Il Frate in classe… i docenti solidali con il preside Pietromatera

Il ministro dell'istruzione Letizia Moratti

Il Dirigente Scolastico della Scuola Media Statale “Carlo Salinari” di Montescaglioso, Nunzio Nicola Pietromatera, ha reso noto che è stata inviata copia dell’ordine del giorno della seduta straordinaria ed urgente del Collegio dei Docenti dello stesso Istituto Scolastico, tenutasi lo scorso 12 Dicembre, al Ministro della Pubblica Istruzione Letizia Moratti, al Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale di Basilicata Franco Inglese e agli organi di stampa. Tema centrale della riunione, avvenuta in autoconvocazione, i provvedimenti adottati in seguito alle prese di posizione apparse in alcuni articoli di stampa e le interrogazioni parlamentari, inviate dagli On.li Crucianelli e Sasso, deputati entrambi del gruppo dei Democratici di Sinistra, al Ministro Moratti, in merito alla circolare interna alla Scuola Media Statale Salinari emanata dallo stesso Pietromatera il giorno 18 Ottobre 2005. In esso il Dirigente scriveva che “per dare più forza spirituale all’atto di indirizzo emanato” si informava che a partire dalla settimana seguente, nelle ore di Lettere, sarebbe intervenuto in classe il frate cappuccino Padre Flaviano “per discutere con i ragazzi i valori fondanti della vita”. Nella stessa circolare di due mesi fa si chiedeva ai docenti, “liberamente e alla prima ora”, di ripristinare in ogni classe, la preghiera mattutina, “intesa come spinta per avviare la giornata con i migliori auspici e come momento di riflessione per il rispetto della persona umana nella sua interezza. I ragazzi che professano religioni diverse da quella cattolica potranno, se vorranno, espletare il proprio dovere con le loro preghiere e riflessioni”. Tale decisione era stata presa da Pietromatera su espressa richiesta avanzata dal Consiglio d’Istituto della “Salinari” riunitosi in data 13 settembre 2005 e in ossequio alla Circolare Ministeriale n° 1927 del 27.09.2005 nella quale, in occasione del 04 Novembre, si invitavano i Direttori Scolastici Regionali “a sollecitare le scuole di ogni ordine e grado alla riflessione sul carattere educativo e formativo della ricorrenza”, anche in riferimento “all’attualità del messaggio francescano”. In data 03 Dicembre 2005, nel n° 63 della rivista telematica della Sinistra DS “Aprileonline.info”, in merito alla circolare del 18 Ottobre, si affermava che lo stesso Pietromatera aveva imposto “a tutti i docenti, segnatamente a quelli di Lettere, l’intervento in classe del cappuccino, tale Padre Flaviano, per discutere con i ragazzi i valori fondanti della vita”, aggiungendo che si era “di fronte ad una palese violazione della laicità dell’insegnamento pubblico” e facendo riferimento ad una presunta “severità con cui viene imposto dall’alto un provvedimento all’intera scuola, adottando una metodologia clerico-fascista”. Le due interpellanze parlamentari erano partite da questa denuncia e in esse si chiedeva al Ministro Moratti “di intervenire” in questa vicenda “per garantire al corpo docente la non ingerenza da parte del Dirigente nel normale svolgimento delle ore di lezione”, chiedendo, poi, alla rappresentante del Governo, “se non riteneva che un tale circolare potesse rappresentare una grave violazione del diritto degli studenti ad esercitare le proprie convinzioni di carattere culturale e spirituale….e che tale provvedimento” non possa essere considerato “in contraddizione con il dettato costituzionale in tema di laicità dello Stato e con il Concordato”. Il Consiglio d’Istituto, dopo aver provveduto alla somministrazione di un sondaggio al corpo docente, agli studenti e al personale ATA della “Salinari”, i cui modelli e risultati dello spoglio dei risultati, tutti anonimi, sono stati allegati al documento, nel rispetto dell’autonomia scolastica, ha rigettato le “accuse infondate e pretestuose della rivista Aprileonline e fatte proprie dai due Parlamentari Crucianelli e Sasso”, esprimendo “piena solidarietà al Dirigente Scolastico Pietromatera, non ritenendo la circolare lesiva della libertà d’insegnamento, che non è mai stata lesa”. Copia del verbale è stata inviata anche alla rivista telematica Aprileonline, per una più approfondita conoscenza dei fatti e per la smentita ufficiale delle accuse” e ai due parlamentari DS per il ritiro dell’interrogazione parlamentare e i consequenziali atti di rito”. Dopo la presa di posizione del Capogruppo di Minoranza del Gruppo Consiliare “L’Ulivo-Di Pietro”, Angelo Garbellano, che aveva recentemente dichiarato, in nome del suo gruppo di appartenenza, “la totale estraneità alla vicenda, nei confronti della quale non sapevamo nulla”, al Dirigente Pietromatera è giunta anche la solidarietà della sede montese del Movimento per la Difesa del Cittadino, nella persona della Presidente Maria Michela Bitondo, la quale, nel sottolineare l’importanza del ragionamento e della preghiera nei ragazzi, lo ha invitato a continuare su questa strada “se niente a livello normativo interviene di ostacolo”.

Riferimenti alla vicenda che si possono trovare in rete:
http://www.aprileonline.info/articolo.asp?ID=7433&numero=’63’
http://www.lucacoscioni.it/node/6345
http://www.basilicatanet.it/news/article.asp?id=381896


Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi