giovedì 19 Settembre 2019

Il Carroccio nell’abbazia di Montescaglioso

????????????????????????????????????

A scuola, nello studio del medioevo, un passaggio puntuale era sempre dedicato al Carroccio, simbolo dell’opposizione dei comuni al Barbarossa e all’Impero. Ora il Carroccio è assurto a simbolo di un movimento politico, giunto al governo. Ma in un passato recente altre letture narrano altre simbologie.

Nell’Abbazia benedettina di S. Michele Arcangelo di Montescaglioso, al piano superiore, si conserva la grande sala di rappresentanza dell’” Appartamento dell’Abate “ dove nel Gennaio del 1735 i monaci avevano ospitato Re Carlo di Borbone. Soppressa al comunità monastica, nel 1866 l’Abbazia fu assegnata in proprietà al Comune che vi collocò uffici e scuole utilizzando il salone dell’Abate quale aula del Consiglio Comunale. Nel corso degli anni il Comune vi collocò i busti dei Padri della Patria, Garibaldi e Vittorio Emanuele III e poi un’epigrafe celebrativa di un Sindaco che aveva amministrato per 25 anni.

Nel 1961 in occasione dell’’ Expò Internazionale di Torino, il Comune decorò una parete del salone con un grande dipinto affidato al pennello di Luigi Morano, artista ben noto in paese per la realizzazione dei carri trionfali di S. Rocco a Montescaglioso e S. Berardino a Bernalda e per la produzione di Presepi in terracotta.

Morano, forse ispirato dal clima politico dell’epoca o su indicazione degli Amministratori realizzò un’opera

alquanto inusuale. Per celebrare la forza e l’importanza delle autonomie locali, i Comuni, raffigurò la scena del Carroccio della Lega Lombarda a Montescaglioso nello spiazzo antistante Porta Maggiore, l’attuale Piazza Roma, con sullo sfondo il profilo dell’Abbazia dominato dall’Arcangelo Michele, quasi un riferimento ad Alberto da Giussano.  Nei restauri in corso nell’ala dell’Appartamento dell’Abate, il dipinto è stato conservato in attesa di poter svolgere saggi per la ricerca di eventuali affreschi realizzati su commissione dei monaci. Il dipinto può o non piacere, ma rappresenta una oggettiva e simpatica testimonianza di un’altra percezione, clima e momento della storia politica del paese, inteso come Italia. Franco caputo (CooperAttiva).

 


Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi