domenica 05 Febbraio 2023

ASSURDA ITALIA

Un tribunale accerta che Berlusconi, per non finire in galera, ha corrotto un testimone in 2 processi a suo carico. Il premier, autore di 3 potenziali reati (tutti molto gravi), rimane tranquillo al suo posto di presidente del consiglio protetto da una legge-vergogna che lo rende immune…. a dimettersi invece è il capo dell’opposizione.
Qualcuno trova un minimo di logica?


Commenti da Facebook

5 Commenti

  1. ladyprovetta

    Ormai non hai neanche più la forza di scrivere eh?

    E’ del tutto privo di ogni logica, è pazzesco…e per di più siamo un Paese praticamente privo di opposizione…Io mi vergogno. Qualcun’altro no. Qui si parla dei valori basilari di una società moderna, civile, democratica, giusta. Io guardo l’Italia e la vedo arcaica, incivile, autoritarista, ingiusta. Ma cosa stiamo (o meglio NON stiamo) facendo?

    1. ciffo

      Effettivamente tanta voglia di scrivere non ne ho più molta… mi rendo conto che spesso è proprio inutile. Tu scrivi che ti vergogni… e per una come te che si vergogna sono sicuro che ci saranno altri 10 totalmente indifferenti alla cosa che pensano “e che posso fare io…. penso a divertirmi e alla mia vita”…. o peggio ancora altri 10 che bolleranno il tutto come il post del solito “comunista” prevenuto.
      Penso che la vicenda Juve-Moggi sia emblematica di come siamo noi italiani… anche con l’evidenza delle intercettazioni, di tutte le cose poco pulite che combinava, c’è ancora chi dice che è tutta una messa in scena, che tutti fanno così, che magari tornasse lui! Insomma siamo tutti tifosi accecati. Non conta chi e come… basta vincere. E anzi per molti vincere con “furbizia” è nota di merito.
      Concordo con Rosa-rosae sulle sue considerazioni ma rimango lo stesso interdetto quando penso che almeno gli intellettuali, i giornali dovrebbero accusare e denunciare questa logica capovolta che permette ai farabutti di diventare le star, i gladiatori, i punti di riferimento.
      In paesi normali si chiedono come è possibile che l’Italia sia rimasta indifferente alle bustarelle di Belrlusconi:
      http://news.bbc.co.uk/2/hi/europe/7895984.stm
      Nell’ultima parte dell’articolo il giornalista dice che la speranza potrebbe essere il referendum contro il lodo Alfano…. ma credo che il giornalista non conosca davvero l’Italia…. quel referendum, anche se si facesse, non sarebbe sull’abolizione di una legge ingiusta ma si trasformerebbe in un “sei pro o contro berlusconi?”…. e come pensate che voterà la maggioranza degli italiani?

  2. RosaRosae

    Caro Ciffo,

    la logica e’ alquanto chiara ed inconfutabile.

    Siamo in un paese, l’Italia, in cui la gente sembra oramai stordita, confusa, adescata da ogni dichiarazione demagogica, propaganda o assurde promesse che siano.

    Siamo in un paese, l’Italia, in cui Il grande fratello ottiene 9 milioni di telespettatori e Quark o, che so, Ulisse ne ottiene a fatica 2 milioni. E tanto tanto tanto altro di orrendo…

    E cosi’ succede che mentre la gente si chiede con chi flirtera’ quella o cosa combinera’ quell’altro, cosa abbia fatto nella camera d’albergo Corona con Belen (e tanto tanto tanto altro di orrendo) c’e’ chi prepara in tutta tranquillita’ un bel letto morbido, per se e per gli amici, dove poter dormire sonni tranquilli. Davanti agli occhi di tutti, senza il bisogno di dover nemmeno nascondere quello che sta combinando.

    La logica di questo e’ chiara. Chiara come non mai.

    Siamo un popolo privo di ideali, privo di cultura e consapevolezza di quello che sta veramente accadendo. Ma la cosa piu’ grave e’ che siamo sempre piu’ un popolo rassegnato, incapace di reagire, incapace oramai di far sentire le proprie ragioni. E tutto cio’ e’ comprensibile. La gente e’ stanca. Ma soprattutto credo la gente sia addirittura "abituata" ed "assuefatta" alla impunita’ ed alla cattiva, cattivissima e sporca politica italiana. Sembra normale che i politici o, se vogliamo, i c.d. "potenti" non debbano mai pagare per quello che commettono. Si provi a fare un salto non troppo indietro nel tempo… Anche io di fronte a cio’ mi sento impotente ed avvilito. Afflitto anche dalla sordita’ e cecita’ di coloro che dovrebbero e potrebbero fare qualcosa.

    E allora la gente, a mio giudizio, pensa… ma se non ci riescono loro, io cosa potrei farci?

    "Non ci resta che piangere"

  3. vince_ditaranto

    Buongiorno a tutti,

    devo dire che Ciffo mi ha anticipato di qualche ora, perchè anche io volevo postare qualcosa su questa assurda notizia che sicuramente passerà inosservata senza che nessun "Porta a Porta" o "Matrix" ne parli…..senza che i cittadini vengano minimamente informati.

    Le conseguenze portate da questi avvenimenti sono a mio avviso disastrose.

    Sicuramente c’è l’incommentabile disastro politico, su cui non mi soffermo più di tanto anche se molti ottusi destrorsi e sinistrorsi lo ritengono marginale, ovvero che se si ha a proprio carico procedimenti in corso bisogna SPARIRE dalla scena politica. Figuriamoci sentenze di qualsiasi grado. Dobbiamo metterci in testa che questi signori con il loro atteggiamento offendono la dignità di ogni cittadino.

    Subito dopo viene il conflitto istituzionale, ovvero Berlusca ci sta abituando a modificare le regole non appena c’è qualcosa che non gli sta bene. Appena i suoi si sono resi conto che dal processo Mills non ne usciva "assolto" si sono affrettati a partorire il lodo Alfano. Ma attenzione che questa non è una novità, i politici ci stanno abituando da tempo a questo modo di fare. Prendiamo ad esempio il caso Englaro, pochi si sono soffermati su un fatto scandaloso, ovvero sul fatto che un governo ha tentato di cancellare con un decreto legge una sentenza della magistratura. Ciò è inammissibile.

    Per ultimo vorrei sottolineare il messaggio generazionale al paese. Si diffonde una cultura dell’impunità a tutti i livelli che è davvero preoccupante. Lo si vede ormai sin da piccoli; nelle scuole sempre più ragazzini sono avvezzi alla pratica dell’imboglio per raggiungere risultati con i genitori dietro le quinte, complici inconsapevoli (spero) di una impunità verso qualsiasi forma di furbizia. Prosegue nelle università dove, togliendo i casi comunque numerosissimi di illeciti, c’è l’atteggiamento dell’arrampicarsi, dell’arrangiarsi…..l’imperativo è badare ai propri scopi. Infine si sfocia nei concorsi truccati, nei magheggi al lavoro e così via. E gli educatori cosa fanno?? Lanciano il messaggio, forte e chiaro, che il mondo è dei furbi. Non voglio fare il moralista ma non bisogna trascurare questo aspetto. A mio avvisio è fondamentale. 

    Berlusconi è l’emblema di questa Italia di mediocri furboni.

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »