Marinagri

Annozero intervista Mario Altieri, ex sindaco di Scanzano Jonico che si oppose alla costruzione di Marinagri. La vicenda Marinagri è una delle tante su cui sta indagando De Magistris. E’ bene ricordare che Altieri, a sua volta, è stato indagato negli anni scorsi per altre vicende (brogli elettorali).
Qui il video:
http://www.rai.it/mppopupvideo/0,,RaiDue-Annozero-ExtraVideo%5E%5E36656,0.html
 
Personalmente su una sola cosa posso affermare con certezza di essere d’accordo al 100% con Altieri: “In questa regione non esiste una maggioranza e un’opposizione”. Come dargli torto…. è notizia di oggi la creazione in consiglio regionale dell’ennesima commissione:
insediata la nuova commissione di controllo
Grazie a quest’ultima commissione nessun consigliere regionale rimane senza incarichi… capogruppo, presidente, vice, segretario…insomma a nessuno è stato negato un incarico che permettesse di innalzare lo stipendio di consigliere semplice. Chissà quanto lavoro per loro! Macchè… siamo la regione d’Italia meno produttiva da quel punto di vista: pochissime assemblee, pochissime leggi varate… solo tanti rimpasti, scambi di poltrone e spartizioni di potere.


Commenti da Facebook

1 Commmento

  1. gianni

    Sinceramente penso che Mario Altieri non sia una persona di alta creibilità ma bisogna riflettere su quello che dice nell’intervista. Parla di essere stato indagato da una persona che poi diventa responsabile della sicurezza del complesso Marinagri. Forse può essere un modo per giustificare davanti all’opinione pubblica le accuse di brogli elettorali da lui commesse o forse potrebbe dire anche la verità. Sicuramente anch’io concordo come Ciffo al 100% con la frase di Altieri: “In questa regione non esiste una maggioranza e un’opposizione”. Siamo passati dalla notte delle 104 nomine a poltrone di amici e parenti a questa commisione di controllo dei conti che deve controllare il loro stesso operato. In pratica il controllore ed il controllato sono la stessa persona.

    Per Marinagri è veramente incredibile il comportamento di coloro che alzano la voce per cercare di arginare il fenomeno dell’erosione della costa ionica puntando il dito sulle attività dell’uomo e che adesso riducono la loro contrarietà ad una semplice interrogazione in consiglio regionale. Forse, cari Verdi, si poteva fare molto di più, i vostri consiglieri potevano organizzare una qualche manifestazione contro la struttura ed invece niente. Continuate a parlare dell’uomo bastardo che con la sua attività causa lo scioglimento della neve e non protestate a voce alta sui palazzi costruiti alla foce dei fiumi.

    Per non parlare della destra Lucana che, invece di denunciare questo stato di clientelismo diffuso in questa regione, va continuamente alla ricerca di poltrone. A mio avviso in Basilicata si poteva fare veramente il partito unico, magari tutti insieme da destra a sinistra. Tanto sono praticamente uguali nelle loro intenzioni. 

     

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi