Sbando per il bando. Sindaco risponderebbe a qualche mio dubbio?

Oggi ho avuto qualche momento di sbandamento leggendo un bando del comune di Montescaglioso. Lo allego a questo post.
Premessa:
vi ricordate il famoso post sul libro “consulenze d’Italia”? In tanti in quel post abbiamo criticato bandi regionali in teoria legalmente perfetti ma in pratica lacunosi ovunque per mancanza di trasparenza con chiare e precise indicazioni del vincitore prima ancora che il bando stesso scadesse. In quella occasione avevamo lanciato l’idea di tenere sotto controllo i nostri amministratori anche comunali. Il corvo si era offerto volontario per passare dal comune ma, come suo solito, ha svicolato ;-). Poco male… un amico che risiede a Monte mi ha promesso di passare in comune una volta al mese e di passarmi le cose più interessanti.
Ed eccoci qua… passa a fine gennaio… niente di interessante.
…alla sua seconda visita (purtroppo qualche giorno in ritardo) eccolo con una mail a cui allega il bando per cui ancora sbando. Un bando perfetto per Montescaglioso.NET! Si richiede un gruppo di lavoro che organizzi incontri, sensibilizzi e coinvolga l’opinione pubblica, raccolga le istanze dei singoli, delle associazioni, degli esperti, censisca tracce e documenti storiografici, favorisca la formazione di singoli individui o gruppi…. il tutto con l’ausilio di moderne tecnologie (multimedialità/audio e video). In pratica il bando offre 80mila euro per cose che noi montesi.net facciamo (almeno in parte) già da più di un anno e GRATIS.
Bene direte voi… ottima occasione per crescer ulteriormente grazie a finanziamenti. Si, lo sarebbe stato se questo bando fosse stato minimamente pubblicizzato.
Non so quando sia stato emesso con esattezza il bando. Di sicuro non c’era a fine gennaio. La scadenza era il 26 febbraio: meno di un mese esposto al pubblico. Sono sicuro che i tempi minimi di esposizione all’albo pretorio imposti dalla legge sono stati rispettati. Possibilità di recuperare questo bando sul sito del comune o altrove? Nessuna… o almeno io non ho visto alcuna comunicazione sui siti istituzionali che controllo quotidianamente. Mi chiedo… come mai tutta questa fretta? Non sarebbe stato meglio pubblicizzare la cosa nel miglior modo possibile per allargare la base dei partecipanti e avere quindi maggiori sicurezze della professionalità dei vincitori?
Potreste dirmi che potevo passare dal comune più spesso…. certo. ahimè sono costretto a Milano per motivi di lavoro nell’attesa che qualche occasione capiti a Montescaglioso. Potete capire il mio sbando quando queste occasioni mi passano sotto il naso. E come me credo molti altri montesi.net espatriati che ho conosciuto e apprezzato in questo anno e che sicuramente avrebbero potuto partecipare con buone possibilità se solo avessero saputo. E poi… anche chi risiede a Monte non credo abbia l’abitudine di farsi un giretto in comune tanto spesso. Ma la comunicazione tra pubblico e privato non dovrebbe essere la più ampia possibile? Sono una spesa così ingente poche centinaia di euro per un sito comunale decente e aggiornato? Le regole minime di trasparenza (affissione all’albo per un tot di giorni) non potrebbero/dovrebbero essere estese per venire incontro alla popolazione?
Poi un’altra cosa. Perchè nel bando gli anziani hanno più punteggio dei giovani? A Montescaglioso vogliamo distinguerci dal resto d’Italia? Invece di favorire l’inserimento di giovani nel mondo del lavoro diamo priorità agli over 40? Almeno in settori innovativi, come quelli descritti nel bando, i giovani non sono garanzia di affidabilità dei più anziani solitamente più arrugginiti nell’uso delle nuove tecnologie?
A scanso di equivoci e per evitare strumentalizzazioni ho voluto sollevare la questione prima ancora di sapere quante domande sono state presentate ed eventuali vincitori. Non vorrei che la mia richiesta di trasparenza venisse interpretata come attacco politico o, peggio ancora, personale nei riguardi di chicchessia. Certo mi meraviglierei se ci fossero così tanti professionisti a Montescaglioso con tutte le caratteristiche dettagliatamente descritte nel bando e capaci in soli 20gg di apprendere l’esistenza dell’avviso per poi mettersi d’accordo per parteciparvi in gruppo delineando ruoli e compiti di un team. Almeno da queste parti (nonostante Milano sia nota per la fretta) la costituzione di un team professionale richiede una certa programmazione. Forse a Montescaglioso esiste la sfera magica?
 
Sindaco spero che lei o qualcuno della sua amministrazione possa rispondere a questi dubbi. Certo sono solo un privato cittadino ma credo che le risposte possano interessare tutta la comunità. Magari potrebbe anche svelarci i criteri che hanno determinato la scelta della ditta per demolire la scuola media. Quasi 200mila euro assegnati in trattativa privata. Tutto legale… non ho nulla da dire. Sarebbe bello però per la comunità capire i criteri che permettono di scegliere tizio piuttosto che caio a parità di professionalità. Anzi… sarebbe bellissimo se queste trattative private venissero del tutto abolite se non per lavoretti insulsi. Non crede?
Se ritiene opportuno che tali dubbi vadano sciolti e vorrà intervenire può scrivere a info@montescaglioso.net, provvederò a pubblicare le sue risposte.

Allegati (1)


Commenti da Facebook

34 Commenti

  1. For Peace

    Sono daccordo con te ciffo, quando scendo vado spesso al comune, intanto per visionare gli atti bisogna fare una trafila, poi dico io per le elezioni sti politici spendono e spandono in pubblicità perchè ci tengono al marketing, quando poi salgono sul trono stranamente si dimenticano della pubblicità,  manifesti in giro non ne ho visti nel periodo natalizio  ne tantomeno a Carnevale.

     

    1. Wiseman

      apprezzo moltissimo, stai dando un’ANIMA al sito!

      staremo a vedere se qualcuno avrà il coraggio civile di spiegare queste situazioni,che si protraggono da sempre,e voi tutti,ragazzi,fatevi sentire,postate,indignatevi, vi raccomando di non lasciare soli i soliti…noti

      naturalmente,sempre nel rispetto delle regole, diamo l’esempio!

    2. Franco Caputo

      Per favore evitiamo di scadere in illazioni e insinuazioni. Le questioni emerse in questa vicenda, ovvero la necessità di un rapporto limpido e trasparente, ben oltre la correttezza formale e procedurale, tra amministrazione pubblica, politica e rete delle imprese e delle professioni, hanno bisogno di riflessioni pacate ed incisive. Il problema che pongo è che la comunità è prossima all’avvio di importanti azioni riferite alla valorizzazione della principale risorsa di cui disponiamo, il patrimonio culturale. Le risorse disponibili e l’importanza delle problematiche sono tali da non poter essere affrontate con procedure, a mio parere, non adeguate e con il rischio di risolvere il tutto in una semplice distribuzione di risorse, peraltro pubbliche. Certo l’Amministrazione pubblica è sovrana in materia, però non si può pretendere che tutti condividano le scelte che si fanno. Franco C. 

  2. anycamy

    in questo periodo non sono riuscita ad intervenire in molti argomenti perchè o preferito osservare e poi perchè molte volte avevo già espresso le mie opinioni su molti post.

    Ma questo mi indigna molto.

    Sono incazzata ecco la VERITA’. Passo giornate intere a consultare bandi di concorso su i più vari siti a disposizione, mi tengo costantemente aggiornata su tutti i concorsi non avrei mai pensato che un bando a Monte mi sarebbe potuto sfuggire.

    Spiegate cari amministratori spiegate perchè io continuo a non capire.

     

     

  3. Christian

    bravo ciffo!! credo ke non ci sia più nulla da aggiungere perkè sei stato moooolto kiaro nell’esporre l’argomento, adesso c’è solo da aspettare ke qualcuno ke “conta” ci dia qualke risposta ke naturalmente faccia kiarezza e non ke cerki di aggirare l’ostacolo…cosi da poter illuminare le nostre menti espatriate al nord!!…sarei anke kurioso di sapere ki è riuscito “casualmente” a presentare la domanda entro la data di scadenza del bando….kiediamo troppo?

    notte raga

  4. ZODD

    AHAHAHAHAAHAHHAHAHAHA ahahahaAAHHAHAhaha , signori miei che ridere ….. ma quanti problemi che vi ponete .. ambhe e che hanno vinto , che ci importa , siamo o non SIAMO MONTE.NET? lasciate pure fare a questi grandi signori ciò che vogliono, ebbene che sia così … ormai coi tempi che corrono e con i fatti che ci sono a livello Nazionale la gente sa , e capisce , cosa è giusto e cosa no.

    pensiamo a costruire ,come abbiamo sempre fatto da un anno a questa parte , IL NOSTRO FUTURO , del loro futuro a me non interessa.W La libertà W l Umiltà, W MONTESCAGLIOSO.NET unico inimitabile .

     

    1. aleph zero

      lasciate fare ciò che vogliono??

      sono soldi pubblici cazzo… cosè questa miopia… è semplicemente vergognoso..

       difficile che qualcuno avrà la sensibilità pubblica di rispondere a nome di una istituzione.. tanto, saranno sempe li, a spartirsi la torta, tutti indistintamente

       

      Homo Sapiens nello spazio

  5. Keyser Soze

    CHE SCHIFO.

    Ennesima prova che qui (su questo sito) non si fa altro che parlare ad aria, tanto i soliti tramacci  vengono fatti alle nostre spalle, INDISTURBATAMENTE ,senza il minimo ritegno nè rispetto per il povero (fesso) cittadino.

    Che significa quest’ennesimo bando ad hoc? Qui si gioca sporco…e noi allora rilanciamo e ripaghiamo con la stessa moneta: Chi ha vinto il bando?????? A me viene il lecitissimo dubbio che fossero gli unici informati sui fatti e abbiano (giustamente) fatto in modo di tenersi stretta stretta la notizia.

    Qualcuno dal comune risponderà?????? SI ACCETTANO SCOMMESSE

     

     

     

      1. Keyser Soze

        su qs sito si è già parlato di questioni + o meno spinose e di amministrazione della cosa pubblica. Magari se ne è parlato anche tanto, gli animi si sono infervorati, ma cosa è cambiato? Sempre per fessi veniamo presi :sick:

        (ciao zodd, spero di essere stato + chiaro)

  6. CEA

    Il CEA e CooperAttiva, (soggetto gestore) avrebbero potuto partecipare al bando sul contratto di quartiere; non ci siamo riusciti. Comunque ci assumiamo le nostre responsabilità: come polli non ci siamo accorti del bando. Evidentemente bisogna presidiare l’albo. Lo abbiamo pescato il giorno della scadenza. La scarsa circolazione dell’informazione, manco un manifesto o la pubblicazione sul sito web, in questo caso ha danneggiato chi aveva titoli per partecipare. Certo la procedura sicuramente è corretta, ma ciò ormai non è più sufficiente. Ci auspichiamo che altri non abbiano fatto lo stesso errore e che il Comune possa valutare più proposte. Comunque, a scorrere il testo ci siamo poi accorti, della singolare barriera del punteggio sugli over 35. Abbiamo calcolato che il nostro target di riferimento ovvero operatori ed esperti da coinvolgere, mediamente intorno ai 30 anni, ci avrebbe sicuramente penalizzato di qualche punto. Detto questo, auspichiamo che ulteriori opportunità sul Contratto di Quartiere, siano gestite con maggiore coinvolgimento della società locale. Uno dei principi base dei Contratti di Quartiere, è favorire la coesione sociale. Così non si comincia bene ed alla fine il Comune ed il gruppo che si aggiudica il bando, avviano l’attività con seri problemi di credibilità. Ed è esattamente ciò che in un programma così complesso non aiuta. Franco Caputo, Grazia Cifarelli, Angelo Lospinuso.

  7. michela

    Ovviamente non sapevo nulla del bando, lo leggo solo ora.
    sono rimasta allibita nel leggere i punteggi rispondenti all’età e ai titoli di studio…
    è incredibile!!
    e noi sotto i 28 anni(non siamo neanche considerati tra le possibilità)che ci sprechiamo a specializzarci, a fare master in gestione di eventi culturali e affini …
    CHE STUPIDI!
    topobiche_81

  8. franco noia

    … poi ognuno ne tragga le conclusioni che vuole.

    Antefatto

    L’oggetto del bando fa riferimento ad una serie di attività contemplate nell’ambito del progetto di riqualificazione urbana denominato “Contratto di Quartiere”. Tale progetto, che reca la mia firma, venne selezionato nell’ambito di un concorso nazionale di idee e finanziato per un importo di circa 2,9 milioni di Euro.

    Qualche tempo fa, passando per il Comune, la mia attenzione è stata attratta da una determina dirigenziale pubblicata all’albo pretorio con la quale la dirigente del settore Affari Generali affermava che un certo “Mister X” aveva presentato un progetto nell’ambito del “Contratto di Quartiere” che riguardava i temi di sperimentazione da attuare e che il Comune ne approvava il progetto per un importo di oltre 700.000, 00 €. Preciso che tali temi di sperimentazione riguardano la ricerca scientifica applicata all’ambito della riqualificazione urbana, e siccome il “Mister X” in questione non ha alcun titolo specifico in materia di riqualificazione urbana e restauro, la cosa mi ha meravigliato non poco. Così, incuriosito da questa determina dirigenziale, ho chiesto di acquisire copia di tale progetto. Con mia grande sorpresa, trovo che questo “Mister X” aveva praticamente copiato integralmente dall’elaborato che reca la mia firma, tutto il contenuto inerente questo particolare ambito progettuale. Persino la punteggiatura è identica. Le uniche cose che erano state variate erano la grafica ed il quadro economico delle attività previste. In particolare quello che doveva essere uno spazio autogestito dai cittadini e dalle associazioni (attività di promozione, a costo zero) diventava un’occupazione retribuita per qualcuno. Venivano cioè sottratte risorse dalla ricerca per allocarle, quale compenso per questo tipo di attività.

    Fatto

    Apprendo da questo sito dell’esistenza di questo bando e la conclusione che ne traggo è che tale atto, rappresenti la fase conclusiva di questo “progetto” presentato da tale “Mister X”.

    Date le premesse da cui questo bando è partito, non mi meraviglia affatto che sussistano tutte le ombre che voi avete in questo sito evidenziato circa la scarsa trasparenza di tutta questa operazione.

    Provo grande amarezza non solamente per il fatto che un mio lavoro sia stato così plagiato, vilipeso ed offeso (rispetto alla mia vicenda personale mi riservo di attuare tutte le tutele che la legge mi offre), quanto piuttosto per il fatto che questa vicenda raffiguri un quadro desolante dell’attuale società montese. E’ infatti triste da notare come la punta più avanzata della cosiddetta “società civile”, rappresentata dal mondo professionale, mostri una tale insensibilità ed una tale miseria morale. Ma questa magari è soltanto una mia opinione.

     Franco Noia

    P.S.: Relativamente al bando, sarà una mia impressione ma mi pare che manchino solamente i codici fiscali dei soggetti da selezionare.

    1. Keyser Soze

      Ma allora è proprio un birbantello qs Mister X!!! :sick: :sick: :sick:

      Non vedo l’ora di sapere ki sia x stringergli la mano e potergli spiattellare in faccia tt la mia stima. Spero almeno nn si tratti di qlc ke predica bene e razzola male e alle spalle altrui.

      Teniamoci aggiornati

    2. admin

      A scanso di ecquivoci voglio marcare in maniera chiara e senza ombra di dubbio che Franco Noia parla a titolo personale e si prende tutte le responsabilità di quello che ha scritto (del resto non si è nascosto dietro pseudonimi) e che Montescaglioso.NET non entra nel merito della cosa.
      Non so chi sia nè se tale Mister X sia facilmente individuabile. In ogni caso se Mister X dovesse ritenere questo commento denigratorio può contattarci. Tempestivamente provvederemo a rimuoverlo come la legge impone.

    3. Cristoforo Magistro

      Capisco l’amarezza dell’Architetto Franco Noia che si è visto tagliato fuori da un progetto da lui ideato e promosso e lo sconcerto dei giovani che, commentando il fatto su questo sito, si sono sentiti in quanto tali esclusi o penalizzati dai criteri di attribuzione del punteggio.
      A loro è stata negata persino la speranza di procurarsi un lavoro e la possibilità di mettersi alla prova. A venti-trenta anni si ha almeno il diritto di sognare, ci pensa la vita poi a dare la sveglia!
      Fatti come questi, infine, non incoraggiano sicuramente chi sta fuori per motivi di studio o di lavoro a pensare di tornare a casa.
      Il fatto che del bando non sia venuto a conoscenza in tempo utile neanche un gruppo che, per così dire, presidia il territorio come il CEA, mi sembra significativo. La discrezione è una virtù molto, molto apprezzabile, ma un’amministrazione pubblica è tenuta a dare la massima pubblicità alle iniziative che sviluppa.
      Senza considerare la diversità dei risultati che si possono ottenere in base al fatto che si faccia la selezione fra due o fra duecento proposte, sul piano dell’immagine direi che a un amministrazione “conviene” coinvolgere quanta più gente è possibile.
      Non voglio, tuttavia, dare per scontato che il bando sia stato gestito in modo così discreto per escludere qualcuno e favorire qualcun altro. Un qualcun altro –gruppo o singolo che sia- che, oltretutto, per quanto meritevolissimo, si troverebbe a causa del modo in cui è stato incaricato in posizione di forte imbarazzo di fronte ai potenziali concorrenti.
      Credo che sarebbe possibile rimediare alla cosa riaprendo il bando. Non mi intendo di questioni amministrative, ma so che spesso quando a concorsi, gare, aste, ecc. c’è scarsa partecipazione, si prolungano i termini di scadenza oppure si rifanno.

      Vorrei segnalare un caso, per qualche aspetto, analogo. Sul sito regionale Basilicata.net c’è il seguente annuncio: Erogazione di 30 borse di studio da parte della Regione Basilicata. Scade il:22/03/2007.
      A differenza di altri, questo annuncio non è un link e quindi non è possibile trovare sul sito il bando di concorso, la modulistica, l’indicazione dei soggetti di riferimento, ecc.
      La signorina che risponde al numero verde è gentile, ma ne sa poco. Accenna a un possibile errore tecnico riguardo alla mancanza del link. Alla richiesta di ricevere per posta elettronica il bando in questione risponde che non è autorizzata a farlo e consiglia di telefonare più tardi per parlare con la sua responsabile. Nel pomeriggio la responsabile è ancora assente dalla sede. Nessuna meraviglia, sappiamo tutti che la caratteristica dei funzionari è di trovarsi sempre “momentaneamente” fuori-stanza.
      La mezza promessa di rendere l’annuncio in questione linkabile non è stata, a oggi, mantenuta e chi volesse saperne di più delle borse di studio in questione deve rifare la trafila che sopra ho descritto.
      Auguro migliori risultati a chi si accingesse nell’impresa.

      1. ciffo

        Cristoforo sul riaprire il bando non mi trovi d’accordo. Il bando è stato emesso, qualcuno (spero tanti) ha (hanno) partecipato. Tra qualche giorno sarà individuato un vincitore ed è giusto che questo/i possa svolgere il suo lavoro nel modo migliore e senza imbarazzo, come hai giustamente detto.
        Per capirci….. non vorrei che questa richiesta di MAGGIORE TRASPARENZA E PUBBLICITA’ DELLE COSE PUBBLICHE da parte di Monte.net venga male interpretata come un attacco ai possibili vincitori del bando.
        La cosa ormai è andata così. Abbiamo espresso il nostro rammarico per la poca pubblicità e si spera che il prossimo bando sarà gestito diversamente. Intanto voglio esprimere “a priori” il massimo rispetto per chi andrà a svolgere il lavoro richiesto dal bando, sicuro che avrà la professionalità necessaria per farlo.
        Invito sin da ora gli utenti al massimo rispetto per queste persone. Non vorrei passassimo noi dalla parte del torto trasformando una cosa di carattere generale (richiesta trasparenza e diffusione delle notizie) a una particolare (il bando lo volevo io e non chi lo ha vinto).

        1. titus

          Sarebbe inutile e sopratutto inopportuno, rifare il bando.
          Mi auguro vivamente che ciunque sia il vincitore, possa lavorare con serenita e abneganzione per il bene del paese.
          in bocca al lupo e buon lavoro.

      2. franco noia

        Ho voluto inserire un mio post a riguardo, non per evidenziare una mia particolare condizione (cosa della quale mi sto occupando in un’altra sede), quanto per fornire qualche elemento in più, utile ad una più agevole comprensione di quanto succede. Mi era parso di capire infatti, dal tenore dei post che ho letto, una certa difficoltà da parte degli utenti del sito a comprendere fino in fondo le ragioni di un bando formulato in quel modo. Una richiesta legittima di maggiore trasparenza negli atti amministrativi, rimasta tuttavia senza risposta da parte dell’autorità competente. Per quello che conosco (mio malgrado) la vicenda, ho quindi raccontato, dal mio punto di vista, quali siano state le premesse da cui quel bando muove, citando anche gli atti ufficiali prodotti da questa amministrazione comunale a riguardo. Chiunque abbia interesse può chiedere di consultarli,  verificarli e farsene un’opinione.

        Mi premeva infine anche sottolineare la particolare condizione di degrado morale in cui versa la nostra attuale società,  che è tale da pregiudicare non solamente le relazioni tra le persone ma che sottrae autorevolezza alla stessa azione di governo della nostra comunità. La poca trasparenza negli atti amministrativi non fa altro che confermare i dubbi a riguardo. Ma questa è semplicemente una mia opinione.

        franco noia

  9. maxgraphic

    Eppure basta così poco per informatizzare un comune come il nostro.

    Personalmente ho “lavorato” (R.M.I.) presso il municipio comunale nel 2004/2005 e so (tramite pubbliche delibere di giunta) che c’è stata la creazione dell’infrastruttura di rete dove la regione ha stanziato fior fior di quattrini ma non è stata mai sfruttata appieno(quindi è stata realizzata fisicamente) per la mancanza di un amministratore di rete o per lo meno di qualcuno che si occupasse della gestione dell’infrastruttura stessa.

    Personalmente qualche anno fa presentai candidatura per cercare di rendere un servizio migliore all’interno della casa comunale(con la condivisione di una sola rete ADSL al posto delle ingenti somme di denaro utilizzate TUTTORA per le borchie ISDN e 56k)e anche a noi cybernauti per la gestione del sito internet http://www.comune.montescaglioso.mt.it e mi è stata promessa la sistemazione all’interno del comune.Ad oggi non si vedono riscontri positivi.

    Per non uscire fuori tema dico che la pagina http://www.comune.montescaglioso.mt.it/delibere.htm è una sezione apposita per la pubblicazione delle delibere che ogni comune dovrebbe tenere aggiornata ma l’ultimo aggiornamento risale al 2004.

    Domani provo a chiedere in comune che fine ha fatto la mia richiesta e vi faccio sapere…anche se potrei farvelo sapere immediatamente.

    Ci vuole così poco per INFORMATIZZARE il comune…..

  10. Dina Lampa

    Scusate se mi permetto di intromettermi in affari che non mi riguardano (in quanto nn cittadina di montescaglioso), ma credo che come utente del sito abbia il diritto di esprimere la mia…

    Noto con estremo piacere che i sacrifici compiuti quotidianamente da chi cerca di assicurarsi un futuro, studiando per guadagnare un “pezzo di carta”, sono assolutamente inutili.

    A questo punto mi chiedo: cosa studiamo a fare se il mondo va nella direzione opposta??? a ke pro questi sacrifici se poi ci troviamo disarmati davanti ad un bando? nn faremmo meglio a girare a zonzo cercando di apprendere qua e là i “segreti del mestiere”? credo di si, dal momento ke è la disonestà ad avere la meglio in questo mondo.

    Concludo facendo i miei complimenti a coloro che nn si fanno scrupoli, a coloro che hanno capito come va il mondo (che come dice vasco “intanto rotola”) e a coloro che riescono così bene nei sotterfugi…credo sia un’arte (ormai dominio di molti…anzi troppi)!!!

    1. Nunzio Nicola Pietromatera

      Il “contratto di quartiere” si trascina ormai da diversi anni e si è finalmente in dirittura d’arrivo.

      Il progetto consta di quattro interventi di riqualificazione urbanistico/ambientale e di ririvivibilità di un quartiere del centro storico degradato e abbandonato e di un programma di sperimentazione molto articolato.

      La situazione dei  quattro interventi urbanistico/ambientali: per uno(riqualificazione chiesa del Crocificco) si è espletata la gara d’appalto;  per gli altri tre: (riqualificazione via Puccini, ricostruzione e riqualificazione abitazioni via Salnetro/Severiana /Diaz e riqualificazione centro storico e parcheggi Torre Vetere) si è in fase di appalto.

      Per il programma di sperimentazione si è proceduto tramite “avviso pubblico”, affisso all’albo pretorio del Comune,  ad  individuare il team di lavoro base previsto dal progetto.

      Il bando è stato estrapolato da internet e pubblicato per dare trasparenza all’intervento.

      Se non si è utilizzato il sito dell’Ente è solo perché non c’è personale idoneo per questo servizio da quando l’addetto si è trasferito in altro ente.

      Il Comune  sta provvedendo ad affidare il servizio all’esterno tramite avviso pubblico.  Prima del bando la Giunta ha cercato in tutti i modi di coinvolgere nella sperimentazione i professionisti che oggi denunciano, da questo sito, ipotetiche manchevolezze e/o plagi ed ha ricevuto un “no grazie, non è più la mia creatura”.

      L’avviso ha rispettato i termini legali ma di fronte alle sacrosante richieste che provengono da questo sito, la Giunta farà di tutto per migliorare in futuro l’informazione.

      Nunzio nicola Pietromatera

      1. maxgraphic

        Innanzitutto mi complimento con il Preside, nonchè assessore comunale e virtualmente assessore all'”INFORMATIZZAZIONE”, dato che è il primo membro(se non vado errato, se sbaglio mi “CORRIGERETE”) di un ente pubblico che si affaccia per interloquire con il popolo con quello che oramai è un mezzo(INTERNET) alla portata di tutti.

        Le polemiche sollevate servono a dare la voce a chi non ha mezzi per comunicare, e spesso sono costruttive per chi, intelligentemente, riesce a carpirne il senso dietro uno sfogo magari eccessivo come lei ha ben fatto.

        Spero che tutti gli utenti di questo sito internet abbiano capito il senso del sito stesso e cioè sfruttare la rete per unire le forze (amministrazioni comprese) e apportare sesquipedali migliorie al paese nel limite delle forze di ogni componente.

        E’ semplicemente ovvio ricevere risposte dai professionisti che hanno realizzato le infrastrutture di rete che recitano il:“no grazie, non è più la mia creatura”.

        E’ come acquistare un’automobile e deplorare la mancanza dell’autista assieme alle al mezzo stesso.

        Senza dilungarmi in infruttosi e prolissi sproloqui attendo il/i bando/o pubblico/i e mi propongo personalmente VOLONTARIO nel pubblicarlo/i sul nostro sito, per snellire i passaggi burocratici, ricevendolo in email o attraverso qualsiasi altra fonte non potendo personalmente essere presente continuamente dinanzi l’albo pretorio per motivi che non enuncio per non cadere in verbose e ridondanti polemiche (BARRIERE ARCHITETTONICHE).

        Buona Giornata Sig. Preside.

      2. vince

        Senza andare lontani a cercare chissà chi per farsi offrire un servizio di pubblicazione di bandi di gara di lavori, progettazioni, servizi e forniture su un portale internet, Montescaglioso ha un’azienda che fa questo lavoro da 5 anni e copre tutto il territorio nazionale. Tale azienda qualche anno fa ha proposto i suoi servizi anche all’Amministrazione Comunale, ad oggi non è arrivata nessuna risposta. Quindi senza scomodare menti e luminari da paesi e mondi lontani, si potrebbe far gestire tale sevizio ad un’azienda Lucana o meglio ancora MONTESE. IL LINK DEL PORTALE E’ http://www.idrogest.com

         

      3. franco noia

        Egregio Preside/Assessore,

        prendo atto con soddisfazione dell’impegno profuso da Lei e dalla Sua Amministrazione nel dare la massima pubblicità agli atti amministrativi prodotti, improntati alla ferrea osservanza delle leggi che regolano l’affidamento di lavori, forniture e servizi da parte degli Enti Locali (cosa della quale non dubito). Devo tuttavia sottolineare che l'”estrapolazione” da internet dei bandi pubblici è un’operazione abbastanza rischiosa se non si conosce bene il funzionamento della rete e se non si ha consapevolezza delle leggi che regolano tali pratiche. E’ facile infatti, magari per un “click” non proprio felice, finire su un sito governativo di un qualche staterello del Sud America ed “estrapolare” quindi dal corpus legislativo di un altro Paese, il bando da pubblicare. Colgo l’occasione per segnalarLe, qualora ce ne fosse necessità,  che nel “link” seguente potrà trovare notizie utili inerenti le leggi dello Stato Italiano (del quale, fino a prova contraria, facciamo parte) che regolamentano i contratti delle amministrazioni pubbliche. Buon lavoro quindi a Lei ed alla Sua amministrazione. Franco Noia

        http://www.bosettiegatti.com

  11. Cristoforo Magistro

    Ribadisco ciò che ho detto nel mio intervento precedente.
    Continuo a pensare che un’efficace pubblicizzazione dell’iniziativa e una riformulazione del bando non penalizzante per i giovani, sarebbero opportune e utili a diradare il clima di sospetto che, come si è visto da vari interventi su questo sito, si è creato ancora una volta.
    E’ stato Montescaglioso.net a crearlo? Lo escludo, un simile clima, come tutti sanno, esiste da tempo immemorabile. Questo sito è servito a dare forma e motivazioni articolate a una protesta che comunque, come mugugno o peggio, ci sarebbe stata.
    Credo che il rispetto per chi risulterà vincitore del bando non sia in discussione, la professionalità si giudica dai risultati.

  12. Franco Caputo

    Sono riuscito a procurarmi una copia della convenzione che disciplina le attività di cui al bando sul “ Contratto di Quartiere “.  E’un po’ lunga e trascrivo qualche passaggio commentando quelli che mi sembrano alquanto singolari.

    L’art. 1 è dedicato all’oggetto della convenzione. “ Art. 1 – La presente convenzione definisce i rapporti tra i contraenti per la realizzazione delle attività illustrate in dettaglio sul programma esecutivo della sperimentazione, parte integrante della presente convenzione, costituito da attività formative sociali e culturali e in particolare: – attività di progettazione; – incontri per illustrare, completare e programmare le attività con i soggetti interessati dall’intervento; – attività di coordinamento e controllo nella esecuzione dei lavori, – attività di formazione teorica e pratica; – laboratorio di quartiere per un totale di 720 ore per ogni singolo componente…(omissis) “.

    L’art. 2 definisce alcune incombenze affidate al coordinatore ed al gruppo di lavoro che si aggiudica il bando. Lo trascrivo integralmente. “ Art. 2 – E’ demandato al gruppo di professionisti denominato “ laboratorio di quartiere “ il coordinamento dell’intero programma di sperimentazione di cui al quadro economico allegato al programma esecutivo della sperimentazione. Il coordinatore responsabile del “ laboratorio di quartiere “, coadiuvato dal gruppo predisporrà tutti gli atti per l’avvio delle varie fasi della sperimentazione in stretta collaborazione con il responsabile dell’UTC settore LL.PP. preposto che provvederà su segnalazione del coordinatore, sia agli eventuali acquisti delle apparecchiature necessarie che al reclutamento delle maestranze e dei singoli professionisti occorrenti per il buon andamento della sperimentazione stessa, con assunzioni a tempo determinato  che con contratti di co.co.co. “

    Su questo punto alcune perplessità. Se ho capito bene il Comune affida ad un privato cittadino il potere di nomina, sia pure definita segnalazione  di maestranze e professionisti da mettere sotto contratto compreso anche chi dovrebbe occuparsi, in base all’art. 1 del coordinamento e controllo nella esecuzione dei lavori (quali lavori?). Nessun accenno a come si seleziona tale personale e quindi per contratto il coordinatore può muoversi a proprio piacimento e discrezione ? Nessun bando? Nessuna selezione? Esistono dei criteri di trasparenza o dei meriti oggettivi ? Mistero ! Ciò detto la cosa mi sembra ancora più singolare in rapporto alle cifre che questo coordinamento va a gestire, cioè, se non sbaglio, circa 700.000 euro (non conosco le cifre esatte) per le operazioni di animazione e sperimentazione. Non è chiaro se tale potere del coordinatore è esteso anche alle risorse (non so a quanto ammontano) per gli interventi strutturali. Mi chiedo se il comune per norma può abdicare a funzioni tipiche degli enti pubblici cioè controlli ed incarichi. Qualcuno è in grado di chiarire ? E aggiungo chi controlla la  qualità delle scelte del coordinatore e del gruppo di lavoro? Il Comune compra a scatola chiusa. A questo punto credo che sarebbe stato utile l’introduzione nel bando, accanto a valutazioni puramente curriculari ed anagrafici (questi ultimi veramente molto discutibili) di punteggi da assegnare sulla base di proposte metodologiche e di contenuti da vagliare in seno ad una commissione giudicatrice. La mia impressione su questa vicenda è che con tali premesse di forma e di sostanza si aprano prospettive e modalità di gestione di questo progetto caratterizzate da non condivisione e conflittualità. Spero di sbagliarmi. Franco C.  

    P.S. Non ho allegato la copia per esteso della convenzione, se utile, provo a pubblicarla.

    1. rasputin

      Caro Signor Caputo,

      perchè continua a rigirare il coltello nella piaga?Wink

      Non sa che il Sig. X potrebbe arrabbiarsi e denunciarla per aver detto una sacrosanta verità?

      Sia più prudente, se no qualcuno non ci illuminerà più con la sua luce, almeno su questo sito.

        1. rasputin

          Ottimo Signor Falco,

          sembra ke tutti lo sappiano, ma qui non si può dire perchè l’amministratore (del sito) ha detto che il Signor X potrebbe arrabbiarsi e denunciare qualcuno. Potremmo provare a dare qualche indicazione… vediamo “libero o disinvolto uomo di chiesa vicino ai francescani”Innocent oppure “ha a che fare con il cittadino Carnot”Cool

          Falco ti sfido a singolar tenzone

          1. admin

            rasputin… se vuoi dire chi è mr.X.. liberissimo di scrivere tutto quello che vuoi. Naturalmente sai per certo che ognuno si assume la responsabilità di quello che dice. Io ho solo ribadito questo.
            Il fatto (come dici tu) che tutti sappiano (è così???) non significa che legalmente la cosa non sia assimilabile a pettegolezzo o calunnia.
            Se alle parole si uniscono documenti e fatti… non sarò certo io a negare che la verità si conosca.

      1. ZODD
        Rasputin ormai è fatta… mettici na pietra sopra… e x convincerti di coma la penso io , ti consiglio di leggere il mio identikit per intero.
        ti cito solamente due righi ke riguardano questo post:
      2. La mia mission
      3. nessuna, ma almeno cerco di far sapere o conoscere, a ki interesato tutto su Montescaglioso, xke ki di compentenza nn lo fa… allora lo faremo noi. GRATIS
      4. San Giuseppe è alle Porte e non si è sentito dire nulla sul sito … come mai?

    2. franco noia

      Ho avuto anch’io copia dello schema di convenzione e rimango “perplesso” (a voler usare un eufemismo, giusto per non toccare la suscettibilità di nessuno). A parte tutte le osservazioni già fatte in post precedenti e che condivido, vi trascrivo quanto detto all’art. 4

      “L’ammontare complessivo massimo della presente convenzione è preventivato in € 82.000,00 (ottantaduemila) secondo la suddivisione ed i parametri descritti di seguito e precisamente:

      € 20.000,00 compenso al responsabile coordinatore, € 20.000,00 compenso ai due rappresentanti delle istituzioni scolastiche: 1 di Scuola Primaria e 1 di Scuola secondaria di 1° grado, € 42.000,00 compenso ai componenti del team di esperti.”

      Oltre che rilevare il fatto che mentre nell’avviso pubblico si parla di un ammontare di € 80.000,00, nello schema di convenzione il compenso diventa pari a € 82.000,00, il fatto che mi lascia davvero perplesso è che le figure dei “rappresentanti” delle istituzioni scolastiche non sono affatto contemplate nel bando, anche perchè non mi riesce di capire a cosa possano servire nel contesto dei temi di sperimentazione (che, come si ricorderà riguardano tutt’altra materia). Altro che trasparenza!

      franco noia

  13. Franco Caputo

    Vi segnalo un nuovo bando del Comune di Montescaglioso sul “ Contratto di Quartiere “. E’un bando per tecnici progettisti chiamati a collaborare alla realizzazione degli interventi di recupero. Esposto all’albo pretorio in data 29 Marzo. Scadenza 11 Aprile (ovvero domani). Franco C.

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi