MORATORIA SULLA PENA DI MORTE- QUALE IL PENSIERO DELLA CHIESA CATTOLICA?

 

L’italia si è battuta in sede onu per l’approvazione della moratoria sulla pena di morte, tra le tamte esultanze mondiali su tali approvazione balza all’occhio la quasi latitanza di commenti da parte del vaticano.

mi piacerebbe conoscere il pensiero reale della chiesa cattolica a tale riguardo, anche in merito al punto 2267 del testo integrale del catechismo della chiesa cattolica voluto e approvato da Giovanni Paolo II.

2267 – L’insegnamento tradizionale della Chiesa non esclude, supposto il pieno accertamento dell’identità e della responsabilità del colpevole, il ricorso alla pena di morte, quando questa fosse l’unica via praticabile per difendere efficacemente dall’aggressore ingiusto la vita di esseri umani. Se, invece, i mezzi incruenti sono sufficienti per difendere dall’aggressore e per proteggere la sicurezza delle persone, l’autorità si limiterà a questi mezzi, poiché essi sono meglio rispondenti alle condizioni concrete del bene comune e sono più conformi alla dignità della persona umana. Oggi, infatti, a seguito delle possibilità di cui lo Stato dispone per reprimere efficacemente il crimine rendendo inoffensivo colui che l’ha commesso, senza togliergli definitivamente la possibilità di redimersi, i casi di assoluta necessità di soppressione del reo «sono ormai molto rari, se non addirittura praticamente inesistenti».


Commenti da Facebook

10 Commenti

  1. gianni

    Cardinale Camillo Ruini: “Credo – afferma il vicario del Papa – che dopo il risultato felice ottenuto riguardo alla pena di morte fosse molto logico richiamare il tema dell’aborto e chiedere una moratoria quantomeno per stimolare, risvegliare le coscienze di tutti, per aiutare a rendersi conto che il bambino in seno alla madre è davvero un essere umano e che la sua soppressione è inevitabilmente la soppressione di un essere umano». «In secondo luogo – sottolinea l’ex presidente della Cei – si può sperare che da questa moratoria venga anche uno stimolo per l’Italia, quantomeno per applicare integralmente la legge sull’aborto che dice di essere legge che intende difendere la vita, quindi applicare questa legge in quelle parti che davvero possono essere di difesa della vita e forse, a 30 anni ormai dalla legge – aggiunge Ruini – aggiornarla al progresso scientifico che ad esempio ha fatto fare grandi passi avanti alla sopravvivenza dei bambini prematuri. Diventa veramente inammissibile procedere all’aborto ad una età del feto nella quale egli potrebbe vivere anche da solo».

    Osservatore romano: “un crudele giustizialismo che fa ancora una volta del patibolo il suo strumento”. All’indomani dell’esecuzione di condanna a morte di Suddam Houssein.

    E tanti altri commenti favorevoli alla mozione da parte della chiesa cattolica.

    La chiesa, caro tm, è stata sempre contraria alla pena di morte e non capisco perchè hai questi dubbi. Comunque ti faccio una domanda. A tuo avviso Mussolini ha meritato di essere stato ucciso e calpestato in quel modo senza nesunn processo? Per me è stato giusto così come è stata giusta la sentenza di morte per Saddam. Per te ci sono delle differenze?

     

    1. viva-mente

      vede .. sig. Gianni …

      sicuramente lei è un cattolico fervente, credente al 100% …. sennò .. come si spiegherebbe il suo commento …

      …. lei sicuramente ammette le pena di morte … così come l’ha ammessa la Chiesa fino al 2001 (Giovanni Paolo II l’ha definitivamente abolita in quell’anno) … ripeto 2001.. è ieri …

      ma tant’è … che ben venga (2001) anche con grave ritardo … il ravvedimento della Chiesa.

      Quanto al parallelo con l’aborto … o l’esecuzione di Mussolini …e di Saddam …  non vedo un nesso (almeno io non lo vedo …. i cattolici evidentemente si ….)

      .. lei mi dirà … è sempre una questione di morte provocata … voluta …. eseguita … però .. lei ha forza (cattolica) di sapere distinguere le crudeltà ….di accettarne alcune (Mussolini … Saddam…) e di scartarne altre (l’aborto) …

      … evidente-mente .. la morte ha pesi e misure diverse (.. è quanto ha sostenuto e continua a sostenere la Chiesa ancora oggi)… peccato ….

      ps. sono contro la pena di morte …. e soprattutto contro l’aborto … e purtroppo per Lei …e per la Chiesa Cattolica …. non sono CREDENTE.

      1. gianni

        caro viva-mente,

        non vedo perchè una persona debba essere per forza di cose cattolico per difendere la chiesa. Forse la sorprenderò se le dico che non sono un cattolico al 100% e che non sono un frequentatore di chiese. Le chiedo scusa se ho fatto riferimento all’aborto ma quelle sono parole del cardinale Ruini non mie. Ho solo preso il commento di Ruini per far capire l’opinione della chiesa in merito alla pena di morte. Le assicuro che  non era mia intenzione parlare dell’aborto.

        Quello che mi sorprende è invece il fatto e che uno deve sempre giustificare il fatto di non essere cattolico con attacchi gratuiti alla chiesa. Da sempre nella dottrina cattolica si fa sempre riferimento al perdono e non dal 2001. Lei è anche libero di credere il contrario.

        Comunque in Italia molti signori esponenti politici e grandi moralisti sono contrari alla pena di morte ma non hanno mai condannato alcune sentenze di morte senza processo (vedi caso Mussolini, bollandolo come un atto dovuto). Credo che questi signori professorini prima di fare lezioni di moralità debbano andare a lezione di coerenza con quello che dicono. Lei è libero di definirsi anticattolico, io invece mi vanto di non seguire il moralismo dei professorini

  2. viva-mente

    chiedo innanzitutto scusa per il tono ….ma … preme chiarirti innanzitutto che ..

    … non sono anticattolico … io non sono mai ANTI …. semplicemente non sono cattolico ….

    …. la dottrina della chiesa .. fino a prova contraria (sta a te dimostrarlo) ancora tutt’oggi …. contempla (anche se in casi estremi) l’esecuzione capitale (leggi lart. di TM)

    ….il fatto che la chiesa o taluni esponenti di essa …condannino la pena capitale … non giustifica un atteggiamento che sicuramente è poco coerente con i principi della chiesa stessa ….

    … quanto al fatto che … ogni qual volta si vuole affrontare un tema che .. non ha nulla a che fare con la politica … si vuole a tutti i costi tirare per la giacca remore (… PERMETTIMI … FASCISTE. ) che sarebbe opportuno tenere fuori da un dibattito civile.

    Vuole che condanni l’uccisione di Mussolini … OKKEY …. l’ho fatto … IO RITENGO CHE SIA STATA UNA COSA ABERRANTE … così come lo è stata l’esecuzione di SADDAM … io la vedo così …

    …e come me .. meno male …. nel mondo ci sono milioni d persone che condannano la pena di morte … (in paesi dove … aturalmente la chiesa è poco presente) ….

    … vedi caro Gianni … vorrei che ci fosse più coerenza … tra quelli che predicano bene .. ma razzolano male … e tra questi .. purtroppo …. ci sono moltissimi cattolici… e tra questi purtroppo c’è lei ….

     

    1. tm

       

      comincerei questo post con il chiedere a vivamente di rivedere la sua frase in cui rivolto a gianni e parlando di coloro che parlano bene e razzolano male gli dice testualmente “tra questi purtroppo c’è lei”, anche perchè ritengo che nessuno di noi, ne vivamente, ne io abbiamo il diritto di rivolgerci agli utenti di questo sito con frasi che manchino di rispetto specie se rivolte ad una persona come gianni che ha fatto del rispetto verso gli altri la base di qualunque suo intervento.

      Ora caro gianni permettimi di dissentire da te e dire che mi trovo perfettamente daccordo con quanto affermato da vivamente. Il problema non è se io o altri siamo o meno daccordo con l’esecuzione di mussolini. Potrei dirti che sono daccordo o anche che sono contrario, ma non cambierebbe la sostanza. Dalla esecuzione di mussolini ad oggi sono trascorsi oltre sessant’anni e le battaglie per i diritti civili in questo frattempo hanno fatto passi da giganti, molta gente si è ricreduta su tanti problemi, e io stesso ritengo oggi che pur mantenendo fede agli ideali del socialismo personaggi da me osannati nel passato come stalin altri non erano che dei criminali meritevoli delle più severe punizioni, e che realtà cosiddette socialiste erano difatti la negazione dei diritti fondamentali della persona.

      Ho voluto dirti questo per ribadire il concetto che nella vita non bisogna mai prendere posizioni per partito preso, anche perchè spesso le cose sono completamente diverse da come ci vengono prospettate e da come noi pensiamo di credere. Io non sono un credente, ma ti sembrerà strano se ti dico che il libro che leggo quasi tutti i giorni da oltre vent’anni e che reputo uno dei libri più istruttivi e carichi di insegnamenti è proprio il Vangelo, oppure ti sembrerà più strano sapere che il personaggio storico che più mi affascina per la sua disponibilità, il suo amore verso il prossimo, il suo spogliarsi di tutto per dare agli altri è Francesco d’Assisi, o ti sembrerà ancora più strano sapere che una delle persone con il quale itrattengo rapporti di stima e amiciazia molto stretta è Mons. Hilarion Capucci, arcivescovo vicario di Gerusalemme, vescovo cattolico della chiesa greco romana, persona veramente squisita. Credo che il mio incontro con queste esperienze sia pur di natura diversa rispetto alle mie idee mi abbiano insegnato a vedere le cose sotto diversi punti di vista e mai per partito preso, e anche in virtù di queste mie considerazioni ritengo che la chiesa (istituzione) se solo avesse imparato a seguire certi esempi mai si sarebbe sognata di inserire nel suo catechismo ufficiale norme come il punto 2267 che pur condannando la pena di morte non ne escludono la sua applicazione sia pur in casi estremi:

      tonino

  3. gianni

    Allora facciamo un pò di chiarezza. Le faccio notare, sign. viva-mente, che è proprio lei quello che si contraddice. Nel primo commento dice: “…. lei sicuramente ammette le pena di morte … così come l’ha ammessa la Chiesa fino al 2001 (Giovanni Paolo II l’ha definitivamente abolita in quell’anno) … ripeto 2001.. è ieri …”, nel secondo commento dice:  “…. la dottrina della chiesa .. fino a prova contraria (sta a te dimostrarlo) ancora tutt’oggi …. contempla (anche se in casi estremi) l’esecuzione capitale (leggi lart. di TM)”. Non capisco se la chiesa ha definitivamente abolito o tutt’oggi contempla ancora l’esecuzione capitale. Complimenti per la sua di coerenza!!!!

    Caro TM, ti ringrazio della solidarietà,comunque sappi che io non vado per partito preso e mi dispiace se tu hai questa impressione nei miei confronti. Quello che voglio dirti è che il Vangelo, per un cattolico, ha un valore  molto più alto di un articolo del catechismo. Da sempre nella dottrina cattolica vi è la cultura del perdono. O sbaglio? Certo anche lei ha commesso errori ed orrori nel corso della sua storia, questo bisogna ammetterlo e sicuramente non è stata coerente con se stessa (e con questo spero di averti dimostrato di non essere di parte e che sono in grado di ragionare con la mia testa) . Questo però non significa che bisogna continuare ad offendere il cattolicesimo. In questo paese siamo pronti a definire immorale chi offende Maometto per poi ammirare chi offende la chiesa (vedi Littizzietto al solito programma sinistroso di rai 3).

    Non capisco l’accusa che lei, sign vivamente, ha espresso nei miei confronti. Non sono uno che predica bene e cerco di non far del male a nessuno. Ribadisco io sono favorevole alla pena di morte per i casi estremi (quindi di sicuro non predico bene). Quello che a me fa incavolare sono coloro che cambiano idea velocemente seguendo l’onda della moralità. Sono quelli che non hanno mai condannato il loro passato di terroristi e che si vantano per le loro lotte e per le loro sentenze di morte. Sono coloro che urlavano : ” uccidere un fascista non è reato” e che adesso continuano a non chiedere scusa per quello che hanno detto. Sign vivamente le chiedo se secondo lei queste persone hanno il diritto di dire no alla pena di morte. Forse la chiesa e i cattolici non sono degli esempi di coerenza, forse io stesso sarò che predico bene e razzolo male ma questi professorini, che spero non siano per lei un riferimento, non sono da meno.   

    1. tm

       

      mi dispiace veramente che tu la metta su questo piano anche perchè non credo che con il mio post precedente io abbia definito te uno che parla per partito preso, ma era un discorso di carattere generale riferito anche al sottoscritto e a quanto avvolte diveniamo ciechi difronte a delle credenze che crediamo perfette e che invece risultano essere tutt’altro. Certamente di errori ne facciamo tutti e anche io credo di averne fatti tanti nella mia vita, ma di errori si tratta e non di “orrori” se permetti, che sono cose ben diverse. Nessuno credo almeno per quello che riguarda gli utenti di questo sito abbia preso posizioni di un certo tipo solo per continuare ad offendere il cattolicesimo, che reputo una religione di tutto rispetto e pieno di insegnamenti positivi, compreso il perdono. Un conto è però riconoscere la qualità della predica cattolica, un altro è confrontarsi ogni giorno con tanti episodi in cui tali prediche vengono puntualmente disattese se non addirittura calpestate. Se proprio ci tieni a saperlo la mia posizione sulla pena di morte è sempre stata la stessa, anche quando si gridava “uccidere un fascista non è reato”, sono e sarò sempre contro qualunque pena di morte e per me non esisteranno mai casi estremi, e quello che forse ti potrà stupire è che questa mia convinzione mi viene proprio dalla lettura del Vangelo, quel Vangelo che puntualmente viene contraddetto dagli esempi quotidiani di tantissimi ferventi credenti che probabilmente non lo hanno mai letto (certamente tu non sei tra questi).

      tonino

      1. gianni

        Carissimo tonino,

        scusami ma non ti ho accusato di offendere la chiesa, quella critica era rivolta a vivamente e mi scuso con te se non sono stato molto chiaro. La tua posizione contro la pena di morte la conosco molto bene e non ti reputo uno di quei professorini di cui parlavo prima. La chiesa è fatta di uomini, quindi fa anche degli errori (lo ha detto anche il papa stamane) ed in mezzo mici metto anch’io. Quello che volevo sottolineare sono i continui attacchi al cattolicesimo fatti solo per ragioni politiche da quelle persone che non possono dare lezioni di moralità a nessuno. Quei politici e quei professori universitari (non tutti) non hanno avuto neanche il coraggio di chiedere scusa per il loro passato (non proprio morale) che adesso pretendono di essere chissà chi. Prima di puntare il dito contro il prossimo bisogna puntarselo su se stessi (non mi riferisco a te), bisogna mettersi sempre in discussione (come fai tu). 

        Infine per tua sorpresa ti dico che io il Vangelo non l’ho mai letto, per tua sorpresa ti dico che io in chiesa non ci vado da parecchio tempo. Non mi ritengo un cattolico, ma questo non significa che ci devo per forza remare contro.

    2. viva-mente

      Manco di coerenza … mah … forse di chiarezza … questo si …

      Se vogliamo andare per il sottile, la mancata coerenza dovrebbe additarla a quei cattolici, che a diversi gradi, nonostante l’abolizione ufficiale del 2001, ancora oggi sono convinti che , anche in casi estremi, l’esecuzione capitale sia una soluzione possibile … (e tra questi .. credo che ci sia anche Lei … credo…) ( … non voglio nemmeno pensarci … è assurdo … che vi è  gente che sia in grado di infilare il cappio attorno al collo di un essere umano … foss’anche il più criminale dei criminali ….lei è in grado di infilare il cappio attorno al collo di qualcuno???? …. Mah .. complimenti per il coraggio e la freddezza …))

      Sulla questione coerenza … che centro io ???? …. Incoerente su che cosa? …. Mah ….

      Il mio appunto nei suoi confronti, è semplicemente dovuto al fatto che, dai suoi post, sembra che si voglia a tutti i costi, “tirare per la giacchetta” questioni politiche che sembrano poco attinenti con il tema trattato …. Mussolini …. A contraltare con Stalin … e magari .. perché no … Fidel .. Chavez …. Ed in ultimo i professorini (di sinistra .. immagino … vero????)

      Ora …. Scusami il disappunto.. ma … soffro un po’ l’atteggiamento di chi … non perde l’occasione …. In questo caso la pena di morte, …. Per tirare a tutti i costi “per la giacchetta” le solite tiritere …. I … e purtroppo .. le tiritere sono … noiosamente sempre quelle …

      … quanto al rispetto per i cattolici … per quello che fanno … per quello che rappresentano … mbè … posso assicurarLe che … nonostante quello che pensa Lei … io di questi ho grande ammirazione … avendo la fortuna di lavorare con loro su grandi progetti umanitari che… nonostante le questioni di credo …. Ci accomunano e sono condivisi ….

      …. Vede … ci sono CATTOLICI … e ….c a t t o l i c i …. Così come ci sono COMUNISTI  … e c o m u n i s t i  ….così come le verità non ci stanno tutte da una parte o dall’altra …

      il mio sforzo … in questo post … è quello di convincerla ad appartenere a quei cattolici che sono sempre CONTRO LA PENA DI MORTE …( …e mi creda son tanti ….)

      … e … la prego … metta da parte le tiritere … non fanno bene a nessuno … se non … ad accendere polemiche senza alcun risultato …

      Spero che questa dialettica serva anche a me …ad allontanare alcuni pregiudizi che tutt’ora permangono ( …. Non sui c a t t o l i c i ….mi creda…) … almeno io ci sto tentando … è così spero anche per lei …..

      Vabbè … io chiuderei la questione qui …oltretutto … credo che il sale della democrazia sia nel modo di vedere le cose in maniera  diversa ….

      Un caloroso saluto … senza polemica …

      Buone cose …

      1. gianni

        Purtroppo le solite strumentazioni sono fatte a destra e a sinistra. Ha ragione lasciamo stare Mussolini ed i cattolici e concentriamoci sulla pena di morte.

        Anch’io posso dirle di essere contrario alla pena di morte. Posso dirle che non ho mai voluto la morte di nessuno anche perchè, per fortuna, non ho mai subito un torto così grave da generare in me questo tipo di odio. Ma provi a mettersi nei panni di chi ha visto un proprio caro essere ucciso; di chi è stato costretto ha vedere  la propria moglie o peggio la propria madre prima stuprata e poi uccisa. Ripeto possiamo anche essere contro la pena di morte ma non possiamo neanche per un attimo pensare di offendere queste persone se vogliono veder morire chi ha commesso queste atrocità. Può sembrare banale e ovvio ma io la vedo così.

        Sign Vivamente le ripeto che questo è solo il mio pensiero è non sono un cattolico al 100%.  Chiudo qui la mia polemica e mi scuso con lei se eventualmente ho detto cose che possano aver offeso.

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi