A.A.A. estate montese cercasi

allora? qualcuno ha notizie sulla famosissima estate montese?

l’ingresso della stagione estiva è avvenuto, le scuole sono chiuse da un pezzo, il mare comincia ad essere popolato e di qualcosa da fare la sera nell’amato paesello nemmeno l’ombra!

probabilmente sono male informata ma non mi sembra di aver visto manifesti in giro, aver sentito di qualche evento particolare o aver preso parte a qualche manifestazione. ricordo che già l’anno scorso il calendario partì in ritardo ma non credo così tanto…sarà mica che le elezioni abbiano fatto da volano a tutto tranne che all’aspetto sociale del paese? Surprised

qualcuno ne sa qualcosa?…qualcosa bolle in pentola? sapete se in comune c’è stato o ci sarà un incontro per discutere del programma? che voi sappiate ci sono proposte o eventi particolari?

…supponiamo che il calendario non sia stato ancora stilato: qualcuno ha da proporre qualcosa?

 

non vedo l’ora di leggere un commento che mi informi sulla questione.

buona giornata a tuttiCool


Commenti da Facebook

18 Commenti

  1. vince_ditaranto

    Ciao Nem,
    io vorrei riproporre una nuova rassegna di cinema quest’anno.
    Credevo che qualcuno dal comune mi ricontattasse, ma fino ad ora niente. Nei prossimi giorni mi farò vivo io.
    Approfitto dell’occasione per invitare chiunque abbia voglia CONCRETAMENTE di partecipare all’iniziativa di contattarmi. Con nuove idee si potrà migliorare il discreto successo dell’anno scorso.

  2. ciffo

    Ieri sul quotidiano della Basilicata il nostro mike72 ha pubblicato un articolo sull’estate montese:

    un’estate tutta da vivere

    Dopo aver letto l’articolo mi vengono 2 domande:

    1) se l’estate inizia il 21 giugno e i primi eventi in cartellone forse saranno a fine luglio… quale miracolo ha permesso di fugare le voci di ritardi nell’organizzazione?

    2) ma un cartellone così povero che occupa praticamente solo l’agosto regalerà davvero ai montesi un’estate tutta da vivere?

    1. vince_ditaranto

      Diciamo che ad occhio e croce ci vuole un po di coraggio per definirlo "programma ricco". 

      Mike72, sono anni che l’estate montese "langue" e certamente le anteprime citate nell’articolo non lasciano presagire certo una abbondanza di eventi. Oltre al fatto che è davvero tardi cominciare a fine luglio, e discutibile avere un evento di punta (credo sia di punta se è stato citato nella presentazione) addirittura a Settembre.

      Non ti pare?

      Il paragone con i programmi davvero ricchi (non ricordo gli anni… ma sono pressapoco quelli in cui l’assessore era Salvatore Ditaranto) è imbarazzante.

      Ovviamente la colpa è anche NOSTRA, perchè pochissimi propongono qualcosa e si offrono a collaborare. A ciò somma lo scarso budget messo a disposizione.

      Una cosa che vorrei sottolineare è la mancanza (che ho notato l’anno scorso) di persone che possano coadiuvare il volenterosissimo Ass. Zaccaro per sincronizzare la macchina organizzativa.

      Sicuramente hai voluto fare, a ragione, un articolo per fare pubblicità a Montescaglioso all’esterno, quindi volutamente "non critico". Qui ne prendiamo spunto per parlarne "internamente" tra montesi e cercare di migliorare le cose.

      Ciao Mike, a presto.

  3. nemesi

    un’estate tutta da vivere…altrove però!

    non sapete quanto mi dispiace scrivere una frase del genere ma purtroppo è cosi!

    sorvolando il discorso sull’approccio critico o non critico dell’autore, il titolo fa ridere o meglio piangere! qui non c’è davvero nulla da vivere…altro che estate! stilare e realizzare un programmino per una trentina di giorni, quando tutti sono in ferie, gli studenti e i lavoratori che stanno fuori rientrano, purtroppo non solleverà le sorti di questo paese; sono qui da una settimana e per cercare di passare una bella serata ho sempre dovuto prendere la mia macchinina ed andare altrove!

    considerato anche che l’unico locale che ha avuto l’astuzia di fare soldi dallo stato in cui versiamo è in ferie…amen!

    è una tristezza! certo la colpa è nostra, soltanto nostra!

    spero almeno che quest’anno invece che "estate" il programma venga chiamato "agosto montese"!…almeno non ci sentiremo presi in giro!

  4. Francy Lomonaco

     Giro questo commento che  l’Assessore Michele Zaccaro, mi ha pregato di postare…

     

    Sono l’assessore alla Cultura di Montescaglioso, Michele Zaccaro.

    Vorrei fare anche io le mie considerazioni sull’estate montese visto che sono stato tirato in ballo, anche se indirettamente, dal “triangolo delle Bermuda” (Nemesi, Ciffo, Corvo,) ed anche perché la discussione su questo argomento è rimasta circoscritta, sul sito di https://www.montescaglioso.net, solo ai tre vertici, senza che nessun altro abbia lasciato il proprio commento.

    Prima di tutto mi chiedo: “Come ci si può ricordare dei programmi dell’estate montese risalenti agli anni 2000-2001-2002 se non ci si ricorda di quelli del 2007-2008?”.

    Io sono abituato a riflettere e a parlare con i fatti, mi documento sempre e spero che anche gli altri lo facciano. Vi sarà dato da me personalmente, ad onor di cronaca, questi programmi poiché pubblicarli sarebbe IMBARAZZANTE(vero Corvo? e per chi?).

    Se si ritiene che i programmi 2000-2001 siano più ricchi e variegati di quelli da me presentati devo proprio concludere che le vostre considerazioni si rivelano del tutto fuori luogo.
    Vorrei poi fare una precisazione molto importante: negli anni in questione, ormai trascorsi, regnava il tempo in cui “BERTA FILAVA” e di lana ce n’era in abbondanza! Oggi purtroppo viviamo tempi in cui la lana non si trova più neanche addosso alle pecore.

    Il bilancio dell’Assessorato alla Cultura sino a qualche anno fa si aggirava tra i 70.000/80.000 €.

    I miei bilanci?

    2007 —– 30.000 €
    2008 —– 24.500 €
    2009 —– 12.500 €.

    Credo di aver onorato due estati e quest’anno cercherò di fare altrettanto.

    Vorrei anche ricordare che il Carnevale 2008 e quello 2009 hanno raggiunto un livello di tutto rispetto, per non parlare degli eventi natalizi e delle molte altre attività che hanno portato Montescaglioso alla ribalta nazionale. Mi riferisco alla partecipazione al programma televisivo “Fantasia” di canale 5 da parte di molti giovani frequentanti l’associazione “Nuova Athena Club”. 

    La differenza tra il sottoscritto e qualche altro  è che da me nessuno ha qualcosa da pretendere.
    Un ringraziamento particolare va alle tante associazioni ed operatori commerciali che si prodigano con me per la riuscita delle manifestazioni.
    Voi vi ritenete soggetti da web e mi meraviglio! Io non lo sono eppure mi sono adeguato ai tempi lasciando da parte l’informazione cartacea. Sul sito del Comune di Montescaglioso avevo preannunciato un incontro tra le associazioni culturali e sportive presenti sul territorio; dopo un mese le ho incontrate e ho ascoltato le poche presenti per programmare l’estate montese 2009.

    Visto che voi   smanettate solo qualche sito, sarebbe opportuno che visitaste, qualche volta, anche quello del Comune di Montescaglioso.
    L’estate montese non è fatta solo di manifestazioni che devono piacere alla Nemesi e soprattutto non dura solo il mese di Agosto.

    Tra Giugno e Luglio infatti si svolgono manifestazioni culturali (notte bianca 21 giugno, saggio finale scuola Athena club, saggio finale scuola di ballo Millennium dance, mangia sano, presentazioni vari di libri scritti da autori montesi, sagra dei ceci…), manifestazioni queste non presenti sul cartellone; nonché eventi soprattutto sportivi (calcetto, calcio, bocce), che invece sono presenti sul programma da me stilato dell’estate montese 2009.

    Se il boom delle manifestazioni si concentra in Agosto è perché molta gente, emigrati e studenti universitari, rientra alla fine di Luglio.
    Posso capire la grande bravura di alcuni studenti (non voglio fare riferimenti particolari!)  e quindi la precocità nel terminare i loro esami a Maggio, ma ci sono anche tanti altri che non hanno questo dono e che arrivano con l’acqua alla gola sino alla fine di Luglio.

    Concludo dicendo che l’estate montese ognuno deve viverla come meglio crede e, se a qualcuno quella della nostra città non dovesse piacere, è liberissimo di prendere la sua bella macchinina ed andare fuori.
    Io resterò qui a fare il mio dovere come sempre, cercare di farlo al meglio, perché è questo che mi hanno insegnato.

    Me ne starò qui a seguire la famosissima estate montese, anzi la “famosa estate montese”.

    Michele Zaccaro –  zacmik@alice.it

    1. ciffo

      Magari poter essere alle Bermuda!

      Lasciando da parte la piacevole ironia dell’assessore, come uno dei 3 vertici del triangolo (si spera equilatero) vado a rispondere.

      Innanzitutto è un piacere leggere una risposta istituzionale. Occasione più unica che rara.

      Non vorrei poi che la risposta dell’assessore derivi da una cattiva interpretazione del post e dei commenti. A me sembra evidente che nessuno addossa le colpe di una "non ricca" estate montese interamente all’assessore. Mi sembra invece che ci sia molta autocritica e consapevolezza che le colpe vanno distribuite.

      Il fatto che l’estate montese sia in ritardo a me sembra un fatto e non un’opinione.

      Questione incontro e web.
      Ad alcuni di noi sarebbe piaciuto partecipare all’incontro. Peccato che sul sito comunale si dava notizia dell’incontro ma non si specificava nè quando nè dove questo sarebbe avvenuto. Un link da clikkare per maggiori info faceva aprire una finestra vuota.
      E’ colpa del triangolo delle Bermuda se il sito comunale non funziona?
      Riporto il testo incriminato.

      6 Lugl/16.03
      Estate 2009 > Incontro operativo > Programma dell’estate Montese > L’assessore Zaccaro invita tutti coloro che hanno manifestato interesse alla redazione del calendario eventi estate 2009 ad essere presenti all’incontro per definire la stesura definitiva del programma > Info

      Potevamo certo scrivere al sito per chiedere maggiori informazioni… ma onestamente, dopo innumerevoli tentativi fatti in passato…. di contattare nuovamente il sito per essere puntualmente ignorati non avevamo piùvoglia.
      Se l’assessore vuole posso pubblicare tutte le richieste inoltrate al sito e andate a vuoto.

      Ammesso e concesso che all’incontro avessimo partecipato. Dare notizia di un incontro il 6 luglio non è un pò tardi? Non sarebbe stato meglio anticiparlo a maggio dando qualche mese di tempo per organizzarsi invece di lasciare solo una decina di giorni?
      Siamo tonti noi che non riusciamo ad organizzarci e a programmare quando il tempo a disposizione è ristretto?

      L’assessore stesso conferma che il bilancio per la cultura del 2009è di soli miseri 12500 euro. Considerando che solo il DJ del carnevale è costato 7mila euro… mi chiedo… la cultura è un optional a Montescaglioso?

      E’ colpa del triangolo delle Bermuda o della giunta se si è scelto di assegnare risorse ad altro?

      E’ sensata la scelta di concentrare tutto ad Agosto? Il cittadino montese non ha diritto di vivere la propria città 365 giorni all’anno senza aspettare sempre lgi emigranti presenti in Italia e in tutto il mondo in numero sempre più massiccio?

      Concludo augurandomi che l’estate 2009 sia ancora più bella delle precedenti. Non sono molto fiducioso ma sarei molto contento di essere smentito. Del resto… se i commenti "negativi" sono solo quelli di noi 3 molto probabilmente l’assesosre ha ragione. Ai montesi l’estate montese così com’è piace!
      Saluto affettuosamente il sempre simpatico assessore mio vicino di casa ribadendogli il concetto che siamo sulla stessa barca e che noi utenti di montescaglioso.net non siamo nè nemici nè avversari politici… ma semplici montesi che hanno a cuore il presente e il futuro della città che amano. Cosa che, spero, tengano a mente tutti, gli amministratori, l’opposizione, i semplici cittadini, le associazioni.

      1. RoKKo77

        Per quanto riguarda l’estate montese mi pare che il programma sia abbastanza ricco, io non penso che una qualsiasi amministraizione debba organizzare altrimenti quando capitano le elezioni dovremo candidare dei direttori artistici a questo punto perchè organizzino tutta la nostra estate, penso che l’assessore cerchi di fare del suo meglio con poco budget a disposizione, se ciffo si scandalizza per il 7000 euro spesi per l ospite voglio ricordare a lui e anche a chi magari possa esprimere questo disappunto che il Carnevale Montese giunto alla 50 edizione è insieme a San Rocco la festa che porta a montescaglioso piu gente possibile, poi voglio ancora ricordare che l organizzazione della festa e quindi le scelte degli ospiti e del programma sono compito dell’Associazione di Promozione Sociale Carnevale Montese, che recupera entrate sia comunali che sponsorizzazioni e organizza la festa, qiundi non bisogna puntare il dito contro Zaccaro perchè spende 7000 euro per un ospite e ne ha solo 12500 perchè non è per niente vero in quanto Zaccaro recupera altri fondi e su questo voglio continuare a ringraziarlo per il lavoro che ogni anno fa.

        Ragazzi tutti non è facile per niente guidare un amministrazione comunale per questo è da un bel po che cerco in tutti i modi di abbassare i toni e cercare di dare una mano, Ciffo ha ragione quando anche se si tende una mano non si sa mai quando questa mano di aiuto riesca a servire visto che gli inviti da parte dell amministrazione sono sempre inesistenti, in qualità di segretario dell APS Carnevale Montese non ho ricevuto alcuna convocazione per esempio, però non mi preoccupo visto che non avevamo intenzione di organizzare alcuna attiivtà estiva, ma quando qualcuno voglia fare qualcosa è piu facile andare dall assessore che non aspettare la letterina di invito perchè le guerre di orgoglio danneggiano la comunità e non ci possiamo permettere a montescaglioso questo visto che tutto quello che si fa deve essere fatto per noi cittadini!

        Vorrei se fosse possibile reperire un programma del 2000 – 2001 tanto per vedere quante attività si facevano allora (se è vero) almeno ci rendiamo conto con delle prove no?

        La cosa piu grave qui a Montescaglioso è la mancanza di spirito imprenditoriale da parte dei bar e di esercenti analoghi ad essi. Io sono ormai tre anni che la mia estate la svolgo per lavoro su Castellaneta marina e vi posso garantire che le cose sono un po diverse perchè per mentalità ogni attività nel suo bilancio inserisce anche i soldi da spendere per l intrattenimento, io penso che cio che manca qui è intrattenimento da parte dei vari bar che nascono come funghi per poi morire lamentandosi perchè non ci va nessuno, se ad esempio in Piazza Roma i 4 bar presenti a turno o insieme organizzassero uno spettacolo oppure una rassegna di piano bar o selezione musicale curata da un dj, o un gruppo live, tutto questo fa attività, porta gente, crea movimento e la gente spende e se la gente spende i bar lavorano e l economia gira, solo in pochi ma veramente pochi capiscono questo e si attivano, bello sarebbe se tutti si muovessero in questa maniera, poi è chiaro che a me o a Nemesi verrebbe piu voglia di passare le serate a monte piuttosto che altrove!

      2. vince_ditaranto

        E’ divertente pensare che la discussione si svolga tra civici molto vicini di via S. Francesco d’Assisi.

        Scherzi a parte saluto l’Assessore Zaccaro ringraziandolo per essere intervenuto nella nostra discussione. Non mi dilungo sull’argomento "partecipazione" già sottolineato da Ciffo. Ne tantomeno su molti altri temi a cui penso sia già stata data una risposta abbastanza precisa.

        Vado solo a commentare un paio di punti che riguardano le mie considerazioni personali richiamate dall’Assessore.

        Parto col dire che la mia critica era non ad una persona singola (ci mancherebbe, visto l’estrema disponibilità mostrata nei nostri confronti in passato, cosa che ho precisato chiaramente nel mio post), nè ad un partito politico, ne ad una amministrazione, ma ad un sistema-monte che molto spesso non funziona. Nella critica siamo coinvolti anche noi cittadini, commercianti, associazioni, colpevoli di totale assenza di idee e intraprendenza come diceva giustamente Rokko77.

        Lei non deve prendersela sul personale, perchè è indubbio il suo impegno, soprattutto alla luce  delle poche risorse che il Comune mette a disposizione della Cultura. Noi conosciamo bene i disagi di organizzare qualcosa a Monte, ma non di meno possiamo sottrarci ad una critica che ci deve essere per migliorare le cose. Io non ho detto che i programmi da lei presentati sono IMBARAZZANTI……ho semplicemente risposto a chi diceva che il programma di quest’anno è ricco dicendo che i programmi OGGETTIVAMENTE ricchi non sono certo quelli di questi ultimi anni. Il CONFRONTO con quelli degli scorsi anni….quello è imbarazzante. Questo non può negarlo: possiamo fare tutti i confronti che vuole con i programmi alla mano, lei potrà convincerci che la sagra dei ceci è un evento con i fiocchi, sicuramente……. ma tutti ricordano la miriade di cabarettisti di Zelig, i concerti e le rappresentazioni teatrali che si facevano qualche anno fa.

        E’ questione di soldi?? Benissimo, no problem. Infatti nessuno si è sognato di criticare la mancanza di impegno, soprattutto da parte sua, ma non possiamo non dire che si potrebbe fare di più. Anzi a maggior ragione in periodi in cui le casse comunali non possono sostenere spese eccessive devono essere i cittadini a tirare fuori qualcosa. Lei cita commercianti e associazioni che collaborano, giustissimo. Ma quanti non collaborano affatto?? Quanti esercenti non muovono un dito pur guadagnando dall’Estate montese e dalle feste patronali?

        Devo essere sincero, forse i nostri commenti possono sembrare un po eccessivi, a volte troppo ironici, ma alla base c’è una emotività che ci fa parlare.

        E’ possibile che un gruppo di giovani senza fondi una cui parte consistente è quasi tutto l’anno fuori, riesce, a volte, a movimentare il Paese più di chiunque altro?

        Noi ci teniamo tanto a fare "qualcosa per Montescaglioso", e l’abbiamo sempre dimostrato in varie forme. E’ ovvio che “non ci stiamo” al fatto di vedere poco movimento e poca partecipazione. Tutto qui. Molti dei giovani che sono a Monte tutto l’anno (quelli a cui dovrebbe interessare di più fare qualcosa per il paese) dovrebbero essere resi più partecipi, sia per avere un aiuto sia per sfruttare le idee che a volte non si riesce a tirare fuori.

        Lei ha mai pensato di formare un piccolo staff di giovani che la potessero coadiuvare nell’ideazione e programmazione dell’Estate Montese? E’ ovvio che non si possa fare tutto da soli. A volte l’impegno può non bastare, a volte non basta dire "ho fatto il mio dovere" e avere la coscienza pulita.  Nel senso che non basta per far si che le cose riescano al meglio. Non basta pubblicare un avviso, lei sa meglio di noi che la gente va stimolata in qualche modo per farla partecipare.

        La saluto, ringraziandola per il confronto e invitandola a ribattere se lo riterrà opportuno. Se in qualche modo abbiamo offeso il suo lavoro le porgo le mie formali scuse. Spero che ora almeno siano chiare le motivazioni che ci spingono a parlare.

        Buon pomeriggio.

        Vincenzo D.

  5. tm

    Discussione molto vivace quella sull’estate montese, peccato però che si ripete ormai da diversi anni puntualmente con le stesse critiche e le stesse difese, quest’anno almeno c’è la novità del triangolo delle bermude, cosi se dovesse sparire improvvisamente il mio aereo privato saprò a chi rivolgermi.

    Scherzi a parte volevo fare alcune considerazioni.

    Circa l’intervento dell’Assessore Zaccaro al quale va tutta la mia stima e il ringraziamento per l’impegno profuso, e credetemi non è certamente poco, volevo dire che il problema non è di quanto si ha a disposizione ma di come si decide di spendere.

    Non so se negli anni passati il bagget per la cultura cosi come affermato dall’Assessore sia stato in alcuni casi di 70-80 mila euro, e non ho ragione per non credergli, ma gli posso assicurare che altre amministrazioni in anni ancora più lontani avevano a disposizione si e no qualche milione di lire ciònonostante assicuravano impegni culturali di notevole fattura artistica.

    Il problema è di scelte, e io non entro in quelle di questa amministrazione che giustamente ha vinto le elezioni e può decidere autonomamente se fare una serata con Roberto Benigni o con il dy di carnevale da settemila euro che neanche conosco.

    Ognuno si merita le amministrazioni che si è scelto e le amministrazioni hanno le loro idee e i loro programmi. C’è chi si prodiga per recuperare qualche centinaio di euro per l’ associazione onlus pro Monzambico di Fra Antonio e chi invece preferisce procurare 20000 euro per l’associazione onlus di Emanuele Filiberto di Savoia.

    Piuttosto balza agli occhi una cosa e cioè la quasi totalità delle iniziative in programma sono a cura di associazioni culturali, sportive o private che nulla hanno a che vedere con il bilancio del comune di Montescaglioso e all’Assessore va almeno il merito di essere riuscito a raccogliere cosi tanti volenterosi disposti a spendere del proprio per farci passare una estate accettabile.

    Buona estate a tutti e buon divertimento

    tonino

  6. Cinzia

    Visto che siamo ormai prossimi all’apertura ufficiale di questa "controversa" Estate Montese, vorrei fare delle considerazioni, in quanto protagonista con la FCSA, di una delle serate in programma.

    E’ vero che gli eventi in cartellone fino a qualche anno fa risultavano più interessanti, culturalmente parlando, però è anche vero che erano altri tempi e che se le cose stanno – economicamente parlando – come dice l’assessore Zaccaro, non è che si possa sperare in qualcosa di più.

    Certo, c’è un margine di miglioramento nella programmazione degli eventi. Effettivamente, convocare le associazioni il 6 luglio è un po’ tardi per pensare di organizzarsi per tempo. Però, con "evangelica" parafrasi, si deve dare a Cesare quel che è di Cesare e a Zaccaro quel che è di Zaccaro. Devo spezzare una lancia a favore del nostro Assessore, che è una persona con cui si può parlare (e non ne vedo molti come lui…) e che si dà materialmente da fare per portare avanti le iniziative. Noi, come associazione culturale, abbiamo sempre trovato in lui un referente disponibile, che non ama menare il can per l’aia. Ogni volta che gli abbiamo proposto delle iniziative, si è sempre mostrato favorevole. Purtroppo, però, non ha molto potere su questioni di bilanci, spese, fondi da destinare ad attività culturali, anche perchè, a quanto pare, non ce ne sono… E questo è il vero, annoso problema: la destinazione delle risorse economiche del Comune, cosa di cui potremmo discettare all’infinito senza venirne a capo…

    Perciò, l’unica cosa da fare, stando così le cose, è agire, proporsi e proporre. Non credo sia colpa di Zaccaro (o di chi l’ha preceduto) se le serate dell’estate montese offrono soltanto la sagra del cece o Martufello. Creiamola noi l’alternativa! Andiamo a proporci. Non si tratta di accettare passivamente lo stato delle cose, ma di fare di necessità virtù e di non aspettarsi il piatto pronto su una tavola che altri hanno apparecchiato per noi. Se Martufello proprio non va giù, perchè dobbiamo sorbircelo per forza?

    Parlo per esperienza della Futura Compagnia SenzArte. Per quest’estate, a causa di piacevoli imprevisti (la vittoria di Teatriamo e lo stage/spettacolo a Milano), non siamo riusciti a preparare, come avremmo voluto, il nuovo spettacolo. Perciò, sabato 8 Agosto, riproporremo il nostro "Provaci ancora, Sam" nella versione "riveduta e corretta", più esilarante e frizzante, nella speranza che il pubblico montese ci riservi la stessa affettuosa accoglienza dello scorso agosto.

    Ma oltre a noi, quest’estate anche i ragazzi di Sciarzisa e Helios si sono impegnati ad organizzare una serata fantastica per le strade di Montescaglioso, con il coraggio e l’energia di chi fa qualcosa in cui crede davvero. Forse queste due serate non saranno sufficienti a riempire il "vuoto" delle canoniche due settimane di agosto, ma questo è un modo di riprendercela, la nostra estate. Con l’augurio che altri seguano il nostro esempio.

    P. S. Esilarante la trovata dell’Assessore sul Triangolo delle Bermuda … Smile

  7. nemesi

    ciao a tutti!

    Inizio con lo scusarmi per il ritardo nella mia risposta; essendo stata direttamente chiamata in causa dall’assessore ed essendo io l’autrice del post, avrei dovuto farlo molto prima ma problemi logistici me lo hanno impedito.

    Non voglio ribadire concetti già discussi da corvo e ciffo, con cui ovviamente concordo, e mi unisco al coro di scuse se l’assessore avesse inteso il post come un’attacco personale!….cercherò di essere il più breve possibile!

    Ringrazio Michele Zaccaro per aver, anche se indirettamente, preso parte alla discussione e non nascondo che la definizione dei "vertici" come Triangolo delle Bermuda non la trovo affatto divertente…a meno che per lei 3 ragazzi che si preoccupano della situazione del paese, che si fanno delle domande e che provano a fare qualcosa di costruttivo (anche solo virtualmente) rispondano all’appellativo di maledetto e demoniaco (soprannomi che spesso sono stati assegnati a quella meravigliosa zona del nostro pianeta)! Wink

    Precisando che il mio post era lontano da qualsiasi tipo di critica aprioristica, e voleva solo essere una "richiesta di info" (chiamiamola così) alla comunità, non ha ricevuto nessuna risposta o quasi, semplicemente perchè non c’era nulla da dire, vista l’evidente assenza del programma!

    Il successivo commento era uno sfogo, le assicuro fatto con l’amaro in bocca! qui non si tratta del fatto che alla Nemesi di turno possa piacere o non piacere il programma, ma del fatto che nel periodo in cui ho scritto quel commento del progamma non c’era nemmeno l’ombra! probabilmente l’assessore "generazionalmente" è abbastanza distante dai ragazzi che popolano il nostro paesello quotidianamente (e ribadisco quotidinamente) e quindi può risultare difficile identificare nel mio commento la voce unianime di tutti gli amici montesi incontrati per le strade di paesi diversi che lamentavano lo stato di abbandono e la conseguente fuga!

    Sorvolando sulla questione che è sempre facile lamentarsi, parlare male dell’assessore di turno, nascondersi dietro commenti anonimi ecc. , lei sa bene che qui a monte c’è tanta gente che ci vive, sempre, ed è costretta a fare i conti con il nulla, o quasi nulla, quotidiano (che inevitabilmente conduce ad uno stato di apatia) quindi non si stupisca se le critiche spesso arrivino da chi è fuori, da chi ama questo paese anche da lontano, da chi (intellettivamente superdotato) quando torna lo vorrebbe vedere diverso, vivo ed interessante…non per passarci 20 giorni divertenti…ma solo per amore!

    Causa ritardo non voglio riaffrontere i temi di budget, iniziative, partecipazione di cittadini ed associazione ecc. che gli altri utenti hanno abbondandemente parlato… purtroppo in questa sede; a riguardo le confido che il sito ufficale lo guardo poco o niente, lo trovo inutile ed inefficiente ( e la scarsa risposta del suo "prannunciato" incontro ne è la conferma) e la invito ad iscriversi, a partecipare attivamente al nostro progetto e a considerare l’idea che siamo qui, tutti, per migliorare le cose, per aiutarla nel suo incarico, senza che nessuno abbia mai messo in discussione la sua disponibilità e dedizione nel farlo!

    concludo augurando a tutti una buona estate montese, definita da me famosissima in onore di quegli anni in cui i miei amici di fuori invidiavano il nostro programma estivo e non perdevano occasione per prendervi parte!

    peccato che da un pò i ruoli si siano invertiti…

    1. ant

      Devo dire che l’intervento dell’ass. Zaccaro contiene dei passaggi che stimolano spunti di riflessione. Premetto di condividere il giudizio estremamente positivo sulla persona dell’assessore nonché sul suo impegno e sulla sua competenza, ma ritengo importante sottolineare un dato che è passato quasi inosservato. A mio avviso il problema non è tanto quello della quantità o della qualità del cartellone sull’estate montese ma quello dei fondi “limitati”, a voler utilizzare un eufemismo, che un assessorato così importante ha a disposizione. Indirettamente questa è la conferma ufficiale, e non è la prima, che il bilancio comunale è forte difficoltà. Di riferimenti in bilancio ce ne sarebbero tanti ma non voglio andare fuori tema. Allora gli interrogativi che mi pongo sono questi: Come mai solo 12.500 euro per l’assessorato alla cultura ? Come mai nel giro di due anni i fondi stanziati si sono ridotti di oltre il 50 %? Che senso ha mantenere in vita un assessorato che si trova poi nell’impossibilità economica di far fronte a dei servizi che dovrebbe garantire, e non mi riferisco certamente al carnevale montese o al programma estivo? Concludo auspicando una forte partecipazione agli eventi in programma.

      1. salvatore_ditaranto

        Sto seguendo con particolare interesse la vostra discussione sul cartellone degli eventi culturali estivi programmati nel nostro paese e, in merito all’intervento dell’Assessore Zaccaro – del quale non discuto la serietà e l’impegno nello svolgere la sua funzione assessorile -, non posso non rilevare alcune imprecisioni nelle sue argomentazioni limitatamente alle presunte somme disponibili per le attività culturali nel periodo 1999-2001, anni in cui ricoprivo l’incarico di assessore alle politiche culturali ed educative.

        Se la memoria non mi inganna ricordo che per l’anno 1999 sul capitolo 1046 di bilancio comunale – quello relativo alla "promozione di attività culturali" – riuscii a far stanziare la somma complessiva di Trenta milioni di Lire (poco più di € 15000,00); l’anno successivo, il 2000, la cifra passò a Cinquanta Milioni di Lire (poco più di € 25000,00); nel 2001, infine, le somme destinate agli eventi culturali furono in sede di approvazione di Bilancio previsionale Trenta milioni di Lire mentre a luglio dello stesso anno, a fronte di maggiori entrate che nel frattempo si erano realizzate, l’importo totale passò a Cinquanta milioni di Lire.

        Facendo due conti per i tre anni la somma complessiva stanziata è pari a € 65000,00. All’incirca le stessa destinata dall’attuale Amministrazione Comunale alla promozione culturale dal 2007 ad oggi.

        Ma tralasciando la mera elencazione di cifre, così come l’aspetto "comparativo" della questione – programma meno o più ricco del passato che rischia di alimentare sterili ed inutili polemiche – negli anni in cui sono stato assessore, aldilà delle iniziative realizzate, ho compreso che i numeri sono importanti ma non imprescindibili e che talvolta basta poco per realizzare eventi che si possono rivelare addirittura entrata economica per le casse comunali in ambito culturale. L’idea della Rassegna "il cinema sotto le stelle" dell’Estate ’98, la prima da me organizzata e ripetuta poi nei due anni a venire, si concretizzò grazie alla L.R. 22/88 che coprì gran parte delle spese per la proiezione di 7 film nel piazzale antistante l’abbazia per cui alla fine, tra contributo regionale e incassi rivenienti dalla vendita dei biglietti, al netto delle spese sostenute, l’Amministrazione Comunale realizzò una maggiore entrata di circa Quattro milioni di Lire. E non solo. Il contenimento della spesa in ambito culturale, ma dovrebbe essere così anche e soprattutto in altri ambiti, costituisce un altro ottimo motivo per far lievitare le somme da destinare alla realizzazione degli eventi. Il palco modulare di 100 mq. che feci acquistare nel 2000, costato appena 13 milioni di lire e a tutt’oggi in uso anche in modo disgiunto, ha consentito di azzerare i costi per il nolo dello stesso negli ultimi 10 anni.

        Alla luce di quanto appena detto è evidente, a mio avviso, che la qualità di un’offerta culturale non è un problema di vacche magre o grasse, cioè di bilanci comunali in salute o meno. Così come non credo che si possa pensare al bilancio di previsione come ad un documento esclusivamente contabile. Se così fosse, se il bilancio previsionale, che è lo strumento d’azione fondamentale che contabilizza le entrate e assegna le risorse ai vari assessorati, fosse la risultante di scelte meramente tecniche, compiute magari dal solo responsabile finanziario comunale per far quadrare i conti, allora si che assisteremmo all’ azzeramento della funzione che è propria di un amministratore: il ruolo politico, cioè la capacità da un lato di avere una visione chiara di ciò che si intende realizzare – il discorso vale per qualsiasi ambito assessorile di qualsiasi giunta – dalle attività più semplici a progetti più complessi in rete con altri Enti e/o associazioni; dall’altro la capacità di reperire risorse che garantiscano la realizzazione di quanto programmato con il ricorso a finanziamenti pubblici ma anche al bilancio comunale le cui somme rese disponibili per ciascun assessorato, torno a dire, non sono "concessioni" da parte del responsabile finanziario del Comune o dell’Assessore al bilancio ma la sintesi a volte di estenuanti trattative – e di nottate trascorse al Comune! – al fine di giungere alla stesura definitiva del documento in base alle proposte che giungono dai singoli componenti la Giunta e che saranno più o meno soddisfatte sulla base di priorità condivise, ma mai con l’intento di privilegiare esclusivamente alcuni settori immiserendone altri. Se questo dovesse accadere – e mi riferisco a situazioni le cui motivazioni addotte sono del tutto inconsistenti rispetto ai tagli compiuti, e che nulla, ripeto, hanno a che vedere con l’attuale Amministrazione Comunale – l’assessore "immiserito" ha il dovere di opporsi e nel caso estremo di non approvarlo. ESERCITI SINO IN FONDO LA SUA FUNZIONE POLITICA anche a costo di essere destituito dall’incarico. Io l’ho fatto. Altri decidano secondo coscienza, non spetta a nessuno di noi dire se è giusto o sbagliato assumere una posizione anziché un’altra.

        E’ questa la funzione preminente, a mio avviso, di chi ricopre un incarico politico- amministrativo, se così non fosse lasciamo che Commissari prefettizi amministrino stabilmente le nostre città. Null’altro.

         

        Ammetto di essermi dilungato oltre misura ma credo che l’argomento trattato, così come molti altri che seguo da sempre sul vostro sito, per la complessità e l’importanza che riveste all’interno di una comunità merita di essere discusso anche in modi e forme diverse da un forum virtuale. Nel caso montescaglioso.net decida di approfondirlo, sarò ben lieto al pari degli altri di portare il mio contributo.

         

        Salvatore Ditaranto

         

  8. ciffo

    Trovo puntuali e molto interessanti le considerazioni di TM e di Salvatore Ditaranto.
    TM ha ragione quando dice che è importante porre l’accento sulle scelte di tipo politico. Ad ogni modo io non sono contrario a spendere 7mila euro per un noto DJ, non a prescindere almeno. Se questo serve a rendere la festa del carnevale la più bella della Basilicata ben vengano queste spese. Piuttosto mi soffermerei sulla ricaduta sul territorio. Secondo me, considerati gli sforzi delle associazioni e dei ragazzi, considerati i fondi investiti, la progettualità e l’organizzazione è ancora molto ma molto scarsa. Possiamo dire oggi che il carnevale montese è fonte di turismo e di ritorni economici per le attività montesi? Secondo me no. Per lo meno non nella maniera che ci si potrebbe aspettare.

    Salvatore poi ( a proposito benvenuto finalmente nella community) ha chiaramente illustrato alcuni punti che potevano essere poco chiari. E sono contento che lo ha fatto perché solo lui poteva chiarire queste cose. Credo che una mini intervista a Salvatore stesso sia d’obbligo. E ovviamente anche all’assessore Zaccaro.

    1. Wiseman

      eh si, la morale è solo questa! al di là di tutte le considerazioni, l’ass.Zaccaro ha focalizzato perfettamente i tempi che corrono…senza moneta, niente miele!

      A me pare,comunque un tantino inappropriata la definizione "estate montese", dal momento che è ristretta in un periodo che va dai 10 ai 20 gg. e questo mi pare avvenga in tutta la Basilicata, difatti in giro non è che ci siano calendari pieni di manifestazioni per tutta l’estate (21-6 21-9). Mentre per ciò che riguarda eventi culturali, a me sembra che siano ben distribuiti nell’arco dell’anno, sempre compatibilmente con le risorse finanziarie.Mi ha intrigato un pò l’aspettativa di Ciffo sulle possibili,positive ricadute economiche per il territorio,   ho un pensiero che mi frulla per la mente da un bel pò.

      Prendiamo l’Abbazia: sta lì da quasi mille anni ormai! possibile che in tanti anni, nessuno si sia "inventato" qualche "visita" dell’Arcangelo Michele? qualche "guarigione miracolosa"? oppure abbia " visto" il fantasma di qualche Abate aggirarsi tra i chiostri?

      magari preparare pozioni magiche con le erbe che coltivavano i frati?

      oppure ancora, abbia immaginato qualche tresca tra i Benedettini e le Clarisse?,

      a proposito di queste ultime, e se qualche figlia del marchese Grillo, fosse stata una velina o escort?

      ecco, forse sarebbe bastato un pizzico di fantasia!

      Buona Estate a tutti

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi