Auguri di pronta guarigione

Ieri sera Cinzia, la nostra ADMIN, ha avuto un brutto incidente con la sua auto. Tanto spavento, una frattura, contusioni… ne avrà per un po’ ma le notizie sono rassicuranti. Sono sicuro di parlare a nome di tutta la community nell’augurarle di lasciare presto l’ospedale e tornare in fretta alla guida di montenet attiva e battagliera come suo solito.
Auguri Cinzia, un abbraccio grande e rimettiti presto!


Commenti da Facebook

30 Commenti

    1. Wiseman

      finalmente, nel primo pomeriggio Cinzia è stata “rilasciata”!

       posso davvero dire che il peggio è passato, adesso l’attende solo un pò di convalescenza e quanto prima si rimetterà in forma e dimenticherà questa brutta vicenda che ha coinvolto tutti, dagli USA alla Spagna via Belgio, dal Mozambico al Canada, tantissimi messaggi di stima e di affetto. Tutti voi siete stati superlativi, non trovo le parole per esprimere quello che sento:

       GRAZIE GRAZIE  GRAZIE per non averci fatto sentire soli in questa circostanza!

       voglio raccontarvi un curioso retroscena:

       dopo che si era sparsa la voce dell’incidente, sapete com’è, tutti a domandarsi chi fosse mai questa Cinzia, per alcune persone era solo la figlia del fotografo, per altre

        la sorella del dottore, però una giovane signora, che evidentemente ci segue, ha commentato: ma come non conosci Cinzia? è quella che dirige monte.net! (ciffo perdonala). Ringrazio tutti di nuovo anche a nome della family e vi auguro buona domenica:

  1. Etna

    Ciao Cinzia, ho appena letto dell’incidente di qualche giorno fa e mi dispiace tanto…spero che tu stia vedendo già i primi miglioramenti!!

    Porta pazienza e tutto andrà a posto!!

    Buona guarigione e un abbraccio da Ferrara!!

  2. Cinzia

    Ciao a tutti, montenettiani! Mi affaccio per un saluto veloce perchè non potevo non farlo, sapendo tramite Wise di tutti i messaggi di incoraggiamento da parte di tutti voi.
    Vi ringrazio di cuore, è stato bello sentire la vs “vicinanza” in un momento triste come questo.
    Che dire? Sono qui, ammaccata fortunatamente meno della mia auto, con i postumi di un grande spavento che ancora fatico a dimenticare.
    Domande come: Come è potuto succedere? Perchè proprio a me? Come sarebbe andata se nel momento in cui la mia auto, dopo essersi ribaltata due volte e fermata al centro della carreggiata, fosse passato un camion o un’altra auto a velocità sostenuta? mi tengono ogni notte con gli occhi aperti.
    Più del polso fratturato e dolorosamente ricostruito chirurgicamente, più della frattura vertebrale che mi costringe ad un busto rigido per stare in piedi, ciò che non mi da tregua è il pensiero che il classico “colpo di sonno” sia capitato a me.
    Ci sentiamo invulnerabili, pensiamo sempre che a noi non può succedere mai, che siamo padroni della nostra vita, ed invece succede e quando accade, crollano le nostre certezze.
    Un insegnamento che mi sento di condividere con voi tutti: non siamo infallibili, non sottovalutiamo le conseguenze di atti imprudenti e non pretendiamo troppo da noi stessi.
    Ogni tanto bisogna fermarsi … e schiacciare un pisolino quando siamo stanchi. Siamo noi a condurre la nostra vita, non lasciamo che siano gli eventi a guidare noi.
    Un caro saluto a tutti, con la promessa di tornare presto alla tastiera non appena i miei acciacchi me lo consentono.
    Cinzia

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi