IL PRIMO CONSIGLIO DEI MINISTRI DEL GOVERNO BERLUSCONI

Come anticipato nella campagna elettorale , il primo consiglio dei ministri del nuovo governo Berlusconi , si è tenuto a Napoli , capoluogo partenopeo messo a dura prova dalla crisi dell’immondizia , all’ordine del giorno alcune tra le priorita’ del paese ad iniziare dal problema immondizia per finire all’Ici sulla prima casa , passando dal pacchetto sicurezza , erano stati proprio questi i cavalli di battaglia e le promesse primarie del PDL in campagna elettorale.

Ecco nei particolari i nuovi provvedimenti del nuovo esecutivo:

Abolizione dell’Ici sulla prima casa
Via libera del Consiglio dei Ministri al pacchetto fiscale con l’azzeramento dell’Ici sulla prima casa e sulle sue pertinenze, anche se queste hanno un accatastamento differente. L’effetto dell’eliminazione dell’Ici sarà avvertito dai cittadini a partire dall’acconto di giugno. Tremonti ha assicurato che i Comuni “saranno integralmente rimborsati. Verrà costituito un fondo presso il ministero dell’Interno e gli enti locali si divideranno le risorse”. Come per il precedente taglio dell’Ici dunque, anche il completo azzeramento dell’Imposta Comunale sugli Immobili, tassa locale che serve a finanziare le casse dei Comuni, non graverà sui bilanci di quest’ultimi che beneficeranno di trasferimenti compensativi da parte dell’Erario dello Stato. Dopo 16 anni dunque scompare l’Imposta comunale sugli immobili relativamente alla prima casa e alle sue pertinenze. Questa tassa locale, nata nel 1992 come imposta straordinaria sugli immobili, è divenuta successivamente un tributo permanente, trasformandosi nella cosiddetta “imposta comunale sugli immobili”. Dal 16 giugno 2008, invece,a pagarla saranno solo i proprietari della seconda casa e chi possiede ville, castelli e un’abitazione “signorile”.
Detassazione degli straordinari
La detassazione degli straordinari e dei premi è composta di due fasi: la prima fase sperimentale, da giugno a dicembre 2008, prevede la cedolare secca del 10% su un plafond complessivo di 3.000 euro per i redditi da lavoro dipendente fino a 30 mila euro prodotti nel 2007. Questo significa che il lavoratore dipendente con un reddito non superiore ai 30 mila euro nell’anno 2007, avrà una tassazione degli straordinari solamente del 10%, fino a un massimo di 3000 Euro per un anno. Dalla misura sono esclusi i pubblici dipendenti.
Rinegoziazione dei mutui alla rata media del 2006
L’Associazione bancaria italiana ha fatto presente che l’intesa potrebbe riguardare un esercito di circa 1,25 milioni di nuclei familiari che – sulla base di un mutuo ventennale da 80.000 Euro – potrebbero arrivare a risparmiare circa 850 euro l’anno ciascuna. Nel dettaglio, il provvedimento prevede che, per chi accede alla rinegoziazione, il mutuo diventi a rata fissa, il cui importo è quello pagato in media nel 2006, mentre la durata resterà inizialmente invariata e il suo eventuale allungamento dipenderà dall’andamento dei tassi di interesse. Dal momento che la misura è sperimentale, i clienti che hanno avviato la ristrutturazione del Mutuo a loro carico potranno chiedere alle banche la rinegoziazione entro il prossimo 31 dicembre.
IL PIANO RIFIUTI PREVEDE INVECE :

La nomina di Guido Bertolaso come sottosegretario straordinario , per coordinare l’azione del governo sull’emergenza rifiuti. Le discariche saranno vere e proprie zone militari e saranno presidiate dalle Forze Armate. Chiunque si introduca abusivamente sarà punibile e punito.

Sono state previste pene molto severe con l’arresto fino a cinque anni per chi crea disordini e ostacola il piano straordinario della gestione dei rifiuti in Campania.

Atteso il via libera del sottosegretario Guido Bertolaso all’apertura delle discariche in tutte e cinque le province campane.

Saranno chiusi i 7 impianti di produzione di combustibile da rifiuti. Trasformati in impianti per il compostaggio di qualità, consentiranno la raccolta differenziata.

Entro il 20 giugno il Comune di Napoli dovrà presentare un piano per la raccolta differenziata. I comuni che non differenziano secondo gli obiettivi pagheranno di più per lo smaltimento.

Nelle scuole della Regione Campania ci saranno corsi sulla gestione dei rifiuti domestici. Per i cittadini sarà svolta una campagna d’informazione sui termovalorizzatori.

Il piano sanitario prevede un investimento da dieci milioni di euro in tre anni. Inoltre è stato istituito un numero telefonico gratuito (il 1500) per chiedere informazioni.

ECCO INVECE LE MISURE DEL PIANO SULLA SICUREZZA:

DISPOSIZIONI IMMEDIATE

  • Nuove norme per contrastare l’immigrazione clandestina: espulsioni più facili e confisca degli appartamenti affittati agli irregolari
  • Pene più severe per chi guida in stato di ebbrezza: revoca della patente e confisca del veicolo
  • Nuovi poteri ai sindaci
  • Più cooperazione tra polizia municipale e forze dell’ordine
  • Ampliamento dei casi giudicabili per direttissima
  • Certezza della pena: più difficile sospenderne l’esecuzione
  • Misure più efficaci nella lotta alla mafia
  • Più facile la distruzione delle merci contraffatte
  • Divieto di patteggiamento in appello per i reati di mafia
  •  

    DISPOSIZIONI DA APPROVARE IN TEMPI BREVI :

    Sono inoltre stati emanati tre decreti legislativi che dispongono in materia di :

     

     

     


    Commenti da Facebook

    3 Commenti

    1. LM 2500

      Sullo stretto costruiranno il ponte visto che la Salerno Reggio Calabria e’ stata ultimata…O forse no..Si l’avranno ultimata di sicuro,visto che son passati tantissimi anni dall’inizio lavori…Vedremo.BELLE COSE FARA’ QUESTA’ALTRO GOVERNO……

    2. Christian

      ABOLIZIONE DELL’ICI: peccato che le classi più a disagio, dagli ultimi 10 anni a questa parte, sono le famiglie giovani, i quali non potendo permettersi di comprarsi una casa non beneficeranno della detrazione e, considerando ke una famiglia con un reddito medio/basso con un nucleo famigliare di 4 persone detraeva il + del 50% (a seconda del reddito) della tassa ICI sul 740\730 annuale….Vorrei capire quali sono i vantaggi PER LE FAMIGLIE MENO ABBIENTI! Ma vabè… sorvoliamo e veniamo alla causa principale di questa detrazione: I Comuni dove PRENDERANNO i Fondi per “Sopravvivere”?!

      Prendo come esempio un paese della provincia di VR ,San Bonifacio,che di suo, da circa 5 anni, ha abolito la tassa ICI su tutti i residenti.In un primo momento tutti i cittadini erano contenti di questa detrazione, peccato che, passato un anno, si sono visti comparire in busta paga una nuova voce “Tassa Comunale Aggiunta” di circa 10 euro al MESE(che può variare a discrezione del Comune in Oggetto). Questo cos’hai implicato? Ha implicato che, chi prima non aveva la tassa ICI, adesso si vede appioppato questa tassa anche non essendo possessore di alcun bene immobile. In pratica se prima in famiglia la tassa ICI la pagava solo il proprietario dell’immobile, adesso la pagano tutti i famigliari che percepiscono un reddito. Risultato?! Se prima il comune prendeva da un nucleo di 4 persone, 200 euro per l’ICI all’ANNO per una casa di 100m2, adesso percepisce 10 euro al MESE da tutti e 4 i famigliari(se questi percepiscono un reddito). Quindi facendo due calcoli 120 euro all’anno x 4 = 480 Euro all’ANNO!!… TUTTO FUMO NEGLI OKKI!!!

       

      DETASSAZIONE DEGLI STRAORDINARI: Un operaio in media fa 16 ore di straordinario al mese (quando l’Azienda glieli riconosce) con una detassazione irrisoria rispetto alle 160 ore lavorative di un intero mese. Pensate che di tasse sulle ore normali un operaio ha dalle 400 euro alle 600 euro di detrazioni!!!!! Detrarre le tasse dalle ore normali NO eh?!Sarebbe stato + facile.. Ma no!! Bisogna farlo sugli straordinari, cosi le aziende si arrikkiscono sempre di + e gli operiai stanno sempre a lavorare!!

       

      Ah dimenticavo che dopo l’ultima “guerra” di ieri a Napoli, tutti i manifestanti che si sono opposti alle forze dell’ordine devrebbero essere arrestati!! Come previsto nell’ultimo CDM… E questa la chiamiamo DEMOCRAZIA??!

       

      E che dire del PONTE SULLO STRETTO!!! Che lo costruissero con materiali MENO scadenti di quelli usati per costruire i ponti sulla E45(Cesena – Roma), “consigliati” da associazioni Mafiose,dove da circa 10 anni sono presenti cantieri di risanamento!!! E NOI PAGHIAMOOOO!!

      Per non parlare poi dell’impatto abientale…. va beh.. cè serv a disc!

       

      Facciamo ridere i polli in ITALIA!!!

       

    Rispondi a

    Info sull'Autore

    Post Correlati

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi