domenica 26 Settembre 2021

Rifiuti: raccolta porta a porta.

Ieri sera (18 settembre) l’assessore all’ambiente, Quarato, ha presentato il nuovo progetto del comune sulla raccolta dei rifiuti urbani. Entro il prossimo Gennaio, il servizio passa ai privati e la raccolta diventa porta a porta con la finalità di aumentare fino al 45% la raccolta differenziata fino a giungere nel quinquennio al 65%. Progetto complesso ma non più rinviabile supportato da un regolamento con il quale si prevedono controlli, sanzioni, modalità operative e da una sistematica azione di informazione ed educazione. E’probabile che nella prima fase si debba scontare un pò di confusione, ma credo che, così come in altri paesi, la collaborazione dei cittadini possa permettere di centrare gli obiettivi. Diversamente nei prossimi anni i rifiuti ci sommergeranno ed i costi diventeranno insostenibili. Nelle prossime settimane il Consiglio Comunale sarà chiamato a discutere ed approvare il regolamento attuativo la cui bozza sarà disponibile a breve anche per le associazioni. L’assessore si impegna a raccogliere suggerimenti concreti e migliorativi. Da parte nostra, appena disponibile, provvedremo a pubblicare il documento. Franco C.


Commenti da Facebook

15 Commenti

  1. fista

     

    Salve,

    finalmente una cosa giusta e un ottima idea.Vivo in Germania e i raccolti differenziati si fanno da anni,ogni famiglia ha tre bidoni:una per i rifiuti del mangiare di colore marrone;una di colore blu per la carta;una nero per inmondizia in generale;e in più il comune passa dei rotoli di sacchi gialli( in base a quanta è grande la famiglia)e una volta al mese si escono questi sacchi sul marciapiede affinchè il camion dei rifiuti lo prende(è un ottima idea),e in più la raccolta dei vetri.Uno svandaggio è che devi tenere in casa quattro secchi ogniuno per il suo scopo e un calendario per vedere quando uscire i bidoni.All’inizio è un caos Però funziona.

    CI VOLEVA…..FORZA MONTESI C`’E LA FATE……

  2. gbraddi

    Tempo fa ho avuto un acceso diverbio con miei amici (Ciffo, erredi soprattutto) che per studio o lavoro vivono al Nord. La questione era incentrata sulla raccolta differenziata; loro accusavano noi montesi ed in genere noi meridionali della incapacità a saper gestire un problema serio come quello dei rifiuti a differenza delle realtà settentrionali avanti anni luce nel settore. Beh se la proposta dell’Assessore Quarato andrà in porto, avrò argomenti validi per poter controbbattere alle accuse di lassismo e di mentalità borbonica alle quali noi meridionali siamo associati puntualmente.

  3. Cinzia

    Trovo che il progetto sulla raccolta differenziata dei rifiuti sia lodevole, per quanto arrivi con l’usuale ritardo. Ma meglio tardi che mai!
    Spero che la validità dell’iniziativa sia riconosciuta all’unanimità, senza cedere alle solite facili critiche di parte e che si tenga presente che il successo della stessa è quasi totalmente nelle nostre mani e nel nostro spirito di collaborazione.
    Buona raccolta a tutti!

    P.S. Anch’io, come gbraddi, sono stanca di sentir ripetere meccanicamente che questo Sud è sempre un passo indietro rispetto al Nord o al resto del mondo per civiltà, sostenibilità, rispetto delle leggi e roba del genere. Questa è una piccola grande occasione per sfatare questo radicato e irritante clichè!

    1. ant

      Sono anch’io entusiasta di questa iniziativa e spero che veramente si passi in tempi brevi dalla sperimentazione all’ordinarietà perché credo che qualsiasi iniziativa volta alla tutela del nostro ambiente ed allo sviluppo sostenibile, debba essere accolta con favore dalla collettività senza se e senza ma. Quindi non posso che auspicare che si passi quanto prima dalle parole ai fatti.

  4. gianni

    Finalmente una buona notizia. Finalmente il comune ha deciso di risolvere questo problema. Comunque ci sono realtà del sud e non solo del nord che già hanno adottato questo provvedimento da tempo. Adesso tocca a noi cittadini abituarci a questo sistema. Spero che tutte le parti politiche siano concodi con il provvedimento senza se e senza ma. 

  5. CEA

    Altro strumento per ridurre ulteriormente il conferimento a discarica è il compostaggio domestico, realizzato con i rifiuti organici, ed utilizzato poi in giardino o nelle campagne. CEA Montescaglioso, nell’ambito dei progetti da attuare nel 2007 – 08, proporrà, nelle prossime settimane, una sperimentazione in tal senso promuovendo la partecipazione all’iniziativa di di 50/100 famiglie volontarie. L’iniziativa sarà coordinata ovviamente con il Comune e possibilmente con l’ATO Matera. In questa fase ci si rivolge soprattutto a chi ha disposizione un giardino o un terreno nelle immediate vicinanze dell’abitazione. Il tutto sarà supportato da un’adeguata formazione dei partecipanti. Sarà interessante anche sperimentare monitoraggio e problematiche della metodica con la finalità di ampliare poi il progetto nel contesto del nuovo piano promosso dal Comune. 

    Comunque sembra chiaro a tutti che la buona riuscita del nuovo sistema di raccolta porta a porta dipende essenzialmente dalla collaborazione dei cittadini, si spera una volta tanto, più attivi che passivi. Franco C.

      1. marTINA

        complimenti per l’iniziativa, era ora….

        Tempo fa su montenet è stato affrontato il discorso sulla raccolta differenziata. Ci sono stati molti commenti positivi, tanti buoni propositi che spero adesso diventino “regolari abitudini”di tutti noi. Ci vuole poco a dividere la plastica dal vetro, l’umido dal nn riciclabile.Piccoli accorgimenti che porteranno solo giovamento a montescaglioso e a noi stessi.

        e poi è così divertente quando bisogna andare a buttarli questi rifiuti!!! A casa mia ci va sempre e SOLO mio padreTongue out.Mi sa che sarà molto felice del servizio porta a porta.

        Montescaglioso si muove, almeno speriamo….

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi