giovedì 19 ottobre 2017

Comunicato Stampa, Risposta al consigliere di minoranza 5 Stelle

stemma-antico-montescaglioso

A volte è meglio tacere e sembrare stupidi che aprir bocca e togliere ogni dubbio. Nonostante sia passato oltre un secolo dalla scomparsa del celebre scrittore irlandese Oscar Wilde, rimane sempre attuale il suo famoso aforisma. E’ questa la considerazione naturale a cui giungiamo dopo aver letto e riletto la nota con cui un membro della minoranza ha strumentalizzato l’assegnazione organizzativa della “Notte dei Cucibocca”. L’idea dell’Amministrazione Comunale è sempre stata quella di rivitalizzare ed ampliare al meglio la manifestazione che, ricordiamo, non è una prerogativa di pochi ma patrimonio intangibile dell’intera comunità. La decisione di affidare l’organizzazione all’associazione di promozione e sviluppo del territorio “Pro Loco”, giusta delibera di Giunta Comunale n°125 del 19/12/2016, è stata intesa proprio in tal senso. Ciascun cittadino o associazione, infatti, può, collaborando con gli organizzatori, partecipare alla sfilata ed alla pubblicizzazione dell’evento. Qual è stata, quindi, la goccia che ha costretto l’Amministrazione Comunale a diffidare la cooperativa oggetto di discussione? Orbene la motivazione sta nel fatto che codesta cooperativa ha, di propria iniziativa e senza alcuna autorizzazione, creato un evento parallelo a quello ufficiale. Ha elaborato una propria locandina ed un proprio programma difformi dall’evento accreditato. Ha generato un’enorme confusione sugli organi di stampa, sui social: alcuni indicavano un orario (le ore 19.00), altri  le ore 20.00 ecc… Come avremmo dovuto comportarci se non diffidare la cosiddetta “falsa imitazione?” Chi ha voluto necessariamente generare divisioni non è stata certo l’Amministrazione.

Sono due gli inviti che teniamo a formulare. Il primo a tutti i cittadini e le associazioni affinché collaborino sempre per la buona riuscita di tutti gli eventi della Città; il secondo invito è rivolto al Consigliere della minoranza affinché si informi bene prima di aprir bocca.

 

IL SINDACO

Vincenzo ZITO


Commenti da Facebook

3 Commenti

  1. vince_ditaranto

    Buonasera,

    ho deciso di sfidare Oscar Wilde e correre il rischio di sembrare stupido.

    Sono pienamente d’accordo con le considerazioni del Consigliere Ditaranto, l’amministrazione ha preso una grossa cantonata su questa faccenda dei Cucibocca e ora cerca di arrampicarsi sugli specchi con discorsi puerili e poco convincenti.

    L’argomentare del Sindaco e dell’Assessore alla Cultura è talmente debole che può essere smontato punto per punto con facilità. Mi limito e dire che la storia “dell’alternanza” fa ridere davvero, così come il discorso del Cucibocca patrimonio di tutti per finire con le giustificazioni sulla diffida tirando in ballo il pericolo delle manifestazioni in maschera.

    Devo dire però che su una questione di fondo posso essere d’accordo: è effettivamente una anomalia avere la maggior parte delle iniziative culturali gestite da una sola Associazione. Ma bisogna chiedersi il perchè di questa situazione e facilitare lo sviluppo di altre associazioni che sviluppino iniziative altre, non certo esautorare Caputo e Co. con pratiche odiose che non faranno altro che replicare il modello che Sindaco e Assessore dicono di voler combattere.

    Come considerazione personale trovo tale atteggiamento miope e poco lungimirante. Il Comune dovrebbe prendere seriamente in mano tutta l’attività culturale montese per gestirla in maniera seria e organica. E’ davvero inspiegabile fare la guerra (perchè di questo si tratta) ad una Associazione che ha fatto tanto e ha dimostrato di saper lavorare. L’Assessore dice che la Coperattiva ha approfittato di “un vuoto”, può darsi ma sicuramente non si rimedia al vuoto promuovendo “vendette” da bande rivali. Queste si sono beghe paesane e non certo i commenti della gente (derubricati dall’Assessore a pettegolezzi) che si è chiesta giustamente come mai questa inspiegabile decisione. Ci spieghino piuttosto qual’è la visione delle iniziative culturali che si ha da qui a cinque anni, che magari capiamo cosa si vuole fare. O si limiteranno a “ridistribuire” le iniziative costruite da alcuni per affidarle ad altri solo in nome di una non meglio specificata “alternanza democratica”?

    Prepariamoci allora, perchè forse il Sindaco e Co. decideranno di togliere i festeggiamenti delle Feste Patronali al Comitato San Rocco per affidarli ad un Comitato di Cucito, a alla Pro Loco oppure al Comitato del Carnevale. D’altronde San Rocco è di tutti, perchè personalizzare?

     

  2. ciffo

    Concordo con quanto scritto da vince_ditaranto.
    Riporto anche qui la mia opinione espressa sulla pagina FB della città di Montescaglioso:

    Comunicato inaccettabile da un’istituzione… Sembra scritto da un galoppino di partito. Bisogna accettare che l’opposizione faccia il proprio lavoro senza pretendere il pensiero unico e senza dare dello stupido a chi chiede solamente spiegazioni. Avrei accettato parole simili da qualche ultras di partito su fb o in piazza ma non sul sito ufficiale del nostro comune. Dopo 6 mesi col vento in poppa e grandi cose svolte da questa amministrazione è arrivato il primo clamoroso autogoal. Speriamo rimanga un episodio isolato. I miei auguri di buon lavoro a Peppino Ditaranto che sta facendo benissimo… Non si lasci scoraggiare!

  3. drago

    Ho riletto il comunicato del sindaco; ho già detto che non voglio entrare nella polemica specifica sui Cucibocca. Voglio però fare una critica al rapporto tra amministratori e cittadini. Gli amministratori devono coinvolgere i montesi. In sei mesi si è visto come al solito che non c’e’ alcun interesse a fare ciò. Vanno bene le comunicazioni  sul sito del comune ( nel caso specifico dei Cucibocca il comunicato stampa  non va bene, come si è già detto, per le espressioni usate; e chi ha scritto il comunicato dovrebbe rettificare l’ultima frase). La vera parte importante del sito del comune sono le delibere e le determinazioni. su quelle non ci vengono fatte comunicazioni. Su quelle si tace. E’ troppo chiedere che sul sito del comune vengano spiegate le delibere che vengono fatte, in modo da aprire un dibattito? secondo me no. Si era criticato fortemente l’amministrazione Silvaggi perchè non coinvolgeva sulla frana. La critica vale anche per questa amministrazione.

    Sul sito del comune non c’e’ una sezione dedicata a matera 2019. Vi sembra possibile? Chi l’ ha detto che su eventi come Matera 2019 non  ci siano cittadini che hanno idee piu’ efficaci di sindaco e assessore alla cultura? Ma se non si aprono discussioni, ad esempio sul sito del comune, come si fa a fare incontrare queste idee?

    @MarioDimichino

     

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Simple Share Buttons

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi