mercoledì 21 Ottobre 2020

IN PRIMA LINEA. Francesco Angelino guerriero non solo in campo: “Presto servizio all’ospedale Madonna delle Grazie di Matera . C’è tanta paura ma dobbiamo battere il nemico invisibile”

 

Francesco Angelino


C’è chi si mette in gioco in prima linea contro il Covid-19 esattamente come lo fa nel rettangolo verde. E’ la storia di Francesco Angelino : il difensore classe 87′ attualmente è in servizio all’ospedale Madonna delle Grazie di Matera. Il materano ha militato tra promozione e prima categoria e ora milita nella Polisportiva Montescaglioso . Angelino espone il suo pensiero sull’emergenza Covid-19, parla del presente e spiega il suo punto di vista sull’ipotetica ripresa del campionato.

IN PRIMA LINEA CONTRO IL COVID-19. Angelino combatte insieme a medici, protezione civile ed addetti ai lavori contro il Coronavirus e spiega come sta vivendo la situazione dell’emergenza sanitaria: “Da parecchi anni faccio l’operatore sanitario presso l’ospedale di Matera . Siamo in prima fila insieme alla Protezione Civile ed agli operatori sanitari dell’ASM per sconfiggere il Covid-19. La sto vivendo come tutti i cittadini, con apprensione ed ansia. Fortunatamente ho un carattere forte, riesco a mettere un po’ da parte le paure anche se ovviamente la consapevolezza della gravità della situazione la conosco. Cerco però, come tutti, di seguire le regole basi per evitare il contagio. Lavorando in ospedale ho avuto modo di parlare con vari dottori e la situazione non è delle migliori. Gli scienziati purtroppo non hanno ancora avuto modo di creare un vaccino. Possiamo solo sperare di ritornare alla normalità, insomma sperare che finisca tutto questo il prima possibile”.

SOSPENSIONE O ANNULLAMENTO DEL CAMPIONATO. E’ ancora incerto il futuro dei campionati italiani professionistici e dilettantistici, il difensore ha un’idea ben precisa: “In questo momento bisogna pensare prima alla salute delle persone e dei calciatori. Le precauzioni sanitarie per i dilettanti rispetto a quelle prese per i professionisti sono molto basse, mancano inoltre le strutture sanitarie adatte. Quando la situazione sarà migliorata ed arriverà il momento opportuno saranno prese sicuramente le decisioni più giuste in vista di un futuro roseo. Se si dovesse prolungare ancor di più l’emergenza sanitaria credo prendano la decisione di annullare il campionato in corso. Ovviamente spero di no, sarebbe una decisione non facile da accettare per calciatori, allenatori, presidenti ed addetti ai lavori ma se la situazione non migliora quella sarebbe l’unica strada. Si parlava di continuare a giocare in estate, ma sarebbero pochi quelli realmente disposti a farlo per varie dinamiche. Bisognerà aspettare le decisioni prese dai professionisti, secondo me la Lega Nazionale Dilettanti prenderà scelte analoghe a quelle dei professionisti”.

LO STOP FORZATO PER I CALCIATORI. Per lui una vita passata sul rettangolo verde combattendo in ogni gara: Angelino parla di quanto pesa la mancanza del calcio nella vita di chi l’ha sempre vissuto appieno: “Credo che l’unica parola che possa spiegare in maniera completa la mancanza attuale che proviamo sia tristezza. Manca lo spogliatoio che ti da anima, gioia, amicizia, fratellanza, adrenalina e conforto. Manca allenarsi, andare al campo. Insomma, manca tutto”.

LA Polisportiva NELLA VITA DI ANGELINO. In estate ho voluto vestire questa maglia prestigiosa una delle più importanti del calcio lucano per storia e tradizione. Sono contento , l’ambiente e molto genuino e serio , e ci sono obiettivi da raggiungere , ho conosciuto persone stupende. Io sono il tipo di giocatore che si lega molto alla maglia ed il club. Colgo l’occasione per salutare tutti i tifosi e gli amici di Montescaglioso sono onorato di indossare questa maglia”.


IL PRESENTE. Chi ama il calcio non può fare a meno di averlo nella sua vita,Angelino lo sa bene difatti continua tutt’ora a scendere in campo. Il difensore come anticipato quest’anno stava disputando il campionato di Prima Categoria con la Polisportiva Montescaglioso esprimendo parole al miele. Quest’anno faccio parte di un gruppo bellissimo, stiamo lottando per i playoff con ragazzi tutti locali come da tradizione della società montese e con tanti giovanissimi del vivaio tranne me e Perillo che siamo gli unici forestieri. E’ un gruppo di ragazzi per bene, lavoratori, ci divertiamo insomma. I ragazzi mi vogliono presente al campo, mi vedono come un punto di riferimento e questo non può che farmi un immenso piacere. Si mettono tutti a disposizione, si impegnano, sono davvero straordinari”.

IL MESSAGGIO DI ANGELINO . Considerando i giorni non semplici che tutti stiamo attraversando a causa del Coronavirus Angelino conclude con un messaggio: “Possiamo vincere questa partita contro il Covid-19 solo restando a casa, dobbiamo essere persone intelligenti. Restiamo distanti ora e speriamo di ricevere notizie positive al più presto per tornare ad abbracciarci tutti, di nuovo”.


Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi