responsabile di una Pro-Loco o di un comitato di festa patronale.

         Le Pro-Loco servono a far sviluppare il turismo del posto avvalorando i tesori artistici e culturali e non invitando uno scemo chiunque che di cultura non ha nulla a che fare.  Ripeto se l’avvenimento fosse avvenuto in  una discoteca avrei sicuramente anch’io fatto i complimenti al proprietario ma fatto da una Pro-Loco diventa letteralmente vergognoso

        1. RAVILO

          SI LO SO, però in un mondo che come si dice a Monte VA AMMERS….TUTTO PUO’ SUCCEDERE..SUCCEDE CHE L’INTER VINCA LO SCUDETTO(VABBU VINCE SI FA PER DIRE) FIGURIAMOCI DI DUE STUPIDI CHE DIVENTANO DIVI…..

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi