mercoledì 03 Giugno 2020

Aspettiamo il 13 Dicembre…ma “la situazione non è buona”!!!!!

Manca ormai poco alla decisione del CSM in merito alla questione del trasferimento dell’amato/odiato De Megistris, ma, come direbbe il caro “molleggiato” Adriano, la situazione non è buona. E si, perchè sembra che la volontà dell’esecutivo  di spadroneggiare sulle attività della magistratura si vada palesando ogni giorno di più. Stamane infatti si apprende della decisione del CSM di trasferire la Forleo per incompatibilità. Che strano, sembra una parola parecchio (ab)usata dal CSM ultimamente, e non si ricorda una altrettanta solerzia in passato. 

Ma è ovvio che siamo noi i malpensanti. E’ ovvio che il fatto che Forleo stava indagando sulle scalate alla banche in cui era implicato il Baffetto D’Alema, è solo una mera coincidenza.

Non voglio passare per quello che “tiene” per il più debole della situazione e che quindi tende a fare il tifo emotivamente per un magistrato che è stato apparentemente vittima di un sopruso. Non so se la Forleo ha ragione oppure no, ma ricordando la frase “slogan” dell’associazione libera, se non si vede bene cosa c’è davanti viene da chiedersi cosa ci sia dietro. Perchè e strana la situazione che si è creata,uno scenario da “mobbing”, in cui  chi si lamenta del trattamento “ostile” del proprio ambiente di lavoro (atteggiamento a volte molto sottile e sicuramente difficilmente dimostrabile) paradossalmente deve comunque andare via in quanto incompatibile con il suo stesso ufficio. ufficio in cui anche un’usciere qualunque può aprirti gli armadietti e sottrarti le “carte”.  

Qualche tempo fa il Buon (a seconda di chi vede la cosa) Santoro, disse più volte in trasmissione durante le discussioni sulla questione De Magistris, che bisognava attendere le “decisioni autonome” del CSM……e mentre diceva questa frase si soffermava in maniera sibillina sul termine “autonome”, quasi a voler dire che tutta questa autonomia, sancita dalla Costituzione, nella pratica cade miseramente. Sto vaneggiando io?? Forse, ma facciamo qualche considerazione per un minuto.

Il membro del CSM che ha preso in mano l’impugnazione contro la Forleo è una tale Letizia Vacca.

Chi è Letizia Vacca?

Beh, con qualche clic su google qua e là ci si accorge che, guardacaso, è una dei membri del CSM eletto dal Parlamento, e guardacaso in quota Unione, o peggioncora in quota PdCI. Beh, qualche dubbiettino ci viene!!! O no??

Inoltre, sempre con qualche clic, si evince che nelle varie commissioni del CSM, la prima commissione è quella che si occupa della disciplina interna dei magistrati, ed è presieduta come vicepresidente proprio da Letizia Vacca.

Infine fa specie che la stessa Vacca (…non è voluto, è il suo cognome…) definisce De Magistris e Forleo come “cattivi magistrati”, aggiungendo che non centra assolutamente con il fatto che fanno i nomi dei politici. 

Beh, noi le crediamo.

In fondo lei fa parte, come si apprende con relativo stupore da Rizzo e Stella, di tutti quegli incarichi pilotati dai partiti che vengono assegnati a trombati e amici di “segreteria”, quindi perchè non crederle. Lei è davvero convinta che chi indaga sul Sovrano D’Alema sia una “cattiva” persona.

Non vi annoio più, vi lascio alle mie reflessioni, sperando che le condividiate. Se così non è parliamone ancora una volta, perchè a breve la situazione si ripresenterà. Portiamoci avanti con il lavoro.

 

Good night and good luck    


Commenti da Facebook

5 Commenti

  1. ciffo

    Condivido le tue riflessioni corvo e non ti trovo affatto fazioso. Per lo meno se parliamo di destra e sinistra…. se invece discutiamo di legalità…. si nota eccome che appartieni alla fazione di quelli che tengono alla legalità. E io sono con te fazioso più che mai.
    Giusto per non svilire il discorso a dx contro sx invece di parlare di manigoldi ed onesti vorrei riportare le belle parole del bravo Paolo Flores d’Arcais (uomo di sinistra se proprio ci teniamo così tanto a distinguere):
     
    La questione legalità è una questione prepolitica.. (…) ..se parliamo di democrazia liberale, la più rigorosa legalità dovrebbe essere l’orizzonte che destra e sinistra considerano irrinunciabile perchè comune. Quando questo non avviene, perché una parte (o entrambe) moltiplica le eccezioni di casta al principio di legalità, diventa obbligo di esattezza linguistica parlare di regime, poiché il presupposto e cardine della democrazia liberale è già in pezzi…….. se vogliamo stare ai fatti, empiricamente, in fatto di politica contro la giustizia il governo Prodi-Mastella si è spinto oltre Berlusconi e il suo guardasigilli leghista.
     
    Sempre D’Arcais si chiede come mai spesso si va contro la stessa logica, dinanzi a fatti certi e chiarissimi “ci si aggroviglia in acrobazie ermeneutiche da far invidia al manzoniano Azzeccagarbugli” (falco, nulla di personale).
     
    Non aggiungo quindi le mie considerazioni personali e mi manterrei sui semplici fatti. Comunque vada a finire per la Forleo (male credo) questo diceva il rispettabilissimo D’Alema al telefono con Consorte che stava portando avanti insieme ad altri rispettabilissimi :sick: personaggi una scalata occulta e illegale:
     
    – “Devi farti un elenco delle prudenze che devi avere (…) sì… delle comunicazioni” (tradotto: non farti intercettare perché essendo tutto molto legale poi ti prendono per un santo)
     
    – “Ho parlato con Bonsignore, che dice cosa deve fare, uscire o restare un anno… Se vi serve, resta… Evidentemente è interessato a latere in un tavolo politico” a cui Consorte risponde “Chiaro, nessuno fa niente per niente” (tradotto: Bonsignore dell’UDC (partito avversario) lo convinco io a fare quello che ti serve. Chi se ne frega dei risparmiatori!)
     
    Ma tanto Forleo è una pazza.

    1. falco

      Noto con molto piacere che l’amministratore sta perdendo le staffe, come le perse il giorno 07/10/2007 ore di montescaglioso.net 12,49. Attento a non farti saltare le coronarie.Wink

      Ti consiglio di stare calmo, ed imparare ad ascoltare anche chi non sposa il tuo partito, non è detto che tu abbia ragione.

      Il problema della faziosità è una cosa che riguardava me e Corvo. Lui sa a cosa mi riferivo,  TU NO. Ok? ( non a caso lo avevo fatto in maniera scherzosa)

      Chiedo scusa a tutti gli utenti per questo mio post in quanto per nulla attinente al tema  di Corvo.  Lo ritengo, forse sbagliando, un atto dovuto. 

      Non te la prendere più di tanto per quanto mi riguarda faccenda chiusa qui.

      Ti saluto,

       Francesco

       

       

       

       

       

      1. ciffo

        Sono calmissimo. E apertissimo ad ascoltare tutte le campane, anche quelle che mi sembrano stonate.
        Son contento che per te la faccenda sia chiusa qui, per quanto mi riguarda non si era neanche mai aperta.
        ciao falchetto
        Felice

        1. Piero la Carona

          http://www.repubblica.it/2007/12/sezioni/politica/caso-forleo1/quirinale-forleo/quirinale-forleo.html

           

          Ieri sera, da grande e buon  illuso quale sono,mi aspettavo un porta a porta/matrix che trattasse del caso forleo, sperando che il fenomeno mediatico Meredith fosse un po calato. Bene, ne mentana e ne vespa trattavano l’omidicio di perugia, che secondo me è già un traguardo. A malincuore constatavo che nessuno dei due salotti “buoni” del giornalismo italiano trattava il ca forleo, ma che invece argomentavano sull’evoluzione dell’uomo e della coppia bonolis-laurenti su canale5, e sui canti danteschi su rai1( specialguest mastella, per il quale il Sommo poeta dovrebbe inventare un nuovo girone).

          allora ha ragione vulpio che è tutto un magnamagna, io copro te, tu copri me…se nn vengono trattati in tv questi tipi argomenti è perchè meno si sa e meglio è?

           

          si può estrarre il cuore anke al + nero assassino,ma è + difficile cambiare un’idea (APAPAJA)

          questo sistema è una gabbia, mi da in omaggio rabbia (SPARAMI)

           

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi