Scrivi “Formazione professionale” leggi “assistenzialismo clientelare”

Oggi navigando per la blogosfera lucana ho avuto modo di sorprendermi ancora per lo sfascio più completo in cui versa il popolo lucano. Sul blog di radiopalomar si fa riferimento alla seduta del consiglio regionale di Basilicata dell’11 marzo. In questa seduta l’assessore Autilio ha fornito i dati riguardo i corsi di formazione lucani degli ultimi 10 anni. Cifre assurde!
Anni 1994-1999: spesi euro 257.356.669 per 65.359 allievi
Anni 2000-2005: spesi euro 216.740.352 per 57.122 allievi
Sommando abbiamo quasi mezzo miliardo di euro spesi per formare più di 122mila allievi in 10 anni. Ma tutta questa formazione avrà creato almeno mille posti di lavoro?
E per ogni posto di lavoro quanti servi della gleba?
 
Qui il resoconto della seduta del consiglio:
Resoconto integrale 11 marzo – bozza provvisoria


Commenti da Facebook

8 Commenti

  1. piovasco

    Per generalizzare.

    Mi sembrano i numeri di uno sfascio. L’evidenza che le cose non solo non sono cambiate rispetto al passato ma si sono aggravate dal moltiplicarsi dello sperpero di soldi pubblici a pioggia.

    E’ umiliante vedere come si mortificano i giovani della regione con un’elemosina che serve solo a rafforzare piccoli e grandi poteri politici.

    Scusate ma sono arrabbiato.

    è più facile che un cammello passi per la cruna di un ago…

    1. michela

      ma quali posti di lavoro!!!! sì, sarebbe un sogno e la Basilicata la regione con più formati e impiegati!!!!tutti soldi caduti a pioggia a creare NIENTE… e non vi dico le selezioni assurde per accedere a questi corsi… se sei laureato e realmente pensi che un corso di formazione, visto che si chiama “formazione” ti debba formare per entrare poi nel mondo del lavoro e magari da vera cretina ti prepari pure per passare le selezioni… bè, allora sei proprio fuori dal mondo, illlusione pura…. per avere questi finanziamenti piccoli, certo, ma un neolaureato non disdegna per niente, devi essere uno scansafatica, non avere un briciolo di interesse a crescere e magari se metti una firmetta… allora sei la persona giusta!io comincerei a vergognarmi di tutti questi soldi buttati … che schifo!
      topobiche_81

  2. For Peace

    CARISSIMO CIFFO COME AL SOLITO METTI IL DITO NELLA PIAGA E RIESCI SEMPRE A CENTRARE IL BERSAGLIO. GUARDATE, ORMAI NON MI STUPISCO PIU’, APPREZZO I COMMENTI DI MICHELA CHE STIMO PER LA SUA SPONTANEITA’. SCRIVO PROPRIO PER SOLIDARIZZARE CON VOI, PRORIO PER NON SEMBRARE ADERENTE AL SISTEMA. VI DIRO’ DI PIU’ MONTESCAGLIOSO SEMBRA ESSERE SOCIO AGE-FORMA, AVETE PERCASO VISTO QUELCHE EFFETTO POSITIVO SUL PAESE DA QUESTA AGENZIA? SONO OTTO ANNI PIENI CHE VIVO A NORD-EST E, PER AMOR DI PATRIA NON HO ANCORA CAMBIATO LA RESIDENZA, COME VI FOSSE UN CORDONE OMBELLICALE ALLA MIA REGIONE, MA DI QUESTO PASSO QUESTI CI SPINGERANNO AD ODIARE LA NOSTRA TERRA. SPERO TANTO DI NO E CREDO CHE SOLO GRAZIE ALLA VICINANZA AL SISTEMA PUGLIA POTREMMO ANCORA SPERARE NELL’AVANGUARDIA. CHE DIRE DI PIU’, CHISSA’ QUALE FUTURO CI ATTENDE.

  3. astronik

    Il mio amico radiopalomar mi ha soffiato l’argomento…… Avevo intenzione io di fare il post su questa notizia. 

     Ma ciffo ha sintetizzato al meglio le cifre della vergogna.

    Spero che qualche politico non compromesso con il “sitema” voglia approfondire la cosa. Un mare di soldi buttati al vento in una regione che si sta spopolando, che contraddizione! E’ evidente che quei soldi hanno arricchito coloro che hanno “organizzato” i corsi…..  Invece di servire ai “formati” quei soldi sono serviti ad arricchire i formatori! Altra vergogna tutta lucana……..

  4. Jacobsen

    I numeri sono impietosi.

    Penso che valgano di più di mille parole.

    Si potrebbe sapere quante persone hanno trovato occupazione dopo questi corsi? Dovrebbe essere questo l’obiettivo…se non sbaglio.

    Sono corsi che possono avere un riscontro lavorativo nel territorio? O servono solo a fare perdere tempo ai partecipanti e a far ricevere loro un gettone di presenza?

    Poi se rimangono disoccupati forse è meglio così partecipano pure al prossimo corso.

    Pensate che bell’affare per coloro che fanno i docenti. Forse saranno quelli del solito giro.

    Ma no..perchè dobbiamo sempre pensare male..come siamo diventati diffidenti!!!

    Ai docenti l’affluenza a questi corsi fa comodo. E affluenza fa rima con disoccupazione.

  5. For Peace

    Chissà che non sarebbe utile sapere quali siano questi Super Docenti, per poter poi riscrivere il libro: La Seconda Casta.

    Utenti della rete fateci pervenire l’elenco così alimentiamo un pò il gossip provinciale……………….

  6. vince_ditaranto

    Signori,

    siete davvero i soliti criticoni,

    la vostra perseveranza verso la classe dirigente che tanto ha fatto e sta facendo per la nostra regione è davvero incommentabile.

    E’ un offesa a quanti si impegnano ogni giorno per portare avanti la nostra terra con una vera passione politica. I numeri parlano chiaro siamo usciti dall’ OBIETTIVO UNO dell’Europa quindi significa che abbiamo fatto tutto al meglio, la Basilcata è in forte crescita, ora con la gente che abbiamo formato possiamo diventare competitivi sui mercati, e possiamo iniziare ad incentivare l’imprenditoria giovanile. Senza parlare della fantastica amministrazione di petrolio e acqua, ora abbiamo finalmente un’ azienda “acquedotto Lucano” e abbiamo degli introiti fantastici dalle royalities del petrolio.

    Senza dimenticare il programma un “computer in ogni casa”.

    Trovo assurdo che si stiano a criticare dei numeri che sicuramente sono giustificati da una reale domanda di formazione professionale. Informatevi meglio invece di sparare sentenze, perchè non fate altro che diffamare chi si impegna ogni giorno a fare il bene della comunità. Invece di andarvene al Nord cari Ciffo, Jacobsen e altri, rimanete giù al sud a rimboccarvi le maniche, e a frmarvi seriamente per la vostra vita professionale, come hanno fatto tanti giovani lucani. I numeri parlano chiaro.

    Amici e compagni Williampoe e tm, dobve siete, venite a dare man forte alle mie parole contro questi ingrati buoni solo a criticare, senza nessun rispetto e buoni solo a diffamare chi lavora davvero. Io quasi quasi li denuncerei.

    Sono rammaricato.

     

    Buona giornata

  7. gianni

    Queste cifre non fanno altro che far capire come la nostra regione si basi sul concetto dell’assistenzialismo. La nostra classe politica non ha prodotto nulla di buono in questo territorio. Molti giovani laureati e non sono costretti ad emigrare verso altre realtà per cercare di relizzare i propri sogni. In questa terra è praticamente vietato avere delle ambizioni. Tutto ciò per colpa non solo dei nostri politici ma anche per colpa nostra. E’ la nostra cultura che deve cambiare, il nostro modo di vedere il mondo. Purtroppo abbiamo il concetto del posto, magari fisso, e non del lavoro fine a se stesso. Ci manca il coraggio di rischiare da soli senza l’aiuto di nessuno, ci manca l’entusiasmo di crescere e di lottare per migliorarci.

    Se quel mezzo miliardo di euro fossero stati spesi per le infrastrutture (ad esempio attualmente ne servono 90 milioni per la ferrovia Matera-Ferrandina) adesso, forse, avremmo anche potuto avere una mentalità meno retrogada e più aperta, più dinamica. Ecco ed è proprio questo il punto. La nostra classe politica sfrutta questa nostra staticità, questa nostra voglia di non rischiare mai. Ci hanno abituati a non far nulla per crescere e realizzarci. Ci hanno abituati a chiedere sempre aiuto anche per un lavoro di 3 mesi. Non ci hanno mai detto di svegliarci, anzi ci aiutano a dormire e a farci sognare solo possibili raccomandazioni.Come potremo avere la presunzione di crescere se per arrivare con il treno fal a matera devo cambiare ad altamura? Come potremo avere sviluppo se per costruire un ponte sulla 106 a metaponto ci devo impiegare un anno? Come potremo pensare di avvicinarci velocemente alla dorsale adriatica se per costruire una semplice supestrada da matera periferia a matera carrefour ( 5 Km ) ci si impiega ben più 5 anni?

     Per quanto mi riguarda non posso far altro che ringraziare la classe politica dirigente lucana che in questi anni ha ben sfruttato la situazione. Bravi!!!! avete capito che vogliamo essere trattati da vittime e da persone mediocri. Dai su continuate a trattarci così, continuate a fare sempre e la solita formazione.

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi