A che punto è la notte?

Lo ha scritto su “Il Foglio” di oggi anche il suo tamburo maggiore: “Passeremo molti anni a leccarci le ferite, come fanno i miei amati cani quando le prendono.”

Eh già, come i cani!

L’aumento odierno dello spread ci costerà 4 miliardi, la cifra bruciata oggi dal crollo della borsa si aggira attorno ai 10 miliardi. Non sono danni che colpiscono solo finanzieri e speculatori, ma tutto il sistema paese e, di riflesso, l’intera Europa. Tutto questo perché il tragico buffone che ha governato e screditato l’Italia dal 1994 non si rassegna a sparire dalla circolazione.

C’era voluto il tecnocrate Monti per allontanarci dal baratro in cui stavamo precipitando. Lo abbiamo amato come si può amare il chirurgo che facendoci soffrire stava provando ad estirpare il cancro.

Il grande buffone con il solo annuncio di un suo ritorno sulla scena politica ha vanificato tutto: i tagli ai servizi essenziali, l’aumento dell’età pensionabile, l’aumento delle tasse sulla casa, la riduzione delle spese inutili, la riforma del sistema elettorale, ecc. ecc. ecc..

Se non fossimo Europa ci sarebbe da temere seriamente per la nostra democrazia. Mentre i suoi lacchè parlavano di primarie, lui all’ultimo momento ha cambiato programma e loro gli si sono subito accodati. Ci si può fidare del gente del genere?

Quest’uomo è stato un flagello per il nostro paese. Cosa altro deve succedere per far capire a tutti che occorre liberarsene?


Commenti da Facebook

7 Commenti

    1. Il Profeta

      ma siamo proprio tanto sicuri che il rigor Montis abbia fatto il bene per l’ Italia????

      Secondo me sicuramente no, vedendo aziende che ogni giorno chiudono i battenti, famiglie sempre più disperate, ceto medio ormai allo ”sfascio”. Siamo proprio sicuri che il rastrellare denaro, l’ aumento fino all’ esasperazione della tasse possa giovare all’ economia italiana????

      Il nostro caro professor Monti, come mai non ha pensato ad abbassare gli stipendi, di ridurre i vitalizi dei parlamentari piuttosto che distruggere le nostre famiglie???

      Dopo un anno catastrofico per l’ economia italiana è palesemente inammissibile difendere questo governo tecnico che sicuramente ha portato piu danni che effetti positivi per il nostro Paese

      1. liberamente

        sono i nostri cari parlamentari e senatori che scalpitano ogni volta che si toccano i loro interessi! Cioè quelli che NOI abbiamo votato in passato e che ora sono così affezionati alle poltrone che non li schioderà più nessuno. Abbiamo chiuso gli occhi per così tanto tempo che non ci siamo accorti di quello che accadeva nel nostro Paese e nel mondo. Ci hanno messo l’uno contro l’altro, ci hanno incantato con le false promesse, ci hanno fatto credere alle favole. E purtroppo continueremo a credere che le cose cambieranno e che l’Italia diventerà moderna. Ora che si fa? 

  1. vince_ditaranto

    Forse per la prima volta mi sento di sottoscrivere ogni singola parola scritta da Cristoforo.

    Non se ne può più. Arrabbiato

    Se avete solo il sentore che un vostro amico o parente o conoscente vuole andare di nuovo a votare Piselloni,

    vi prego legatelo alla sedia. Farete un servizio al vostro Paese. Bocca sigillata

  2. Raf

    Mi sento di dire, Cristoforo, che la notte è ancora lunga… anche perchè la notte, da destra a sinistra, abbraccia tutto l’arco dell’attuale parlamento.

    Se da un lato abbiamo il ritorno dell’ormai comico Berlusca, dall’altro abbiamo il permanere di parlamentari più che ventenni come D’Alema e company. Come se non fosse successo nulla, si ricomincia da capo con le stesse persone.

    Si andrà a votare di nuovo col “porcellum”. In un anno, passato solo a ratificare le decisioni di Monti, i partiti non hanno portato a termine l’unico compito che avevano: la legge elettorale. Forse perchè conviene a qualcuno per racimolare qualche punto percentuale in più o perchè in fondo avere le liste a scatola chiusa conviene a tutti (che tristezza).

    La campagna elettorale sarà per il PDL fondata su un populistico contrasto al governo che hanno sostenuto. Faranno propaganda sui provvedimenti che hanno votato loro stessi (!?) Insomma roba da matti.

    E a sinistra? anche il PD ha votato i provvedimenti lacrime e sangue. E, come diceva Bersani giustamente, il prox governo dovrà essere impopolare se vuol essere serio. Credo che il prossimo governo, qulasiasi sia, non potrà che continuare più o meno su quella rotta. Ma come la metteranno con alleati come SEL? Cosa racconteranno ai lavoraori sull’articolo 18 e la riforrma Fornero?

    Intanto siamo tornati a guardare i teatrini dei talk show con PD e PDL tornati seduti su lati opporti… in attesa di un probabile e forse inquietante grande Centro…

    1. Cristoforo Magistro

      Certo che la notte è ancora lunga, ma dipende anche da noi fare in modo che non sia fatta solo di angosciante attesa.

      Il ceto politico e i partiti – chi più chi meno – sono screditati come non mai, ma la democrazia non può farne a meno. E’ perciò necessario che si riformino radicalmente.

      Si fa presto a dirlo, ma vorranno e sapranno farlo?

      La gente ricomincerà a dare loro fiducia quando vedrà che non si aspettano gli avvisi di garanzia della magistratura per allontanare dalle proprie fila i corrotti. Anche questo è più facile a dirsi che a farsi perché spesso i corrotti sono quelli che portano ai rispettivi partiti barche di voti; voti sicuri, patrimoni – per così dire – personali di personaggi che se non candidati in un partito possono passare tranquillamente a un altro.

      Le primarie del PD sono state commoventi perché hanno dimostrato che c’è ancora tanta gente che crede che si possa fare politica con onestà e competenza. Speriamo che non si tratti dell’ennesima delusione. Bersani ha adesso l’autorevolezza necessaria per procedere a un profondo rinnovamento del partito. Staremo a vedere se lo farà. Certo una nuova classe dirigente non si crea con un colpo di bacchetta magica, né basta sostituire i vecchi con i giovani, ma è sicuro che la chiusura, l’autoreferenzialità, l’equilibrismo fra le varie componenti che spesso ha governato le scelte del PD negli ultimi anni non ha favorito la formazione e l’emergere di nuove leve.

      C’è da augurarsi che con le prossime elezioni le distanze fra parlamento e paese reale si accorcino.

      E che un bel po’ di gente che è stata in questi anni a fare niente o a fare danni rimanga a casa.

      Giusto per dare un’idea di cosa intendo, riporto alcuni dati  sulla “produttività” dei parlamentari lucani tratti da  http://parlamento.openpolis.it/.

      Naturalmente bisognerebbe poi entrare – avendone gli strumenti – nel merito anche di cosa ognuno fa, ma su questo ognuno può pensarla a modo suo.  

      parlamentare:

      indice di produttività:   

      voti ribelli:

      presenze:

      assenze:

      missioni:

      LAMORTE Donato (FLI)

      84.2
      (546° su 630)

      83

      74.42%
      (8444 su 11347)

      18.60%
      (2110 su 11347)

      6.99%
      (793 su 11347)

      LUONGO Antonio (PD)

      70.4
      (574° su 630)

      88

      63.79%
      (7238 su 11347)

      36.21%
      (4109 su 11347)

      0.00%
      (0 su 11347)

      MARGIOTTA Salvatore (PD)

      255.9
      (160° su 630)

      60

      88.24%
      (10013 su 11347)

      10.21%
      (1158 su 11347)

      1.55%
      (176 su 11347)

      MOLES Giuseppe (PdL)

      109.6
      (461° su 630)

      368

      95.42%
      (10827 su 11347)

      2.86%
      (325 su 11347)

      1.72%
      (195 su 11347)

      TADDEI Vincenzo (PT (già IR))

      96.5
      (508° su 630)

      91

      88.82%
      (10078 su 11347)

      10.41%
      (1181 su 11347)

      0.78%
      (88 su 11347)

      ZAMPARUTTI Elisabetta (PD)

      669.9
      (16° su 630)

      800

      85.77%
      (9732 su 11347)

      14.23%
      (1615 su 11347)

      0.00%
      (0 su 11347)

      Camera dei Deputati

      Camera del Senato

      ANTEZZA Maria (PD)

      131.3
      (212° su 323)

      42

      95.99%
      (6103 su 6358)

      3.95%
      (251 su 6358)

      0.06%
      (4 su 6358)

      BELISARIO Felice (IdV)

      422.8
      (45° su 323)

      25

      35.40%
      (2251 su 6358)

      49.95%
      (3176 su 6358)

      14.64%
      (931 su 6358)

      BUBBICO Filippo (PD)

      556.0
      (27° su 323)

      32

      91.07%
      (5790 su 6358)

      8.76%
      (557 su 6358)

      0.17%
      (11 su 6358)

      CHIURAZZI Carlo (PD)

      94.2
      (254° su 323)

      79

      94.65%
      (6018 su 6358)

      5.35%
      (340 su 6358)

      0.00%
      (0 su 6358)

      DIGILIO Egidio (ApI-FLI)

      137.2
      (205° su 323)

      124

      84.60%
      (5379 su 6358)

      10.51%
      (668 su 6358)

      4.89%
      (311 su 6358)

      LATRONICO Cosimo (PdL)

      448.9
      (40° su 323)

      87

      95.56%
      (6076 su 6358)

      2.55%
      (162 su 6358)

      1.89%
      (120 su 6358)

      VICECONTE Guido (PdL)

      93.0
      (256° su 323)

      41

      88.49%
      (5626 su 6358)

      4.99%
      (317 su 6358)

      6.53%
      (415 su 635

       

       

      Atti su cui lavora Bubbico (PD)

      tipo di atto:

      Primo firmatario:

      Co-firmatario

      Relatore

      disegno di legge

      8

      105

      3

      mozione

      2

      54

      interpellanza

      31

      interrogazione a risposta orale

      5

      65

      interrogazione a risposta scritta

      2

      45

      risoluzione in assemblea

      5

      risoluzione in commissione

      1

      odg in assemblea

      45

      75

      odg in commissione

      65

      68

      emendamenti 

      1010

      1878

      Atti su cui lavora Antezza (PD)

      tipo di atto:

      Primo firmatario:

      Co-firmatario

      Relatore

      disegno di legge

      3

      152

      1

      mozione

      1

      84

      interpellanza

      1

      20

      interrogazione a risposta orale

      18

      82

      interrogazione a risposta scritta

      23

      63

      risoluzione in assemblea

      6

      risoluzione in commissione

      2

      1

      odg in assemblea

      9

      106

      odg in commissione

      14

      94

      emendamenti 

           

       

      Atti su cui lavora Elisabetta Zamparuti (PD)

      tipo di atto:

      Primo firmatario:

      Co-firmatario

      Relatore

      disegno di legge

      33

      161

      mozione

      12

      44

      interpellanza

      12

      52

      interrogazione a risposta orale

      15

      8

      interrogazione a risposta scritta

      1027

      3334

      interrogazione in commissione

      68

      812

      risoluzione in assemblea

      4

      10

      risoluzione in commissione

      10

      27

      risoluzione conclusiva

      1

      12

      odg in assemblea

      58

      315

      odg in commissione

      1

      emendamenti 

      257

      10481

       

      Atti su cui lavora Donato Lamorte (PDL)

      tipo di atto:

      Primo firmatario:

      Co-firmatario

      Relatore

      disegno di legge

      2

      205

      mozione

      26

      interpellanza

      27

      interrogazione a risposta orale

      5

      interrogazione a risposta scritta

      21

      8

      interrogazione in commissione

      2

      risoluzione in commissione

      5

      odg in assemblea

      3

      7

      odg in commissione

      1

      emendamenti 

      4

      53

       

      Atti su cui lavora Giuseppe Moles (PDL)

      tipo di atto:

      Primo firmatario:

      Co-firmatario

      Relatore

      disegno di legge

      1

      40

      3

      mozione

      28

      interpellanza

      39

      interrogazione a risposta orale

      6

      2

      interrogazione a risposta scritta

      7

      interrogazione in commissione

      3

      risoluzione in commissione

      1

      7

      risoluzione conclusiva

      3

      odg in assemblea

      4

      22

      odg in commissione

      2

      emendamenti 

      5

      31

       

      Atti su cui lavora DiGILIO (FLI)

      tipo di atto:

      Primo firmatario:

      Co-firmatario

      Relatore

      disegno di legge

      2

      35

      3

      mozione

      41

      interpellanza

      7

      interrogazione a risposta orale

      4

      5

      interrogazione a risposta scritta

      15

      17

      risoluzione in assemblea

      3

      odg in assemblea

      25

      odg in commissione

      6

      emendamenti 

      61

      320

      Atti su cui lavora Latronico (PDL)

      tipo di atto:

      Primo firmatario:

      Co-firmatario

      Relatore

      disegno di legge

      1

      51

      8

      mozione

      26

      interpellanza

      12

      interrogazione a risposta orale

      75

      13

      interrogazione a risposta scritta

      18

      13

      odg in assemblea

      10

      31

      odg in commissione

      31

      16

      emendamenti 

      574

      465

       

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi