Montescaglioso, Aperta campagna elettorale Liberi e Uguali

La lista Liberi e Uguali, in occasione delle Elezioni Politiche del 04 marzo 2018, ha aperto la campagna elettorale a Montescaglioso (MT) con un’iniziativa pubblica svoltasi presso la Sala del Capitolo dell’Abbazia di San Michele Arcangelo. Rosa Anna Cifarelli, tesoriere di Articolo 1 – Mov. Democratico e Progressista provinciale e capogruppo del gruppo consiliare “Monte in Testa”, nei suoi saluti ha ringraziato il gruppo dei giovani che ha voluto ed organizzato la serata; ha poi brevemente presentato il candidato Filippo Bubbico (Camera Proporzionale e Collegio uninominale Basilicata 2 – Matera) e i candidati al Senato della Repubblica Cristiana Coviello (Collegi Uninominali – Basilicata Potenza) e Vincenzo Folino (Senato Proporzionale – Collegio Basilicata). Ha poi salutato gli altri candidati Linda Mastrolorenzo (Camera Proporzionale), Nunzia Armento e Pasquale Bellitti (Senato Proporzionale – Collegio Basilicata), a loro volta presenti all’iniziativa insieme ai consiglieri comunali montesi Gianna Racamato e Raffaele Rizzi, al Comitato provinciale e al coordinatore prov.le Pinuccio Dalessandro. Ha poi espresso piena convinzione per la scelta operata e sostegno al candidato premier di LeU Pietro Grasso, evidenziando come il voto del 04 marzo prossimo dovrà essere “una scelta di cuore e testa, responsabile e ponderata”; ha quindi evidenziato l’importanza di evitare improvvisazioni ed errori che portano a Comuni in dissesto. Il moderatore Tommaso Racamato, nel corso della serata, ha posto domande ai candidati Bubbico, Coviello e Folino: l’ex vice Ministro agli Interni si è autodefinito “cittadino lucano che ama la propria terra, il cui impegno istituzionale è sempre stato rivolto al servizio dello Stato e degli interessi generali”. Ha definito la sua candidatura “di servizio” avendola accettata “per una stagione nuova dell’Italia e dare slancio all’interesse collettivo, per un percorso che ha già dati frutti in passato”; ha poi sottolineato di non essere attaccato alla poltrona come dimostrato dalle proprie scelte. La candidata Coviello, avvocata, si è detta impegnata nella rappresentanza di genere, sottolineando come le donne debbano affiancare gli uomini per migliorare la società attuale; ha ricordato il suo impegno ventennale nella difesa di donne e bambini e auspicato interventi per la disabilità e il riconoscimento del diritto alla salute. Folino ha fatto riferimento al comune percorso e legame con Filippo Bubbico (definendolo “persona serissima e rimasta fedele a Pierluigi Bersani”); ha invocato l’apertura di una nuova fase e attenzione sui diritti, valori, civiltà e cultura. In riferimento alla sua storia politica, si è detto “voce controcorrente e libera” e criticato le riforme Jobs Act e Buona Scuola.  Bubbico, nel suo secondo intervento, ha fatto riferimento alle dimissioni dall’incarico di vice Ministro agli Interni, avvenute perché si volevano riprendere gli ideali per i quali ci si è sempre battuti. Ha poi fatto riferimento alle frodi bancarie che hanno sfiancato e deluso il Paese; di fronte alle risposte avviate dal Governo è stato deciso un percorso diverso: a tal proposito ha citato Roberto Speranza, dimessosi da Capogruppo PD alla Camera. Ha evidenziato l’importanza di una Pubblica Amministrazione che fornisca servizi alla cittadinanza; attraverso l’inserimento di risorse umane si ottiene un importante arricchimento generale. Cristiana Coviello ha espresso la sua volontà di rappresentare un pezzo della società, evidenziando come si senta appartenente e rappresentata dalle idee di LeU; Folino si è proiettato oltre la data del 4 marzo 2018, quando si dovrà mettere in campo protagonismo ed impegno; ha fatto riferimento al cosiddetto “Rosatellum”, nel quale intravede l’obiettivo delle larghe intese, evidenziando, poi, i disagi avvertiti nelle periferie delle grandi città. Tra gli obiettivi di LeU vi è ripartire dal valore del lavoro, difendere la Basilicata e l’art. 116, per ottenere condizioni differenti. E’ stata poi la volta dei candidati al Senato Nunzia Armento e Pasquale Bellitti: la prima, nel suo intervento, ha evidenziato i ritardi nell’agenda digitale, ponendo l’accento sull’esigenza di dare nuovo sviluppo alla Basilicata, speranza ai giovani e alle donne; Bellitti ha ricordato le azioni promosse da Filippo Bubbico durante la sua carica di assessore regionale alla Sanità, come l’attivazione del 118 e promozione di screening. Si deve insistere sui temi della prevenzione, nel territorio ed interrompere meccanismi viziosi. Linda Mastrolorenzo, ventiseienne candidata alla Camera, ha definito LeU un progetto a lungo termine ed ha affermato l’importanza di avere modelli ai quali ispirarsi, ricordando, poi, l’emigrazione che ancora oggi affligge il territorio lucano, situazione che deve essere necessariamente arginata attraendo investimenti nel territorio. Nell’intervento conclusivo Coviello ha indicato nelle politiche del welfare per disabili, famiglie e anziani, tutte inserite nel programma LeU, le azioni da avviare; Folino ha sottolineato come non siano state mantenute le promesse sulle infrastrutture viarie e le royalties non siano state legate allo sviluppo del territorio. I lavori sono stati chiusi da Filippo Bubbico, il quale ha evidenziato il bisogno di partire dai disagi per creare un dialogo con i cittadini, “titolari di diritti e non destinatari di favori”.   

 

Per LIBERI e UGUALI – Montescaglioso (MT)


Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi