“le Donne nella Politica”

“Ieri,9 marzo2008 ,il Partito Democratico di Montescaglioso in occasione della festa della donna ,ha organizzato un incontro dibattito sul tema:” le donne nella politica”.Presenti:il Sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico Sen.Filippo Bubbico,il coordinatore del PD di Montescaglioso Angelo Garbellano,la Dott.ssa Maria Bubbico ex Sindaco di Montescaglioso,insieme a tutte le donne che fanno parte del coordinamento locale del PD,tra cui il presidente  provinciale associazione persone down di Matera Geltrude Potenza.
Durante il dibattito si sono sviluppati,temi che riguardano l’inserimento delle donne in politica, nella società civile,nella famiglia,associazionismo ed altro.
La Giornata Internazionale della Donna meglio conosciuta come festa della donna quest’anno coincide con due importanti anniversari: i 60 anni della Costituzione della Repubblica italiana e i 60 anni della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.
In questa occasione vogliamo ricordare le attività positive svolte da singole donne e da associazioni impegnate per l’affermazione dei diritti fondamentali – diritti politici, sociali, civili, e diritti della persona – sanciti dalla summenzionate Carte fondamentali.
La vera “esplosione” in termini di popolarità e di partecipazione, l’8 marzo l’avrà negli anni ’70. Anni che segnano la collaborazione dei movimenti femminili e femministi che, tra l’altro, operano attivamente per la legge di parità, per il diritto al divorzio e all’aborto. La prima manifestazione femminista, risale infatti al 1972 e si svolse a Roma. Ma il top, la celebrazione dell’8 marzo, lo raggiunge nel 1980, con una grande manifestazione unitaria in cui confluiscono per la prima volta tutti i movimenti femminili e femministi.
Il percorso dell’8 marzo si snoda in quasi un secolo di storia che ha visto nascere movimenti politici, guerre, ideologie, ricostruzioni. Un cammino lungo e complesso per le donne di tanti paesi, con tanti sistemi di governo, più volte interrotto, ma che con grande tenacia hanno sempre ripreso con l’obiettivo dell’emancipazione e della liberazione delle donne.
Le donne hanno conquistato l’autodeterminazione alla maternità ma oggi per essere veramente libere hanno bisogno della possibilità di realizzare un proprio progetto di vita. La maternità risulta spesso un ostacolo nel trovare lavoro e nel mantenerlo, a causa anche di contratti di lavoro flessibili a volte privi di tutele. È importante dunque adottare politiche fiscali che incentivino l’occupazione femminile e riconoscano finalmente, attraverso dei crediti, il lavoro di cura. L’impegno relativo all’ambito del lavoro deve svilupparsi insieme all’affermazione di un welfare moderno, capace di migliorare il problema della conciliazione maternità-lavoro e impegno sociale; nonché facilitare il rientro nel mercato del lavoro dopo un periodo di cura.”

Posto di segutio alcune foto scattate durante l’incontro.

 

 

Devo dire che ho trovato molto interessante l’esposizione delle tematiche sopra citate, ovviamente non scevre di quel naturale coinvolgimento emotivo che l’occasione imponeva, gradevole il dibattito, tuttavia scarno ed ahimè impoverito dal mio criptico ed impacciato contributo…( credo che si sia capito molto poco del parallelismo fatto tra donna immaigne e sfruttamento pubbicitario…sorry ). Ringrazio il direttivo del PD per avermi permesso di documetare con alcune foto ed il  testo su riportato tra virgolette (gentilmente concesso) una serata che a mio avviso ha sottolineato la centralità della figura della donna in politica e la normalità del fatto in se.

Laz


Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi