mercoledì 21 Agosto 2019

COME PROSEGUIRÀ IL LUGLIO (METEOROLOGICO) MONTESE?

Buonasera. La situazione attuale sul bacino del Mediterraneo vede la costante presenza di un esteso anticiclone. Dopo aver raggiunto la massima potenza a metà della scorsa settimana, nei giorni a seguire aveva mostrato parziali segni di cedimento per infiltrazioni più fresche dai Balcani.
Anche se non si è mai avuto un peggioramento degno di nota (a parte locale instabilità sulle zone interne), tali correnti hanno favorito un calo delle temperature su valori tipici del periodo o, localmente, anche al di sotto di essi.

Adesso la porta balcanica, chiudendosi nuovamente, favorirà un lento e graduale aumento termico che ci accompagnerà fino alla giornata di sabato. In questi giorni si prevedono ancora cieli sereni o poco nuvolosi, venti deboli a regime di brezza e temperature che, specie nei valori massimi, guadagneranno 2 o 3°C.

Da domenica, invece, l’avvicinamento di una saccatura atlantica provocherà la risposta immediata da parte dell’anticiclone africano che, molto rapidamente, si strutturerá tra il settore centrale del Mediterraneo e il nord-Africa.

Quali saranno le conseguenze?
Ovviamente il tempo continuerà ad esse stabile, con la sola presenza di qualche nube alta e di sabbia desertica in sospensione ma, specie tra lunedì e mercoledì, le temperature subiranno una nuova impennata, superando nuovamente in modo abbondante i 30°C . In un primo momento la zona più calda sarà il settore tirrenico a causa di venti meridionali, mentre con lo spostamento dell’asse anticiclonico successivamente il settore orientale vedrà temperature molto probabilmente prossime ai 40°C.

Per i dettagli ancora è presto ma la collina materana vivrà nuovamente 1 o 2 giorni molto caldi e secchi, mentre successivamente (da martedì) si aggiungerà una componente meno calda ma molto più umida.

Quanto durerà l’ondata di caldo?
Attualmente il picco non sembra previsto durare oltre i 2/3 giorni, ma sarà necessario aggiornarsi, poiché la situazione successiva non è ancora pianamente delineata.


Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi