Pistoia : Maltrattamenti in un asilo nido ”privato”..

Finite in manette due donne di 41 e 28 anni.

La donna di 28 anni vestiva il cosidetto ruolo di  ”MAESTRA”,in un asilo nido ”PRIVATO” ,la quale era responsabile-titolare la donna di 41 anni.

Dopo una ”complessa” indagine,iniziata ad agosto,in merito a denunce avvenute da alcuni genitori di bambini che in passato frequentavano la scuola.

I riscontri sono stati possibili,grazie all’utilizzo di telecamere di videosorveglianza,che riprendevano le ”MAESTRE” mentre maltrattavano i piccoli : scappellotti,pressioni alla bocca a tavola per farli mangiare;vari castighi come : chiusi al buio nei bagni,non veniva dato a loro da bere, strattonati con forza..

Oggi mercoledì 02-12-2009 è avvenuto l’arresto delle due donne da parte degli agenti della Mobile;il procuratore ha informato il Sindaco di Pistoia della situazione,il quale ha provveduto a prendere in mano la gestione della scuola,enunciando che dopo gli arresti nella struttura ” viene meno il requisito minimo di presenza di personale qualificato ”, per ora rimarrà tutto sospeso,fino al ripristino delle condizioni minime per il suo funzionamento.


Commenti da Facebook

2 Commenti

  1. linoliva

    Stamattina mi è venuta la pessima idea di andare a guardare i video ripresi dalle telecamere nascoste dell’asilo nido di pistoia, su youtube e credetemi mi si torceva lo stomaco a vedere che facevano quelle TR…. ai bambini.Non ce l’ho fatta neanche a finirlo di guardare il filmato.Io spero solo che in carcere ricevino lo stesso trattamento sia dalle guardie che dagli altri detenuti,ste PU….Non voglio immaginare cosa stanno provando i genitori di quei bambini quando hanno visto le immagini,dico solo che se fosse successo ai miei figli,a quelle due sottospecie di esseri viventi,li andavo a prendere dal carcere ed è meglio che mi fermo qui.Ma come si fa a diventare cosi BESTIE?I bambini sono la cosa piu bella e piu cara che un genitore ha.Mi auguro che situazioni di questo genere non accadano piu’.

     

    P.S. per questo genere di reato ci vuole la legge del taglione,"occhio per occhio dente per dente"

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi