Festa dell’Unità a Montescaglioso

I Democratici di Sinistra hanno celebrato la Festa dell’Unità in Piazza Roma con alcuni interventi sul tema “I DS e il futuro di Montescaglioso”, cui ha fatto seguito un concerto di musica leggera.
Ha dapprima preso la parola il Segretario cittadino Rocco Santarcangelo, il quale ha posto in evidenza la necessità di dare nuova speranza a Montescaglioso e predisporre un programma “credibile e fattibile” in vista delle elezioni comunali del 2007. Ha affermato che, contrariamente a quanto apparso su qualche organo di stampa, il candidato Sindaco non sarà scelto dai vertici regionali del Partito. Giuseppe D’Alessandro, Segretario Provinciale dei DS, ha evidenziato la grande vitalità, da anni, dei DS a Montescaglioso, ricordando, poi, l’attuale impegno “nella costruzione del nuovo, grande Partito Democratico”. Ha quindi inviato tutti i soggetti sociali a dare il loro contributo per la realizzazione del progetto che vede impegnata anche la Margherita. Il Consigliere di Minoranza in Consiglio Comunale de “L’Ulivo-Di Pietro” Vincenzo Scialpi ha parlato degli ultimi quattro anni di Opposizione all’Amministrazione Comunale di Centrodestra, ha ricordato tutto “il lavoro in modo adeguato” dei DS ed ha criticato l’utilizzo ricorrente, da parte degli attuali Amministratori, di mutui che hanno portato alla situazione debitoria attuale, “con il Bilancio 2005 che si chiude con un disavanzo di € 276.000,00”. Prima di concludere ha definito “di grande superficialità i Servizi Sociali, con fondi che non si è saputo utilizzare a vantaggio di altri Comuni” ed ha affermato che per risolvere le situazioni debitorie “non si può sempre vendere i beni comunali, come già avvenuto durante la Giunta Panarelli” (1994-1998). Il Vice Presidente della Giunta Provinciale di Matera, Franco Bitondo ha esordito parlando del piano dei debiti fuori Bilancio e del mancato pagamento di creditori nei confronti del Comune. Ha quindi dichiarato che “Montescaglioso non è più presa a modello a livello regionale ed è necessario cambiare pagina”. Il Sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico Filippo Bubbico ha definito la Festa dell’Unità come “un momento in cui stare insieme, caratterizzato dal dibattito e dall’ascolto” ed ha invitato ad una mobilitazione, nelle prossime settimane, per “la costruzione del programma con un impegno per il ciclo amministrativo”. Si è detto compiaciuto per l’impegno “preciso” assunto dall’Amministrazione Provinciale e ha espresso la convinzione che i lavori per la tratta stradale Montescaglioso- Matera non si protrarranno a lungo. Il Sottosegretario ha ricordato la necessità di investire nei saperi e nell’innovazione ed ha ripreso le parole del Presidente del Consiglio Prodi che ha definito la Cina “non un nemico ma, come il Sud-Est asiatico, un’apertura di un ciclo economico di lunga durata”. Al termine si è esibita la live band “Anni ruggenti”, composta, tra gli altri, da Tonino Oliva, Massimo Dell’Aquila, Carmelo Pierro e suo figlio, che hanno cantato canzoni italiane e straniere degli ultimi 30 anni. Nei pressi della Piazza erano esposti alcuni manifesti scritti negli ultimi mesi ed era stato predisposto uno stand al quale era possibile rivolgersi per rinnovare la tessera o iscriversi per la prima volta ai Democratici di Sinistra.


Commenti da Facebook

3 Commenti

  1. Francy Lomonaco

    Che nostalgia le Feste dell’Unità di una volta. Magari in una piazzetta da riscoprire, la brace, il fumo e l’odore delle salsicce e il vino rosso nei piccoli bicchieri, la musica popolare, il teatro e la satira, il gruppo musicale emergente, la mostra fotografica con l’effetto “virato seppia”…

    Ora invece anche a sinistra vince la cultura del “salotto” con i quadri grigi “Times corpo 72” . La vetrina di quelli che sanno parlare, il palcoscenico di quelli che dicono di essere lì per “ascoltare” un dibattito che non c’è più.

    Per fortuna ci pensa la musica a raccontare la storia, a far luccicare gli occhi, a riempire la testa di ricordi… Finalmente una piazza piena di gente.

    “La Festa è finita, andate in pace”, dicono dal palco, ” gli anni Ruggenti” se ne vanno, buona notte.

  2. 70guitar

    Approfitto dello spazio dato a noi montesi su qsto fantastico sito per esprimervi tutte le straripanti emozioni della festa dell’unità vissute da un altro punto di vista… dal palco suonando con tutti gli onori e gli oneri del caso cn un gruppo di “canacchiun”.
    Tutto e’ andato bene il service (fantastico)le luci (superlative) il pubblico (coinvolto) e noi che sembra ce la siamo cavata bene .
    Un plauso speciale ad un ragazzo speciale che ha il sound che gli scorre nelle vene e nonostante io suoni con lui da ormai + di 3 anni mi fa emozionare ogni volta di piu
    ….. grazie LORENZO DELL’AQUILA (un esempio di talento mostruoso unito ad una semplicità nei modi di fare disarmante)
    Secondo me il Batterista piu bravo esibitosi a montescaglioso ,professionisti compresi
    Concludo chiedendo alla community (si dice cosi???) se c’e’ in giro materiale della serata (foto video ecc)che conserverei tra i ricordi piu cari

    ciao alla prossima
    70&AnniRuggenti guitar

  3. Vitius

    KE PALLE!!
    Avrei tanto voluto esserci al concerto,per apprezzare le doti di questo gruppo spettacolare ke la distanza m’ha impedito di ascoltare e vedere…Sono curioso di vedere all’opera alcuni tra i più grandi musicisti di Monte e dintorni,compreso il grande Lorenzo Dell’Aquila,di cui ho tanto sentito parlare…Spero ke la prossima volta ke ritorno a Monte si riesca ad organizzare una manifestazione simile a questa,in modo da valutare le qualità di questi fantastici musicisti!
    -Vitius-

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi