Inaugurazione della nuova sede comunale con il Sen. M. Gasparri

Montescaglioso

              Comune di Montescaglioso (MT)

   Il vice Sindaco della Città di Montescaglioso, Vincenzo ZITO, ha reso noto che venerdì 15 ottobre, in occasione dell’inaugurazione della nuova sede comunale, che sarà ubicata presso l’ex monastero benedettino femminile della SS. Concezione, in via Cosimo Venezia, in prossimità di Corso della Repubblica, giungerà a Montescaglioso il presidente del Gruppo dei Senatori del PDL Maurizio Gasparri. Il programma della visita prevede alle ore 20 la cerimonia istituzionale, organizzata dall’amministrazione comunale, di inaugurazione della nuova sede comunale, alla presenza di autorità civili, religiose e militari.   

 

               13. 10. 2010                                                             Ufficio Comunicazione

                                                                                                  Comune di Montescaglioso


Commenti da Facebook

35 Commenti

  1. ciffo

    Autore della famosa legge Gasparri che ha regalato il monopolio delle tv a Berlusconi, legge che secondo Storace, suo compagno di partito ai tempi, Gasparri non aveva mai neanche letto.
    Giustizialista della prima ora nel ’94 diceva “DiPietro è meglio di Mussolini”. Oggi mostra i suoi occhi a cuoricino solo per Silvio.
    Dopo Mastella continua la carrellata di bella gente invitata dal PDL montese.

    Contenuto non disponibile
    Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

    Contenuto non disponibile
    Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

    1. drago88

      carissimo ciffo non ti smentisci mai…forse è proprio questo uno dei motivi per cui su monte.net non scrive + nessuno…il rispetto x gli avversari politici è, ahimè, qualcosa ke non si impara con la laurea o con la maturità anagrafica…è proprio quel rispetto ke manca a voi di sinistra,il rispetto per le istituzioni che voi non sapete nemmeno dov’è di casa…cmq volevo darti una bellissima notizia:la prox volta inviteremo te a proporci un ospite!!! Se  non riuscirai a trovarne qualcuno all’altezza potrai tranquillamente farlo tu!!! tranquillo lo speakeraggio lo offro io!!!

      Non esiste notte tanto lunga che impedisca al Sole di risorgere.

      1. ZODD

        se su monte net non scrive piu nessuno è solo xke nn si ha il coraggio per farlo xke ci si sente etichettati…. per quanto riguarda l ospite vip , hbe di scemi pagliacci se ne potevano sceglier di miglior o nessuno sarebbe stato meglio , tanto il comune si sposta ugualmente. o dobbiamo farci notare dal vip di turno ke si è abili politici?

        scegli te la giusta risposta.

        ricorda che se non esiste notte tanto lunga da impedire ke il sole risorga è solo x il semplice motivo ke la Verità trionfa su tutto . 

         

        felice notte drago

      2. vince_ditaranto

        Ah ah ah ah LaughingLaughingLaughingLaughing ah ah ah ah….LaughingLaughingLaughingLaughing ah ah!!!!!!

        E’ davvero esilarante! Vedo che la capacità di B. di "ammaestrare" le menti è davvero notevole. Uno non può sollevare una critica o un dissenso che ti tacciono di essere di sinistra! E’ davvero grottesco! 

        E poi che c’entra il rispetto per le istituzioni. Secondo la tua teoria un deputato/senatore non si dovrebbe mai discutere solo per la sua condizione di parlamentare?

        Come mai non ti indigni quando OGNI GIORNO il tuo Presidente del Consiglio insieme al partito suo alleato REALMENTE offendono e vituperano le istituzioni di questa Repubblica (il che è ovviamente molto più grave in quanto l’eventulae “offesa” (!!??) del povero Ciffo proviene da un semplice cittadino non da una carica dello Stato)? 

        Non esiste sciocchezza così grossa da impedire di essere ripronunciata. 

        1. RAVILO

          L’UNICO OSPITE VERO SAREBBE STATO LUI , L’UNICO UOMO CON LE PALLE….L’UOMO DEL NORD , L’UOMO CHE COMANDA L’ITALIA….SEMPLICEMENTE UMBERTO…TUTTO IL RESTO E’ NOIA…EVOGLIA A DIRE CHIACCHIERE VOI…BOSSI COMANDAAAA….GRANDE UMBERTOOOO

          1. NuNzIa

            scriverò un messaggio innovativo. solo alcune parole chiave per te. federalismo fiscale -> maschera della secessione di bossi ; odio per chi è diverso ; povertà ; mia indignazione per approvazione di bossi da parte di un lucano. saluti.

      3. SpigaVacand

        …"il rispetto per le istituzioni che voi non sapete nemmeno dov’è di casa"

        …caro Drago, e il rispetto delle "tue" istituzioni verso i cittadini in che casa abita?

        …Forse abita in piazza Montecitorio dove Bossi Alemanno e Polverini si sono resi protagonisti di una pagliacciata degna del miglior circo Orfei? Polenta, code alla vaccinara, caldarroste e vino rosso…e tanto volemose bene !

         

      4. Cinzia

        “Voi di sinistra…”. Ma è possibile che “voi di destra” non conosciate altro modo di etichettare chi non è d’accordo con voi oppure osa mettere in discussione il “vostro” operato?
        E poi, quest’uso smodato del plurale… Ti rivolgi a Felice e parli di “voi”… Questa anacronistica coscienza collettiva vi porta a sparare nel mucchio e a non prendere posizioni critiche ed individuali per non rischiare di diventare voci fuori dal coro o pecore fuori dal gregge…
        Drago, hai 22 anni, una vita davanti, il mondo in mano. Inizia a pensare con la TUA testa. Ce la puoi fare. Ne sono sicura! 😉

        1. ZODD

          miracomando Drago , entra a far parte anche tu del cast degli etichettati che in anonimo frequentano iol sito o commentano , solo xke si sono sentiti additati da pareri personali .

          xke qui siamo tutti comunisti …e magnamo i bambini 

          e io ke pensavo di essere del vecchio MSI 

      5. NuNzIa

        ho letto e riletto il messaggio di ciffo: non sono – purtroppo – riuscita a cogliere la mancanza di rispetto. ho invece notato la presenza di fatti: per chi mi legge, voglio spiegare che qui intendo con "fatto" il racconto di una porzione di realtà, qualcosa di oggettivo. passiamo avanti. rispetto per le istituzioni non significa trasformarsi in popolino analfabeta, servente, accondiscendente e servo del potere: aggiungo, anzi, che rispetto per le istituzioni (o meglio, per la nostra repubblica italiana ed ancor più per la nostra democrazia) è guardare l’operato di chi dovrebbe (?) lavorare per noi con occhio critico, oggettivo ed informato alla luce della nostra forma di stato e soprattutto alla luce della nostra cara (ma dimenticata) costituzione. non voglio rischiare di essere prolissa. concludo qui il mio commento.

    1. drago88

      1)PARLANDO DI RISPETTO  RECIPROCO VERSO L’AVVERSARIO POLITICO CREDO KE SIA QUALKOSA KE NON DEVO INSEGNARE IO. DOVREBBE ESSERE LA PRASSI.Non a caso sono  diventato molto amico di Piero Ditano e Vincenza Abbatiello(tanto x fare 2 nomi) proprio x la loro militanza in partiti diversi dal mio.

      2)parlando di istituzione non mi riferivo a questo caso particolare.Mi riferisco alle continue offese e insulti che VOI,grillini e dipieTRISTI rivolgete al pres. Berlusconi. Mi riferisco agli insulti che rivolgete alla persona non al politico. Il politico potete tranquillamente  criticarlo. Dimenticavo le offese Di Pietro anche a Napolitano.

      3)ma chi siete voi (cinzia e corvo) da dire che berlusconi plagia le menti.Come ti permetti a dire che devo pensare con la mia testa???SONO PROPRIO QUESTE,le vostre solite offese, che hanno allontanato tanti dal sito.

      Non esiste notte tanto lunga che impedisca al Sole di risorgere.

      1. RAVILO

        Dal sito si sono allontanati chi forse aveva paura o chi forse era buono a parlare solo in anonimato..IO SONO ANCORA QUI , non so di che partito sono gli altri e sinceramente poco me ne frega , che siano tutti comunisti o che siano tutti fascisti , qui si parla e si discute , ognuno ha e avra’ le sue idee , di certo non possono cambiare , CHI CAMBIA IDEA POLITICA , VUOL DIRE CHE NON NE AVEVA UNA E VA DOVE BUTTA IL VENTO…Tutti danno addosso a Bossi , ma io lo stimo lo stesso il senatur , tutti danno addosso a Berlusconi eppure lui è ancora li’ a comandare l’Italia , a me non piace Fini , a qualcun’altro non piace Berlusconi , IL MONDO E’ BELLO PERCHE’ E’ VAGO , SE NON ERA COSI’ NON CI SAREBBE CONFRONTO E NON CI DIVERTIREMO….SALUTI COMPAGNI DI MONTE.NET

        1. Raf

          L’ottimo "compagno" Ravilo (tralasciando gli elogi a Bossi  Yell) conosce benissimo lo spirito di monte.net. Ma poi, se scrive sempre meno gente, è anche vero che la gente che legge invece è molta.

          Quindi chi scrive non dice proprio cose non interessanti…

          cmq dai, Ciffo, dopo l’accoglienza riservata a Mastella ci possiamo aspettare di tutto.

      2. NuNzIa

        "Come ti permetti a dire che devo pensare con la mia testa???"   – lapsus froidiano. obiettivo governo raggiunto. ritorno al passato in corso: non mi riferisco al ventennio, bensì agli stati assoluti.

  2. ciffo

    Non vorrei contribuire ad alimentare una sterile discussione. Potrei scrivere tante cose ma mi limiterò a dire che

    1) non sono un militante nè faccio attività politica attiva, quindi non ho “avversari” politici da rispettare. Da cittadino so benissimo invece quali sono i politici che meritano la mia stima.

    2) Nessun dottore consiglia di scrivere su monte.net. Chi non si sente a proprio agio a farlo può benissimo non farlo… e bene fa! Se è indispensabile che alcuni (tra cui io) censurino il proprio pensiero perchè tutti scrivano… bhè a maggior ragione un sito come montenet non ha senso di esistere ed è meglio che chi non ha argomenti per controbattere vada altrove.
    Se riportare frasi incoerenti e leggi disastro di un senatore significa offenderlo mi sa che qualcuno non ha ben chiaro che a offendersi provvede da solo lui stesso.
    Forse invece di additare tutti come comunisti, grillini o dipietristi (sono offese poi?) un buon militante dovrebbe saper spiegare il buono che c’è in determinate frasi e leggi. Magari chi come me è scettico su determinati personaggi potrebbe cambiare idea. Ma concordo con drago88 che è meglio chiamare qualcuno comunista che cercare di trovare un ago in un pagliaio.

    3) Vogliamo parlare di destra e sinistra? Magari! In 5 anni di montenet non ho ancora trovato un militante che sia venuto su questo sito a parlare davvero di politica e non a fare proclami!
    Caro drago88… gestisci su facebook la pagina di giovane italia… sono venuto anche lì a cercare di discutere su mille temi sperando di capire se a montescaglioso esistono ragazzi con dei pensieri e opinioni riguardo mille cose. Il massimo che ho ottenuto sono stai link a ILGIORNALE. Poi ti meravigli se qualcuno pensa che determinati pensieri non siano farina del proprio sacco!

    Mettiamo da parte Berlusconi, Gasparri, Di Pietro e chiunque sia. Se vuoi parliamo di politica tra noi, compaesani, ragazzi (io non più tanto), italiani… ti sfido ad aprire una qualunque discussione. Che ne dici di iniziare da DESTRA / SINISTRA … esistono ancora? come si appartiene all’una o all’altra?
    Se ti va apro un forum e sarei curiosissimo di sapere la tua opinione.

    P.S.
    Se il prossimo invitato lo fai scegliere a me voto per la Carfagna o Barbara Matera. Se proprio bisogna scegliere qualche fedele servitore che almeno sia gradevole da guardare (silvio docet!) 😉

  3. mike72

    Con la presente si chiede di NON tenere conto del precedente comunicato e di inserire il seguente.
    Per un mero errore di individuazione file nella cartella ho inviato quello errato; sorry.
    Grazie
    Michele Marchitelli

    Comune di Montescaglioso (MT)

    Il vice Sindaco della Città di Montescaglioso, Vincenzo ZITO, ha reso noto che venerdì 15 ottobre, in occasione dell’inaugurazione della nuova sede comunale, che sarà ubicata presso l’ex monastero benedettino femminile della SS. Concezione, in via Cosimo Venezia, in prossimità di Corso della Repubblica, giungerà a Montescaglioso il presidente del Gruppo dei Senatori del PDL Maurizio Gasparri. Il programma della visita prevede alle ore 20 la cerimonia istituzionale, organizzata dall’amministrazione comunale, di inaugurazione della nuova sede comunale, alla presenza di autorità civili, religiose e militari.

    13. 10.2010
    Ufficio Comunicazione
    Comune di Montescaglioso

  4. Il Riluttante ineluttabile

     

     Drago 88 ancora non ai capito.

    "L’evoluzione della sottospecie" di Riluttante ineluttabile.

    Il sito non è berlusconiano. Lo era, in origine(con qualche finiano). Poi UDC, poi GRILLINI.

    Si cambia idea spesso, può darsi che in futuro ritorni Berlusconiano.. dipende da alcuni fattori legati al microclima che non ti sto spiegare… 

     

     

  5. ZODD

    Ancora in catalogazione il materiale delle suore di clausura

    (ANSA) – MATERA, 16 OTT – Il ”Tesoretto’ dell’antico Monastero benedettino di clausura della Santissima concezione di Montescaglioso (Matera) e’ stato presentato al pubblico.

    La presentazione e’ avvenuta in occasione della riapertura dell’antico edificio dopo dieci anni di restauri, ma il materiale e’ ancora in corso di catalogazione. Il Monastero venne costruito intorno al 1640 dai marchesi Grillo-Cattaneo e nei secoli ha ospitato le ragazze delle famiglie nobili di Montescaglioso e di altri centri della Basilicata. (ANSA).

  6. mike72

    Con una cerimonia pubblica è stata inaugurata la nuova sede comunale, che sarà ubicata presso l’ex monastero benedettino femminile della SS. Concezione, in via Cosimo Venezia, in prossimità di Corso della Repubblica. Alla cerimonia erano presenti il presidente del Gruppo dei Senatori del PDL Maurizio Gasparri, il Prefetto di Matera Giovanni F. Monteleone, il sottosegretario all’Istruzione Guido Viceconte,  il Questore di Matera Gianfranco Bernabei, il comandante provinciale dell’Arma col. Domenico Punzi, il ten. col. della Guardia di Finanza Basile, il deputato europeo Sergio Silvestris, i senatori Filippo Bubbico, Cosimo Latronico e Nicola Buccico, il consigliere regionale pugliese Pietro Lospinuso e di Basilicata Mario Venezia, Nicola Pagliuca, Gianni Rosa, Romeo Sarra,  Mariano Pici, Paolo Castelluccio e Francesco Mollica, sindaci e consiglieri di Montescaglioso e dei comuni limitrofi, l’arciprete don Vittorio Martinelli e don Domenico Monaciello. Il corteo, partito da Piazza Roma, si è fermato dinanzi alla piazzetta antistante l’ex monastero, dove don Vittorio ha benedetto l’iniziativa; subito dopo il classico taglio del nastro tricolore. Prima di entrare ufficialmente nei locali che ospiteranno la casa comunale, il vice sindaco della Città di Montescaglioso Vincenzo Zito ha ringraziato il senatore Gasparri per la sua presenza ed il consigliere regionale Mario Venezia per aver dato avvio, durante il suo mandato di sindaco, ai lavori di restauro che consentono, oggi, a Montescaglioso di riappropriarsi di un gioiello che va ad arricchire il suo già consistente patrimonio storico, artistico e culturale. Ha poi sottolineato come il centro storico montese potrà  tornare ad essere il punto nevralgico della Città. Il monastero femminile, con annessa la Chiesa, fu costruito intorno al 1640 dai marchesi Grillo – Cattaneo e nei secoli ha ospitato le fanciulle delle famiglie più abbienti della comunità montese e dei paesi viciniori. Zito ha quindi ricordato come la data del 15 ottobre 2010 assuma un rilievo notevole nella storia di Montescaglioso. Dopo i saluti del sen. Gasparri e del consigliere Venezia, i tanti cittadini presenti nonostante la pioggia caduta su Montescaglioso durante la cerimonia di inaugurazione hanno potuto riscoprire una delle tante risorse del patrimonio culturale montese, che finalmente è stato restituito alla comunità. Al primo piano dell’ex monastero, a cura del CEA e del Punto Visite abbaziale, è stata allestita una mostra con le carte di monacazione ed alcuni lavori sartoriali compiuti dalle monache che per secoli vi hanno vissuto, in clausura. Nel chiostro i fratelli Luigi e Paolo Gallipoli (pianoforte e clarinetto) e la flautista Maria Mianulli hanno sottolineato in musica l’evento.

     

                   16. 10. 2010                                      Ufficio Comunicazione

                                                                           Comune di Montescaglioso

  7. Diego Scandiffio

    Salve a tutti,

    scusate se non ci sono quasi mai, ma è per via del troppo lavoro… è proprio grazie al mio lavoro (progettazione di impianti industriali e a volte progettazione architettonica) che vengo a fare le seguenti osservazioni sull’argomento "Nuovo Municipio"

     Nel pomeriggio di sabato 15, mi sono recato con tanto entusiasmo a visitare il nuovo Municipio e devo dire che è stato fatto un bel lavoro dal punto di vista estetico, complimenti! girando nella struttura sono rimasto incantato, sinceramente; ma poco prima di andare via mi sono accorto di non aver visto da nessuna parte neanche una uscita di sicurezza di quelle con il maniglione antipanico (ved. Dlgs 81/2008 ovvero testo unico sulla sicurezza sul lavoro ex 626); ma ancor di più ho notato che il nostro nuovo Municipio è stracolmo di "BARRIERE ARCHITETTONICHE":

     

    • l’ingresso ha uno scalino anche se basso (tollerabile poichè la legge prevede fino a un massimo di 6cm di altezza);
    • ogni porta, inclusa quella di ingresso principale, ha il telaio che continua anche nella parte bassa sul pavimento, cosa molto strana, nemmeno nelle case private sono presenti!!!
    • tutte le stanze, o quasi tutte,  hanno almeno 2 gradini all’ingresso di altezza che va di gran lunga oltre il livello previsto dalla suddetta legge;
    • un’altra accortezza che secondo me sarebbe stato meglio avere è quella di fare un percorso da C.so Repubblica all’ingresso con una pavimentazione meno "rugosa" che darà sicuramente fastidio anche ad una donna con i tacchi oltre che al disabile con la carrozzella;

     

    L’unico elemento che ho visto a favore dei disabili è l’ascensore, anche se non so se rispetta la norma.

    A questo punto mi chiedo se l’Ufficio Tecnico del Comune ha controllato questi punti prima di approvare il progetto e soprattutto non so se e come si avrà l’Agibilità dalle ASL e dai VVF.

    Spero che si abbia l’accortezza di correggere queste mancanze.

    Buona giornata.

    Diego Scandiffio 

    1. Wiseman

       Benvenuto e bravo Diego, finalmente un intervento concreto sull’argomento!

      vedremo se qualcuno risponderà. Certo la struttura è bellissima, hanno lavorato davvero bene, tuttavia le tue giuste obiezioni, sollevano un forte dubbio, possibile che il tutto sia stato fatto senza tener conto delle barriere architettoniche, uscite di sicurezza ecc…, non sarà che le strutture antiche sono esentate da questi accorgimenti?

       

      1. Diego Scandiffio

        Ciao Wiseman,

        La legge parla chiaro, anche gli edifici storici devono essere agibili al 100%, l’unica differenza riguarda le rampe per i disabili che in caso di nuova costruzione la pendenza dev’essere massimo dell’8% mentre negli edifici storici si può arrivare al 12%!

        Ti dirò di più, rileggendo bene la legge ci sarebbe bisogno anche di scale e rampe in acciaio all’esterno perché, come si può immaginare, in caso di terremoto a differenza dell’acciaio, il cemento si frantuma…

        Cmq basta cercare in rete "barriere architettoniche" per capirci ancora di più

    2. Raf

      Al di là del merito delle osservazioni dell’amico Scandiffio, farebbe effetto il principio di realizzare un’opera eludendo alcune norme (soprattutto quelle di sicurezza).
      Mi auguro anch’io che quacuno dia delucidazioni tecniche a proposito.
      Intanto sono molto curioso di vedere il locale… Devo dire che con chiunque ne parli trovo sempre entusiasmo… speriamo bene.

  8. Michele69

    Caro Diego, mi hai preceduto con l’osservazione, visitando l’incantevole struttura che lascia sorpresi per grandezza e bellezza, cosa che dall’esterno non si nota affatto, ho sùbito notato e fatto presente agli amici presenti durante il tour, dell’assenza piu’ che delle portecon maniglione antipanico, perche’ qualcuna ne ho vista, anche se non so’ verso che direzione portasse, soprattutto per l’assenza di segnaletica, ho notato l’assenza di scale antincendio che consentissero di evacquare il piano superiore, e la mancanza di parecchie rampe nei corridoi, anche se alcune ce ne sono, per non parlare poi delle bestemmie che sentii dalle signore presenti per i tacchi che si spezzarono quella sera nella piazzetta antistante l’edificio.

    Capisco che deturpare con modifiche una struttura del genere significherebbe profanarla, ma guardando bene, in diversi punti si poteva ovviare con rampe asportabili in alluminio antisdrucciolo !!!

    Quella della vetrata di ingresso pero’, e’ stata proprio una grande CA…TA !!! forse per errore del produttore dell’infisso, ma al momento del montaggio si poteva anche contestare !!!

    Voglio dare un piccolo consiglio ai tecnici: La prossima opera che si andra’ a realizzare, prima di innaugurarla, rarebbe opportuno farla visitare da una piccola delegazione eterogene, anche presa a caso in piazza, perche’ a volte molti particolari possono sfuggire…!!! e il piu’ delle volte le critiche sono costruttive.

    1. Wiseman

      ecco a voi qualche immagine della nuova sede comunale…..

       

      particolare di volta di una delle "celle"

      uno dei tanti stemmi che campeggiano sugli ingressi delle "celle"

      queste foto sono state scattate stamattina tra le h,11 e le 12, aspettiamo adesso di poterne fare qualcuna in notturna…sono molto suggestive. 

  9. CEA

    Nel senso di lavori terminati. Sono stati necessari 11 anni, tra procedure e lavori, ma il convento delle  " Donne Monache ", è salvo. Prestazione da record per la nostra burocrazia. Come già dichiarato dal Vicesindaco Zito, nell’ultimo consiglio comunale, le procedure dell’intervento sono avviate dall’amministrazione di centrosinistra insediatasi nel 1998. Una decisione congiunta di Comune e Regione, candida il Convento in una misura, " La Rete Ecologica della Basilicata " sostenuta da fondi del Ministero dell’Ambiente, circa 300 milioni di vecchie lire,  finalizzati alla creazione di una rete di Centri di Educazione Ambientale. La funzionalità conseguita con il primo lotto ove oggi ha sede la biblioteca comunale permette, poi, di candidare la zona del monastero ancora non restaurata in altre " Misure " dedicate alla rete regionale dei CEA con un finanziamento di circa 1,8 milioni approvato nel 2001, da Bubbico presidente della Regione. L’intervento è molto complesso a causa delle condizioni drammatiche dell’edificio e dei rinvenimenti archeologici. Il Comune di Montescaglioso, Sindaco Venezia, aggiunge altre risorse provenienti dalle disponibilità dell’Amministrazione sui fondi della legge n. 219, ovvero i finanziamenti derivati dal terremoto del 1980, per un ulteriore intervento di circa 700.000 euro. Con il Vicesindaco Zito, l’intervento di completamento gestito all’Ufficio Tecnico Comunale (ing. Nobile) conosce una forte accelerazione e giunge finalmente alla fine.

    Il risultato non era scontato: la cittadinanza ha sempre vissuto il monastero come un ammasso di ruderi,  destinato all’abbattimento e a ricavarci, nella migliore delle ipotesi, un bel parcheggio, operazione tentata negli anni sessanta del novecento ma bloccata dalla Soprintendenza ai Monumenti di Bari. Vicenda emblematica dell’arretratezza del nostro paese con l’auspicio che i disastri del passato servano da monito per il futuro. Il pericolo del buco nero al centro del paese è ormai scongiurato ed in questo momento questa è la cosa più importante.

    Il luogo è uno dei simboli della storia più recente del paese e costituisce anche una testimonianza della condizione delle donne negli ultimi secoli. Un centro di spiritualità e cultura ove il tempo è scandito dalla preghiera e dalla liturgia. Nel convento, ragazze anche di  famiglie indigenti, potevano ricevere un minimo di istruzione e imparare un lavoro capace di alleviare condizioni di estrema povertà.  Luogo anche di clausura forzata per tante giovani rinchiuse dalle famiglie per tramandare più corposo il patrimonio a favore della discendenza maschile. Una silenziosa sofferenza che si intuisce nelle carte ed è ben percepita dalla Chiesa che si sforza di mitigare le condizioni della clausura, stigmatizza come inaccettabili le pratiche attuate dalle famiglie e tenta , con un assiduo controllo di limitare le monacazioni forzate.

    Negli allestimenti che il CEA di Montescaglioso ha preparato per l’occasione, un omaggio ed un ricordo delle claustrali con un elenco, oltre 200 nominativi, ancora incompleto delle " Donne Monache ". Nei tre giorni di apertura, una presenza interminabile di cittadini. La gente si è mossa quasi intimorita; ha esplorato il monastero in ogni angolo; è chiuso dal 1963 e pochissimi ne conoscono l’interno; si è riversata in via Mario Pagano, chiusa dal 1980, per scoprire il vicolo più bello del paese. Le mostre con i ricami delle monache, le carte di professione con la dichiarazione di accettazione della clausura perpetua, la storia del monastero e soprattutto l’elenco delle monache, restituiscono una memoria che appartiene a tutti. In tanti cercano l’ava monaca o badessa e si scorre l’elenco con estrema attenzione. Alcune signore riconoscono i nomi di prozie badesse. Sabato intorno alle 13,30, il convento è ormai vuoto, giunge una anziana signora con un desiderio: vuol vedere   " in quell’ora " la stanza ove da bambina " portava la minestra alla zia monaca  ", l’ultima monaca del monastero. Altre storie raccolte: il bisnonno medico delle monache entrava nella clausura, ma accompagnato da una monaca anziana che suonava un campanello invitando le consorelle a non mostrarsi. I ricordi confermano le fonti scritte e si comprende così la citazione, in una carta dell’archivio, di una mansione a prima vista incomprensibile: la monaca porta-medico. La nonna frequentava il convento per imparare a ricamare; la prozia comprava i dolci alla " ruota delle monache ". Un continuo riemergere di ricordi anche tra chi ha abitato il convento prima delle demolizioni. Il monastero resta aperto Sabato e Domenica dalle ore 10,00 alle 13,00 e dalle ore 17,00 alle 22,00. Franco Caputo (CEA Montescaglioso). Approfondimento sulla pagina del CEA dedicata al monastero. https://www.montescaglioso.net/node/1786    

    1. Raf

      Sono molto curioso di visitarlo appena torno a Monte… dalle immagini prontamente messe a disposizione da Wise sembra davvero suggestivo!
      Un patrimonio che era ormai perso. Non riconosco nemmeno il rudere che era diventata la struttura… solo vaghi ricordi di quando, da piccoli, per gioco cercavamo di intrufolarci nelle stanze abbanonate.
      Bene!

    2. Samarcanda

      Complimenti a quanti (politici di dx e sx per i finanziamenti)  e più di tutti a Franco Caputo che ha creduto nell’impresa del  restauro del complesso monacale,

      Ho avuto occasione di visitarlo sabato sera, veramente notevole , e girando ti accorgi di essere in un’altra dimensione…  la dimensione della bellezza delle cose  di che ti appartengono, nell’elenco delle monache claustrali ho notato il nome di una badessa che forse mi appartiene .. chissà bisognerà fare qualche ricerca.. questo è il segno della storia di una comunità.

      Ancora complimenti.

    1. vince_ditaranto

      Quindi il PD esiste a Montescaglioso?

      Dopo essersi assopiti per qualche lustro si sono svegliati finalmente!

      Temo sia un sussulto elettorale o peggio ancora per la fine di uno strano "patto di non belligeranza" interrotto dall’azione anticlientelismo dell’ex-sindaco Venezia.

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi