Il paesello va a fuoco

[img_assist|nid=724|title=Incendio 4 Agosto|desc=(Clicca per ingrandire)|link=popup|align=left|width=75|height=100]

Venerdì 4 Agosto 2006

Ore 10,00 – 10,30: primi avvistamenti a valle del ripetitore, ed arrivo delle squadre.
Ore 11,00 – 11,30: richiesta elicottero. Le squadre antincendio ormai contano decine di uomini che attendono il fuoco al varco nei punti più raggiungibili. Il vento è molto forte.
Ore 12,00 –12,30. La presenza di sentieri senza seccume e di oliveti puliti, riesce a controllare lo sviluppo dell’incendio. Il vento spira verso la Murgia e il fumo risparmia il paese.
12,30 circa: il fuoco si incanala da un campo non arato e si sviluppa verso il Lucito, aggredendo il pendio del Belvedere.
Ore 13,00. Nel vallone l’incendio è diventato impressionante, ma non attecchisce sotto gli alberi poiché l’erba è bassa.

Le squadre si sono posizionate nei punti strategici e con interventi mirati riescono a controllare le fiamme, dando per persa la vegetazione del vallone.
I falchi approfittano della colonna d’aria calda e si divertono a volteggiare.

Ore 13,45 circa. Arriva il mega elicottero, credo dalla base della forestale di Pontecagnano. Cominciano i lanci. Il rifornimento è dalla diga. 10 minuti per raggiungere il lago, rifornirsi e tornare. I lanci continuano fino a circa le 15,00. nel frattempo il vento cambia direzione e spira verso il paese.

Ore 15,30. L’elicottero si allontana per rifornimento carburante. Nel frattempo le squadre a terra, forestale, pompieri, provincia, aggrediscono con acqua, ritardanti e scope i focolai isolati.

Ore 16,30 circa. Ritorna il mega elicottero e con altri lanci spegne i focolai residui.

Incendio 4 AgostoIncendio 4 Agosto

Incendio 4 AgostoIncendio 4 Agosto

L’incendio ha interessato tutti i pendii da via Porta S. Angelo, Vallone, Lucito, Belvedere.

Nel frattempo a Piazza Roma è scoppiata la fognatura: salta letteralmente il tombino conseguente emersione di fango da fogna in grande quantità.

Tra fuoco e merda, che giornata ragazzi!

Franco C.


Commenti da Facebook

13 Commenti

    1. LomFra

      complimenti ad entrambi admin e franco caputo per il reportage sul “mezzogiorno di fuoco” di montescaglioso, io ero da quelle parti alle 14.30 e vedere l’elicottero scaricare il suo contenuto a poke decine di metri da me è stato davvero emozionante, ottima idea quella di aver reso partecipi gli altri montesi. ankora grazie a franco caputo per la cronaca sull’accaduto e per la pittoresca descrizione sul comportamento dei falchi

  1. ZODD

    L’elicottero si è rifornito x due volte presso La vasca privata dell’azienda agricola F.lli Verna la si puo vedere dal secondo pilaccio della Pineta ,e altre due volte dalla vasca del consorzio di bonifica di bradano e metaponto “spada” poco piu avanti della prima,il quinto rifornimento è stato effetuato a Foggia dove si è rifornito di Carburante e di liquido estinguente.
    Elicottero Erickson S64 del Dipartimento della Protezione Civile che ad ogni lancio sul fuoco sganciano 9000 litri d’acqua con un elevato grado di precisione nell’azione di spegnimento(sotto la Cabina di pilotaggio vi è una seconda cabina addetta proprio x l’operazoine di sgancio o in altri casi aggancio x il trasporto di vario genere. I S64 per le loro caratteristiche tecniche costituiscono un’arma di grande efficacia per la lotta agli incendi boschivi. il loro numero sul territorio nazionale sono 4 e sono disloati tutti e 4 nel sud italia precisamente a Lamezia Terme (CZ) , Foggia ,Catania e Sassari.questo xke dalle nostre parti vi sn molte insenature montuose che creano problemi ai Canadair.
    tutti alla sfilata del Borbone pioggia permettendo.

    1. For Peace

      Purtroppo siamo costretti a parlare di ovvie conseguenze dell’incuria, da tempo noi Verdi di Montescaglioso abbiamo segnalato all’amministrazione Venezia che le aree circostanti il paese giaciono in uno stato di abbandono, chissà che la pulizia delle stesse aree, la creazione di corridoi, unita ad un maggior controllo del territorio non avrebbero potuto scongiurare quanto accauto.
      Sono costretto a polemizzare, ma credo che dobbiamo dire basta a questa situazione di assoluta indifferenza verso l’ambiente da parte di chi ci amministra.
      Ciao.

      1. RogoR

        Quoto ForPeace, lo stato di abbandono e di sporcizia delle aree limitrofe è disastroso, credo che la colpa non sia solo di chi ci amministra ma sopratutto di chi sporca.
        Purtroppo l’educazione ambientale nei giovani montesi è pari a zero, se qualcuno ha voglia di farsi un giro sul nostro Belvedere, sopratutto nelle aree interessate dall’incendio, noterà l’enorme ammasso di bottiglie di birra letteralmente lanciate nel pendio adiacente la villa comunale e il parcheggio, nonchè cartacce, assorbenti, profilattici, fazzoletti di carta e chi piu ne ha piu ne metta.
        Cigliegina sulla torta è l’assenza delle fasce tagliafuoco, gli anni scorsi venivano pulite dal personale forestale dell’amministrazione provinciale, quest’anno????.
        Veniamo alla cronaca del disastro:
        io in tutta sincerita ho visto un altro film, le squadre preposte dall’amministrazione provinciale al primo soccorso si sono limitati solo ad attendere(non so cosa) con le scope in mano, sotto gli alberi all’ombra, godendosi lo spettacolo 😕 ; le cisterne dei pompieri posizionate male, una era all’imbocco del tratturo per masseria D’Alessio(Agriturismo Fumarulo)a non far niente, grazie al cielo l’elicottero della Protezione civile ha salvato la situazione.
        Da incazzato nero per l’accaduto cito le pagelle di GBRADDI( che non me ne voglia):
        – Ai giovani montesi che frequentano il Belvedere in queste caldi notti d’estate voto ZERO, “Muciutun”.
        – Alle squadre di primo intervento in caso di incendio ed ai pompieri del 115 voto ZERO, “NGANDASIERP”.
        – All’elicottero della protezione civile voto 10(dieci), “Chirurgico”.

        1. LomFra

          caro Rogor mi trovi daccordissimo sulla scarsa educazione ambientale dei giovani (e non solo) montesi… e ne approfitto per stimolare un altro dibattito, ovvero quello su tutte le associazioni ke si spacciano per verdi, ma ke di verde hanno solo il colore delle bandiere! non dovrebbero essere loro ad organizzare giornate di educazione ambientale, attività cn le scuole, con le associazioni territoriali, pulizia dei boski, incontri, ecc??? nn credo di commettere eresia se dico ciò, ma ki di voi le ha mai viste queste cose? certo è più facile scaricare la responsabilità su ki amministra il potere pubblico (ke senz’altro ha le sue colpe),e accendere sempre polemike ke t lasciano l’amaro in bokka e ke restano solo sui manifesti, perkè nn ci si rimbocca le manike, km dice il babbo, e si suda un pò?! sarei il primo a fornire le mie capacita fisike ed intellettuali al servizio di attività educativo-ambientali, e kredo ke molti altri ne sarebbero entusiasti…

          1. Roberto

            Caro francesco mi rendo conto che non è colpa tua ma è, forse, la tua giovane età che non ti aiuta a ricordare.
            Non commettiamo l’errore di dire, o presumere, che tutti quelli che sono venuti prima di noi non hanno fatto niente e che “i giovani” invece hanno l’energia per salvare il mondo ecc.ecc.
            Rogor che ha qualche anno in più di noi, e parla con cognizione di causa, le ricorderà bene invece le innumerevoli, e non inutili, giornate di “sensibilizzazione” promosse a Montescaglioso dalle diverse Associazioni, che non cito per pudore, e che da anni(!!!) operano con passione e serietà a Montescaglioso.
            A titolo di esempio te ne elenco solo tre o quattro a cui ho personalmente partecipato negli ultimi 10 anni (10, si hai capito bene): difesa S. Biagio, Villa belvedere, Pineta bocche di mezzo, Vallone-zona Porta Schiavoni……ma ce ne sono state tante altre a cui non ho potuto partecipare perché tra una giornata e l’altra ci toccava anche continuare a studiare o ad andare a lavorare.
            Ma sono state e devono restare giornate di sensibilizzazione appunto. Verso l’opinione pubblica (che, anche se non in massa, ha partecipato), verso i bambini delle scuole elementari (che, con alcune classi ed alcuni insegnati, hanno partecipato) e verso tutti quei zulù che riversano nell’ambiente le cose già elencate con dovizia di particolari da rogor (….che, invece, non hanno partecipato).
            Quelle giornate, che ti ripeto, a Montescaglioso se ne sono fatte almeno una all’anno negli ultimi anni, servono a lanciare messaggi. Servono a far capire ai soggetti di cui prima, che l’ambiente (cioè tutto lo spazio tridimensionale che sta fuori la porta della propria casa) è un patrimonio comune è che va curato come se fosse ……la propria casa.
            Non è che adesso ci si deve per forza “rimboccare le manike” e trasformarsi, una volta a settimana, in paladini dell’ambiente.
            Immagino che nelle nostre case si faccia attenzione a non buttare ogni volta tutto per aria o per terra, curandoci di rispettare quotidianamente il nostro habitat casalingo e senza la necessità di “rimboccarci le manike” una volta a settimana per pulire la nostra stessa immondizia. Non è che ogni volta ci deve essere qualcuno a dirci questo si fa e questo non si fa.
            Personalmente, ed al contrario di altri, non me la sento di dire chi sono i buoni e chi sono i cattivi. Sono convinto che, in questo caso, cattivi lo siamo tutti e che buoni, con un po di impegno……… potremmo esserlo tutti.
            Tornado al titolo del post, ti assicuro che non è questione di colori ……la storia siamo noi, nessuno si senta escluso.

          2. For Peace

            Caro LomFra sono dispiaciuto per come ti sei posto nei confronti del tema all’oggetto: l’ambiente.
            Ebbene questa non è una tematica solo dei Verdi e lo riconosco, come dice Roberto e confermo, molte associazioni politiche e non si sono spese negli anni per proporre iniziative di eduzazione ambientale nel nostro paese.
            Chi amministra ha la capacità di regolamentare nel settore ambientale e la responsabilità nell’applicazione delle norme.
            Ti invito a passare per la federazione cosicchè tu possa prendere atto di quanto prodotto fin’ora.

          3. LomFra

            bè caro ForPeace allora t 6 dispiaciuto x niente, nn credo di essermi posto in nessun modo sul tema ambiente ma SUL PIU’ FASTIDIOSO TEMA “kosa fà x l’ambiente ki si spaccia per paladino di quest’ultimo?”… sicuramente ha ragione roberto nel dire ke data la mia giovane età nn posso ricordare quelle iniziative di cui parlavo, e li nn me ne vogliate è solo una questione di disinformazione (e qnd volete farmene un breve excursus sn a vostra disposizione) cm kredo ke sia disinformazione quella di ki continua a svolgere tali azioni pro-ambiente, xò scusatemi un attimo, tt queste azioni avrebbero dovuto portare dei frutti, o cmq limitare i danni, o no? ma qlk1 frequenta la difesa s.biagio, le curve di contrada cinque bocche, o lo stesso Belvedere, nn credo ke siano poi quei bei giardini babilonici… certo le amministrazioni centrano sempre qlksa e qui sn daccordo kn ki le sprona ad agire e magari le dà una mano a produrre dei frutti, (ma questo viene fatto cn tt le amministrazioni o solo cn quelle a colore?) cmq colpe a parte la mia è un esortazione a coinvolgere il + ampio numero di persone possibile! nn vuole essere un attacco a nessuno (tranne a ki sporka)! ti ringrazio per l’invito a passare dalla federazione, ma credo ke sarà difficile dato ke nn c vedo mai nessuno dentro, magari mi dai un orario di apertura, anzi se hai un po di tempo da perdere x gli utenti di montescaglioso.net ke ne dici di pubblicare proprio sul sito ciò ke è stato prodotto fino ad ora?! vi fate anke pubblicità, nn credi?! e se qlkn ha preso il mio intervento cm un attacco ai verdi, lasciatemi difendere dicendo ke li ho sempre apprezzati qnd hanno agito “secondo NATURA”, sn anke iscritto a Green Peace… W il VERDE, W l’ambiente http://www.greenpeace.it

          4. LomFra

            ah, dimenticavo, anke se nel mio piccolo faccio già qlksa, nel mio primo appello m sn messo a disposizione per iniziative d questo genere, ne approfitto per rinnovare tale mia disposizione (tranne ore pasti naturalmente)! Qnd volete voi… ciauz

          5. LomFra

            scusate i ripetuti “mio, mio e mi”, nn sn errori da Egomaniaco ma sl analfabetismo cronico qnd scrivo di getto… squaz

          6. Cinzia

            Roberto ha ragione. Non c’è bisogno della giornata di buoni propositi per ripulire l’ambiente e le nostre coscienze dall’immondizia che incivilmente lasciamo per strada, nell’erba, o dovunque capiti.
            Tali iniziative possono servire solo a corredare quel comune senso di pulizia che dovrebbe far parte del nostro essere animali sociali.
            Se non fossimo talmente menefreghisti da non capire che è la civile convivenza ad imporci il rispetto per gli altri e per l’ambiente, forse applicheremmo quel sacrosanto principio del non fare agli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te. E quindi eviteremmo di gettare per strada anche lo stecchino del gelato… tanto è di legno e non inquina. Perchè nella nostra auto non ci sogneremmo mai di attaccare il chewing gum sotto il sedile, mentre se saliamo su un mezzo pubblico siamo a rischio epatite?
            In questo credo che scuola e genitori abbiano un ruolo fondamentale per educare i più piccoli, ma noi “ciuccioni vecchi” come si dice a Monte, abbiamo ancora bisogno della balia per capire che esistono i cassonetti?

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi