Il Razzismo non ci appartenne

Non ricordo l’anno ma ricordo i fatti.

Metaponto poteva balzare agli occhi della cronaca.

Metaponto, in quella che era una vecchia fabbrica dismessa, davanti agli occhi di tutti, mentre si andava a balneare tranquilli, noi rilassati, loro, tanti,  che svolgevano le faccende quotidiane sotto i nostri occhi distratti. I cosiddetti uomini di colore, umili lavoratori della campagna verso i quali sembrava esserci l’indifferenza più totale. Ebbene ora non conta il colore politico di chi si mosse in loro favore trovandogli una casa, offrendogli istruzione e socialità, ma il gesto umano di solidarietà che ha fatto sì che oggi alcuni di loro sono tra noi anche a Monte e non c’è ne accorgiamo,  si, perchè sono integrati.

Grazie Angelo,  l’ Azione Diretta

e le Istituzioni funzionarono.

Perchè non ricordare.

 


Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi