domenica 28 Novembre 2021

ITALIA – AUSTRALIA: Le pagelle.

Buffon:7,5

Non serve essere spettacolare o plateale; serve parare i palloni e dare sicurezza alla squadra.MONUMENTALE.
Grosso:7

Nel calcio basta poco per diventare eroi; lui ha aspettato il 92° per far capire a tutti che fosse il nostro fluidificante e quando tutti aspettavamo che tirasse anche da posizione impossibile eccolo leggiadro nel suo secondo dribbling di giornata. CAPOLAVORO.
Cannavaro:8
Tordo Viduka si è visto solo all’inno nazionale e questo soprattutto per merito del mastino napoletano.INSORMONTABILE.

Materazzi:6.0
Chissà quante volta avrà meritato di essere espulso e l’ha fatta franca; questa volta non doveva andar fuori e fino a quel momento era stato impeccabile. INNOCENTE.

Zambrotta:6.5     
Si sta avvicinando alla forma migliore, spinge a tratti sulla fascia e copre con mestiere. MOTO PERPETUO.

Barzagli:6.5        
Entra tranquillo nella corrida e per un debuttante non è male; si adegua al livello standard della nostra difesa  e da lì non si passa.MASTINO.

Perrotta:7,5
Torna ad essere il moto peperpetuo visto con il Ghana, riesce a dare profondità quando attacca gli spazi.INSOSTITUIBILE.

Gattuso:6,5
Lui è in quella categoria di giocatori che ogni allenatore vorrebbe; lotta, corre, difende, attacca. RINGHIOSO.

Del Piero:5.5
Non è nella forma migliore, si impegna ma non dà il contributo sperato. Gli anni passano per tutti. GATTO DI MARMO.

Pirlo:6,5
E’ il cervello della squadra. Certo non è quello dei tempi migliori, ma si è preso la squadra sulle spalle, e tutti i palloni passavano da lui. GEOMETRA.

Totti:7
Venti minuti intensi per smistare qualche assist e per tirare il rigore che ha fatto andare al bagno milioni di italiani ed australiani. CORAGGIOSO.

Gilardino:5.5     
Non è il giocatore ammirato qualche anno fa, si impegna ma sembra anche lui pagare la mancanza di esperienza. Fa qualcosa di buono ma i gol non si vedono. Gli preferirei Inzaghi. EVANESCENTE. 

Toni:6,5
E’ un periodo che non gliene va bene una, ma rimane sempre il nostro uomo più pericoloso. Si impegna, di testa sono tutte sue. Io lo farei giocare sempre. COLOSSO.
Iaquinta:5
Pupillo di Lippi entra nel momento più difficile quando rimaniamo in 10. Veloce si ma serviva qualcuno che facesse salire e respirare la squadra. INDISPONENTE.

Arbitro Medina Cantalejo:5
Espelle ingiustamente Materazzi ed ammonisce Gattuso e Zambrotta in maniera eccessiva. La terra torna a ruotare intorno al proprio asse al 93° quando ci dà un rigore che sa di compensazione. MEDIOCRE.


Commenti da Facebook

5 Commenti

  1. vince_ditaranto

    Ciao gbraddi,
    condivido alla grande le tue pagelle, sei il solito esperto, e noto con piacere, e ne sono lusingato, che ti sia ispirato alla mia idea e qualche mio commento!!! Però alla prossima tocca a me!!! Daccordo!
    la piccola precisazione che voglio farti è ovviamente sul discorso annoso Totti/Del Piero.
    Considera che non sono molto oggettivo in quanto faccio un tifo particolare per il grande Alex. Ma allo stesso tempo stimo il grande talento del Pupone nazionale!!! E spero che le mie osservazioni siano condivisibili!
    Non condivido i voti per i due. Io metteri 6.5 ad entrambi, con motivazioni diverse!! Non vedo Totti come il salvatore della patria! Ha tirato un rigore, cazzo!! Se c’era ancora in campo Alex l’avrebbe segnato anche lui! Fatto sta che l’ho visto tonico e reattivo nei pochi minuti che ha giocato, ma non mi sento di dire che ha cambiato la partita!! Bisogna essere onesti!! Sicuramente la panchina gli ha fatto bene, ha capito che non è indispensabile e si è dato da fare!! Ma da qui a dire che ci ha salvato il culo è pura cecità calcistica, quella che cerca per forza di trovare l’eroe in una partita! Se non ci fosse stato il rigore (nell’azione che lo ha scaturito lui non ci ha messo piede), i suoi dieci minuti giocati sarebbero stati ricordati semplicemente come i più “volenterosi” del mondiale. Il 6.5 che gli do derivano solo dalla freddezza da gran campione con cui ha calciato quel difficile rigore.
    Passiamo ad Alex. E’ sbagliato aspettarsi il giocatore che saltava tre uomini e la metteva dentro a girare…..ormai è un altro giocatore, più saggio, più esperto….che usa la testa. Per me ha fatto un buon primo tempo, è pazzesco come i giornali (abbandonati alle lodi per totti) si siano dimenticati che le uniche palle gol del primo tempo (e forse di tutta la gara), 4 per la precisione, sono venute fuori da altrettanti assist di Pinturicchio. L’attacco non va bene ma se le uniche palle gol le procura lui, ditemi perchè 5.5!!!!Totti è entrato alla fine, con le marcature larghe gli austrialiani sfiancati, è ovvio che ha avuto più libertà di muoversi. Il lavoro sporco l’ha fatto Alex…però si sa che a volte gli episodi determinano le opinioni!!
    Su un giornale ho letto che dopo la partita di ieri Totti ha strappato per sempre la maglia di titolere a Del Piero. Per me è pazzesca una affermazione del genere, e penso e spero che Lippi non la pensi in questo modo.

  2. ciffo

    Secondo me Zambrotta meritava qualcosa in più! E anche DelPiero alla fine la sufficienza se l’è guadagnata. Si valuta la sua prestazione sempre in base a quello che potrebbe fare e non in base a quello che fa. Seguendo questa logica anche Pirlo ha fatto peggio rispetto a quello a cui ci ha abituati e forse meriterebbe qualcosa in meno.

  3. Mr. Ice

    Buffon: 7 – Attento sulle conclusioni (centrali) degli Aussies.
    Zambrotta: 7.5 – Straordinario in copertura, sa sempre cosa fare. Spinge poco.
    Cannavaro: 8 – Perfetto in parità numerica, gladiatorio in 10.
    Materazzi: 5.5 – L’espulsione è discutibile (ma non si interviene così sullo 0-0 di un ottavo di finale quando la tua reputazione è quella che è e soprattutto il tuo compagno di squadra è in netto vantaggio sull’avversario), fatto sta che nel primo tempo a buone chiusure palla a terra han fatto seguito interventi aerei non impeccabili vs Viduka.
    Grosso: 7 – Gara da 5.5, ma l’ultima azione è da beatificazione immediata.
    Pirlo: 5 – Decisamente sottotono. Lento, quasi svogliato, sembra soffrire il caldo. Dopo quattro gare complete è l’ora di rifiatare e lanciare il 4-2-3-1.
    Gattuso: 6.5 – Come contro la Cechia alcuni palloni persi discutibilmente. Ma gran cuore.
    Perrotta: 6.5 – Corre dal primo all’ultimo minuto. Anche lui ha il pieno di minuti in campo, ma purtroppo quello stronzo di De Rossi lo costringerà a spremersi sino in fondo. Speriamo duri.
    Del Piero: 6 – La gara è da 5.5, qualche buono spunto nel primo tempo, assist non sfruttati dai compagni. Nella ripresa sparisce pian piano con l’inferiorità numerica (quasi terzino!!!), andando cmq vicinissimo al gol se non fosse per il cross sballato di Gattuso. Mezzo voto in più per aver giocato fuori ruolo.
    Gilardino: 5 – Abbastanza lento nelle giocate, lascia dopo 45′ incolori.
    Toni: 5.5 – Impacciato come e più del Gila, ma guadagna qualche falletto interessante. Sbaglia 3 palle gol: due clamorose, in una sfigato.

    Iaquinta: 5.5 – Di correre corre. Di stoppare e tener palla non se ne parla. Per non parlare dei tiri in porta (43′ st.). Più un puledro che un calciatore.
    Barzagli: 6.5 – Resiste bene agli assalti (?!?!) australiani.
    Totti: 7 – Entra, fa qualche bel lancio, fa partire l’azione del rigore e lo trasforma, nonostante la palla fosse di piombo. Come Roby in USA vs Nigeria.

    1. RogoR

      Bravo Mr Ice, concordo pienamente, Zambrotta ha disptato un’ottima gara sacrificandosi piu in difesa dopo l’espulsione di Materazzi. Non capisco Lippi sulle scelte in attacco, due punte come Gilardino e Toni li vedo troppo lenti e macchinosi, a mio modo divedere Toni/Inzaghi sarebbe l’ideale, un rapinatore da area di rigore come Pippo al fianco di Toni, bravissimo a difendere la palla, ci darebbe piu concretezza nelle conclusioni a rete.

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi