Ma chi cazzo sono questi GRAMMAR SCHOOL??!!

Che tipo di spettacolo propongono? Ho fatto una ricerca da bravo navigatore della rete. Cosa ho scoperto? Il gruppo è un cocktail di forti personalità. Tutta gente che per anni ha lavorato (nell’ombra) al seguito di grandi e affermati Band internazionali. Sono in realtà quelli che determinano il successo dello spettacolo della grande Star. Il Leader del gruppo è Paul Manners (voce e chitarra) Luciano Bonfitto (voce e chitarra) Enzo Bonfitto (tastiere e cori) Marco Pacassoni (batteria). Lo spettacolo che propongono lo hanno definito “psycoAcustico”, un concerto senza età, ricco di atmosfere e suoni impossibili da non ricordare, eseguono brani che fanno parte della storia degli ultimi 40 anni, con una bravura maniacale, tratti dal repertorio del POLICE, PINK FLOYD, BEE GEES, DIRE STRAITS, BEATLES, PRINCE, TOTO, U2, SANTANA, QUEEN… Sono abili nel calpestare la scena, provocando continuamente il pubblico, hanno in serbo sempre un gran finale…. ballare tra il pubblico. Vi invito a non mancare, ciao!


Commenti da Facebook

10 Commenti

  1. LomFra

    francy, devo confessarti ke prima di aprire il tuo post, avendo letto sl il titolo ho pensato a qualkuno pronto a “RASCERE” i Grammar, apro, la pagina carica e la rabbia mi sale, sn pronto a vomitargli addosso un autotreno di parolacce, si apre e vedo francy lomonaco, noooooooo, tu? proprio tu? perkè m fai questo? leggo e vedo ke il titolo era sl gergo e nn offensivo… grazie! ora sn calmo… w i Grammar School, anzi w i POLICE, PINK FLOYD, BEE GEES, DIRE STRAITS, BEATLES, PRINCE, TOTO, U2, SANTANA, QUEEN… ROCK & ROLL

    1. Francy Lomonaco

      Evidentemente nessuno ti ha mai detto che i titoli sono fatti apposta per spiazzare, incuriosire. L’importante è non fermarsi alla superfice. W la forza delle parole. In realtà questa “navicella” su cui sono piacevolmente salito è fatta di parole.Del resto le parole che si formano davanti ai miei occhi, girovagando tra le stanze, muovono tutto: indignazione, rabbia, timori… lasciamoci trasportare dalle parole, più liberi siamo di esprimere i nostri sentimenti più diremo cose che ci avvicinano a “noi” stessi, al nostro intimo. Forse alla fine scopriremo che tutti abbiamo bisogno delle stesse cose..

      Francy Lomonaco

    2. Cinzia

      Francy, anch’io come LomFra ero caduta nella trappola. Già presagivo chilometri di invettiva verso l’ennesimo ingrato montese… Invece, my compliments per l’efficace uso della parola! Un po’ meno soft del Chiedi chi erano i Beatles degli Stadio, ma d’effetto!
      Cinzia

  2. ravilodj
    Ieri sera ore 23 campo sportivo c’erano i grammar school,molti avrebbero pensato ma che ci andiamo a fare tanto sarà la solita pagliacciata….E invece anche io non ero molto fiducioso quando mi stavo recando al cmapo sportivo(anche perchè pensavo che facessero musica che mi avrebbe fatto schifo).Comunque scendo per curiosità inizio ad assistere al concerto e la musica mi prende sempre più, era tutto un revival di musica antica ed il cantante raccontava tra un pezzo e l’altro l’epoca e il genere….insomma l’atmosfera sale sale la gente è sempre più presa da questi suoni tanto che interagisce attivamente con il gruppo(anche io alla fine mi so messo a saltare)..hanno suonato della bella musica per poco più di due ore e poi dopo la sorpresa del comitato san rocco di alcuni botti,ecco che i grammar school si congedono dal pubblico con la frase buonanotte montescaglioso che Dio vi benedica tutti…Ma è proprio qui che inizia il momento più bello della serata il pubblico non è ancora esaustoe parte un coro con la parola bis,i cantanti non possono rifiutare ed a quel punto escono fuori e cantano quella canzone non ricordo il titolo che fa wherever you want………ed è tribudio il pubblico in delirio davvero una bella cosa..Complimenti al comitato feste patronali per l’iniziativa ed inoltre a chi ha avuto pregiudizi come glia vevo io e non ha assistito al concerto gli dico che è stata un bellissima serata almeno per me…
    1. amne20
      Sarò breve:
      sembrerò ripetitivo ma al bel concerto dei Grammar School, come volevasi dimostrare, la “Legge Montese” ha chiuso più di un occhio! Chissà per quale inatteso (scontatissimo) motivo, i bravi G.S. hanno potuto suonare fino all’ 01.15, senza che nessuno dicesse “STUTAT TUTT’ COS” o che li minacciasse con un verbale! Sicuramente grazie al fuso orario di un’ora che intercorre tra Piazza Roma e il Campo Sportivo!
      L’ennesima conferma che a Monte LA LEGGE E’ UGUALE PER…POCHI!!!
      1. vale461mito

        e già chi di noi nn ricorda il fatidico ‘è tardi e l’autorizzazione nn l’avete!’ sventolatoci in faccia nella serata + bella ed emozionante per tt l’italia…insomma mi riferisco al fatidico quanto indimenticabile 9/7/06…lo scenario era straordinario…ITALIA CAMPIONE DEL MONDO…l’italia intera in festa…e due cogl**** di vigili guasta feste si permettono di spegnere l’impianto lasciando una folla immensa a bocca asciutta…e poi grida mediazione e diplomazia per ottenere altri trenta minuti di show e spettacolo targato ravilodj…insomma che dire FESTA ROVINATA!
        in quanto ai grammar devo dire che nn mi sono piaciuti solo perche io personalmente nn amo quel genere di musica…avessero suonato musica pop rock italiana sarei stato qui a confermare le vostre parole di cui sopra….insomma mi sarebbe piaciuto ascoltare musica di vasco e liga che sn la storia del pop rock italiano…vabbe vi lascio CIAO!

        1. ravilodj
          è smepre cosi l’italia era cmapione del mondo e noi non potevamo festeggiare am ci rendiamo conto??????”chissà quando rivredremo una grande vittoria e a mezzanotte ci volevano far spegnere..ma io me en fregai di loro e andai avanti fino alle 12.30 quando quelle****** stopparono al corrente……e purtroppo questa è la vita……………………………la legge è uguale per pochi
  3. Cristiness

    Grammar School. Grammar School , Grammar SchoolGrammar School. Grammar School , Grammar School.

    altro che professionisti, finti

     In Sardegna terra di grandi musicisti non siamo scemi, ci siamo resi conto che il vostro concerto non è un live ma è un vero e proprio in  PLAYBACK musicale, voi siete dei professionisti? Bene allora la prossima tappa in Sardegna la fatte come la fanno tutti i gruppi del mondo, con una gestione totale degli strumenti presenti al concerto, gestione fatta da un fonico di sala. Invece nel vostro concerto il fonico e il suo mixer generale, riceve una traccia dal Vs. PC senza poterlo gestire, assurdo no se penso che il fonico il suo lavoro si riduce solo ad alzare ed abbassare i volumi. Addirittura ho visto dei vostri concerti in Sardegna dove il mixer di sala non cera proprio, era tutto sul palco. Nel concerto fatto a Torre grande uno dei chitarristi stava facendo finta di suonare perché i movimenti della sua mano non corrispondevano con le note della musica, quindi seguiva o cercava di seguire la musica, un PLAYBACK.   Poi andiamo ad analizzare il mixer rosso che avete sempre sul palco, quello di cui accenna il Vs. cantante, un sintetizzatore per chitarre, che a mio avviso serve per far suonare le chitarre sopra la base che esce dal pc con la mela. Poi analizziamo il perché l’uso di una batteria elettronica, quando tutti i gruppi che vengono da fuori, la batteria la chiedono come Backline a gli organizzatori, sempre. Il perché della batteria elettronica’ ma chiaro no? Perché da Vs. PC escono altri suoni da impastare. Nel vostro concerto l’unica cosa che i tecnici presenti lavorano, è la gestione delle luci……………………………A Torre grande Oristano, il concerto è stato imbarazzante, ascoltare e guardare, fingere di suonare un gruppo che vanta chi sa quale carriera, è stato una scena tristissima veramente. Mi chiedo, ma non avete vergogna? Il tecnico audio che finge di gestire i vostri strumenti, che se lo si gurda come opera al momento del vostro concerto, si capisce chiaramente che lui non ha la gestione degli strumenti, alza o abbassa solo il volume generale di tutto.

    Potete anche cancellare nuovamente il mio sintetico messaggio, ma chiaro, ma una cosa è certa che tutti verranno a sapere come suonano i bravissimi Grammar School, poi vediamo se in Sardegna suonate ancora. Ah dimenticavo di dirvi che per quelli che hanno detto sin d’ora che di musica e di suoni non ne capisco nulla, volevo informarvi che io sono un fisico, quindi una ingegnera 🙂  che lavora presso un importante azienda, quindi mi pare che il suono sia una di quelle materie che rientra nelle mie competenze e materia di studio tutti i giorni, no? Quindi caro cantante continua a cantare o a suonare vedi te, ma di fisica scusa, questo rimarrà il mio lavoro ok? Almeno che il suono non sia diventato altra roba. Ultima cosa, la Sardegna a Voi vi piace tanto, forse perché nella penisola o come si dice, nel continente non state lavorando poi cosi tanto? Basta guardare le date dell’anno scorso sulla penisola no? E quelle fatte in Sardegna, una discrepanza assai alta. Pensate di fare i soldi prendendo in giro la bontà sarda? Attenti perché Vi osserviamo da vicino, non sono sola. C’è abbastanza materiale per portare la ragione alla verità. Se siete poi convinti denunciatemi che ci divertiamo un po’ ok?

    Grammar School

  4. Cristiness

    Grammar School,

    Grammar School

    LO SPETTACOLO DEI Grammar School è cosi , prorpio come descrivo io qui. E non rendersi conto della cosa vuol dire essere ciechi o sordi.

    In Sardegna terra di grandi musicisti non siamo scemi, ci siamo resi conto che il vostro concerto non è un live ma è un vero e proprio in  PLAYBACK musicale, voi siete dei professionisti? Bene allora la prossima tappa in Sardegna la fatte come la fanno tutti i gruppi del mondo, con una gestione totale degli strumenti presenti al concerto, gestione fatta da un fonico di sala. Invece nel vostro concerto il fonico e il suo mixer generale, riceve una traccia dal Vs. PC senza poterlo gestire, assurdo no se penso che il fonico il suo lavoro si riduce solo ad alzare ed abbassare i volumi. Addirittura ho visto dei vostri concerti in Sardegna dove il mixer di sala non cera proprio, era tutto sul palco. Nel concerto fatto a Torre grande uno dei chitarristi stava facendo finta di suonare perché i movimenti della sua mano non corrispondevano con le note della musica, quindi seguiva o cercava di seguire la musica, un PLAYBACK.   Poi andiamo ad analizzare il mixer rosso che avete sempre sul palco, quello di cui accenna il Vs. cantante, un sintetizzatore per chitarre, che a mio avviso serve per far suonare le chitarre sopra la base che esce dal pc con la mela. Poi analizziamo il perché l’uso di una batteria elettronica, quando tutti i gruppi che vengono da fuori, la batteria la chiedono come Backline a gli organizzatori, sempre. Il perché della batteria elettronica’ ma chiaro no? Perché da Vs. PC escono altri suoni da impastare. Nel vostro concerto l’unica cosa che i tecnici presenti lavorano, è la gestione delle luci……………………………A Torre grande Oristano, il concerto è stato imbarazzante, ascoltare e guardare, fingere di suonare un gruppo che vanta chi sa quale carriera, è stato una scena tristissima veramente. Mi chiedo, ma non avete vergogna? Il tecnico audio che finge di gestire i vostri strumenti, che se lo si gurda come opera al momento del vostro concerto, si capisce chiaramente che lui non ha la gestione degli strumenti, alza o abbassa solo il volume generale di tutto.

    Potete anche cancellare nuovamente il mio sintetico messaggio, ma chiaro, ma una cosa è certa che tutti verranno a sapere come suonano i bravissimi Grammar School, poi vediamo se in Sardegna suonate ancora. Ah dimenticavo di dirvi che per quelli che hanno detto sin d’ora che di musica e di suoni non ne capisco nulla, volevo informarvi che io sono un fisico, quindi una ingegnera 🙂  che lavora presso un importante azienda, quindi mi pare che il suono sia una di quelle materie che rientra nelle mie competenze e materia di studio tutti i giorni, no? Quindi caro cantante continua a cantare o a suonare vedi te, ma di fisica scusa, questo rimarrà il mio lavoro ok? Almeno che il suono non sia diventato altra roba. Ultima cosa, la Sardegna a Voi vi piace tanto, forse perché nella penisola o come si dice, nel continente non state lavorando poi cosi tanto? Basta guardare le date dell’anno scorso sulla penisola no? E quelle fatte in Sardegna, una discrepanza assai alta. Pensate di fare i soldi prendendo in giro la bontà sarda? Attenti perché Vi osserviamo da vicino, non sono sola. C’è abbastanza materiale per portare la ragione alla verità. Se siete poi convinti denunciatemi che ci divertiamo un po’ ok?

    Grammar School

     

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi