venerdì 03 Dicembre 2021

Napoli caput mundi

Vista la terribile situazione di Napoli, l’immagine terzomondista data dall’Italia in tutto il mondo, la tenacia di Bassolino/Jervolino a rimanere attaccati sulle loro poltrone/troni-monnezza ci sarebbe parecchio da piangere.
Sorridiamo invece con queste parole prese dai commenti a un post di beppegrillo:

Secondo me Bassolino e la Iervolino stanno facendo il loro dovere:

Il napoli è in serie A
de laurentis ha promesso la champions
caruso è in parlamento a rappresentare i centri sociali napoletani
nei parchi pubblici è vietato fumare
la iervolino ieri era con i manifestanti
bassolino giustamente non si dimette
maria de filippi invita sempre napoletani ai suoi programmi
grande fratello è seguito dai napoletani in gran parte
nel porto i prodotti cinesi arrivano tranquillamente
la cocaina è sempre richiesta
i guaglioni scippano come sempre
le tredicenni partoriscono come sempre
ci scappa il morto ogni tanto come sempre
i botti di fine anno hanno avuto un ottimo successo come sempre
il pizzo è sempre pagato puntuale
il vesuvio dorme ancora
san gennaro fa il miracolo del sangue ogni anno
arrivano turisti nonostante siano scippati sempre
dario fo odia napoli ma è ammirato come sempre e solo lui può parlarne male
nino d angelo scrive canzoni come sempre
renzo arbore canta in napoletano da buon foggiano
capri è meta di vacanze di napolitano
la mozzarella di bufala è stravenduta
prodi adesso domani sistemerà il piccolo problema della spazzatura
la disoccupazione cala grazie alla camorra
chiagne e fotte è lo slogan messo in atto sempre
i costi da parte dello stato sono costanti come sempre

io non vedo nessun problema, napoli e tutta la campania stanno troppo bene, come sempre.

Commenti da Facebook

14 Commenti

  1. titus

    Non so se dire Non ci resta che Piangere…. oppre speriamo che se la cavano…
    Tralasciando le battute…la situazione è critica… poi non so chi di voi ha visto porta a porta Ieri sera….
    Ad un certo punto mi è salito un Nervoso ha sentire tanta Ipocrisia…Noi al Nord non prendiamo Rifiuti del Sud… Ma santa Pace per decenni i rifiuti delle fabriche del Nord Est sono stati accolti, stoccati e depositati in Italia Meridionale….( se in modo lecito o illecito sarà la maggistratura a Deciderlo) Il direttore del Mattino era visibilmente incavolato con i suoi interlocutori…
    Giustamente dopo circa 14 anni di commissariamento dei rifiuti, non si riesce a tracciare una politica per lo smaltimento in Campania????????
    Forse, ora, Il Ministro dell’ambiente dovra fare molti passi indietro quando era ad acerra a fare il capo popolo per evitare l’apertura dell’inceneritore….
    Caro ministro contestare contestare contestare quando non si governa è facile, ora che governi che fai!!!!!!!
    mandi L’esercito!!!!!!!
    alla prossia puntata

    1. michela

      Vedere Napoli e la Campania ridursi in uno stato sempre più intollerabile mi fa davvero male soprattutto dopo averci vissuto per cinque anni per l’università e aver continuamente sperato che le cose potessero cambiare…
      c’è una fetta di gente meravigliosa che tuti i giorni a napoli esprime quello che di più bello abbia mai visto in termini di creatività, emozione, arte, cultura, impegno civile, gente che in tv non si vede e che non merita tutto questo.
      Ho sempre pensato che la frase di De Andrè “dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior” trovasse il giusto compimento proprio in quella città, ora ho la sensazione che pure i fiori non riescano a sopravvivere al soffocamento.
      spero in tempi migliori.
      topobiche_81

    2. ciffo

      Titus condivido il tuo discorso sull’ipocrisia di certi personaggi politici ma la soluzione non è far cambiare idea a Pecoraro Scanio che ieri diceva e faceva cose giuste e che ora deve scontrarsi con la dura realtà dei fatti.
      Gli inceneritori non servono e tutti i mass media vogliono convincerci del contrario con i politici nel salotto di Vespa a parlarci della bontà dei termovalorizzatori o addirittura a ripescare il nucleare.
      Documentiamoci visto che l’informazione è carente.
      Sul blog di Beppe Grillo ci sono molte buone informazioni:
      Studi su popolazioni residenti in prossimità di inceneritori
       
      Guardati questa intervista:

      Contenuto non disponibile
      Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
  2. nemesi

    “È un territorio che non esce dalla notte. E che non troverà soluzione. Quello che sta accadendo è grave, perché divengono straordinari i diritti più semplici: avere una strada accessibile, respirare aria non marcia, vivere con speranze di vita nella media di un paese europeo. Vivere senza dovere avere l’ossessione di emigrare o di arruolarsi.” : questo l’incipit di Roberto Saviano, autore di Gomorra, nell’articolo-denuncia su La Repubblica. RASSEGNAZIONE: è questa l’unica parola che corre nella mente leggendo le interviste di saviano, ascoltando le opinioni dei napoletani e passeggiando nella, seppur malata, bellissima napoli.

    Aria grigia, irrespirabile; strade sporche, piene di rifiuti; gente che passeggia, ride, compra in una città ormai ai limiti dell’assurdo… come se nulla fosse!!!

    Si sono tutti rassegnati, rassegnati a vivere cosi, ad incolpare l’amministrazione, la regione, la camorra che, per l’amor del cielo io stessa ritengo i maggiori responsabili dell’attuale situazione, ma non i soli.

    “per noi la monnezza è oro” : queste sono le parole che Franco Roberti, capo del pool anticamorra della procura di Napoli sentì uscire dalla bocca del boss Nunzio Perrella ormai 15 anni fa.

    Peccato che l’abbia capito solo la camorra e non i tanto furbi napoletani; prestare attenzione alla gestione, raccolta e distribuzione dei rifiuti, non confondere le strade della propria città con secchi di spazzatura, rispettare le norme igieniche almeno nei luogi pubblici, educare le nuove generazioni alle modalità e potenzialità della raccolta differenziata, chiedere oggi stesso che la raccolta differenziata possa essere fatta, porterebbe solo ricchezza, dignità e potere ad una città tanto amata dagli altri quanto disprezzata da loro.

    ma chissà quando lo capiranno….alla prossima emergenza???

  3. gianni

    La situazione di Napoli è a dir poco vergognosa. Il governo ha preso delle iniziative per uscire dall’emergenza ma, come al solito, non ha voluto punire i responsabili  di questa crisi. Si perchè siamo in Italia, in quel paese dove chi commette gravi errori al 90% dei casi rimane impunito.

    Il fatto che Prodi non ha criticato il presidente Bassolino per responsabilità evidenti la dice lunga sul fare tipicamente italiano (vogliamoci tutti bene!!!). Se questo presidente si fosse trovato in uno stato USA sarebbe già stato mandato a casa oppure sarebbe già stato costretto a dimettersi. In Italia no…. noi perdoniamo tutto e questo vale sia per governi di destra sia per governi di sinistra.

    Poi abbiamo il ministro Verde con le seguenti dichiarazioni: dispaccio ANSA delle ore 20.13 del 30 gennaio del 2003:«Il presidente nazionale dei Verdi Alfonso Pecoraro Scanio annuncia che dell’opposizione alla termodistruzione faranno una battaglia nazionale»;  Il 29 agosto del 2004 Pecoraro Scanio è di persona ad Acerra per capeggiare una manifestazione: «Sono qui per ribadire che non possono essere prese decisioni sopra le teste dei cittadini»; luglio 2007 Pecoraro Scanio da parere positivo per la costruzione di un secondo termovalorizzatore. Alla faccia della coerenza, prima bisogna fare la battaglia contro e poi però dici che i termovalorizzatori sono necessari. Complimenti per la sua battaglia per difendere la poltrona. Chissà cosa pensano i Verdi di Montescaglioso a proposito delle richieste di dimissioni di Bassolino/Jervolino visto che loro hanno chiesto, per molto meno,  le dimissioni dell’ass. Quarato. 

    Poi la sign. Jervolino…. mio dio!!! La signora continua a dire cose banali ed ovvie del tipo: “io sto con la popolazione” oppure “Napoli è una città pulita e sicura” e tante altre cose. Poteva farsela una sua passeggiata per le vie di Napoli per rendersi conto della situazione anche a costo di ricevere offese ed insulti. Prenda esempio da Giuliani ex-sindaco di New York che il 13 settembre del 2001 era  per strada a dare una mano alla popolazione ricoperto di polvere. Invece lei signora è stata sempre presente negli eventi della Napoli bene; della Napoli della notte bianca. Insomma lei è un buon sindaco per Piazza Plebiscito ma non per Napoli.

    Infine la destra campana che, ovviamente in quanto opposizione, ha sempre sostenuto la lotta della popolazione contro gli inceneritori trasformandosi in falsi ambientalisti. Cavolo voi tutti insieme, destra e sinistra, avete reso Napoli la capitale dell’immondizia. Grazie

     

     

    1. For Peace

      Ho visto una parte della trasmissione di Porta a Porta sui rifiuti. Credo che spesso alcuni politici cavalcano l’onda del dissenso per interessi personali e di partito. Sono convinto che il nostro Ministro dell’Ambiente voglia il bene di tutti, da qui i numerosissimi esempi degli sforzi Verdi in tanti comuni affinchè si attui la raccolta differenziata. Forse l’errore Verde sarà stato scaturito dal pensare che i napoletani e dintorni potessero fare la differenziata al 100%  da soli ed in breve tempo, pertanto non avrebbero avuto senso gli inceneritori. Se sarà provata la responsabilità di gruppi di pressione ambientalisti nella questine rifiuti a Napoli, non esiterò ed esprimere il mio dissenso in merito e ad esprimere la mia indignazione.

      FOR PEACE

      1. Tao
        Salve a tutti, sono un nuovo utente di Montescaglioso.net e sul tema di Napoli sento di dover rendere noto anche a voi quello che per caso ho letto su un sito http://www.notiziedeiparchi.spaces.live.com
        Sicuramente chi è direttamente impegnato in queste cose ha già letto o sentito questa notizia…. per me è una novità….. spiacevole novità.
        Spero si riesca ad arrivare ad un accordo e a trovare una soluzione che coinvolga tutta la Nazione senza distinzioni tra nord e sud.
         Questo è il testo integrale che ho trovato sul sito.
        07/01/2008

        APPELLO DEL COMITATO DI VIETRI DI POTENZA CONTRO LA DISCARICA

        Non vogliamo fare sterili campanilismi. Siamo consapevoli delle gravi difficoltà che sta vivendo la Regione Campania in merito al problema gestione rifiuti. Non possiamo però sottovalutare aspetti IMPORTANTI che determinano la NON IDONEITA’ del sito di SERRA ARENOSA in CAGGIANO per l’allocazione di una MAXI DISCARICA. Come ha potuto evidenziare la relazione del Prof.Franco Ortolani, l’aria che dovrebbe ospitare la DISCARICA è un’area SISMICA DI PRIMO GRADO, deducibile dalla CARTA GEOLOGICA D’ITALIA. Un’area oggetto di molti eventi sismici nel passato: dal 989 al 1980 è stata oggetto di ben 14 terremoti, come si evince dal CATALOGO DEI TERREMOTI ITALIANI. “anche il piano rifiuti proposto dal Commissario di Governo Pansa prevede che le aree ad alto rischio sismico vadano escluse dalla realizzazione di una discarica.” La CAVA di SERRA RENOSA è per ¾ nel territorio LUCANO e per solo ¼ nella parte CAMPANA. Non si capisce come si può fare una MAXI DISCARICA di 400’000 m3 nella PARTE CAMPANA, quando tutta l’area della CAVA(compresa la parte LUCANA) può contenere al MASSIMO 140’000 m3. “un errore commesso dalla pubblica amministrazione provinciale di Salerno è quella rappresentata dalla scelta di individuare un sito al confine tra Campania e Basilicata (senza preventiva consultazione e approvazione della regione confinante) rappresentata da una cava, la cui parte più vasta è ubicata in Basilicata”. Sotto il sito individuato, passa il FIUME MELANDRO a circa 650mt. dalla cava di Serra Arenosa, con una forte pendenza del crinale di circa il 40%. Il versante a valle della cava è ricco di fenomeni “sorgentizi” anche idrominerali(acque sulfuree). “la particolare conformazione morfologica del sito, completamente aperto sul lato nord verso il FIUME MELANDRO, rende particolarmente alto il rischio di fuoriuscita di percolato che “ruscellando” superficialmente durante eventi meteorici di particolare intensità si riversa nel sottostante fiume.” Queste solo alcune delle ragioni, che possono essere dedotte dalla RELAZIONE del Prof.Ortolani, che è possibile consultare dal blog http:unsitosbagliato:blogspot. che ci possono aiutare ad evitare “un crimine ambientale” come lo ha definito lo stesso Prof.Ortolani nella sua relazione. “La Provincia di Salerno ha individuato un sito palesemente non idoneo per caratteristiche geoambientali in quanto interessato da tettonica attiva (alto indice di sismicità) da circolazione idrica sotterranea e da instabilità geologica su scala plurisecolare”. Altre informazioni possono essere recuperate dal sito http://www.rifiutiamola.org

        CHIEDIAMO DI SOSTENERE LE NOSTRE RAGIONI.

  4. For Peace

    La verità di Beppe

    Grillo dal suo blog prende le difese del leader del Sole che ride e dei Verdi. “Si è aperta la caccia al Pecoraro Espiatorio. Ma sono ben altri i colpeveoli, dalle imprese del Nord alla Camorra”

     

    “Si è aperta la caccia al Pecoraro Scanio. E’ lui il colpevole. Non Bassolino, non la Jervolino, non i presidenti del Consiglio degli ultimi quindici anni, non la Camorra, non le imprese del Nord che hanno smaltito i rifiuti tossici in Campania per risparmiare, non chi ha preso i miliardi di euro dalla Comunità Europea per opere mai realizzate, non le municipalizzate politicizzate, non i partiti, non la giunta regionale, non le giunte provinciali, non i sindaci contigui alla criminalità organizzata, non chi non ha permesso la raccolta differenziata, non i magistrati che non hanno indagato, non i giornalisti che non hanno denunciato, non i parlamentari campani che stanno a Roma, non le ASL, non chi deve controllare i prodotti alimentari, non chi deve controllare l’inquinamento dell’aria”.

    Lo scrive Beppe Grillo sul suo blog, prendendo con un tono molto indignato e perentorio le difese del ministro dell’Ambiente e leader dei Verdi e della federazione del Sole che ride. “Nessuna, nessuna stramaledetta istituzione – scrive ancora il popolare comico – è responsabile di una Regione rovinata, con scorie radioattive sotto i campi di pomodori e un incremento di malati di tumori spaventoso”.

    “La colpa è dei Verdi – continua Grillo –, di chi vuole acqua pulita, aria pulita, carne, uova e mozzarella senza diossina. La colpa è di chi vuole un parco, un albero, una spiaggia senza liquami, depuratori funzionanti”.

    “La colpa è di chi vuole la raccolta differenziata, rifiuti zero. La colpa è di chi pensa che i campani siano una popolazione civile come le altre che può ottenere gli stessi risultati per l’ambiente dei danesi o dei californiani”, aggiunge sferzante.

    “La colpa è di chi dice la verità sugli inceneritori e sul Cip6, la tassa sulla nostra bolletta dell’Enel, che ha sottratto miliardi di euro alle energie rinnovabili per regalarli ai petrolieri. Uno dei più grandi fallimenti politici della Repubblica Italiana – conclude il comico – è stato trasformato in un problema di ordine pubblico. Bassolino regna con De Gennaro alla sua destra. I colpevoli sono il Pecoraro Espiatorio e tutti gli abitanti di Pianura ai quali era stato promesso che la discarica non sarebbe più stata riaperta”.

     
    Redazione
    10 gennaio 2008
    1. lucia

      Diamo per vero tutto quello che scrive Grillo nel suo blog, ossia che le imprese del nord hanno smaltito rifiuti tossici in Campania, che esiste chi non ha permesso in alcuni comuni la raccolta differenziata,ora io mi chiedo ma dove erano I Verdi quando tutto ciò accadeva? perchè affidarsi al giornalista o al magistrato di turno per denunciare e indagare, perchè aspettare che la situazione diventasse insostenibile per chi vi abita?

  5. For Peace

    Cara Lucia ben saprai che viviamo in uno stato “CIVILE” pertanto i netturbini raccolgono l’immondizia, l’amministrazione decide dove confluirla, i magistrati fanno le indagini e i giornalisti raccontanto la realtà secondo libertà. Secondo me tu saresti con coloro (alcuni) che quando sono alla fontana vedasi “pilaccio, gravinella, sand vit ecc.. dicono: addo stonn l’vierd? Non potn vnie a ccogn a mnezz” mentre magari contribuiscono a sporcare, i Verdi sarebbero disposti anche a questo per chi ne conosce l’anima pura, c’è un particolare, i politici fanno politica, cercano di prendere delle decisioni, alzi la mano chi si candida per fare la/il netturbina/o.

    Bye bye

    1. Cambiamo Cultura

      Poveri netturbini, oltre a fare un lavoro che a detta di molti non è tanto piacevole, devono pure raccogliere la merda che provochiamo noi con i nostri comportamenti sbagliati, lasciando i sacchi per terra fuori dai cassonetti.

      Io vi rispetto tantissimo per il lavoro che svolgete, e come segno di rivolta o di provocazione verso i cittadini irrispettosi, vi inviterei per qualche mese a svuotare solo i cassonetti e a lasciare per terra tutto ciò che è fuori dai cassonetti.

       

       

    2. lucia

      Continuo a non capire, sarò di coccioCry, perdonami.Mi attribuisci comportamenti non consoni al mio modo di vivere, se la vogliamo dire tutta, ho le tasche del cappotto piene di carte di caramelle e quant’altro proprio perchè non sopporto chi butta tutto per strada. Sono d’accordo con te quando dici che ognuno deve fare il proprio lavoro, ma cosa significa fare il politico? prendere decisioni? quali decisioni hanno preso i Verdi sulla questione Napoli? la mia non è assolutamente polemica vorrei solo capire prima di giudicare

  6. For Peace

    Sono dispiaciuto del fatto che alla fine la colpa secondo taluni è dei Verdi. Non so quale sia la tua conoscenza degli ideali e degli sforzi concreti che le Giunte Verdi fanno per l’attuazione concreta della differenziazione dei rifiuti. Purtroppo da quello che so io la gestione dei rifiuti in Campania è commissariata da circa 15 anni, con questo significa che anche le amministrazioni Verdi hanno avuto le mani legate. Evidentemente i no agli inceneritori li hai giustificati anche dal video inserito in questo post, per me l’errore grande dei Verdi è nel pensare che si sia tutti “civili” ovvero che tutti potessero/volessero differenziare. Purtroppo così non è , con ciò forse qualche inceneritore avrebbe potuto far bene alla regione Campania. Che dire di più, ma non vi stupisce il come mai la gente son sia in grado di tenersi momentaneamente l’immondizia in casa, non dico ad oggi che ormai sono passate tre settimane ma nei primi giorni, quello che nessuno ha detto è che questa emergenza è anche causata dall’inciviltà di alcune persone.
    Bye bye

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi