Altrimedia Edizioni a “Il Paese dei libri” il 2 e 3 settembre a Montescaglioso con “Fantastico Nero” di Donato Altomare e “La congettura dell’anima” di Giovanni Calia

Nell’ambito della quinta edizione della rassegna “Il Paese dei Libri” che si svolgerà a Montescaglioso dal 2 al 4 settembre, Altrimedia Edizioni presenterà il 2 settembre Fantastico Nero di Donato Altomare e il 3 settembre La congettura dell’anima di Giovanni Calia.

Il 2 settembre alle 20.30 nel prato davanti all’Abbazia il giornalista Filippo Radogna  con Donato Altomare. Fantastico Nero è una raccolta di racconti al limite: trame fantastiche, geniali ma nerissime con scheletri, fantasmi e spiriti. Ombre che si stagliano minacciose nella vita di tutti i giorni e ombre della nostra anima che si fanno spazio all’improvviso per spaventarci, metterci in guardia, farci riflettere. Accade oggi come nel passato e come, ancora, si verificherà in futuro: i mostri peggiori che popolano i nostri incubi sono quelli che abbiamo dentro.

Donato Altomare nasce a Molfetta nel 1951 e vi risiede. È laureato in Ingegneria Civile ed esercita la libera professione. Sposato con Loredana Pietrafesa ha tre figli. Narratore, saggista, poeta, ha vinto il premio della critica Ernesto Vegetti per il romanzo Sinfonia per l’Imperatore, due volte il Premio Urania di Mondadori con Mater Maxima nel 2000 e Il dono di Svet nel 2007 e otto volte il Premio Italia. Sono state tenute tesi di laurea su di lui. Nel 2013 è stato nominato Presidente della World SF Italia, l’associazione italiana degli operatori della fantascienza e del fantastico.

Il 3 settembre alle 21 in piazza San Giovanni Battista Gabriella Lanzillotta, direttrice editoriale di Altrimedia, intervisterà Giovanni Calia. La congettura dell’anima (Altrimedia Edizioni) è la storia romanzata di Grigorij Jakovlevič Perel’man, matematico di San Pietroburgo, un’intelligenza eccelsa e una sensibilità estrema, che riuscì a dimostrare la Congettura di Poincaré. Perel’man rifiutò carriera, clamore e premi in denaro diventando lui stesso l’enigma da risolvere. La trama va oltre la cronaca, intrecciando storie e scelte emotivamente forti e trasformando una vicenda che ha suscitato scalpore ma che è rimasta confinata tra gli addetti ai lavori in un romanzo a tratti struggente.

Giovanni Calia, materano classe ’82, in 16 anni ha vissuto in 11 città di 4 nazioni.

Ricercatore con Derrick de Kerckhove, braccio destro di Marshall McLuhan, lavora poi per Current TV, canale premiato agli Ammy e fondato dall’ex vice-Presidente USA, premio Oscar e premio Nobel, Al Gore. Per cinque anni insegna storytelling allo IED di Torino e alla Scuola Holden di Alessandro Baricco. Dopo un lungo periodo all’estero torna a Matera per lavorare con l’ex vicepresidente di Apple per start-up e scale-up italiane.

Ha vinto diversi premi in Italia e all’estero per lavori svolti nella comunicazione e nel marketing.


Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi